printprint
New Thread
Reply
 

....: Scrittura del Giorno :....

Last Update: 12/31/2018 8:04 AM
Author
Print | Email Notification    
3/20/2018 12:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 20 marzo
Gli occhi di Geova sono in ogni luogo, vigilando sui cattivi e sui buoni (Prov. 15:3)
Che privilegio far parte dell’organizzazione di Geova! Conoscere i requisiti e le norme che Dio ha stabilito comporta la responsabilità di fare ciò che è giusto e sostenere la sua sovranità. Mentre il mondo sprofonda sempre più nell’immoralità, noi dobbiamo “[odiare] ciò che è male”, proprio come fa Geova (Sal. 97:10). Ci rifiutiamo di essere come “quelli che dicono che il bene sia male e che il male sia bene” (Isa. 5:20). Dato che desideriamo piacere a Dio, facciamo tutto il possibile per rimanere puri a livello fisico, morale e spirituale (1 Cor. 6:9-11). Amiamo Geova e confidiamo in lui; per questo vogliamo mostrargli lealtà vivendo in armonia con i requisiti chiaramente espressi nella sua Parola. Inoltre, ci sforziamo di seguire i consigli della Bibbia a casa, nella congregazione, al lavoro, a scuola e in ogni altro contesto. w16.11 3:13
____________________

forum Testimoni di Geova
3/21/2018 7:58 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Mercoledì 21 marzo
Ogni anima sia sottoposta alle autorità superiori (Rom. 13:1)
Gli Studenti Biblici erano sinceri. Eppure, nel periodo compreso tra il 1914 e il 1919, non capivano ancora pienamente cosa significasse essere sottomessi alle autorità. Quindi come gruppo a volte non rimasero neutrali. Per esempio, quando il presidente degli Stati Uniti indisse per il 30 maggio 1918 una giornata di preghiera per la pace, La Torre di Guardia esortò gli Studenti Biblici a parteciparvi. Alcuni fratelli acquistarono titoli di Stato per contribuire allo sforzo bellico e qualcuno andò perfino in trincea armato di fucile e baionetta. Sarebbe però un errore concludere che gli Studenti Biblici si trovassero prigionieri di Babilonia la Grande perché avevano bisogno di essere corretti e disciplinati. Al contrario, avevano compreso di doversi separare dalla falsa religione e durante la prima guerra mondiale questa separazione era quasi completa (Luca 12:47, 48). w16.11 5:9
____________________

forum Testimoni di Geova
3/22/2018 12:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Giovedì 22 marzo
Noi non camminiamo secondo la carne, ma secondo lo spirito (Rom. 8:4)
Perché Paolo mise in guardia dei cristiani unti contro il pericolo di vivere “secondo la carne”? E quei cristiani che Dio oggi ha accettato come suoi amici e che considera giusti potrebbero incorrere in un pericolo simile? Triste a dirsi, qualsiasi cristiano potrebbe iniziare a camminare secondo la carne imperfetta. Per esempio, Paolo scrisse che alcuni fratelli di Roma erano schiavi “del loro proprio ventre”, cioè dei loro appetiti, che fossero di natura sessuale o riguardassero il mangiare, il bere o altre cose. Certi fratelli “[seducevano] i cuori dei semplici” (Rom. 16:17, 18; Filip. 3:18, 19; Giuda 4, 8, 12). Inoltre, non dimentichiamo che per un certo periodo di tempo un fratello di Corinto visse con “la moglie del proprio padre” (1 Cor. 5:1). Da queste considerazioni si comprende bene perché Dio, tramite Paolo, mise in guardia i cristiani contro il pericolo di “rivolgere la mente alla carne” (Rom. 8:5, 6). Quell’avvertimento è valido ancora oggi. w16.12 2:5, 8, 9
____________________

