printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Commissione australiana: "Il 7% dei preti è pedofilo: in alcune chiese cattoliche è pedofilo il 40% dei preti"

Last Update: 2/7/2017 4:38 PM
Author
Print | Email Notification    
2/6/2017 1:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 18,124
Admin
Sono più di 4500 i minori che avrebbero subito abusi sessuali da parte di preti cattolici in Australia tra il 1980 e il 2015. Lo rivela un rapporto della Commissione federale d’inchiesta istituita 4 anni fa per indagare il fenomeno dagli anni ‘50 ad oggi. Le cifre sono inquietanti: sotto accusa il 7% dei sacerdoti ma in alcune chiese si raggiungono punte del 40%.
Le vittime
Ad essere prese di mira soprattutto le bambine di 10 anni e mezzo e i maschi di 11 anni e mezzo. «Le storie delle vittime sono tutte uguali e questo è molto deprimente» ha detto alla Bbc Gail Furnell, il capo degli avvocati che assistono la commissione nel suo lavoro. «I bambini sono stati ignorati o peggio ancora puniti per aver raccontato i fatti. Nessuno ha indato sulle loro accuse. I preti o altre figure religiose sono stati spostati in altre parrocchie senza che si sapesse nulla del loro passato» ha aggiunto Furness.
Le cifre
Sotto inchiesta ci sarebbero 1000 istituzioni della Chiesa cattolica australiana ma la commissione sta indagando anche su organizzazioni non religiose. In cima alla triste classifica St. John of God Brothers dove il 40,4 dei religiosi è sotto accusa, seguita dai Christians Brothers con il 22% e dai Salesiani di Don Bosco con il 21,9%.
L’inchiesta
È l’inchiesta più approfondita sulla pedofilia nella storia d’Australia, che ha indagato su chiese, enti di beneficenza, governi locali, scuole, organizzazioni comunitarie, gruppi di boy scout e club sportivi, e sulla polizia. Non sono solo le comunità cattoliche ad essere nel mirino. Il 60% delle denunce di abusi riguarda organizzazioni religiose di cui circa due terzi sono cattoliche.
Le scuse
La Chiesa cattolica australiana parla di «un fallimento gigantesco» nel compito di proteggere i bambini. «Questi numeri sono tragici, scioccanti e indifendibili. Come cattolici ci vergogniamo» dice con le lacrime agli occhi Francis Sullivan il capo del Consiglio per la verità, la giustizia e la cura che si occupa di rispondere al rapporto. Nelle prossime settimane è prevista l’audizione di alcuni sacerdoti. Il rapporto finale sarà presentato alla fine dell’anno.
Il Vaticano
Il Vaticano segue con attenzione il caso. Il cardinale George Pell, oggi ministro per l’economia di Papa Francesco, lo scorso marzo ha deposto davanti alla commissione che lo accusa, in sostanza, di avere coperto, negli anni ‘70 e ‘80, sacerdoti responsabili di abusi, permettendo che fossero trasferiti da una parrocchia all’altra, e di aver insabbiato gli scandali. Il cardinale aveva parlato con i commissari in collegamento video dall’Hotel Quirinale di Roma, una Bibbia per prestare giuramento: «Non sono qui per difendere l’indifendibile. La Chiesa ha commesso errori enormi ma sta lavorando per rimediare». «In quel tempo, se un prete negava questi comportamenti, io ero fortemente incline a credergli» è stata la sua difesa.

www.corriere.it/esteri/17_febbraio_06/australia-7percento-preti-cattolici-avrebbe-abusato-4mila-bambini-aa09bea8-ec42-11e6-b0dc-72bd53481b...



-----------------------------FORUM TESTIMONI DI GEOVA ONLINE-----------------------------

1) Leggete attentamente il Regolamento e attenetevi alle varie regole.
2) Usate il tasto Cerca prima di postare, onde evitare di scrivere cose che sono già state scritte in passato.
2/6/2017 9:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,404
TdG
Dopo l'indagine della Royal Commission

www.rainews.it/dl/rainews/articoli/asutralia-7-preti-cattolici-accusati-pedofilia-90f91600-c22c-4cf5-9c49-5175fcd3e...

