printprint
New Thread
Reply
 

...: Scrittura del Giorno :...

Last Update: 12/31/2016 7:48 AM
Author
Print | Email Notification    
1/19/2016 8:20 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Martedì 19 gennaio
Fuggi i desideri propri della giovinezza (2 Tim. 2:22)
Quando siamo chiamati a proteggere la nostra amicizia con Geova, dobbiamo agire con prontezza e risolutezza. È questo lo spirito del monito che Paolo diede con le parole riportate sopra. All’epoca Timoteo era ormai adulto, avendo probabilmente passato la trentina. Ma non sempre gli insensati “desideri propri della giovinezza” nascono solo in chi è più giovane. Timoteo doveva quindi ‘fuggirli’ ogniqualvolta si fossero presentati; in altre parole, doveva “[rinunciare] all’ingiustizia” (2 Tim. 2:19). Gesù stava affermando qualcosa di simile quando disse: “Se il tuo occhio ti fa inciampare, cavalo e gettalo via da te” (Matt. 18:9). Oggi i cristiani che fanno tesoro della sua esortazione agiscono con risolutezza davanti a una minaccia alla propria spiritualità, senza tentennare o perdere tempo. Alcuni Testimoni che prima di conoscere la verità avevano problemi con l’alcol hanno deciso di astenersi del tutto dalle bevande alcoliche. Altri evitano certi divertimenti che non sono di per sé sbagliati ma possono risvegliare qualche debolezza morale (Sal. 101:3). w14 15/7 2:18, 19
____________________

forum Testimoni di Geova
1/20/2016 7:30 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Mercoledì 20 gennaio
Faccio tutto per amore della buona notizia, per divenirne partecipe con altri (1 Cor. 9:23)
Paolo desiderava con tutto sé stesso raggiungere “il maggior numero di persone” possibile nel suo ministero (1 Cor. 9:19-22). La sua speranza era di ‘guadagnare i giudei, quelli sotto la legge, quelli senza legge e i deboli’. Voleva parlare “a persone di ogni sorta, per salvare a tutti i costi alcuni” (Atti 20:21). Come possiamo imitare lo spirito di Paolo quando ci prepariamo a parlare della verità a “ogni sorta di uomini” del nostro territorio? (1 Tim. 2:3, 4). Ogni mese Il ministero del Regno suggerisce delle presentazioni che facciamo bene a usare. Se però a livello locale ci sono altri argomenti che stanno a cuore alla gente, prepariamo delle presentazioni interessanti su quei temi. Pensiamo alla nostra zona, alle persone che ci vivono e a cosa le preoccupa maggiormente. Poi scegliamo un passo biblico adatto alle loro necessità. w14 15/8 2:14, 15
____________________

forum Testimoni di Geova
1/21/2016 7:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Giovedì 21 gennaio
Vivo mediante la fede verso il Figlio di Dio, che mi amò e si consegnò per me (Gal. 2:20)
Come possiamo contrastare lo scoraggiamento? Uno dei modi più efficaci per riuscirci è meditare sul riscatto, cosa che faceva anche l’apostolo Paolo. A volte si sentiva un “misero uomo” (Rom. 7:24). Ma sapeva che Cristo era morto, non per persone perfette, bensì per i peccatori come lui. Paolo riconosceva che il riscatto si applicava a livello personale anche a lui. Vedere il riscatto come un dono personale da parte di Geova può aiutare in maniera straordinaria anche noi. Questo non vuol dire che lo scoraggiamento sparirà all’istante. In una certa misura alcuni potranno dover lottare contro questo attacco subdolo fino al nuovo mondo. Ma non dimentichiamo che saranno quelli che non si daranno per vinti a ricevere il premio. Siamo sempre più vicini al giorno glorioso in cui il Regno di Dio stabilirà la pace e riporterà tutti gli esseri umani fedeli alla perfezione. Dimostriamoci dunque determinati a entrare in questo Regno, anche se attraverso molte tribolazioni. w14 15/9 2:20, 21
____________________

