printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva

Protocolli dei savi di Sion

Ultimo Aggiornamento: 14/09/2018 08.04
Autore
Stampa | Notifica email    
11/09/2018 16.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 665
Età: 47
Protocolli dei savi di Sion

Quali prove che sono dei falsi ?

Come si spiega il presunto avverarsi del loro contenuto ?
Cercare il regno facendo il pioniere.68 pt.21/09/2018 13.52 by barnabino
Perché ignorate i disassociati ? 42 pt.21/09/2018 17.51 by Aquila-58
Tattica Roma Senza Padroni Quindi Roma...41 pt.21/09/2018 16.35 by Giacomo(fu Giacomo)
11/09/2018 17.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 52.751
Moderatore
Direi che sull'inutenticità del testo vi è il consensus accademico e storico, la Traccani scrive:

"Protocolli dei savi anziani di Sion Falsificazione propagandistica antisemita, redatta probabilmente da un agente della polizia segreta russa, apparsa in forma abbreviata nel 1903 e integralmente nel 1905, ma diffusasi negli anni immediatamente successivi alla Prima guerra mondiale. Consisteva nel presunto resoconto di sedute segrete che sarebbero state tenute a Basilea al tempo del congresso sionista del 1897, nelle quali sarebbe stato elaborato un piano di dominio mondiale degli ebrei da attuarsi per mezzo dell’alta finanza e dell’agitazione terrorista. In realtà l’opera, come dimostrato già nel 1921 dal giornalista del Times P. Graves, era in gran parte un riadattamento in chiave antisemita di un libello contro Napoleone III, opera di M. Joly, pubblicato nel 1864. Nonostante la comprovata falsità, i documenti sono stati più volte ripubblicati e hanno continuato a costituire uno strumento di propaganda antisemita."

www.treccani.it/enciclopedia/protocolli-dei-savi-anziani-di-sion_%28Dizionario-di-S...

Qui un articolo di Alessandro Marenco del CICAP che spiega anche la fortuna del testo (il presunto "avverarsi del suo contenuto") grazie al ragionamento di Julius Evola che ne riconosceva candidamente l'inautenticità ma riteneva comunque "veritieri" i suoi contenuti sulla base del pregiudizio contro gli ebrei.

www.cicap.org/n/articolo.php?id=102083

Il semiologo Umberto Eco si è occupato dello scritto e scrive che i Protocoli "sono sempre stati presi sul serio, mentre è un testo palesemente pieno di contraddizioni interne. Già nel 1921 il "Times" aveva dimostrato che era un testo in gran parte copiato da un libro di Maurice Joly ("Dialogo all'inferno tra Machiavelli e Montesquieu"), che non era contro gli ebrei bensì contro Napoleone III. Ma Hitler ha continuato a ritenerlo autentico nel "Mein Kampf" e ancora oggi continua ad apparire nelle librerie filonaziste o sui siti arabi. Il parere dominante è sempre quello dell'antisemita britannica Nesta Webster: "Sarà un falso, ma è un libro che dice esattamente ciò che gli ebrei pensano, quindi è vero." Infine: credo di aver contribuito alla scoperta delle origini de "I Protocolli". Ne ho trovato tracce in "I misteri del popolo" di Eugène Sue, e in "Giuseppe Balsamo" di Alexandre Dumas".

In pratica era una trama romanzesca ottocentesca che è stata trasformata in documento storico. La logica di chi lo ritiene autentica è quela appunto di Nesta Webster ed era già di Evola: "Sarà un falso, ma è un libro che dice esattamente ciò che gli ebrei pensano, quindi è vero". Cioè ci credo non perché è autentico ma perché dice quello che io penso sia vero... come non credere al conte di Carabas se persino il gatto con gli stivali dice di essere al suo servizio?

Shalom
[Modificato da barnabino 11/09/2018 17.45]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
11/09/2018 17.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 29.021
Moderatore
[SM=g2037509]

lascerei fuori dal forum i capisaldi di certa propaganda politica....
di qualunque colore, per intenderci...
per me pari sono.

it.wikipedia.org/wiki/Protocolli_dei_Savi_di_Sion
11/09/2018 17.51
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 52.751
Moderatore
Vorrei far notare che Wikipedia dice che i "Protocolli continuano ad essere strumentalizzati ancora oggi, anche al di fuori del mondo islamico; nella Chiesa ortodossa russa". Sarà solo un caso?