La Chiesa in Australia prova vergogna, si scusa ed è profondamente scossa e umiliata dal risultato dell'indagine condotta dalla Royal Commission in merito ai numerosi casi di abusi sessuali perpetrati da membri del clero e da laici. Di fronte alla gravità delle accuse - il sette per cento dei sacerdoti avrebbe compiuto abusi sessuali dal 1950 - l'arcivescovo di Sydney, Anthony Colin Fisher ha diffuso una lettera pastorale - segnalata anche dalla sala stampa vaticana - nella quale, oltre appunto a dirsi "scosso" e "umiliato" dai risultati dell'indagine, avverte come le prossime settimane "saranno traumatiche per tutte le persone coinvolte, specialmente per le vittime. Nonostante ciò che sarà ù ha affermato il presule a quanto riportato anche dall'Osservatore Romano ù rimango determinato a fare tutto ciò che è necessario per assistere chi è stato ferito dalla Chiesa e a lavorare per una cultura di maggiore trasparenza, affidabilità e sicurezza per tutti i bambini". Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Conferenza episcopale australiana, l'arcivescovo Denis J. Hart, attraverso un messaggio nel quale ha ricordato come "Papa Francesco ha invitato tutta la Chiesa a trovare il coraggio necessario per adottare tutte le misure necessarie" affinché "tali crimini non possano mai essere ripetuti". L'età media delle vittime era di 10 anni e mezzo per le bambine e poco più di 11 anni e mezzo per i bambini. In tutto, fra il 1980 e il 2015, 4.444 persone hanno denunciato abusi sessuali su minori commessi da preti o religiosi di 93 entità della Chiesa cattolica australiana. Le cifre sono state rese note oggi in udienza dalla Commissione federale d'inchiesta sulle risposte delle istituzioni agli abusi sessuali su minori, che si avvia a concludere quattro anni di lavoro. E' l'inchiesta più approfondita sulla pedofilia nella storia d'Australia, che ha indagato su chiese, enti di beneficenza, governi locali, scuole, organizzazioni comunitarie, gruppi di boy scout e club sportivi, e sulla polizia. -
[Edited by Hal.9000 2/6/2017 9:16 PM]




2/6/2017 9:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,228
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re: Dopo l'indagine della Royal Commission
Hal.9000, 2/6/2017 9:14 PM:


www.rainews.it/dl/rainews/articoli/asutralia-7-preti-cattolici-accusati-pedofilia-90f91600-c22c-4cf5-9c49-5175fcd3e...

La Chiesa in Australia prova vergogna, si scusa ed è profondamente scossa e umiliata dal risultato dell'indagine condotta dalla Royal Commission in merito ai numerosi casi di abusi sessuali perpetrati da membri del clero e da laici. Di fronte alla gravità delle accuse - il sette per cento dei sacerdoti avrebbe compiuto abusi sessuali dal 1950 - l'arcivescovo di Sydney, Anthony Colin Fisher ha diffuso una lettera pastorale - segnalata anche dalla sala stampa vaticana - nella quale, oltre appunto a dirsi "scosso" e "umiliato" dai risultati dell'indagine, avverte come le prossime settimane "saranno traumatiche per tutte le persone coinvolte, specialmente per le vittime. Nonostante ciò che sarà ù ha affermato il presule a quanto riportato anche dall'Osservatore Romano ù rimango determinato a fare tutto ciò che è necessario per assistere chi è stato ferito dalla Chiesa e a lavorare per una cultura di maggiore trasparenza, affidabilità e sicurezza per tutti i bambini". Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Conferenza episcopale australiana, l'arcivescovo Denis J. Hart, attraverso un messaggio nel quale ha ricordato come "Papa Francesco ha invitato tutta la Chiesa a trovare il coraggio necessario per adottare tutte le misure necessarie" affinché "tali crimini non possano mai essere ripetuti". L'età media delle vittime era di 10 anni e mezzo per le bambine e poco più di 11 anni e mezzo per i bambini. In tutto, fra il 1980 e il 2015, 4.444 persone hanno denunciato abusi sessuali su minori commessi da preti o religiosi di 93 entità della Chiesa cattolica australiana. Le cifre sono state rese note oggi in udienza dalla Commissione federale d'inchiesta sulle risposte delle istituzioni agli abusi sessuali su minori, che si avvia a concludere quattro anni di lavoro. E' l'inchiesta più approfondita sulla pedofilia nella storia d'Australia, che ha indagato su chiese, enti di beneficenza, governi locali, scuole, organizzazioni comunitarie, gruppi di boy scout e club sportivi, e sulla polizia. -



4'444 persone di 93 entità della chiesa cattolica.
Sono numeri decisamente difficili da mandare giu'.

