printprint
New Thread
Reply
 

...: Scrittura del Giorno :...

Last Update: 12/31/2016 7:48 AM
Author
Print | Email Notification    
2/8/2016 8:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Lunedì 8 febbraio
Non facciamo guerra secondo ciò che siamo nella carne (2 Cor. 10:3)
I veri cristiani, la cui coscienza è addestrata secondo la Bibbia, non imparano la guerra né vi partecipano. Come conseguenza di tale presa di posizione cristiana, migliaia di Testimoni, sia giovani che anziani, sia uomini che donne, sono stati perseguitati. Molti hanno sofferto in campi di lavoro forzato e prigioni. Durante il periodo nazista in Germania, alcuni furono persino assassinati. Nonostante la brutale persecuzione che dovettero affrontare in Europa, i Testimoni non scordarono mai il loro incarico di predicare la buona notizia del Regno di Geova: lo assolsero fedelmente nelle prigioni, nei campi di concentramento e nei luoghi dove furono mandati in esilio. La rigorosa neutralità dei Testimoni di Geova ha convinto migliaia di osservatori in tutto il mondo che essi manifestano sincero amore per Dio e per il prossimo (Giov. 13:35). In altre parole, praticano il vero cristianesimo. w14 15/9 1:2-4
____________________

forum Testimoni di Geova
2/9/2016 8:38 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 9 febbraio
È realmente così che Dio ha detto, che non dovete mangiare di ogni albero? (Gen. 3:1)
Dopo aver preparato il nostro bel pianeta perché divenisse la dimora dell’uomo, Geova emanò tre decreti: avrebbe creato l’uomo a propria immagine, gli esseri umani avrebbero dovuto estendere il Paradiso a tutta la terra riempiendola di discendenti giusti, e non avrebbero potuto mangiare dell’albero della conoscenza del bene e del male (Gen. 1:26, 28; 2:16, 17). Dopo la creazione dell’uomo, perché si adempisse il proposito di Dio era necessario soltanto ubbidire agli altri due decreti. In un perfido tentativo di ostacolare il proposito di Dio, Satana il Diavolo fomentò una ribellione facendo leva sul decreto che poteva più facilmente manipolare, quello che richiedeva l’ubbidienza dell’uomo. Tentò la prima donna, Eva, perché disubbidisse al divieto circa l’albero della conoscenza del bene e del male (Gen. 3:1-5; Riv. 12:9). Con la sua azione, Satana sfidò il diritto che Dio ha di governare le proprie creature. w14 15/10 1:4, 5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/10/2016 7:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Mercoledì 10 febbraio
Felici i vostri occhi perché vedono, e i vostri orecchi perché odono (Matt. 13:16)
Perché i discepoli di Gesù, a differenza degli altri, furono in grado di capire? Perché erano disposti a cercare il vero significato delle parole di Gesù, a costruire su ciò che avevano già accettato e a usare quello che avevano udito sia nella loro vita che per aiutare altri (Matt. 13:11, 12, 36, 51, 52). Per capire le parabole di Gesù dobbiamo seguire l’esempio dei suoi fedeli discepoli. Primo, dobbiamo essere disposti a prenderci il tempo di studiare ciò che disse Gesù e meditarvi sopra, di fare le necessarie ricerche e di formulare le giuste domande. Questo ci farà avere conoscenza (Prov. 2:4, 5). Poi dobbiamo valutare che relazione c’è tra le nuove informazioni e quello che già conosciamo, e riflettere sui benefìci che questo ha su di noi. Il risultato è l’intendimento (Prov. 2:2, 3). Infine dovremmo usare quello che abbiamo imparato applicandolo nella nostra vita. Questo è indice di saggezza da parte nostra (Prov. 2:6, 7). w14 15/12 1:3, 4
____________________