forum Testimoni di Geova
3/23/2018 12:02 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Venerdì 23 marzo
L’ansiosa cura nel cuore dell’uomo è ciò che lo farà chinare, ma la parola buona è ciò che lo fa rallegrare (Prov. 12:25)
Parlare apertamente con una persona fidata esternandole i nostri sentimenti contribuirà a ridurre l’ansia. Il nostro coniuge, un caro amico o un anziano di congregazione possono aiutarci a vedere le cose dalla giusta prospettiva. Comunicare in modo schietto e sincero ci permetterà di analizzare le nostre preoccupazioni e affrontarle. La Bibbia dice: “I piani sono frustrati dove non si parla in maniera confidenziale, ma nella moltitudine dei consiglieri c’è la riuscita” (Prov. 15:22). Geova inoltre ci aiuta a gestire l’ansia per mezzo delle adunanze di congregazione. Quando siamo presenti, possiamo stare insieme a fratelli e sorelle che si interessano di noi e che desiderano incoraggiarci (Ebr. 10:24, 25). Questo “scambio d’incoraggiamento” ci ricarica a livello spirituale e ci aiuta a controllare l’ansia (Rom. 1:12). w16.12 3:17, 18
____________________

forum Testimoni di Geova
3/24/2018 12:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Sabato 24 marzo
Anna pregava Geova (1 Sam. 1:10)
Quando affrontiamo problemi di salute o altre situazioni che non possiamo controllare, dovremmo gettare le nostre preoccupazioni su Geova, confidando nel fatto che egli ha cura di noi (1 Piet. 5:6, 7). Dovremmo inoltre fare tutto quello che possiamo per trarre beneficio dalle adunanze e da tutto ciò che Geova ci provvede a livello spirituale (Ebr. 10:24, 25). Che dire di quei genitori fedeli i cui figli si sono allontanati da Geova? L’anziano Samuele non poteva costringere i suoi figli adulti a seguire le giuste norme che aveva insegnato loro (1 Sam. 8:1-3). Doveva lasciare che Geova si occupasse della situazione. Da parte sua, comunque, Samuele poteva mantenere la sua integrità e continuare a rallegrare il suo Padre celeste, Geova (Prov. 27:11). Oggi molti genitori cristiani si trovano in una situazione simile. Confidano nel fatto che Geova è sempre pronto a riaccogliere un peccatore che si è pentito (Luca 15:20). Allo stesso tempo, questi genitori si impegnano a rimanere leali a Geova, sperando che il loro esempio possa spingere i figli a riavvicinarsi a lui. w17.01 1:15, 16
____________________

forum Testimoni di Geova
3/25/2018 8:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Domenica 25 marzo
Con modestia di mente, considerate che gli altri siano superiori a voi (Filip. 2:3)
In genere chi è umile è anche modesto; è in grado di valutare in modo obiettivo le proprie capacità e i risultati che ottiene, di riconoscere i propri errori e di accettare suggerimenti e nuove idee. L’umiltà piace molto a Geova. Nella Bibbia la modestia si riferisce all’avere giusta stima di sé e consapevolezza dei propri limiti. Sembra che la parola greca originale si riferisca in particolare a come questa consapevolezza dovrebbe influire sul proprio comportamento nei confronti degli altri. Quali sono alcuni campanelli d’allarme che potrebbero indicare che stiamo iniziando a pensare o ad agire in modo poco modesto? Forse prendiamo troppo sul serio noi stessi o i nostri privilegi (Rom. 12:16). Oppure potremmo attirare un’eccessiva attenzione su di noi in modi poco appropriati (1 Tim. 2:9, 10). O ancora potremmo promuovere con forza certe opinioni esclusivamente sulla base della nostra posizione, delle nostre amicizie o delle nostre idee, non rendendoci nemmeno conto di aver oltrepassato il confine tra modestia e presunzione (1 Cor. 4:6). w17.01 3:6-8
____________________

forum Testimoni di Geova
3/25/2018 11:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Lunedì 26 marzo
La bellezza dei giovani è la loro potenza, e lo splendore dei vecchi sono i loro capelli grigi (Prov. 20:29)
Negli ultimi anni l’opera del popolo di Geova è cresciuta in quanto a portata e complessità. Nuovi progetti portano ad adottare nuovi metodi, che spesso richiedono l’utilizzo di tecnologie in continua evoluzione. Alcuni fratelli più anziani fanno fatica a stare al passo con questi sviluppi (Luca 5:39). Anche quando non è così, è probabile che i più giovani abbiano più forza e più energie di chi è in là con gli anni. Di conseguenza, è amorevole e pratico che i più anziani preparino i più giovani ad assumersi maggiori responsabilità (Sal. 71:18). Per chi ha incarichi di responsabilità potrebbe non essere facile delegare parte della propria autorità ai più giovani. Alcuni hanno paura di perdere un incarico a cui tengono molto o che il lavoro non verrà fatto bene; altri ancora potrebbero pensare di non avere tempo per addestrare i più giovani. Da parte loro, questi ultimi devono stare attenti a non diventare impazienti se non ricevono maggiori responsabilità. w17.01 5:3, 4
____________________