Simon
2/6/2017 9:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,228
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Il problema, per l'organizzazione vaticana, non è solo l'aver commesso il crimine ma anche l'averlo miserabilmente coperto.

Le agenzie titolano:

"Australia, il 7% dei preti accusati di abusi. Il vescovo di Sydney: “Profonda vergogna""

e la dice lunga sulla situazione.


Simon
2/7/2017 6:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 10,003
Moderatore
Ho unito le due discussioni di 3 e di Hal, cui vanno i miei ringraziamenti, su questo tema.

Materiale prezioso quanto mai, che dimostra che il "caso australiano" non interessa in modo particolare i testimoni di Geova, malgrado il "casino" che i fuoriusciti hanno cercato di fare al riguardo. Le commissioni hanno indagato su TUTTI I GRUPPI RELIGIOSI. E gli esiti sono quelli che potete vedere.
[Edited by EverLastingLife 2/7/2017 6:45 AM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
2/7/2017 7:42 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 10,003
Moderatore
Almeno il 7% dei sacerdoti cattolici australiani, con punte del 40%, implicati in fatti di pedofilia. Interessante. Sarebbe utile capire, dei famosi 1000 casi australiani di cui si parla tanto, quanti riguardano degli anziani. Ma il confronto è "perso" (in favore dei tdg) in partenza. Sarebbe come pensare che, su 100 anziani di congregazione in Australia, un numero variabile fra 7 e 40 sia stato accusato di molestie su minori: ridicolo.

Sottolineo che il confronto è "preti VS anziani". La pretesa per cui nel caso dei tdg andrebbero presi in esame tutti i fedeli (giacchè tutti i tdg si definiscono ministri cristiani) è una tipica cretinata apostata, che provano in tutti i modi a "fare fumo" bruciando legna bagnata. Infatti i singoli proclamatori non hanno responsabilità di tutela pastorale. Comunque ho la sensazione (netta) che anche considerando tutti i proclamatori e non solo gli anziani, siamo ben lontani da una percentuale minima del 7% di abusi su minori. Farò i dovuti calcoli per l'articolo sulla pedofilia, ma il quadro è già chiaro e mostra che il tasso di moralità fra i tdg è ben maggiore. Infatti 1000 casi in oltre 60 anni corrispondono ad una percentuale che a occhio e croce credo sia parecchio inferiore all'1% se si considera che attualmente vi sono 70.000 tdg circa in Australia, e che bisogna applicare il tasso annuale di mortalità a ritroso per ben 6 decenni. Nella Chiesa si parla del 7%, una percentuale elevatissima, e per di più calcolata assommando i dati disponibili in soli 35 anni e non in 65 come nel caso dei tdg.

Tremate, lurkatori.

Statistica e morale non sono gemelle siamesi, sia chiaro. Anche un solo caso di abusi fra i tdg sarebbe di troppo. Ma è fondamentale sottolineare la meschinità di questo "argomento" dei fuoriusciti e la sua pochezza anche sul piano dei numeri, giacchè lo considerano - contro la logica - un proprio cavallo di battaglia.
[Edited by EverLastingLife 2/7/2017 8:14 AM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
2/7/2017 8:31 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,324
Age: 41
Non si può attaccare le discussioni?
[SM=g1944981]
--------------------------------
Ospite (utente non TdG)
2/7/2017 3:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,985
Moderatore
Re:
I-gua, 07.02.2017 08:31:

Non si può attaccare le discussioni?
[SM=g1944981]




cosa intendi?



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
2/7/2017 4:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 10,003
Moderatore
Re:
I-gua, 07/02/2017 08.31:

Non si può attaccare le discussioni?
[SM=g1944981]




Se intendi unire al 3D "Geoffrey Jackson e audizion" direi che è meglio di no (gli scopi sono differenti).

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:24 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com