forum Testimoni di Geova
1/22/2016 7:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Venerdì 22 gennaio
Non come il patto che conclusi con i loro antenati, “il quale mio patto essi stessi infransero” (Ger. 31:32)
Quali analogie ci sono tra il patto della Legge e il nuovo patto? Il primo era stipulato tra Geova e l’Israele naturale; il secondo tra Geova e l’Israele spirituale. Mosè era il mediatore del patto della Legge; Gesù è il Mediatore del nuovo patto. Il patto della Legge fu convalidato con sangue animale; il nuovo patto con il sangue versato da Gesù. La nazione di Israele sotto il patto della Legge era guidata da Mosè; quelli inclusi nel nuovo patto sono guidati da Gesù, il Capo della congregazione (Efes. 1:22). Che relazione c’è tra il nuovo patto e il Regno? Il patto produce una nazione santa i cui componenti hanno il privilegio di divenire re e sacerdoti nel Regno celeste. Questa nazione costituisce la parte secondaria del seme di Abraamo (Gal. 3:29). Pertanto, il nuovo patto avvalora il patto abraamico. w14 15/10 2:7, 12, 13
____________________

forum Testimoni di Geova
1/23/2016 7:13 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Sabato 23 gennaio
Certamente porrò la mia faccia contro l’anima che mangia il sangue, e in realtà la stroncherò di fra il suo popolo (Lev. 17:10)
Geova comandò agli israeliti di non mangiare “qualsiasi sorta di sangue”. Astenersi dal sangue, umano o animale, è anche un requisito cristiano (Atti 15:28, 29). Rabbrividiamo al solo pensiero che Dio ‘ponga la sua faccia contro di noi’ e ci allontani dalla sua congregazione. Noi lo amiamo e vogliamo ubbidirgli. Anche in una situazione di vita o di morte, siamo determinati a non cedere a suppliche e richieste di coloro che non lo conoscono e a cui non interessa ubbidirgli. Sappiamo che potremmo essere scherniti perché ci asteniamo dal sangue, ma noi vogliamo ubbidire a Dio (Giuda 17, 18). Riusciamo a capire perché Geova ci comanda di non mangiare “qualsiasi sorta di sangue”? Afferriamo il motivo per cui Dio considera sacro il sangue? Sostanzialmente per lui il sangue è la vita (Gen. 9:4). w14 15/11 2:10, 14
____________________

forum Testimoni di Geova
1/24/2016 7:38 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Domenica 24 gennaio
Raccolsero gli eccellenti in vasi, ma gli inadatti li gettarono via (Matt. 13:48)
Comprendere la lezione contenuta in questa parabola ci aiuterà a evitare di rimanere eccessivamente turbati o delusi se una persona che studia la Bibbia o un nostro figlio non fa propria la verità. Questo potrebbe succedere nonostante i nostri migliori sforzi. Il fatto che una persona accetti uno studio biblico o cresca in una famiglia di cristiani non garantisce di per sé che stringerà un’intima relazione con Geova. A chi non è disposto a sottomettersi al dominio di Geova non sarà permesso di far parte del Suo popolo. Questo significa forse che chi ha lasciato la verità non potrà mai più rientrare a far parte della congregazione? O che coloro che non hanno dedicato la propria vita a Geova saranno considerati per sempre “inadatti”? No, per tutti loro c’è ancora l’opportunità di diventare amici di Geova prima dello scoppio della grande tribolazione. È come se Geova li esortasse con le parole: “Tornate a me, e certamente io tornerò a voi” (Mal. 3:7). w14 15/12 2:9, 11, 12
____________________

forum Testimoni di Geova
1/25/2016 7:44 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Lunedì 25 gennaio
In quanto l’avete fatto a uno di questi miei minimi fratelli, l’avete fatto a me (Matt. 25:40)
All’inizio del suo discorso riportato in Matteo capitoli 24 e 25, Gesù indicò che il segno della sua presenza avrebbe incluso una caratteristica notevole: la buona notizia del Regno sarebbe stata “predicata in tutta la terra abitata” (Matt. 24:14). E poco prima di parlare delle pecore e dei capri aveva narrato la parabola dei talenti. Gesù pronunciò quella parabola per imprimere nella mente dei suoi discepoli unti con lo spirito, i suoi “fratelli”, l’importanza di partecipare con zelo all’opera di predicazione. Tuttavia, l’esiguo numero di unti rimasti sulla terra durante la presenza di Gesù ha di fronte una sfida enorme: predicare “a tutte le nazioni” prima che venga la fine. La parabola delle pecore e dei capri mostra che gli unti avrebbero ricevuto un aiuto. Pertanto, uno dei modi principali in cui coloro che sono giudicati pecore mostrano benignità nei confronti dei fratelli di Cristo è sostenendoli nell’opera di predicazione. w15 15/3 4:9, 10
____________________