forum Testimoni di Geova
3/27/2018 12:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 27 marzo
Per mezzo di un solo atto di giustificazione è risultato a uomini di ogni sorta che sono dichiarati giusti per la vita (Rom. 5:18)
Gesù divenne un essere umano perfetto, proprio come lo era Adamo (Giov. 1:14). A differenza di Adamo, però, Gesù si dimostrò all’altezza di quello che Geova si aspettava da un uomo perfetto. Nonostante le prove più dure, non peccò né infranse mai alcuna legge di Dio. In qualità di uomo perfetto, poteva salvare gli esseri umani dal peccato e dalla morte dando la sua vita per loro. Gesù corrispondeva esattamente a quello che Adamo avrebbe dovuto essere: un uomo perfetto, completamente leale e ubbidiente a Dio (1 Tim. 2:6). Offrì la sua vita come riscatto dando a “molti” — uomini, donne e bambini — la speranza di vivere per sempre (Matt. 20:28). In effetti, il riscatto è essenziale per la realizzazione del proposito originale di Dio (2 Cor. 1:19, 20). Tutti gli esseri umani fedeli possono ricevere la vita eterna. w17.02 1:15, 16
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 9 nisan) Giovanni 12:12-19; Marco 11:1-11
____________________

forum Testimoni di Geova
3/28/2018 6:23 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Mercoledì 28 marzo
Per la gioia che gli fu posta dinanzi egli sopportò il palo di tortura (Ebr. 12:2)

Supponiamo di trovarci in una lunga galleria buia. Forse ci chiediamo se vedremo di nuovo la luce. In modo analogo a volte ci possiamo sentire sopraffatti dai problemi che stiamo affrontando. Forse anche Gesù provò sentimenti simili. Fu oggetto del “parlare ostile dei peccatori”, subì umiliazioni e perfino una morte atroce su un “palo di tortura”: quello fu certamente il periodo più duro della sua vita sulla terra (Ebr. 12:3). Gesù però sopportò tutto questo. Si concentrò sulle ricompense della perseveranza, soprattutto sul fatto che avrebbe contribuito alla santificazione del nome di Dio e alla rivendicazione della sua sovranità. Il periodo buio in cui Gesù affrontò queste prove durò per un tempo limitato, ma la sua luminosa ricompensa celeste sarebbe stata eterna. Le prove che incontriamo oggi potrebbero farci soffrire e diventare un peso schiacciante, ma non dimentichiamo mai che i problemi che ci si presentano nel nostro viaggio verso la vita eterna sono solo temporanei. w16.04 2:10
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 10 nisan) Giovanni 12:20-50
____________________

forum Testimoni di Geova
3/29/2018 7:27 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Giovedì 29 marzo
Per mezzo di Gesù abbiamo la liberazione per riscatto mediante il suo sangue, sì, il perdono dei nostri falli (Efes. 1:7)
In questa società caratterizzata dal permissivismo, il peccato ha quasi completamente perso la sua connotazione negativa e di conseguenza molti non si rendono conto che hanno bisogno di essere redenti. Non sanno cos’è il peccato, quali conseguenze ha su di noi e cosa si deve fare per essere liberati dalla schiavitù a cui ci sottopone. Per le persone dal cuore sincero è un vero sollievo imparare che Geova, spinto dal suo grande amore e dall’immeritata benignità, mandò suo Figlio sulla terra per riscattarci dal peccato e dalla morte (1 Giov. 4:9, 10). Il sacrificio di riscatto di Cristo è la più grande dimostrazione dell’amore di Dio per noi ed è una prova evidente dell’abbondanza della sua immeritata benignità. È confortante sapere che, se esercitiamo fede nel sangue versato da Gesù, i nostri peccati saranno perdonati e la nostra coscienza purificata (Ebr. 9:14). Questa è davvero una buona notizia da portare alle persone! w16.07 4:6, 7
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 11 nisan) Luca 21:1-36
____________________