Shalom [SM=g27993]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
11/09/2018 18.28
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 665
Età: 47
Sto leggendo i riferimenti .

Chi dice che ogni Ebreo si riconosce in quei documenti pur non essendo di loro matrice credo generalizzi il loro pensiero attribuendo a tutti loro l'odio verso i gentili . Sarà vero anche che qualcuno di loro sognera' di instaurare il regno di Israele in tutto il mondo ma dubito in tutta questa unità d'intenti e che le alte cariche nel campo della finanza siano conseguenti a pressioni in questa direzione e anche che la demoralizzazione sia imputabile solo alla loro propaganda. Comunque continuerò a leggere ... Per adesso grazie

[SM=g27985]
[Modificato da claudio2018 11/09/2018 18.29]
11/09/2018 18.51
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 52.751
Moderatore
La tesi che ci sia un'organizzazione segreta che vuole abolire la libertà di stampa, incoraggiare il libertinismo, rifarsi all'uso dello sport e della educazione visiva per l'abbruttimento delle masse, che elogi il potere dell'oro e programmi di aiutare qualunque tipo di rivoluzione in qualsiasi paese si adatta benissimo alle idee di tutti quelli che credono in complotti, macchinazioni, trame oscure. Come fa notare Marenco di fatto i Protocolli possono servire come traccia, come canovaccio, dove sostituire alla parola "ebrei" di volta in volta i gesuiti, gli scienziati, gli americani la massoneria, gli arabi o il nemico di turno. E in effetti in origine il complotto era attribuito non agli ebrei ma ai gesuiti, quando l'antisemitismo divenne egemone non si fece altro che cambiare il soggetto. Una cosa è certa, sono passati cent'anni dalla prima pubblicazione dei Protocolli e quello che paventavano non s'è realizzato, anzi, sappiamo bene quel che è successo riguardo alla "questione ebraica" e come questo scritto palesemente falso fu usato per giustificare il massacro di milioni di persone.

Shalom [SM=g7556]
[Modificato da barnabino 11/09/2018 18.57]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
11/09/2018 21.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 10.514
Città: ACCIANO
Età: 84
TdG
Il patriotismo e' Un Leone affamato. Che non Mai si sazia
[SM=g27991]
12/09/2018 19.08
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 28.249
Città: MILANO
Età: 48
TdG
Re:
claudio2018, 11/09/2018 18:28:

Sto leggendo i riferimenti .

Chi dice che ogni Ebreo si riconosce in quei documenti pur non essendo di loro matrice credo generalizzi il loro pensiero attribuendo a tutti loro l'odio verso i gentili . Sarà vero anche che qualcuno di loro sognera' di instaurare il regno di Israele in tutto il mondo ma dubito in tutta questa unità d'intenti e che le alte cariche nel campo della finanza siano conseguenti a pressioni in questa direzione e anche che la demoralizzazione sia imputabile solo alla loro propaganda. Comunque continuerò a leggere ... Per adesso grazie

[SM=g27985]



Caro Claudio,

Ti dico solo che l'ebraismo moderno ha tra i suoi problemi principale la perdita della propria identità. Questo vuol dire che a motivo dei matrimoni misti il numero delle famiglie "miste" è sempre piu' alto e questo comporta come conseguenza la perdita delle tradizioni, oltre che della lingua, tipiche della cultura storica ebraica.

Già solo questo fattore ti fa capire che l'"unità d'intenti" per il "dominio del mondo" sono favolette buone per complottisti, vere tanto quanto affermare che i tdG vogliono prendere possesso della scena religiosa mondiale creando una propria rete di "pura adorazione basata sulla lingua pura".
Suona bene o no? [SM=g10765]

Simon
12/09/2018 22.51
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 665
Età: 47
Caro Simon

Bhe riguardo a noi sarebbe solo un processo alle intenzioni senza alcuna evidenza invece riguardo agli ebrei sembra che i complottisti riescano a mostrare prove evidenti della loro scalata ai vertici mondiali e dei loro piani. C'è qualche studio serio o statistica obiettiva che smonti le loro "prove" a parte dimostrare l'inautenticita dei protocolli ?

[SM=g27985]
[Modificato da claudio2018 12/09/2018 23.03]
12/09/2018 23.08
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 28.249
Città: MILANO
Età: 48
TdG
Re:
claudio2018, 12/09/2018 22:51:

Caro Simon

Bhe riguardo a noi sarebbe solo un processo alle intenzioni senza alcuna evidenza invece riguardo agli ebrei sembra che i complottisti riescano a mostrare prove evidenti della loro scalata ai vertici mondiali e dei loro piani. C'è qualche studio serio o statistica obiettiva che smonti le loro "prove" a parte dimostrare l'inautenticita dei protocolli ?