forum Testimoni di Geova
1/26/2016 8:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Martedì 26 gennaio
Se ti volgi per fare il bene, non ci sarà un’esaltazione? Ma se non ti volgi per fare il bene, il peccato è in agguato all’ingresso, e la sua brama è verso di te (Gen. 4:7)
Tutti gli avvertimenti che Geova dà sono autentiche prove della sua amorevole e vigile cura nei confronti di ognuno di noi. È vero, la Bibbia esiste da secoli, le pubblicazioni preparate dalla sua organizzazione vengono scritte a beneficio di milioni di persone e i consigli che riceviamo alle adunanze sono rivolti all’intera congregazione. Eppure, in tutti questi casi Geova invita ognuno di noi a prestare ascolto alla sua Parola per aiutarci a correggere le nostre inclinazioni. Perciò si può dire che quella che riceviamo da lui è amorevole cura a livello personale. Per fare tesoro degli avvertimenti di Dio dobbiamo innanzitutto comprendere che si interessa sinceramente di noi. Poi dobbiamo mettere in pratica la sua Parola sforzandoci di eliminare qualunque pensiero gli dispiaccia (Isa. 55:6, 7). Se ascoltiamo le raccomandazioni che ci vengono date, ci risparmieremo molte sofferenze. w14 15/4 5:4, 6, 7
____________________

forum Testimoni di Geova
1/27/2016 7:52 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Mercoledì 27 gennaio
Ci sarà grande tribolazione come non è accaduta dal principio del mondo fino ad ora, no, né accadrà più (Matt. 24:21)
In merito alla sua presenza invisibile e al termine del sistema di cose, Gesù disse le parole riportate sopra. Questa tribolazione senza precedenti avrà inizio quando Geova si servirà delle potenze politiche per distruggere “Babilonia la Grande”, l’impero mondiale della falsa religione (Riv. 17:3-5, 16). E poi cosa accadrà? Dopo l’annientamento della falsa religione, Satana e vari elementi del suo mondo attaccheranno i servitori di Geova. Per esempio, a proposito di “Gog del paese di Magog” le Scritture predicono: “Verrai come una bufera. Sarai come nuvole per coprire il paese, tu e tutte le tue schiere e molti popoli con te”. Dal momento che i Testimoni di Geova non hanno un esercito e sono le persone più pacifiche al mondo, sembreranno essere un facile bersaglio. Ma attaccarli si rivelerà un grave errore (Ezec. 38:1, 2, 9-12). w14 15/5 4:2, 3
____________________

forum Testimoni di Geova
1/28/2016 8:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Giovedì 28 gennaio
Ero mandriano e pungitore di fichi di sicomori (Amos 7:14)
Come dimostra il caso del profeta Amos, Geova notò il potenziale di un suo servitore, anche se a molti questi poteva apparire un individuo insignificante o assolutamente comune. L’impavida risposta che Amos diede al corrotto sacerdote Amazia confermò oltre ogni dubbio che Geova aveva scelto la persona giusta e che poteva valorizzare in lui qualità che non erano a prima vista così evidenti (Amos 7:12, 13, 16, 17). È proprio vero: Geova nota il potenziale di ogni suo servitore. In un’occasione assicurò al re Davide che lo avrebbe sempre guidato ‘col suo occhio su di lui’ (Sal. 32:8). Sapere questo non ci incoraggia? Anche se abbiamo poca fiducia in noi stessi, Geova può aiutarci a superare i limiti che riteniamo di avere e a raggiungere obiettivi che pensavamo fuori dalla nostra portata. Proprio come un istruttore di arrampicata osserva attentamente un rocciatore alle prime armi per aiutarlo a trovare gli appigli migliori, Geova desidera guidarci nel nostro progresso spirituale. w14 15/6 4:6-8
____________________