forum Testimoni di Geova
3/30/2018 12:12 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Venerdì 30 marzo
Cristo ottenne per noi una liberazione eterna (Ebr. 9:12)
Se esercitiamo fede nel riscatto possiamo ottenere il perdono completo dei nostri peccati. La Parola di Dio ci assicura che possono essere “cancellati” (Atti 3:19-21). Sulla base del riscatto Geova adotta come figli i suoi servitori unti con lo spirito (Rom. 8:15-17). Per chi di noi fa parte delle “altre pecore” è come se Geova avesse redatto un certificato di adozione. Dopo che avremo raggiunto la perfezione e superato la prova finale, Geova sarà felice di firmare il certificato, per così dire, adottandoci come figli terreni (Rom. 8:20, 21; Riv. 20:7-9). L’amore di Geova per i suoi amati figli non avrà mai fine, e i benefìci del riscatto dureranno in eterno. Nessuno può privarci di questo dono, che non perderà mai il suo valore. w17.02 2:15, 16
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 12 nisan) Matteo 26:1-5, 14-16; Luca 22:1-6
____________________

forum Testimoni di Geova
3/31/2018 12:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Data della Commemorazione
Dopo il tramonto
Sabato 31 marzo
Se qualcuno commette peccato, abbiamo un soccorritore presso il Padre, Gesù Cristo (1 Giov. 2:1)
Quando Geova ci ha attirati a sé, sapeva di certo quali tendenze dovute all’imperfezione ci avrebbero creato particolari problemi. E sapeva anche che a volte avremmo sbagliato. Malgrado tutto questo, Geova ci ha scelto come suoi amici. Spinto dall’amore, Dio ci ha fatto un dono di inestimabile valore, il sacrificio di riscatto del suo amato Figlio (Giov. 3:16). Se quando sbagliamo ci pentiamo e chiediamo a Geova di perdonarci sulla base del riscatto, possiamo essere certi che continueremo a essere suoi amici nonostante la nostra imperfezione (1 Tim. 1:15). w16.05 4:6, 7
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 13 nisan) Matteo 26:17-19; Marco 14:12-16; Luca 22:7-13 (fatti avvenuti dopo il tramonto: 14 nisan) Giovanni 13:1-5; 14:1-3
____________________

forum Testimoni di Geova
4/1/2018 12:08 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Domenica 1° aprile
Voi che una volta eravate esclusi e nemici perché la vostra mente era rivolta alle opere malvage, egli vi ha ora riconciliati di nuovo mediante il corpo carnale di lui per mezzo della sua morte (Col. 1:21, 22)
Abbiamo la responsabilità di far sapere a tutti che possono diventare amici del Creatore. Finché un essere umano non esercita fede nel sacrificio di Gesù, Dio lo considera suo nemico. L’apostolo Giovanni infatti scrisse: “Chi esercita fede nel Figlio ha vita eterna; chi disubbidisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui” (Giov. 3:36). È incoraggiante sapere, però, che il sacrificio di Cristo rende possibile la riconciliazione con Dio (2 Cor. 5:18-20). Noi insegniamo alle persone le verità della Bibbia e le aiutiamo a stringere un’amicizia con Geova. Questo è un aspetto importante della nostra opera di predicazione. w16.07 4:8-10
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 14 nisan) Giovanni 19:1-42
____________________