[SM=g27985]



Ho chiesto al "complottaro" Roberto di menzionarmi i nomi dei "padroni" della banca d'Italia, ma se vuole anche di quella di Francia, tanto per cominciare.
Ma si è "dimenticato" di darmi una risposta.

Anche perchè è risaputo da sempre che devi essere cattolicissimo per diventarlo in Italia e che l'infame Fazio, che aspirava anche alla carica a vita, andava a messa ogni giorno di mattina prestissimo!

Simon
12/09/2018 23.16
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 52.751
Moderatore
Caro Claudio,


C'è qualche studio serio o statistica obiettiva che smonti le loro "prove" a parte dimostrare l'inautenticita dei protocolli ?



Perché ci si dovrebbe preoccupare di smontare una teoria che si fonda su uno scritto palesemente inautentico? Non so se hai capito la battuta, che poi non lo è più di tanto: come non credere al conte di Carabas se persino il gatto con gli stivali dice di essere al suo servizio? Come dire, io posso anche inventarmi e scrivere un testo che racconta le gesta erotiche di tuo fratello con dei minorenni: sei in grado di portarmi le prove che non è così? Non credo... beh, allora è evidente che ho ragione. Capito come funziona? Spero che tu abbia capito che non voglio offendere nessuno, era solo per esemplificare in modo un po' colorito la logica che c'è dietro le tesi complottistiche. Si inventa un'accusa più o meno verosimile su un canovaccio sperimentato contro un soggetto più o meno odiato e il resto lo fa il pregiudizio.

Per evitare di cadere in queste trappole suggerisco a tutti di leggere il romanzo Numero zero di Umberto Eco, che è opera dichiaratamente di fantasia, e poi provare a smontarlo. Una gran perdita di tempo, perché?

Shalom [SM=x1408447]
[Modificato da barnabino 13/09/2018 20.29]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
13/09/2018 23.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 665
Età: 47
Sembra che più si va avanti più aumentano i disturbi mentali . Ho trovato questo paragrafo interessante

"La dissonanza cognitiva dice che di regola le persone non abbandonano quello in cui credono di fronte a prove contrarie, ma manipolano i fatti e gli argomenti per conciliare le contraddizioni. Ne deriva che è tempo perso cercare di convincere qualcuno – se è un adulto e dice di pensare con la propria testa, portando fatti e usando la logica – che le cospirazioni a cui crede non esistono."

www.google.com/amp/s/www.focus.it/amp/tecnologia/digital-life/la-mappa-italiana-del-complottismo-on...
[Modificato da claudio2018 13/09/2018 23.36]
14/09/2018 00.08
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 52.751
Moderatore

Ne deriva che è tempo perso cercare di convincere qualcuno – se è un adulto e dice di pensare con la propria testa, portando fatti e usando la logica – che le cospirazioni a cui crede non esistono



Questo è il punto, se ti vuoi convincere che qualcosa è vero troverai sempre argomenti che confermano la tua convinzione. Come già osservato: come non credere al conte di Carabas se persino il gatto con gli stivali dice di essere al suo servizio? Chi è convinto che siano due esseri reali dirà che l'esistenza del marchese di Carabas è confermata dalle parole del gatto con gli stivali, e viceversa.

Shalom
[Modificato da barnabino 14/09/2018 09.02]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
14/09/2018 08.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 28.249
Città: MILANO
Età: 48
TdG
Re:
claudio2018, 13/09/2018 23:35:

Sembra che più si va avanti più aumentano i disturbi mentali . Ho trovato questo paragrafo interessante

"La dissonanza cognitiva dice che di regola le persone non abbandonano quello in cui credono di fronte a prove contrarie, ma manipolano i fatti e gli argomenti per conciliare le contraddizioni. Ne deriva che è tempo perso cercare di convincere qualcuno – se è un adulto e dice di pensare con la propria testa, portando fatti e usando la logica – che le cospirazioni a cui crede non esistono."

www.google.com/amp/s/www.focus.it/amp/tecnologia/digital-life/la-mappa-italiana-del-complottismo-on...



Sono sono tutti cosi', ma ci sono casi molto illustri anche in storia della scienza, ad esempio quando venne inventata la "costante cosmologica".

Simon
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 17.51. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com