printprint
New Thread
Reply
 

Terremoti - I terremoti dell'Appennino

Last Update: 5/11/2020 12:55 PM
Author
Print | Email Notification    
4/1/2017 1:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Sicilia orientale a rischio terremoto e tsunami per via di una placca che si estende tra Africa ed Europa. La teoria degli studiosi.

Terremoto Sicilia: colpa di una placca tra Africa ed Europa

Le scosse di una certa intensità, ormai, in Italia, sono all’ordine del giorno, come lo sono gli studi di esperti ed addetti ai lavori per capire le cause del terremoto, analizzando faglie “aperte” per cercare di trovare una spiegazione a tutta questa attività sismica. L’ultima ricerca riguarda la Sicilia, in particolar modo quella orientale, che è nel bel mezzo della placca che si estende tra Africa ed Europa, denominata “blocco siculo-ibleo”. A tal proposito ci spiega qualcosa in più il geofisico Mimmo Palano dell’Ingv di Catania: «Da diversi anni sono installate sul territorio numerose stazioni Gps, che permettono di ricostruire i lenti movimenti della crosta terrestre dovuti alla dinamica delle placche», premette Palano. «Grazie ai dati raccolti negli ultimi 18 anni dalle reti Gps della Sicilia, delle isole circostanti e della Calabria, e all’analisi dei terremoti verificatisi nella medesima area, abbiamo potuto meglio comprendere i cosiddetti domini deformativi e i blocchi che caratterizzano questa cruciale zona di convergenza fra la placca africana e quella euroasiatica».

«Sotto il profilo strettamente geografico, i confini del blocco siculo-ibleo si possono così definire», prosegue Palano con la sua teoria sul terremoto. «A nord c’è una linea che corre nel mar Tirreno, più o meno parallelamente alla costa settentrionale siciliana, passando sotto Ustica e intercettando le isole Eolie. Al di sopra di questa linea c’è un altro dominio geodinamico, il blocco tirrenico, che fa parte della placca europea. A est il confine del blocco siculo-ibleo va dalle Eolie, passando per il messinese e per la costa ionica siciliana, giù fino al Canale di Sicilia, all’altezza dell’isola di Malta. Lungo questo confine orientale il blocco siculo-ibleo fronteggia un altro dominio geodinamico, chiamato il blocco calabro-ionico, appartenente alla placca africana. A sud, il confine del blocco siculo-ibleo attraversa il Canale di Sicilia, parallelamente alla costa meridionale siciliana, più o meno dall’isola di Malta fino al largo delle isole Egadi”.

“Semplificando, il blocco siculo-ibleo ha la forma di un grande cuneo, con l’apice rivolto a ovest, che ricalca la forma triangolare della Sicilia, includendo tuttavia una consistente fetta dei mari circostanti». Questa la teoria del geologo cataneese che spiegherebbe un possibile sisma. Ma, in definitiva, c’è rischio di terremoto imminente e di conseguente tsunami per gli abitanti di questa parte della Sicilia? La storia è piena di scosse fortissime che sono state avvertite in queste zone. Si va da quella dei 7.5 richter del 1693 a quelle più recenti di 5.6 del 1990 che provocò anche la morte di ben 17 persone e tantissimi danni ad edifici e strade.

A cura di Angelo Maria Castaldo


www.centrometeoitaliano.it/terremoti-e-geofisica/terremoto-sicilia-colpa-placca-africa-europ...

Ciao
anto_netti
4/1/2017 1:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il 31 Marzo 2017, alle ore 4:15, terremoto nei pressi di Albareto in provincia di Parma. Magnitudo 3.3 della scala Richter. Ipocentro a 5 km di profondità.

www.ilmeteo.it/notizie/terremoto-scossa-parma-albareto?refr...