forum Testimoni di Geova
4/2/2018 12:21 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Lunedì 2 aprile
Sia santificato il tuo nome (Matt. 6:9)
La prima richiesta che Gesù fece nella preghiera modello riguarda la santificazione del nome di Dio. Dal momento che Geova è santo, tutti i princìpi e le leggi che stabilisce sono santi. Nonostante ciò, nel giardino di Eden Satana mise in dubbio in modo subdolo il diritto di Dio di stabilire norme per gli esseri umani. Mentendo riguardo a Dio, Satana calunniò il Suo santo nome (Gen. 3:1-5). Gesù, invece, amava profondamente il nome divino (Giov. 17:25, 26). Per questo contribuì alla sua santificazione (Sal. 40:8-10). Nel corso della sua vita perfetta sulla terra, Gesù dimostrò che è ragionevole e giusto da parte di Geova stabilire delle norme per le sue creature intelligenti. Rimanendo leale al suo Padre celeste fino alla morte, Gesù dimostrò che un uomo perfetto è in grado di ubbidire alla perfezione alle giuste norme di Dio. w17.02 2:2-4
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 15 nisan) Matteo 27:62-66 (fatti avvenuti dopo il tramonto: 16 nisan) Giovanni 20:1
____________________

forum Testimoni di Geova
4/3/2018 12:00 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Martedì 3 aprile
All’Agnello siano l’onore e la gloria (Riv. 5:13)
Gesù Cristo è “l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo” (Giov. 1:29). La Bibbia dice che Gesù è di gran lunga superiore a qualunque re, sia del presente che del passato. Infatti spiega che egli è “il Re di quelli che governano come re e il Signore di quelli che governano come signori, il solo che ha immortalità, che dimora in una luce inaccessibile, che nessuno degli uomini ha visto né può vedere” (1 Tim. 6:14-16). Quale altro re ha mai dato volontariamente la sua vita come riscatto per i nostri peccati? Sicuramente ci sentiamo spinti a unirci alle miriadi di creature celesti che proclamano: “L’Agnello che fu scannato è degno di ricevere potenza e ricchezza e sapienza e forza e onore e gloria e benedizione” (Riv. 5:12). Onorare Geova e Cristo non è facoltativo; è in gioco la nostra prospettiva di vivere per sempre (Sal. 2:11, 12; Giov. 5:23). w17.03 1:3, 4
Lettura della Bibbia per la Commemorazione: (fatti avvenuti di giorno: 16 nisan) Giovanni 20:2-18
____________________

forum Testimoni di Geova
4/4/2018 7:15 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Mercoledì 4 aprile
Se mi riconducete io, da parte mia, diverrò vostro capo! (Giud. 11:9)
Grazie alla sua profonda comprensione della storia di Israele, Iefte aveva chiaro in mente quello che Geova considerava giusto o sbagliato (Giud. 11:12-27). I princìpi divini racchiusi nella Legge mosaica avevano plasmato la mente e il cuore di Iefte. Sapeva che Geova non approvava sentimenti come il rancore e richiedeva invece che i suoi servitori si amassero l’un l’altro. La Legge inoltre insegnava a non essere indifferenti ai bisogni degli altri, nemmeno se si era oggetto di odio da parte loro (Eso. 23:5; Lev. 19:17, 18). Forse Iefte reagì in quel modo anche spinto dall’esempio di altre persone di fede, come Giuseppe. I suoi fratelli “lo odiavano”, eppure Giuseppe mostrò loro misericordia (Gen. 37:4; 45:4, 5). Meditare su esempi del genere avrà senz’altro aiutato Iefte a scegliere di agire come piace a Geova. Anche se il comportamento dei suoi fratelli lo aveva ferito profondamente, Iefte non avrebbe mai smesso di servire Geova e il suo popolo (Giud. 11:1-3). w16.04 1:8, 9
____________________

forum Testimoni di Geova
4/5/2018 7:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Giovedì 5 aprile
Continuavano a dedicarsi a partecipare l’uno con l’altro (Atti 2:42)
Da sempre i servitori di Geova considerano importante riunirsi. Poco dopo la nascita della congregazione cristiana, i seguaci di Gesù iniziarono a “dedicarsi [...] a partecipare l’uno con l’altro”, cioè a riunirsi. Probabilmente anche noi abbiamo lo stesso desiderio di andare regolarmente alle adunanze di congregazione. Ma diversi ostacoli, come il lavoro, i tanti impegni o la stanchezza dovuta alle varie attività quotidiane, potrebbero renderci difficile essere presenti alle adunanze. Apprezzarne il valore ci motiverà a cercare di superare questi ostacoli e ad andare regolarmente alle adunanze. Certo, alcuni nostri compagni di fede non riescono a frequentarle regolarmente a motivo di circostanze che non dipendono da loro, come ad esempio gravi malattie. Gli anziani possono aiutare questi fratelli malati a non perdere i programmi spirituali, magari assistendoli così che possano seguire le adunanze tramite un collegamento telefonico o registrandole per loro. w16.04 3:3
____________________

