printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva

Autrice di “Come uccidere tuo marito” accusata dell’omicidio dello chef sposato 27 anni fa

Ultimo Aggiornamento: 20/09/2018 12.12
Autore
Stampa | Notifica email    
14/09/2018 16.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 770
Re: Re: Re:
FrancescaGalvani, 14/09/2018 15.13:





Emblematico è il caso di Franca Viola, per chi non conoscesse la sua storia può leggerla qui:
it.wikipedia.org/wiki/Franca_Viola

Ricordiamoci che la violenza carnale è considerata un delitto contro la persona grazie alle battaglie del movimento femminista. Prima era considerata un delitto contro la morale e il buoncostume.
[SM=g7556]




non conoscevo questa storia
penso che la ragazza sia stata coraggiosa ma anche da ringraziare i genitori intelligenti
che hanno lottato per lei e con lei


_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
17/09/2018 08.51
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.585
Città: ANCONA
Età: 63
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
FrancescaGalvani, 14/09/2018 12.59:



Onestamente non credo che i problemi di coppia li abbia creati il femminismo estremo, credo invece che alcuni uomini si siano trovati spiazzati davanti a questo capovolgimento culturale che indubbiamente non è così facile da accettare e metabolizzare.




Rispondo solo ora. Perché spesso capita che non posso essere presente sul forum, per impegni vari.

Si! In parte è così. L'uomo si è sentito spiazzato dal femminismo. E ha avuto difficoltà a metabolizzarlo. Mi ricordo che mia sorella leggeva una rivista chiamata: "Due più i nostri figli". Erano gli anni 80. Quindi leggevo anch'io qualche articolo. Una volta mi ero imbattuto in un articolo dove alcune donne dicevano di essersi pentite di aver lottato per i diritti della donna, perché molti uomini erano diventati come delle larve di fronte al cambiamento della donna.

Eh! Ma allora vedi che dei danni sono stati fatti. E qui poi parliamo di femminismo moderato.

Figuriamoci del femminismo estremo che puntava proprio a distruggere gli uomini, ad odiarli. Non bastava già che l'uomo doveva imparare ad accettare il cambiamento della donna. Ma doveva subire pure la vendetta. E qui, in questo contesto, ad esempio dico che sono gli uomini che se la sono cercata. Anni di strapotere dell'uomo sulla donna, violenze carnali e uomini che giocavano con i sentimenti di una donna per avere sesso.

Non si può negare l'esistenza di questo femminismo estremo, specialmente con lo slogan gridato nelle piazze: "La vagina è nostra e la gestiamo noi". E con le mani facevano la forma della vagina. Sembravano delle pazze scatenate. Anche molto ridicole. A differenza delle prime femministe storiche, che mostravano dignità, capacità e professionalità nelle proposte che facevano sui diritti delle donne.

La Bibbia dice che un coniuge non è padrone del proprio sesso, ma bisogna non privarsi del sesso, se non di mutuo consenso, per non commettere immoralità sessuale. Quindi lo slogan delle femministe estreme era proprio ridicolo. Certo che in un mondo come questo dove c'è tanta immoralità sessuale, i soprusi, le violenze carnali e il giocare con i sentimenti altrui per avere sesso, portano ad avere problematiche di tipo sessuale. E quindi possiamo dire che un'altra cosa che ha fatto tanti danni è stata la liberalizzazione sessuale. il matrimonio è sicuramente una protezione. Ma se fatto con la persona giusta.

Ciao
anto_netti
17/09/2018 09.46
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.585
Città: ANCONA
Età: 63
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
FrancescaGalvani, 14/09/2018 12.59:



Ricordo bene che mia nonna paterna la domenica non si sedeva praticamente a tavola, serviva prima il marito, poi i figli e i nipoti, e continuava ad andare avanti ed indietro la la cucina e la sala da pranzo. Non ho mai visto mio nonno alzarsi da tavola per portare un piatto in cucina.
Mia madre invece veniva da una famiglia più "moderna", sua madre (mia nonna materna) era farmacista e lavorando fuori casa aveva la collaborazione del marito.
Così per mio padre era normale essere servito, mentre per mia madre era normale che si collaborasse.
A casa mia non esiste differenza tra maschi e femmine, ognuno in base al proprio tempo a disposizione, cucina, lava, stira, pulisce, così come io sono in grado di cambiare una ruota dell'auto o sistemare la catena della bici.
Questo esempio banale per dirti che quando è la società ad evolversi non lo fa dall'oggi al domani, non basta fare una legge per sradicare privilegi e ruoli che si sono sedimentati nel corso dei secoli.
Se per secoli la donna è stata "proprietà" dell'uomo, considerata umorale ed incapace di prendere decisioni importanti e relegata al ruolo di fattrice e serva, non è così immediato che venga da tutti percepita come compagna di vita.




Beh! Qui ti ripeto che non ho niente in contrario al femminismo moderato. Abusi, soprusi. Potere sulla donna. A volte anche troppo autoritario. Donne che venivano picchiate. E uomini che non facevano le faccende dentro casa, gestendo la casa con autorità e ritenendo la moglie una serva. Tutte cose sbagliatissime. E' giusto che si sia lottato per risolvere queste cose.