Ciao
anto_netti
4/15/2017 1:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Dopo una relativa calma. Si fa per dire. Perché nel Centro Italia, sono continuati numerosi i terremoti strumentali. Ci si trova ad una ripresa di terremoti di magnitudo 3.0 o superiore. Che si stia preparando di nuovo un evento significativo? Forse ciclico? Ogni due o tre mesi?

Certo che, anche se i terremoti del Centro Italia del 1702 - 1703, sono stati peggiori come intensità, una crisi sismica come quella attuale sembra non avere precedenti. E' vero che potrebbero mancare dati storici. Ma è veramente una crisi sismica intensa.

Terremoto, l’esperto INGV sul recente sciame sismico: “La probabilità di avere un evento più forte nella zona è difficile da calcolare”

Terremoto: dopo lo sciame sismico degli ultimi giorni, il sismologo Alessandro Amato ha condiviso attraverso il suo profilo Facebook alcune considerazioni sull'attuale situazione in Centro Italia

di Antonella Petris

13 Aprile 2017

Dopo la calma delle ultime settimane, è tornata la paura in Centro Italia. Nei giorni scorsi infatti sono state numerose le scosse di terremoto che hanno interessato la zona già fortemente provata dai sismi precedenti. Nella sola sola giornata di martedì 11 aprile sono state rilevate ben 8 scosse di magnitudo superiore a 3. I cittadini hanno quindi purtroppo rivissuto l’incubo dello sciame sismico, uno spettro che forse non si è mai del tutto allontanato.

Come è noto, la strumentazione attuale non permette di fare delle previsioni riguardo nuove possibili forti scosse, pertanto, per evitare allarmismi e fare un po’ di chiarezza, il sismologo Alessandro Amato ha condiviso attraverso il suo profilo Facebook alcune considerazioni sull’attuale situazione in Centro Italia. “Ripresa dell’attività ieri (11 aprile, ndr) nella zona di Fiastra e Fiordimonte (MC). Ci sono stati un centinaio di piccoli terremoti negli ultimi due giorni (intorno a Lat.43.02-Long.13.11), compresi alcuni di magnitudo superiore a 3. Il massimo ieri alle 16:35 e 19:04 (M3.6).”

Amato prosegue facendo “alcune considerazioni: i) vista la localizzazione, questi terremoti sono tecnicamente degli “aftershocks“, ossia eventi appartenenti alla sequenza iniziata ad agosto 2016, in particolare nel settore settentrionale attivo da ottobre (v. mappa). ii) dopo un certo tempo dall’inizio di una sequenza, spesso si osservano aftershocks più forti nelle zone marginali del sistema di faglie (e meno nelle parti centrali). iii) non ci sono elementi particolari che fanno pensare all’attivazione di nuove faglie. iv) nessuno è in grado oggi di dire se potrà arrivarne uno più forte, né di escludere che questo accada (se qualcuno lo fa, diffidate). v) la probabilità di avere un evento più forte nella zona è difficile da calcolare, ma con i metodi sperimentali a disposizione, questa è comunque bassa (ma non nulla).”

Come sappiamo il Centro Italia è duramente provato da una sequenza sismica senza precedenti, iniziata il 24 Agosto e culminata in ulteriori forti scosse (magnitudo 6 il 24 Agosto, magnitudo 5.4 e magnitudo 5.9 il 26 Ottobre, magnitudo di 6.5 il 30 Ottobre, ed infine magnitudo 5.1, magnitudo 5.5, magnitudo 5.4 e magnitudo 5.0 il 18 Gennaio, ndr). I cittadini hanno vissuto una situazione drammatica più e più volte: spesso proprio quando le circostanze sembravano normalizzarsi, una nuova forte scossa era pronta a destabilizzare tutto, con conseguente nuovo crollo, fisico e mentale. E’ dunque comprensibile la paura e lo stato di allerta.

www.meteoweb.eu/2017/04/terremoto-lesperto-ingv-sul-recente-sciame-sismico-la-probabilita-di-avere-un-evento-piu-forte-nella-zona-e-difficile-da-calcolare...