forum Testimoni di Geova
2/11/2016 7:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Giovedì 11 febbraio
È stato destato (Matt. 28:6)
L’idea che i morti potessero tornare a vivere non era nuova per gli apostoli di Gesù; prima ancora della loro nascita c’erano già state delle risurrezioni. Sapevano che Dio aveva dato ai profeti Elia ed Eliseo il potere di compiere tali miracoli (1 Re 17:17-24; 2 Re 4:32-37). Addirittura, un uomo morto era tornato in vita quando il suo corpo era stato gettato in una tomba ed era venuto a contatto con le ossa di Eliseo (2 Re 13:20, 21). È molto probabile che tutti noi siamo stati profondamente toccati nel leggere delle risurrezioni compiute da Gesù. Quando una vedova vide il suo unico figlio tornare in vita, sarà rimasta sicuramente senza parole (Luca 7:11-15). In un’altra occasione Gesù risuscitò una ragazzina di 12 anni. Proviamo a immaginare la gioia e la meraviglia dei genitori straziati dal dolore quando videro la loro bambina di nuovo in vita! (Luca 8:49-56). E che emozione devono aver provato quelli che videro Lazzaro uscire dalla tomba vivo e vegeto! (Giov. 11:38-44). w14 15/11 1:3, 4
____________________

forum Testimoni di Geova
2/12/2016 8:28 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Venerdì 12 febbraio
Mostratevi grati. Continuate ad ammonirvi gli uni gli altri con salmi, lodi a Dio, cantici spirituali con grazia (Col. 3:15, 16)
Possiamo imparare molto dall’apostolo Paolo sulla gratitudine. Evidentemente meditava sulle benedizioni che aveva, visto che spesso esprimeva sinceri ringraziamenti. Paolo sapeva bene di essere stato “bestemmiatore e persecutore e insolente”. Per questo motivo era grato che, nonostante la sua precedente condotta peccaminosa, Dio e Cristo gli avessero mostrato misericordia e gli avessero affidato un ministero (1 Tim. 1:12-14). Paolo apprezzava profondamente anche i suoi compagni d’opera, e spesso ringraziava Geova per le loro eccellenti qualità e il loro fedele servizio (Filip. 1:3-5, 7; 1 Tess. 1:2, 3). Quando affrontò prove difficili, fu pronto a ringraziare Geova per il sostegno tempestivo ricevuto dai suoi fratelli spirituali (Atti 28:15; 2 Cor. 7:5-7). Non ci sorprende, quindi, che Paolo abbia incoraggiato i cristiani con le parole della scrittura di oggi. w15 15/1 1:5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/13/2016 7:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Sabato 13 febbraio
Le folle erano stupite del suo modo d’insegnare (Matt. 7:28)
Gesù usò giudizio nel predicare la buona notizia, scegliendo “avvincenti parole” che stupivano i suoi ascoltatori (Luca 4:22). Spesso lasciava che fosse la Parola di Dio a parlare al suo posto, leggendola, citandola o facendo riferimento ai passi giusti che sostenevano i suoi insegnamenti (Matt. 4:4, 7, 10; 12:1-5; Luca 4:16-21). Gesù inoltre spiegava le Scritture in modo da toccare il cuore degli ascoltatori. Dopo la sua risurrezione, parlando a due discepoli lungo la strada per Emmaus, “interpretò loro le cose che lo concernevano in tutte le Scritture”. In seguito i discepoli dissero: “Non ardeva il nostro cuore [...] quando ci apriva pienamente le Scritture?” (Luca 24:27, 32). Il suo spirito e il suo atteggiamento lo distinguevano come una persona “d’indole mite”, e nonostante le mancanze dei discepoli, era sempre paziente con loro (Matt. 11:29; Mar. 14:34-38; Luca 22:24-27). Rimaneva calmo anche quando era trattato ingiustamente (1 Piet. 2:23). w15 15/2 2:11, 12
____________________

forum Testimoni di Geova
2/14/2016 8:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Domenica 14 febbraio
Ben fatto, schiavo buono e fedele! (Matt. 25:21)
Nelle quattro parabole riportate in Matteo da 24:45 a 25:46, Gesù mise in risalto le caratteristiche che avrebbero contraddistinto i suoi veri seguaci negli ultimi giorni. In quella che riguarda lo schiavo fedele, Gesù evidenziò quanto fosse importante che il piccolo gruppo di unti, incaricato di provvedere cibo ai domestici negli ultimi giorni, si mostrasse fedele e discreto. Nella parabola delle vergini, invece, Gesù sottolineò il fatto che tutti i suoi seguaci unti avrebbero dovuto essere pronti e vigili, consapevoli della venuta di Gesù ma non del giorno né dell’ora. Nella parabola dei talenti, poi, Gesù dimostrò come gli unti avrebbero dovuto essere diligenti nell’assolvere le loro responsabilità cristiane. Nell’ultima parabola, quella delle pecore e dei capri, Gesù si rivolse a coloro che hanno la speranza terrena. Sottolineò che avrebbero dovuto essere leali appoggiando pienamente i suoi fratelli unti sulla terra. w15 15/3 3:3.
____________________