forum Testimoni di Geova
1/29/2016 7:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Venerdì 29 gennaio
Prestate attenzione a ciò che udite (Mar. 4:24)
Il mondo è talmente saturo di idee e insegnamenti religiosi contrastanti che molti pensano sia inutile cercare la vera religione. Geova, però, ha reso la sua guida molto chiara per quelli che sono disposti ad avvalersene. In pratica, siamo noi a dover decidere a chi dare ascolto. Poiché è quasi impossibile ascoltare due voci contemporaneamente, abbiamo bisogno di ‘conoscere la voce’ di Gesù e prestargli ascolto: è lui che Geova ha costituito sulle proprie pecore (Giov. 10:3-5). I consigli di Geova sono chiari e giusti, ma da parte nostra è necessario prestarvi attenzione e ascoltarli preparando il nostro cuore per riceverli. Se non siamo cauti, potremmo prestare orecchio al malvagio consiglio di Satana invece che a quello amorevole di Dio. Non permettiamo mai che musica, video, spettacoli televisivi, libri, compagnie, educatori o cosiddetti esperti del mondo controllino la nostra vita (Col. 2:8). w14 15/8 4:6, 7
____________________

forum Testimoni di Geova
1/30/2016 7:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Sabato 30 gennaio
Guarda in alto, suvvia, nei cieli e conta le stelle, se sei in grado di contarle. Così diverrà il tuo seme (Gen. 15:5)
Come dovettero essere rassicuranti queste parole per Abraamo! Ogni volta che avesse alzato la testa e osservato il cielo stellato si sarebbe ricordato della promessa che Geova gli aveva fatto di moltiplicare il suo seme. E in effetti, al tempo stabilito da Dio, Abraamo ebbe un erede, proprio come gli era stato promesso (Gen. 21:1, 2). Come Abraamo, anche noi attendiamo l’adempimento delle promesse di Dio (2 Piet. 3:13). Se non teniamo la mente rivolta alle cose di sopra, potrebbe sembrarci che tale adempimento ritardi e il nostro zelo per le attività spirituali potrebbe affievolirsi. Per esempio, se in passato avete fatto sacrifici per fare i pionieri o per svolgere altre forme di servizio, siete da lodare. Ma che dire di ora? Ricordate che Abraamo tenne a mente “la città che ha reali fondamenta” (Ebr. 11:10). “Esercitò fede in Geova e gli fu attribuito a giustizia” (Rom. 4:3). w14 15/10 4:8, 9
____________________

forum Testimoni di Geova
1/31/2016 8:02 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Domenica 31 gennaio
Dico queste cose come il Padre mi ha insegnato (Giov. 8:28)
I figli di Noè aiutarono il padre a costruire l’arca e poi vi entrarono (Gen. 7:1, 7). Avendo apprezzato ciò che avevano ricevuto da lui, ebbero il privilegio di contribuire alla salvezza del genere umano e al ristabilimento della vera adorazione su una terra purificata (Gen. 8:20; 9:18, 19). Nel 617 a.E.V. Hanania, Misael, Azaria e Daniele furono portati a Babilonia. Si sarebbero potuti inserire senza alcuna difficoltà in quell’ambiente. Ma non lo fecero. Dal modo in cui agirono è evidente che non dimenticarono la loro eredità, ciò che era stato loro insegnato. I quattro furono riccamente benedetti per essersi attenuti alle verità spirituali imparate da piccoli (Dan. 1:8, 11-15, 20). Gesù ricevette molto da suo Padre e apprezzò davvero ciò che gli fu insegnato. Inoltre era suo desiderio che anche altri beneficiassero di ciò che aveva imparato (Luca 4:18, 43). Aiutò i suoi ascoltatori a comprendere il bisogno di ‘non far parte del mondo’ (Giov. 15:19). w14 15/12 4:9-11
____________________