Ciao
anto_netti
4/28/2017 11:19 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Come volevasi dimostare a 2 o 3 mesi di distanza dalle scosse più intense del mese di Gennaio 2017 nei pressi dell'Aquila. Si è visto un crescente aumento di intensità nelle scosse. Ieri sera 27 Aprile 2017 tre eventi di medio alta intensità. Con epicentro a Visso. Rispettivamente alle 23:09 magnitudo 3.5 scala Richter, ipocentro a 8 km di profondità; alle 23:16 magnitudo 4.0 della scala Richter, ipocentro a 9 km di profondità; alle 23:19 magnitudo 4.1 scala Richter, ipocentro a 8 km di profondità.

Tutto a dimostrare una certa ciclicità.

Sperando che non ci siano eventi ancora più intensi.

Ciao
anto_netti
5/2/2017 11:54 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Diverse scosse di terremoto in Emilia Romagna nei pressi di Ferrara. Le più forti il 26 Aprile 2017. La prima alle ore 18:46 di magnitudo 3.1 della scala Richter. Ipocentro a 7 km di profondità. La seconda alle ore 21:15 di magnitudo 3.2 della scala Richter. Ipocentro a 7 km di profondità.

Ciao
anto_netti
5/2/2017 12:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il 2 Maggio 2017 diverse scosse di terremoto in provincia di Arezzo. La più forte alle ore 1:17 di magnitudo 2.7 della scala Richter. Ipocentro a 6 km di profondità.

Ciao
anto_netti
6/10/2017 1:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il 9 Giugno 2017, alle 14:15, scossa di terremoto magnitudo 3.9 della scala Richter nell’aquilano, in Abruzzo.

Nella serata sono state registrate altre scosse in zone differenti, tutte avvertite dalla popolazione nell’area dell’epicentro: una scossa magnitudo 3.0 alle 19:11 nel grossetano, una scossa magnitudo 2.7 alle 20:27 nei pressi di Campobasso, infine una magnitudo 2.8 alle ore 22:54 nuovamente in Toscana, ma più a nord, nella zona di Massa e Carrara.

Lo sciame sismico innescato dai violenti terremoti iniziati dal 24 Agosto 2016, continua ad avere dei picchi più alti a distanza di circa 2 o 3 mesi. L'ultimo picco più alto si è verificato verso la fine di Aprile 2017.

Sembra che lo sciame sismico si stia esaurendo. Essendo questi picchi più bassi ogni volta che si ripetono, rispetto ai terremoti iniziali. Ma chi può dirlo? Tra l'altro altre zone dell'Appennino sono in tensione e si possono riattivare da un momento all'altro. Ho paura che non ci siano più momenti di tranquillità. Ma proprio come dicono le scritture: "Ci saranno terremoti in un luogo dopo l'altro". Questo è quanto lascia intravedere il monitoraggio dei terremoti nella penisola italica. Ma anche in tutto il mondo.

www.inmeteo.net/blog/2017/06/10/tensione-sismica-aumento-oggi-riepilogo-dei-te...

Ciao
anto_netti
7/8/2017 1:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Sequenza sismica a Valfabbrica in provincia di Perugia, il giorno 4 Luglio 2017. La scossa più forte è stata di magnitudo 2.5 della scala Richter. Ipocentro a 9 km di profondità. La sismicità ha interessato una regione leggermente più a nord delle solite del Centro Italia.

Ciao
anto_netti
[Edited by anto_netti 7/8/2017 1:02 PM]
7/8/2017 1:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Seguenza sismica a Monte Cavallo in provincia di Macerata, il giorno 8 Luglio 2017. La scossa più forte, alle ore 7:17, è stata di magnitudo 3.5 della scala Ricther. Ipocentro a 9 km di profondità.

Ciao
anto_netti
7/8/2017 1:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il giorno 1 Luglio 2017, alle ore 21:12, scossa di terremoto a Campo di Giove in provincia dell'Aquila. Magnitudo 3.2 della scala Richter. Ipocentro a 8 km di profondità.

