printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 | Next page

Chiarimenti...

Last Update: 7/1/2017 5:11 AM
Author
Print | Email Notification    
6/28/2017 6:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,215
Re: Re: Re: Re: Re:
Scibbolet, 28/06/2017 16:26:



Mi sa che i tuoi parenti avevano le idee molto confuse. I TdG di allora e di oggi credono in questo:


*** w74 1/11 p. 645 Un giudizio che pone in equilibrio giustizia e misericordia ***
GLI “INGIUSTI”
Non dobbiamo temere neppure per gli “ingiusti”. Spetterà a loro, nel Giorno del Giudizio, accettare o rifiutare il riscatto di Cristo quando gliene sarà dato intendimento. Il fatto stesso che sono riservati mille anni al Giorno del Giudizio indica che consiste di più che una semplice dichiarazione di verdetti e sentenze. È una disposizione misericordiosa. Tutti i risuscitati avranno bisogno d’aiuto, e uno degli scopi stessi dei mille anni è di dare loro quell’aiuto.
Gli “ingiusti” avranno più bisogno di aiuto dei “giusti”. Durante la loro vita essi non udirono del provvedimento di Dio, oppure non diedero ascolto quando la buona notizia fu portata alla loro attenzione. Le circostanze e l’ambiente contribuirono molto alle loro attitudini. Alcuni non sapevano neppure che c’è un Cristo. Altri erano così ostacolati dalle difficoltà e ansietà mondane che il “seme” della buona notizia non mise radice in modo permanente nel loro cuore. (Matt. 13:18-22) Il presente sistema di cose sotto l’invisibile influenza di Satana il Diavolo ha “accecato le menti degli increduli, affinché la luce della gloriosa buona notizia intorno al Cristo, che è l’immagine di Dio, non risplenda loro”. (2 Cor. 4:4) Non è una ‘seconda opportunità’ per quei risuscitati. È la loro prima vera opportunità di ottenere la vita eterna sulla terra per mezzo della fede in Gesù Cristo.





Qual'è il limite per morire prima dell'intervento di Dio ed essere risuscitato da ingiusto? Un anno, un mese, una settimana, un giorno? Se non muoio un giorno prima sarò stato veramente sfortunato.

Perchè nel seguente articolo quelli che non conoscono Dio sono inescusabili. Cioè se muoiono prima della grande tribolazione sono scusati e vengono risorti, se hanno la sfiga di campare un annetto in più e viene la grande tribolazione allora Kaput.


Si noti che la “punizione giudiziaria della distruzione eterna” è eseguita non solo su ‘quelli che fanno tribolare’ il popolo di Dio, ma anche su “quelli che non conoscono Dio” e su “quelli che non ubbidiscono alla buona notizia”. Nella sua lettera ai Romani Paolo spiega perché “quelli che non conoscono Dio” sono “inescusabili”, e perché saranno giudicati. (Romani 1:18-20; 2:5-16) L’ ‘angelo che vola in mezzo al cielo’, menzionato in Rivelazione capitolo 14, invita tutti “quelli che dimorano sulla terra” a ‘temere Dio e dargli gloria, perché l’ora del suo giudizio è arrivata’. Le persone sono quindi esortate ad ‘adorare Colui che fece il cielo e la terra e il mare’. Chi non lo adora e tutti coloro che confidano nella politica “bestia selvaggia” di Satana invece che nel messianico regno di Dio, saranno distrutti con quella “bestia” nel “grande strettoio dell’ira di Dio”. — Rivelazione 14:6, 7, 9, 10, 14-20; 19:11-21.
18 Tutti quelli che desiderano essere “nascosti nel giorno dell’ira di Geova” devono ‘cercare la giustizia, cercare la mansuetudine’ e, anziché criticarla, ‘praticare la decisione giudiziaria di Geova’. (Sofonia 2:2, 3) Tutti quelli che sperano che il Giudice costituito da Geova li consideri “pecore” da risparmiare alla “grande tribolazione” devono dimostrarsi “giusti”, aiutando e sostenendo attivamente gli unti “fratelli” di Cristo, che formano la classe dello “schiavo fedele e discreto”. (Matteo 25:33, 40, 46; 24:45-47) Gli unici ai quali la Bibbia offre la speranza di sopravvivere alla “grande tribolazione” sono i “fratelli” di Cristo, cioè gli “eletti”, e la “grande folla” di “pecore” che ‘rendono a Dio sacro servizio’ senza posa, dicendo di continuo così che tutti odano: “La salvezza la dobbiamo al nostro Dio, che siede sul trono, e all’Agnello”. Come battezzati discepoli tratti di fra “tutte le nazioni”, questa “grande folla” è guidata dall’Agnello Cristo Gesù alle inesauribili “fonti delle acque della vita”. “E Dio asciugherà ogni lagrima dai loro occhi”. — Matteo 24:21, 22; 25:34; 28:19, 20; Rivelazione 7:9-17.
[Edited by verderame.1958 6/28/2017 6:31 PM]



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:06 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com