forum Testimoni di Geova
2/15/2016 8:20 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Lunedì 15 febbraio
I figli d’Israele ebbero molto timore (Eso. 14:10)
La drammatica situazione in cui versavano gli israeliti non avrebbe dovuto coglierli di sorpresa. Geova infatti aveva predetto: “[Faraone] li inseguirà e io mi procurerò gloria per mezzo di Faraone e di tutte le sue forze militari” (Eso. 14:4). Gli israeliti, comunque, videro solo ciò che appariva agli occhi: l’ostacolo insormontabile del Mar Rosso davanti, i veloci carri egiziani alle loro spalle, e un pastore ottantenne alla loro testa. Si sentirono in trappola. Mosè invece non si lasciò spaventare, perché con gli occhi della fede riusciva a vedere qualcosa di molto più grande e potente di un mare o di un esercito: “[vedeva] la salvezza di Geova” e sapeva che questi avrebbe combattuto per il suo popolo (Eso. 14:13, 14). La sua fede galvanizzò gli israeliti. “Per fede passarono attraverso il Mar Rosso come su terra asciutta”, dice la Bibbia, “ma gli egiziani, avventurandovisi, furono inghiottiti” (Ebr. 11:29). In seguito a questo avvenimento “il popolo temeva Geova e riponeva fede in Geova e in Mosè suo servitore” (Eso. 14:31). w14 15/4 2:15, 16
____________________

forum Testimoni di Geova
2/16/2016 8:10 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 16 febbraio
Faccio piacere a tutti in ogni cosa, non cercando il mio proprio vantaggio, ma quello di molti, affinché siano salvati (1 Cor. 10:33)
Quando contattiamo le persone di casa in casa dovremmo sempre mostrare rispetto al nostro interlocutore. Se si dimostra interessato, possiamo dargli testimonianza senza però trattenerci troppo a lungo; è possibile infatti che quel tempo lo avesse destinato a fare qualcosa che riteneva importante. Se dice di essere occupato assicuriamogli che saremo brevi, e poi manteniamo la parola (Matt. 5:37). Prima di congedarci non dimentichiamo di chiedergli qual è un momento adatto per riprendere la conversazione. Alcuni proclamatori hanno riscontrato che è utile dire qualcosa del genere: “Mi farebbe piacere tornare a trovarla. Preferisce che la chiami o le mandi un messaggio prima di passare?” Quando ci adattiamo agli orari delle persone del territorio seguiamo l’esempio di Paolo, come indica la scrittura di oggi. w14 15/5 2:13
____________________

forum Testimoni di Geova
2/16/2016 8:11 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 16 febbraio
Faccio piacere a tutti in ogni cosa, non cercando il mio proprio vantaggio, ma quello di molti, affinché siano salvati (1 Cor. 10:33)
Quando contattiamo le persone di casa in casa dovremmo sempre mostrare rispetto al nostro interlocutore. Se si dimostra interessato, possiamo dargli testimonianza senza però trattenerci troppo a lungo; è possibile infatti che quel tempo lo avesse destinato a fare qualcosa che riteneva importante. Se dice di essere occupato assicuriamogli che saremo brevi, e poi manteniamo la parola (Matt. 5:37). Prima di congedarci non dimentichiamo di chiedergli qual è un momento adatto per riprendere la conversazione. Alcuni proclamatori hanno riscontrato che è utile dire qualcosa del genere: “Mi farebbe piacere tornare a trovarla. Preferisce che la chiami o le mandi un messaggio prima di passare?” Quando ci adattiamo agli orari delle persone del territorio seguiamo l’esempio di Paolo, come indica la scrittura di oggi. w14 15/5 2:13
____________________