Ciao
anto_netti
7/10/2017 10:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il giorno 10 Luglio 2017, alle ore 00:39, scossa di terremoto a Norcia. Magnitudo 3.2 della scala Richter. Ipocentro a 10 km di profondità.

Ciao
anto_netti
[Edited by anto_netti 7/10/2017 10:25 AM]
7/18/2017 11:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Terremoti storici

TERREMOTO: il sisma del settembre 1349 del Centro-Italia. 6.6 Richter

Sequenza sismica tra Lazio, Molise, Abruzzo nel settembre del 1349

Nella nostra rubrica dedicata ai terremoti più devastanti mai accaduti in italia, oggi vi parliamo dell'evento sismico del Settembre 1349: il sisma principale ebbe una magnitudo pari a 6.6 gradi Richter.

DANNI TRA LAZIO, MOLISE, ABRUZZO - La scossa principale con epicentro al confine tra Lazio e Molise, a sud-est di Venafro.
Città più colpite furono Venafro, Cardito, Cassino (crolli nell’Abbazia). Danni ingenti vennero segnalati anche a Balsorano, Isernia, Sora, Veroli, L’Aquila e Pescasseroli.

Il sisma venne avvertito da Perugia a Benevento, anche a Napoli e Roma con danni a monumenti (chiese e torri), descritti pure dal Petrarca. Migliaia le vittime, molte città a lungo disabitate.


www.ilmeteo.it/notizie/terremoto-settembre-1349-centro-italia-danni?refr...

Ciao
anto_netti
7/18/2017 11:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Sisma, sequenza di scosse in atto al Sud Italia

Sisma, sequenza di scosse in atto al Sud Italia. I dati ufficiali delle scosse diffusi dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 17 luglio 2017

Sisma, sequenza di scosse in atto al Sud Italia – L’Italia meridionale è interessata da circa 24 ore da una lunga sequenza di terremoti che sta interessando l’avellinese, in particolar modo la zona più orientale della Campania. In un posto che risulta, secondo la mappa dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ad elevatissimo rischio sismico e non lontano dall’epicentro del tragico terremoti avvenuto in Irpinia. Nella mappa a fianco sono riportati gli epicentri delle 10 scosse, di cui una di magnitudo 2.7. I sismi più piccoli, secondo alcune testimonianze che ci sono arrivate dalla zona, sono accompagnati e preceduti da alcuni boati. I comuni più vicini agli epicentri delle scosse risultano Caposele, Calabritto, Lioni, Teora, Bagnoli Irpino, Senerchia, Nusco, Sant’Angelo dei Lombardi, Laviano, Valva e Castelnuovo di Conza, tra le province di Avellino e Salerno mentre tre dei 10 eventi che vi abbiamo riportato, si sono verificati qualche decina di chilometri più a nord, nei pressi del paese di Mirabella Eclano. E’ proprio in queste aree che è ancora viva la paura dell’evento catastrofico del 1980, ogni scossa viene infatti vissuta con il timore che ne possa arrivare una più grande, specifica la popolazione. Pochi minuti fa un altro sisma di magnitudo 2.2 nei pressi di Mirabella Eclano.

www.centrometeoitaliano.it/terremoti-e-geofisica/sisma-sequenza-di-scosse-in-atto-al-sud-italia-17-7-201...

Ciao
anto_netti
7/24/2017 1:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il 22 Luglio 2017, alle ore 4:13, scossa di terremoto a Campotosto. Magnitudo 4.0 scala Richter. Ipocentro a 14 km di profondità.

