printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 | Next page

I FUORIUSCITI DEI TESTIMONI DI GEOVA: TRA FENOMENOLOGIA E STATISTICA

Last Update: 3/2/2019 1:08 PM
Author
Print | Email Notification    
3/2/2019 12:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,949
Age: 52
eccezionaleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
E' giusto adorare Gesù?64 pt.6/15/2019 10:44 PM by barnabino
La scienza degli errori38 pt.6/15/2019 10:35 PM by barnabino
L'invenzione degli Alieni28 pt.6/15/2019 7:52 PM by barnabino
3/2/2019 12:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,072
Moderatore
Re: Altro apostata, altri veleni ...
domingo7, 02/03/2019 12.17:

Un altro apostata famoso è stato ed è sicuramente il giornalista Indro Montanelli.

Ai tempi del fascismo appoggiò il regime e disse chiaramente che la fede cattolica, la patria e la famiglia erano i fondamenti della società civile. Durante la guerra di Etiopia si fece spedire in Africa come sottotenente con la benedizione dei molti vescovi che volevano estirpare colà l'eresia dei copti monofisisti. Di fronte alle usanze barbare del luogo evitò comunque accuratamente di contestarle, intrattenendo una relazione di madamato con una ragazzina eritrea di soli 12 anni (14 secondo lui).

Inviato come reporter in Spagna si guardò bene dal contestare le porcherie degli anarchici e dei comunisti (che si divertivano a bruciare chiese, a massacrare frati, a violentare suore) e finì per manifestare antipatia solo verso l'unico regime fascista, che forse davvero tentava di combattere la violenza e la barbarie.

Nella seconda guerra mondiale evitò accuratamente di contestare l'aggressione italiana all'Albania e le invasioni tedesche alla Polonia, alla Norvegia ed ai Balcani, lavorando colà come un utile idiota al servizio dei governi nazifascisti che lo avevano sponsorizzato.

Dopo l'8 settembre del 1943, visto che la guerra era perduta, saltò sul carro del movimento "Giustizia e Libertà", effettuando forse la prima azione contestatrice della sua vita.

I nazifascisti mangiarono la foglia e lo sgamarono e finì così, con la moglie, in gattabuia. Fuggito furbescamente con l'aiuto dei preti evitò l'esecuzione capitale, si rifugiò in Svizzera e vi rimase imboscato fino alla fine della guerra.

Tornato in italia si atteggiò a partigiano libertario, se la prese con i cattolici ed i comunisti e cominciò a fare l'intellettuale.

Protetto dalla chiesa cattolica durante la seconda parte conflitto, sposò inopinatamente posizioni anticlericali, si batté a favore delle case di tolleranza e osteggiò duramente la legge Merlin.

Nel 1963, dopo il disastro della diga del Vajont, si schierò contro chi aveva denunciato i rischi derivanti dalla costruzione della diga, difendendo apertamente gli sciagurati colpevoli dell'immane disgrazia.

Evitò sempre di contestare gli ebrei e la loro politica imperialista nello stato di Israele, diresse un liberal giornale di destra e fece aperta propaganda politica a favore dell'agonizzante Democrazia Cristiana (consigliando di votarla sempre e comunque... tappandosi il naso).

Contestò, invece, le lettere dalla prigionia del povero Aldo Moro, fu gambizzato dai terroristi ma si fece amico di uno di loro.

Accettò i soldi di Berlusconi per il suo liberal giornale ma ben presto venne silurato dallo stesso, che ne capì profondamente le ambiguità.

Diresse altri quotidiani, si atteggiò a moderato, difese Priebke l'immortale boia delle Fosse Ardeatine ma se la prese con i ragazzini di Comunione e Liberazione per le loro antipatie verso i carbonari ed i massoni.

Nel 2001, a 92 anni, girò l'occhio per un tumore all'intestino, volle essere cremato e rifiutò i funerali religiosi, atteggiandosi fino in fondo a vecchio mangiapreti, alla faccia degli aiuti disinteressati ricevuti in tempo di prigionia dai cattolici e soprattutto dal buon cardinale Schuster di Milano.

Riposa a Fucecchio dopo una vita passata a sputar veleno contro i giovani (che contestavano la guerra in Vietnam), gli sciocchi (che si erano illusi della promessa di un millennio di pace socialista), i buoni (che credevano in un Dio) e i deboli (che non frequentavano i pubblici bordelli).

In compenso difese i massoni, gli ebrei, i potenti, i profittatori e soprattutto .... gli imbecillotti che parlavano il destrese.




un personaggio molto discusso...
non ricordavo tutta la storia...
grazie per il riassunto!!!
3/2/2019 1:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Domingo da come scrivi sembri uscito da un notiziario luce
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:03 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com