printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 | Next page

Confutazione trasmissione radiomaria del gris di dicembre 2016...

Last Update: 12/31/2016 7:01 PM
Author
Print | Email Notification    
12/19/2016 4:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,885
ViceAdmin
Il successivo e ultimo intervento è di don Battista Cadei che affrona il tema:

La distinzione tra ‘piccolo gregge’ (144.000) e ‘grande folla’ non è biblica
dicendo:


Riguardo al numero di soli 144.000 destinati al cielo, i tdG si basano su questi due passi:

Apocalisse 7;2-8: Vidi poi un altro angelo che saliva dall'oriente e aveva il sigillo del Dio vivente. E gridò a gran voce ai quattro angeli ai quali era stato concesso il potere di devastare la terra e il mare: «Non devastate né la terra, né il mare, né le piante, finché non abbiamo impresso il sigillo del nostro Dio sulla fronte dei suoi servi». Poi udii il numero di coloro che furon segnati con il sigillo: centoquarantaquattromila, segnati da ogni tribù dei figli d'Israele: dalla tribù di Giuda dodicimila; dalla tribù di Ruben dodicimila… Il testo continua enumerando le 12 tribù d’Israele, in ciascuna delle quali ci sono 12.000 segnati con il sigillo di ‪Dio, facendo un totale di 144 mila individui.

Apocalisse 14:1-5: Poi guardai ed ecco l'Agnello ritto sul monte Sion e insieme centoquarantaquattromila persone che recavano scritto sulla fronte il suo nome e il nome del Padre suo. Udii una voce che veniva dal cielo, come un fragore di grandi acque e come un rimbombo di forte tuono. La voce che udii era come quella di suonatori di arpa che si accompagnano nel canto con le loro arpe. Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono e davanti ai quattro esseri viventi e ai vegliardi. E nessuno poteva comprendere quel cantico se non i centoquarantaquattromila, i redenti della terra. Questi non si sono contaminati con donne, sono infatti vergini e seguono l'Agnello dovunque va. Essi sono stati redenti tra gli uomini come primizie per Dio e per l'Agnello. Non fu trovata menzogna sulla loro bocca; sono senza macchia.

I tdG dicono: le “altre pecore” non sono destinate al cielo, ma alla terra ritrasformata in paradiso terrestre. Che i più siano esclusi dal cielo, i tdG lo motivano così:

a) Davide non andò in cielo, poiché leggiamo in Atti 2,34-35:

Davide infatti non salì al cielo; tuttavia egli dice: Disse il Signore al mio Signore: siedi alla mia destra, finché io ponga i tuoi nemici come sgabello ai tuoi piedi.

Rispondiamo che Atti 2,34-35 dice che Davide, quando compose il salmo: Disse il Signore al mio Signore... non parlava di se stesso, ma di Gesù, risuscitato e intronizzato alla destra di Dio. Per dimostrarlo, At 2,34-35 dice che Davide è tuttora nella tomba, At 2,29 (a quei tempi ancora visibile a Gerusalemme). Ma dire che non è risuscitato, non significa che non risusciterà e non salirà al cielo in futuro. Su questo la Bibbia tace.

b) Giobbe non andò in cielo.

Rispondiamo che la Bibbia non ha rivelato tutto subito. Il concetto di sopravvivenza e vita eterna è accennato nell'Antico Testamento, e detto con chiarezza nel Nuovo.

c) Neppure Giovanni il battezzatore andò in cielo. Infatti Gesù disse:
«In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista; tuttavia il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui» (Mt 11,11).

Rispondiamo in merito che il contesto afferma l’assoluta superiorità di Gesù rispetto all’AT. Il battezzatore supera tutti i precedenti profeti, che l’hanno preannunciato a distanza, mentre egli ha indicato Gesù di presenza. Eppure chi entra nel regno dei cieli è più grande di lui. Cioè: diventare discepolo di Gesù val più che essere il massimo profeta. Detto questo del suo ruolo di precursore, la Bibbia dice che Giovanni testimoniò Gesù (Gv 1,15) e annunciò il regno dei cieli (Mt 3,2): la sua fede in Gesù e la testimonianza fino al martirio, bastarono per fare di lui un cristiano.

d) Gesù disse: «Ho altre pecore che non sono di quest'ovile» (Gv 10,16); quindi ci sono due ovili.

Anche qui, mettiamo la frase nel suo contesto, e comprenderemo che i due ovili sono chiamati a confluire in uno solo. Gesù ha la missione di radunare in unità non solo cristiani provenienti dal giudaismo, ma anche dalle genti pagane (cf. Gv 11,52: [Il sommo sacerdote] profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione; e non soltanto per la nazione, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi.

e) Apocalisse 7, dopo avere menzionato i 144.000 in cielo, aggiunge:

"Dopo ciò, apparve una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello, avvolti in vesti candide, e portavano palme nelle mani" (Ap 7,9-15).

Rispondiamo che se è così, dovrebbe essere letterale anche il resto:

tutti gli "unti" dovrebbero appartenere alle dodici tribù d'Israele (nominate in Ap 7,5-8), ed essere tutti maschi e vergini (Ap 14,4).

Si noti inoltre che anche la moltitudine immensa stava in cielo davanti al trono e davanti all'Agnello (Ap 7,9). In base a quale principio un elemento di un brano è letterale, mentre tutti gli altri sono simbolici? Noi partiamo dalla constatazione che l’Apocalisse è un libro prettamente simbolico da non predere alla lettera, specialmente per quel che riguarda i numeri.

Nel nostro caso i 144.000 sono il nuovo Israele di Dio, presente come primizia per Dio (Ap 14,4), come Israele lo fu rispetto alla chiamata universale. La primizia viene prima, ha valore paradigmatico, ma non è di qualità diversa rispetto al successivo raccolto. D’altronde già ad Abramo era stata promessa una discendenza non numerabile (Genesi 15,5), e quindi superiore ai 144.000. In seguito quello che è detto dei 144.000 viene poi applicato alla folla immensa: sono tutti i cristiani.
Possiamo quindi concludere che la distinzione tra ‘piccolo gregge’ (144.000) e ‘grande folla’ non è biblica!



Lascio la parola a chi desidera replicare...
[Edited by viceadmintdg1 12/19/2016 4:02 PM]
Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di luglio 2019...confutazione radio maria8/8/2019 8:57 AM by Aquila-58
Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di agosto 2019...confutazione radio maria8/10/2019 10:16 PM by Aquila-58
GIOVANNI 5,18242 pt.8/25/2019 10:00 AM by (SimonLeBon)
Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:57 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com