Ciao
anto_netti
7/25/2017 4:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Terremoti storici

TERREMOTO » Dicembre 1456, scossa di 7.1 Richter devasta il Centro-Sud

Uno dei terremoti più devastanti mai registrati in Italia; oltre 30 mila vittime

560 anni fa l'Italia centro-meridionale veniva scossa da un potentissimo terremoto di magnitudo (stimata) pari a 7.1° Richter.
Il sisma si verificò alle 3 del mattino, con epicentro nella zona di Benevento; quasi tutti i paesi dell'entroterra campano furono rasi al suolo e a Napoli furono registrati ingenti danni, tra i quali il crollo del campanile della basilica di Santa Chiara e il cedimento della chiesa di San Domenico Maggiore, che dovette essere ricostruita.

I centri più colpiti furono molti e distanti tra loro: Ariano Irpino, San Giorgio del Sannio, Bojano, Grottaminarda, Vinchiaturo, Isernia (1500 morti), Teramo, Rivisondoli, Roccaraso, Castel di Sangro, Frosolone, Colli a Volturno, Forlì del Sannio.

Si verificò anche un maremoto che colpì le coste ioniche tra Gallipoli e Taranto. Il bilancio finale delle vittime, stimato in base alle cronache dell'epoca, indica almeno 30 mila vittime: uno dei terremoti più disastrosi per il nostro paese.


www.ilmeteo.it/notizie/terremoto-dicembre-1456-scossa-devastante-ce...

Ciao
anto_netti
[Edited by anto_netti 7/25/2017 4:50 PM]
8/7/2017 9:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Dal 24 Agosto 2016, lo sciame sismico che ha colpito il Centro Italia, non si è ancora fermato. Con picchi ogni tanto di intensità superiore alla magnitudo 3.0 e 4.0. E con forti terremoti che hanno superato la magnitudo 5.0 e 6.0. Come mai questa crisi sismica non si è mai esaurita? Guardando la sismicità storica del paese è una crisi sismica senza precedenti. Considerata quindi anomala. Dobbiamo aspettarci altri forti terremoti al Centro Italia? Oppure l'energia accumulata potrà dare origine a terremoti che possono colpire altre zone dell'Appenino? Nessuno è in grado di rispondere.

Questa notte nuovo picco a Norcia. Il giorno 7 Agosto 2017, alle ore 3:29, scossa di terremoto a Norcia. Magnitudo 3.2 della scala Richter. Ipocentro a 11 km di profondità.

Ciao
anto_netti
8/23/2017 10:36 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il 22 Agosto 2017, alle ore 11:19, scossa di terremoto in provincia di Avellino. Magnitudo 2.6 scala Richter. Ipocentro a 23 km di profondità.

Ciao
anto_netti
8/26/2017 1:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Il terremoto del Centro Italia si sposta ancora più a nord.

Il 25 Agosto 2017, alle ore 5:44, scossa di terremoto a Caldarola in provincia di Macerata. Magnitudo 3.3 scala Richter. Ipocentro a 8 km di profondità.

Il 25 Agosto 2017, alle ore 17:32, scossa di terremoto a Caldarola in provincia di Macerata. Magnitudo 3.5 scala Richter. Ipocentro a 9 km di profondità.

Ciao
anto_netti
8/26/2017 8:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,835
Ciao Anto-netti.
E'proprio vero,i terremoti si stanno intensificando.
Anche vero che le case condonate e sanate sono state costruite senza sicurezza.
Se applicassero le norme antisismiche come si dovrebbe ci sarebbero meno disastri,anche se i terremoti tendono ad aumentare.
Non tanto la magnitudo quanto l'abusivismo edilizio porta a disastri prevedibili.
Bastano poche magnitudo che le case italiane crollano.
[SM=g10765] [SM=g1944981]
**************************************************
Sette cose sono detestabili agli occhi di Geova:Gli occhi alteri,la lingua falsa,e le mani che spargono sangue innocente,il cuore che architetta disegni nocivi,i piedi che corrono in fretta al male,il falso testimone che spaccia menzogne,e chiunque suscita contese tra fratelli.
Proverbi 6:17-19
8/27/2017 3:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,988
TdG
[SM=g1871115] [SM=g7422]
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:54 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com