forum Testimoni di Geova
2/1/2016 7:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Lunedì 1° febbraio
Hai nascosto queste cose ai saggi e agli intellettuali e le hai rivelate ai bambini (Matt. 11:25)
Naturalmente Gesù non intendeva dire che i suoi discepoli fossero dei bambini in senso letterale. Apparivano tali se paragonati alle persone colte e intellettuali, che erano sagge ai propri occhi. Cosa ancora più importante, Gesù insegnò ai suoi seguaci a essere come bambini, cioè umili e ricettivi (Matt. 18:1-4). Di che beneficio fu per loro l’umiltà? Per mezzo dello spirito santo Geova li aiutò ad afferrare importantissime verità spirituali. I saggi e gli intellettuali che li schernivano, invece, erano accecati da Satana e dalla loro presunzione. Non sorprende che Gesù fosse così felice! Vedere il modo in cui Geova aveva rivelato profonde verità spirituali a persone umili di ogni sorta, a prescindere dalla loro istruzione o dalle doti intellettuali, lo riempiva di gioia. Era felice che suo Padre avesse approvato questo modo di insegnare. w15 15/3 1:2, 3
____________________

forum Testimoni di Geova
2/2/2016 7:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Martedì 2 febbraio
Mosè scelse di essere maltrattato col popolo di Dio piuttosto che avere il temporaneo godimento del peccato (Ebr. 11:24, 25)
Grazie agli occhi della fede Mosè capì che il “godimento del peccato” era effimero. Qualcun altro avrebbe potuto pensare che l’Egitto, benché imbevuto di idolatria e spiritismo, era comunque diventato una potenza mondiale, mentre i servitori di Dio erano schiavi. Mosè però sapeva che Geova poteva cambiare le cose. Per quanto quelli che indulgevano nei piaceri sembrassero godersi la vita, era sicuro che alla fine avrebbero pagato lo scotto delle loro azioni. Così non si fece ingannare dal “temporaneo godimento del peccato”. Come possiamo resistere al “temporaneo godimento del peccato”? Non dimentichiamo mai che il piacere che ne deriva è fugace. Usiamo gli occhi della fede per vedere come “il mondo passa e pure il suo desiderio” (1 Giov. 2:15-17). Riflettiamo sul futuro di quelli che peccano senza pentirsi (Sal. 73:18, 19). Quando siamo tentati di commettere un peccato, chiediamoci: “Che futuro voglio per me?” w14 15/4 1:2, 4, 5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/3/2016 7:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Mercoledì 3 febbraio
Non fate nulla per contenzione o egotismo, ma con modestia di mente, considerando che gli altri siano superiori a voi (Filip. 2:3)
Cos’è l’umiltà? In questo mondo dominato dall’orgoglio, alcuni possono pensare che l’umiltà sia indice di debolezza o di mancanza di autostima. Spesso, però, è vero l’esatto contrario: per mostrare umiltà ci vogliono forza e coraggio. L’umiltà è stata definita come l’atteggiamento opposto all’orgoglio e all’arroganza. Nelle Scritture Greche Cristiane la parola tradotta “umiltà” può essere resa “modestia di mente”. Tutto parte dal modo in cui consideriamo noi stessi. “Umiltà è essere consapevoli di quanto piccoli siamo di fronte a Dio”, afferma un dizionario biblico. Mostrarci davvero umili agli occhi di Dio ci impedirà di sentirci superiori agli altri (Rom. 12:3). Per gli esseri umani imperfetti non è facile coltivare umiltà. Ma possiamo imparare a essere umili se riflettiamo sulla posizione che abbiamo di fronte a Dio e se seguiamo le orme di suo Figlio. w15 15/2 1:4
____________________