forum Testimoni di Geova
4/5/2018 11:58 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Venerdì 6 aprile
Fatevi coraggio! Io ho vinto il mondo (Giov. 16:33)
L’esempio di fedeli servitori di Geova può darci la saggezza e la forza per perseverare. Sadrac, Mesac e Abednego si rifiutarono di adorare un’immagine che rappresentava lo Stato babilonese (Dan. 3:16-18). La loro fermezza aiuta i servitori di Dio oggi a rifiutarsi coraggiosamente di adorare la bandiera della nazione in cui vivono. Gesù rimase del tutto al di fuori dei conflitti politici e sociali del mondo. Pensando all’effetto che il suo esempio avrebbe avuto su altri, esortò i discepoli a ‘farsi coraggio’. Possiamo ricevere sostegno anche dai fratelli e dalle sorelle della congregazione. I componenti della congregazione ci possono incoraggiare se sono al corrente delle sfide che affrontiamo. Chiediamo loro di pregare per noi. Ovviamente se vogliamo che i fratelli ci aiutino e preghino per noi dovremmo fare lo stesso nei loro confronti (Matt. 7:12). w16.04 4:16, 18
____________________

forum Testimoni di Geova
4/7/2018 12:11 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Sabato 7 aprile
Il tuo popolo si offrirà volenterosamente (Sal. 110:3)
Riguardo alle raccolte di denaro, cosa si può dire dei Testimoni di Geova? La loro opera è sostenuta grazie a contribuzioni volontarie (2 Cor. 9:7). Alle adunanze e ai congressi non si fanno collette. Eppure solo nel 2015 i Testimoni hanno dedicato quasi 2 miliardi di ore a predicare la buona notizia e a condurre gratuitamente oltre 9 milioni di studi biblici ogni mese. Non solo non vengono pagati per l’opera che compiono, ma addirittura coprono volentieri le spese che sostengono per predicare. Parlando dell’attività dei Testimoni di Geova, un ricercatore ha detto: “Il loro principale obiettivo è quello di predicare e insegnare. [...] Non hanno un clero, cosa che riduce sensibilmente i costi”. Che dire quindi del motivo per cui predichiamo? In poche parole, compiamo quest’opera di nostra spontanea volontà perché amiamo Geova e il prossimo. Tale spirito volenteroso era stato profetizzato nella scrittura di oggi. w16.05 2:9
____________________

forum Testimoni di Geova
4/8/2018 12:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,014
TdG
Domenica 8 aprile
La sapienza dall’alto è prima di tutto casta, quindi pacifica, ragionevole, pronta a ubbidire, piena di misericordia e di buoni frutti (Giac. 3:17)
Sapere questo dovrebbe motivarci a stare lontani da qualunque tipo di divertimento che alimenti in noi pensieri impuri e tendenze sbagliate. Un cristiano maturo non ha bisogno di chiedere ad altri se un certo libro, film o videogioco che dà risalto a cose che Geova odia sia appropriato o no. Il punto di vista di Dio al riguardo è chiaramente espresso nella sua Parola. In molte situazioni abbiamo un margine di scelta e sia che prendiamo una decisione o un’altra Geova ne sarà comunque contento. Nel caso di decisioni importanti, però, a volte è opportuno chiedere agli anziani o ad altri cristiani maturi di darci un consiglio (Tito 2:3-5; Giac. 5:13-15). Ovviamente non sarebbe appropriato chiedere ad altri di decidere per noi. I cristiani devono addestrare ed esercitare le proprie facoltà di percezione (Ebr. 5:14). Tutti dovremmo tener conto di queste parole ispirate di Paolo: “Ciascuno porterà il proprio carico” (Gal. 6:5). w16.05 3:15, 16
____________________

forum Testimoni di Geova
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:11 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com