forum Testimoni di Geova
2/17/2016 7:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Mercoledì 17 febbraio
L’amore non viene mai meno (1 Cor. 13:8)
L’amore sincero non si lascia irritare facilmente e “non tiene conto del male” (1 Cor. 13:5). Se dovessimo nutrire rancore faremmo qualcosa che Dio non gradisce e la nostra rabbia, come un fuoco covato sotto la cenere, rischierebbe prima o poi di divampare, danneggiando così noi stessi e gli altri (Lev. 19:18). L’amore ci farà rallegrare “della verità” e non “dell’ingiustizia”, anche quando qualcuno che ci odia viene maltrattato o subisce un torto (Prov. 24:17, 18). Se qualcuno ci offende ma poi ci chiede scusa, l’amore ci spinge a perdonarlo. L’amore “crede ogni cosa” che si trova nella Parola di Dio e ci rende grati del cibo spirituale che riceviamo. L’amore “spera ogni cosa” promessa nella Bibbia. Inoltre preghiamo e speriamo che le circostanze difficili abbiano il miglior esito possibile. L’amore “sopporta ogni cosa”, che si tratti di peccati commessi contro di noi, di persecuzione o di altre prove. Infine, “l’amore non viene mai meno”: sarà manifestato dagli esseri umani ubbidienti per tutta l’eternità (1 Cor. 13:4-7). w14 15/6 2:14, 17, 18
____________________

forum Testimoni di Geova
2/18/2016 7:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Giovedì 18 febbraio
Gli occhi di Geova scorrono tutta la terra per mostrare la sua forza a favore di quelli il cui cuore è completo verso di lui (2 Cron. 16:9)
Prima di diventare Testimone, un fratello amava l’atmosfera immorale delle feste dove andava a ballare. Ma da quando ha conosciuto la verità, per paura di riaccendere desideri sbagliati o di rievocare ricordi del suo passato, non ha più voluto ballare neanche a feste organizzate dai fratelli. Ovviamente ai cristiani non è richiesto di evitare completamente di consumare bevande alcoliche, ballare o fare altre cose che non sono sbagliate in sé. Ci si aspetta, però, che tutti noi agiamo con decisione e scrupolo per proteggerci dai pericoli spirituali. Il privilegio di portare il nome di Dio è anche una responsabilità: dobbiamo “[rinunciare] all’ingiustizia” e “[allontanarci] dal male” (Sal. 34:14). È vero, non è sempre facile, ma com’è rincuorante sapere che Geova amerà sempre “quelli che gli appartengono” e si conformano alle sue giuste vie! (2 Tim. 2:19). w14 15/7 2:19, 20
____________________

forum Testimoni di Geova
2/19/2016 7:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Venerdì 19 febbraio
La parola di Dio è vivente ed esercita potenza (Ebr. 4:12)
Non possiamo sapere come reagiranno le persone alla lettura di un passo biblico scelto con cura. In Australia, ad esempio, due Testimoni bussarono alla porta di una giovane donna. Uno le chiese: “Conosce il nome di Dio?”, dopodiché lesse Salmo 83:18. “Rimasi senza parole”, racconta la donna. “Quando andarono via, feci più di 50 chilometri in macchina per raggiungere una libreria, dove consultai altre versioni della Bibbia e cercai il nome divino in un dizionario. Ormai convinta che il nome di Dio è Geova, cominciai a chiedermi quante altre cose non sapessi”. Di lì a poco, lei e il futuro marito iniziarono a studiare la Bibbia, e in seguito si battezzarono. La Parola di Dio cambia la vita di coloro che la leggono e imparano ad avere fede nelle viventi promesse di Geova (1 Tess. 2:13). Il messaggio della Bibbia è più potente di qualsiasi cosa potremmo dire noi per toccare il cuore delle persone. È per questo che, ogniqualvolta è possibile, dovremmo usare la Parola di Dio: è vivente! w14 15/8 2:21, 22
____________________