forum Testimoni di Geova
2/4/2016 8:26 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Giovedì 4 febbraio
Quando qualcuno risponde a una questione prima di averla udita, questo da parte sua è stoltezza e umiliazione (Prov. 18:13)
Prima di spiegare nel dettaglio cosa insegna la Bibbia su un certo argomento, sarebbe meglio scoprire in cosa crede veramente il nostro interlocutore, altrimenti potremmo perdere un sacco di tempo a confutare un’idea in cui nemmeno credeva (1 Cor. 9:26). Domande fatte con tatto ci permettono di scoprire perché una persona ha una certa opinione. Per esempio, quando nel ministero qualcuno ci dice di non credere in Dio, la nostra prima reazione potrebbe essere quella di concludere che è stato influenzato da teorie come l’evoluzione (Sal. 10:4). Alcuni, però, non hanno più fede in Dio a motivo delle tante sofferenze viste o subite in prima persona. Hanno difficoltà a conciliare le sofferenze con l’esistenza di un Creatore amorevole. Domande ben ponderate ci permetteranno di stabilire il modo migliore per aiutare il nostro interlocutore a livello spirituale (Prov. 20:5). w14 15/5 1:3, 5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/5/2016 7:54 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Venerdì 5 febbraio
Dio non dimora in templi fatti con mani (Atti 17:24)
Ha davvero senso cercare Dio? Sì, visto che egli vuole farsi trovare da noi. L’apostolo Paolo lo disse chiaramente quando diede testimonianza a una folla radunata sull’Areopago, da cui si vedeva il Partenone, tempio dedicato ad Atena, dea protettrice dell’antica Atene. Immaginate di trovarvi là e di udire Paolo che parla dell’“Iddio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso”, il quale, dice, “non dimora in templi fatti con mani”. Poi aggiunge che “ha fatto da un solo uomo ogni nazione degli uomini, perché dimorino sull’intera superficie della terra, e ha decretato i tempi fissati e i limiti stabiliti della dimora degli uomini, perché cerchino Dio, se possono andare come a tastoni e realmente trovarlo, benché, in effetti, non sia lontano da ciascuno di noi” (Atti 17:25-27). Pertanto è possibile trovare Dio. Più di sette milioni e mezzo di testimoni di Geova ci sono riusciti, e lo amano di cuore. w14 15/6 1:5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/6/2016 7:54 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Sabato 6 febbraio
Il solido fondamento di Dio rimane in piedi, avendo questo suggello: “Geova conosce quelli che gli appartengono”, e: “Chiunque nomina il nome di Geova rinunci all’ingiustizia” (2 Tim. 2:19)
Ai giorni dell’apostolo Paolo, alcuni sedicenti cristiani avevano adottato falsi insegnamenti, pur continuando a far parte della congregazione. A un osservatore superficiale la differenza tra questi apostati e gli altri cristiani poteva non essere evidente. Ma la loro apostasia rappresentava un pericolo, perché questi lupi in manto da pecora avevano iniziato a “[sovvertire] la fede di alcuni” (2 Tim. 2:16-18). Paolo era sicuro che Geova fosse in grado di riconoscere l’adorazione ipocrita ed era altrettanto convinto che sapesse identificare quelli che gli ubbidiscono. Palesò questa sua ferma convinzione quando sotto ispirazione scrisse a Timoteo. Dopo aver menzionato i danni spirituali che quegli apostati stavano già causando ad alcuni nella congregazione, scrisse le parole della scrittura di oggi. w14 15/7 1:3, 4
____________________

forum Testimoni di Geova
2/7/2016 8:24 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,020
TdG
Domenica 7 febbraio
Per mezzo di un solo uomo il peccato entrò nel mondo e la morte per mezzo del peccato (Rom. 5:12)
Sia Adamo che Eva avevano peccato, ma fu lui a essere ritenuto responsabile della loro trasgressione. Quei primi esseri umani furono indotti a credere di non aver bisogno di Geova quale Governante, e ciò diede origine alla fondamentale questione della sovranità: chi ha il diritto di governare? Per dare una risposta che valesse per tutta l’eternità, Dio permise all’uomo di governarsi in maniera indipendente per un certo periodo di tempo. Sapeva che l’esperienza avrebbe dimostrato che l’autogoverno umano è un fallimento. Nel corso dei secoli, tale dominio ha fatto precipitare la società in un disastro dopo l’altro. Solo nel secolo passato, circa 100.000.000 di persone sono morte nelle guerre, tra cui milioni di uomini, donne e bambini innocenti. Pertanto esistono già prove schiaccianti del fatto che “non appartiene all’uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo” (Ger. 10:23). Comprendendo questa verità, noi riconosciamo Geova quale nostro Governante (Prov. 3:5, 6). w14 15/8 1:4, 5
____________________

forum Testimoni di Geova
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:37 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com