Anche se purtroppo, mi sembra che la reazione di certi uomini ha portato a peggiorare le cose. Le violenze domestiche esistono lo stesso. Non c'è giorno che non viene uccisa una donna. Veramente drammatica la cosa! Ci sono ancora uomini che giocano con i sentimenti di una donna per avere sesso. Come ci sono donne che giocano con i sentimenti degli uomini. Anche se per loro il movente è diverso da quello degli uomini. Non è tanto per il sesso. Ma più per un voler usare gli uomini e volerli distruggere. Generate da quella forma di femminismo estremo.

Insomma non sono migliorate tanto le cose.

Ciao
anto_netti
17/09/2018 11.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 5.585
Città: ANCONA
Età: 63
TdG
Re: Re: Re: Re: Re:
FrancescaGalvani, 14/09/2018 09.53:



Per fare in modo che le cose potessero cambiare sono state necessarie tante "battaglie" combattute da donne e uomini (c'erano anche tanti uomini) che rivendicavano i nostri diritti di esseri umani.
E' stato un percorso lungo e complicato, ma se oggi possiamo scegliere chi sposare, chi amare, se lavorare, come vestirci e se lasciare un uomo che ci tradisce è grazie a chi queste battaglie le ha combattute.
Senz'altro ci saranno stati degli eccessi, capita spesso che chi è stato a lungo vittima di soprusi possa cercare vendetta e non giustizia, ma rappresentano casi isolati.
Secondo me oggi non ha più senso parlare di femminismo, come non ha più senso parlare di destra e sinistra, sono concetti contestualizzati in un periodo storico ben definito che oggi non esiste più.
Onestamente oggi non vedo "guerre contro gli uomini con lo scopo di distruggerli" posso vedere persone che alzano i toni quando si cerca di travisare la realtà, o quando si continua a ricorrere a certi stereotipi di genere che ormai si sperava fossero morti e sepolti.
Poi certo, nei casi singoli ci sarà la donna che odia gli uomini, e viceversa, ma essendo appunto casi singoli non fanno statistica.





E' sui casi isolati che ho i miei dubbi. O sui casi singoli, che tu dici, non fanno statistica. Perché di gente che si comporta in maniera malvagia ce n'è molta.

Ho raccontato nel precedente thread e altri thread che in base alla mia esperienza ho potuto vedere molti comportamenti malvagi. I Ca**oni, che prendevano in giro le donne. Che negli anni 70 e 80 erano delle proprie stragi. Melanzane che per vendetta facevano la stessa cosa con gli uomini. Donne che snobbavano gli uomini quando questi volevano avvicinarle. Non è solo la mia esperienza. E' l'esperienza di migliaia e migliaia di uomini. A questo punto se è l'esperienza di molti uomini, comincia a fare statistica. I numeri parlano chiaro.

Ma qualcuno dice che non posso parlare della mia esperienza. E a qualcuno non piace nemmeno la parola statistica. Eppure i numeri parlano chiaro, perché non è la mia sola esperienza, ma è l'esperienza di molti. Non solo, anche in alcuni circoli culturali dove si parlavano di tale problematiche si arrivava alle conclusioni che ho sempre raccontato in vari Thread. Quindi non sto raccontando falsità. Ma sto raccontando quanto ca**eggio, quanta ipocrisia e quanta superficialità esiste in questo mondo. E' stata la mia esperienza e l'esperienza di molti altri.

Spesso il raccontare questa superficialità viene fatta usando un linguaggio in tono canzonatorio. Con un gergo mondano che prende in giro chi pratica queste cose. Come Ca**one, melanzana, inquirente.

E' logico che chi non ha avuto esperienze simili alla mia, non riesce a vedere che esistono anche queste cose. Se uno ha subito incontrato l'anima gemella. Non avrà mai avuto esperienze di prese in giro e vendette. Non ne è nemmeno venuto a conoscenza. Anche chi magari ha avuto un fidanzamento o più fidanzamenti andati male o un matrimonio o matrimoni andati male, poi alla fine ha trovato la persona giusta, ha vissuto esperienze negative, ma alla fine tutto si è aggiustato. Lo stesso non avrà mai avuto esperienze di prese in giro e vendette. Quindi è tutto relativo. E allora non può venire l'inquirente di turno a dire che la tua esperienza, che è anche l'esperienza di molti non fa testo. L'inquirente di turno che pensa di aver capito tutto della vita e del comportamento umano è meglio che sta zitto. Non mi sto riferendo a te Francesca. E nemmeno a nessuno in particolare. E' un discorso in generale che evidenzia anche l'esistenza di persone che fanno gli inquirenti.

Certe situazioni di persone, a volte sembrano proprio delle maledizioni. Come l'esempio della ragazza pugliese che era stata presa in giro ben 15 volte. Ma anche qui potrebbe arrivare l'inquirente di turno e dire che le maledizioni non esistono, ma siamo noi gli artefici del nostro destino. Ma per favore!!! Gli altri possono farci del male eccome. Forse la ragazza potrebbe avere avuto responsabilità su chi ha scelto. Su quello continuo a non avere dubbi, e cioè che la scelta deve essere fatta, con cura. Anche la Bibbia ci da consigli sulla scelta di un coniuge. Visto che viviamo in un mondo malvagio. Quindi lei avrà avuto responsabilità. Ma chi ha fatto del male sono stati i ragazzi che ha avuto.

Ciao
anto_netti
[Modificato da anto_netti 17/09/2018 11.11]
20/09/2018 12.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 420
Città: AULLA
Età: 55
Messaggio in attesa della convalida dei moderatori
Pagina precedente | 1 2 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 17.31. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com