forum Testimoni di Geova
2/20/2016 7:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Sabato 20 febbraio
Astenetevi dal sangue (Atti 15:29)
Il modo in cui il sommo sacerdote dell’antico Israele usava il sangue animale nell’annuale giorno di espiazione ci aiuta a capire il punto di vista di Dio sul sangue. Era riservato per un uso speciale: serviva a espiare i peccati di coloro che ricercavano il perdono di Geova. Il sangue del toro e del capro andava spruzzato verso il coperchio e davanti al coperchio dell’arca del patto (Lev. 16:14, 15, 19). Questo permetteva a Geova di perdonare i peccati degli israeliti. Geova inoltre stabilì che se un uomo uccideva un animale per mangiarlo doveva versarne il sangue e coprirlo con la polvere, “poiché l’anima di ogni sorta di carne è il suo sangue” (Lev. 17:11-14). Tutto ciò è in armonia con il primo comando riguardante il sangue dato a Noè e ai suoi discendenti (Gen. 9:3-6). Geova Dio aveva proibito di consumare sangue al fine di sostenere la vita. w14 15/11 2:10, 11
____________________

forum Testimoni di Geova
2/21/2016 8:37 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Domenica 21 febbraio
Dovevamo pure rallegrarci e far festa, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato alla vita (Luca 15:32)
La parabola del figlio prodigo costituisce un forte incentivo per coloro che hanno lasciato la verità a farvi ritorno senza indugio! Forse sono deboli in senso spirituale e la via del ritorno può apparire imbarazzante e difficile, ma vale la pena intraprenderla; quando un peccatore si pente c’è grande gioia persino in cielo (Luca 15:7, 11-32). Non vorremmo mai divenire ‘troppo giusti’ al punto di rifiutarci di riaccogliere i peccatori pentiti. Un simile atteggiamento non farebbe che danneggiare la nostra amicizia con Geova (Eccl. 7:16). Impariamo anche un’altra lezione. Una persona che lascia la congregazione dev’essere considerata una pecorella che si è persa, non una causa persa (Sal. 119:176). Se incontriamo qualcuno che si è allontanato dalla congregazione ma non è disassociato, gli offriremo amorevolmente aiuto pratico perché vi faccia ritorno? In ogni caso, informeremo prontamente gli anziani perché gli diano l’aiuto necessario? Lo faremo se, saggiamente, applicheremo la lezione appresa da questa parabola di Gesù. w14 15/12 2:12, 14, 15
____________________

forum Testimoni di Geova
2/22/2016 7:50 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Lunedì 22 febbraio
Geova disciplina colui che ama (Ebr. 12:6)
Ricevere consigli e disciplina non fa piacere (Ebr. 12:5, 11). Tuttavia, mettiamoci nei panni di chi ci consiglia: si è accorto che ciò che stiamo facendo rischia di danneggiare la nostra relazione con Geova Dio, si preoccupa di non ferire i nostri sentimenti ed è disposto a investire tempo e sforzi per farci capire tramite la Bibbia cosa dobbiamo correggere così da avere l’approvazione divina. Un fratello che utilizzava il suo cellulare per navigare su siti pornografici lo prestò a un anziano. Quando questi iniziò a usarlo apparvero dei siti discutibili. L’episodio si rivelò una benedizione per il fratello, la cui spiritualità era in pericolo. Ricevette consigli appropriati, li mise in pratica e alla fine riuscì a vincere il vizio. Possiamo davvero essere molto grati al nostro premuroso Padre celeste, che vede anche i nostri peccati nascosti e ci corregge prima che ci spingiamo troppo in là. w14 15/4 5:8, 9
____________________

forum Testimoni di Geova
2/23/2016 8:10 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 23 febbraio
Andrò su quelli che non hanno disturbo (Ezec. 38:11)
Come reagirà Geova all’offensiva satanica volta a distruggere i suoi servitori? Interverrà in loro difesa facendo valere il suo diritto di Sovrano universale. Per Geova un attacco sferrato al suo popolo equivale a un attacco contro di lui (Zacc. 2:8). Pertanto, il nostro Padre celeste agirà rapidamente per salvarci. Il suo intervento raggiungerà il culmine con l’annientamento del mondo di Satana ad Armaghedon, la “guerra del gran giorno dell’Iddio Onnipotente” (Riv. 16:14, 16). Riguardo ad Armaghedon la profezia biblica dichiara: “Gli uccisi da Geova certamente saranno in quel giorno da un’estremità all’altra della terra. Su di essi non si farà lamento, né saranno raccolti o seppelliti. Diverranno come letame sulla superficie del suolo” (Ger. 25:31-33). Armaghedon porrà fine all’attuale sistema di cose. Il mondo di Satana sarà così eliminato, ma la parte terrena dell’organizzazione di Geova sopravvivrà. w14 15/5 4:3-5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/24/2016 7:14 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Mercoledì 24 febbraio
Guardate con interesse non solo alle cose vostre, ma anche a quelle degli altri (Filip. 2:4)
Paolo esortò tutti i cristiani a ‘guardare con interesse alle cose degli altri’. In sostanza, il suo consiglio è di osservare i doni che i nostri fratelli hanno e di lodarli di conseguenza (Filip. 2:3). Come ci sentiamo quando qualcuno dimostra di aver notato i progressi che abbiamo fatto? Di solito questo ci stimola a fare ancora di più, a dare il meglio di noi. In modo simile, quando riconosciamo il valore dei nostri fratelli li aiutiamo a crescere spiritualmente e ad avere successo nel servizio che rendono a Geova. Tutti di tanto in tanto abbiamo particolare bisogno di attenzioni; in special modo però sono i giovani o i fratelli battezzati da poco a doversi sentire coinvolti nelle attività della congregazione. Questo li aiuterà a capire che hanno un posto importante nel popolo di Geova. Al contrario, se non li facciamo sentire adeguatamente apprezzati potremmo inibire il loro desiderio di aspirare a ulteriori responsabilità (1 Tim. 3:1). w14 15/6 4:9, 10
____________________

forum Testimoni di Geova
2/25/2016 8:29 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Giovedì 25 febbraio
Fra voi stessi sorgeranno uomini che diranno cose storte per trarsi dietro i discepoli (Atti 20:30)
Purtroppo la congregazione cristiana delle origini entrò gradualmente in una fase di corruzione (Atti 20:29; 2 Piet. 2:2, 3; Giuda 3, 4). Come predetto da Gesù, l’apostasia promossa da Satana, il “malvagio”, si sarebbe sviluppata e avrebbe oscurato il vero cristianesimo sino “al termine del sistema di cose” (Matt. 13:37-43). Allora Geova avrebbe intronizzato Gesù quale Re su tutta la terra. Ciò avvenne nell’ottobre del 1914 e segnò l’inizio degli “ultimi giorni” del malvagio sistema di Satana (2 Tim. 3:1). I cristiani unti dei tempi moderni avevano additato in anticipo l’ottobre del 1914 come una data particolarmente significativa. Si erano basati sulla profezia di Daniele relativa a un grande albero che era stato tagliato e che sarebbe poi ricresciuto dopo “sette tempi” (Dan. 4:16). Nella profezia riguardante la sua futura presenza e il “termine del sistema di cose”, Gesù si riferì a quello stesso periodo come ai “tempi fissati delle nazioni” (Luca 21:24; Matt. 24:3). w14 15/7 4:9, 10
____________________

forum Testimoni di Geova
2/26/2016 7:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Venerdì 26 febbraio
Ciò che opero non lo conosco. Poiché ciò che desidero, questo non pratico; ma ciò che odio è quel che faccio (Rom. 7:15)
Satana sa che abbiamo delle tendenze peccaminose e tenta di spingerci ad assecondarle. In tal caso diventa davvero difficile mantenere l’integrità (Giov. 8:44-47). Immaginiamo che qualcuno si sia fatto prendere così tanto dal piacere del momento da commettere qualcosa di sbagliato che pensava non avrebbe mai fatto. Cosa può averlo portato a questa triste situazione? È probabile che sia gradualmente diventato insensibile alla voce di Geova. Può non essersi accorto dei segnali di ciò che stava avvenendo nel suo cuore, oppure aver scelto di ignorarli. Ad esempio, potrebbe aver smesso di pregare, rallentato nel ministero o iniziato a perdere le adunanze. Alla fine è caduto vittima del proprio desiderio, al punto di commettere un’azione che sapeva essere sbagliata. Possiamo evitare di fare un tale errore se stiamo attenti ai segni premonitori e agiamo immediatamente per correggere le cose. w14 15/8 4:8
____________________

forum Testimoni di Geova
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:26 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com