printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Ultime notizie da jw.org in inglese - Traduzione NON ufficiale

Last Update: 7/23/2018 11:47 AM
Author
Print | Email Notification    
5/4/2018 4:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,955
Age: 53
www.jw.org/en/news/legal/by-region/russia/campaign-of-terror-for-jehovahs-wi...

2 maggio 2018 - RUSSIA
Inizia la campagna del terrore contro i testimoni di Geova in Russia
La polizia in almeno sette città di tutta la Russia ha condotto incursioni aggressive contro i Testimoni di Geova. In quella che sembra essere una campagna coordinata, le forze speciali di polizia (OMON), a volte indossando passamontagna e impugnando mitra, hanno fatto irruzione nelle case dei Testimoni, hanno puntato loro le pistole e hanno arrestato giovani e anziani per interrogatorli.
Didascalia foto: Arkadya Akopyan, con sua moglie, Sonya e le loro due nipoti
Lo scorso anno, le autorità hanno intentato almeno dieci cause penali e hanno imprigionato cinque Testimoni, tra cui Dennis Christensen, che è in custodia cautelare dal 25 maggio 2017. Un altro Testimone, il 69enne Arkadya Akopyan, è attualmente sotto processo nella Repubblica di Kabardino-Balkaria. Tutti potrebbero essere condannati a pene detentive da due a dieci anni solo per essersi riuniti per l'adorazione.
Il 20 aprile 2017, la Corte Suprema della Federazione Russa ha messo al bando la Sede Amministrativa dei Testimoni di Geova e tutti i 395 enti legali locali dei Testimoni. Durante l'udienza della Corte Suprema, il governo russo ha affermato che, sebbene stesse liquidando gli enti legali dei Testimoni di Geova, i singoli Testimoni sarebbero stati liberi di praticare la loro fede. Tuttavia, l'affermazione del governo è incoerente con le sue azioni.
Ora che le autorità russe sono riuscite a liquidare gli enti legali dei Testimoni di Geova e hanno iniziato a confiscare le loro proprietà, stanno cambiando i loro obiettivi e si stanno concentrando sulle persone e sulla loro adorazione. Ora per gli oltre 175.000 testimoni di Geova russi praticare la loro fede sta diventando un reato penale.

Campaign of Terror Begins for Jehovah’s Witnesses in Russia
Armed police in at least seven cities in Russia have raided homes of Jehovah’s Witnesses. Attacks have included assault, confiscation of personal property, and arrest.

----------
RIQUADRO
Testimoni attualmente in custodia cautelare in carcere:
- Dennis Christensen, 45 anni, Oryol, detenuto dal 25 maggio 2017, e condannato a restare in carcere fino al 1 ° agosto 2018.
- Valentin Osadchuk, 42 ​​anni, Vladivostok, detenuto dal 19 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino al 20 giugno 2018.
- Viktor Trofimov, 61 anni, Polyarny, detenuto dal 18 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino al 12 giugno 2018.
- Roman Markin, 44 anni, Polyarny, detenuto dal 18 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino all'11 giugno 2018.
- Anatoliy Vilitkevich, 31 anni, Ufa, detenuto dal 10 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino al 2 giugno 2018.
- Sedi delle dieci cause penali: Belgorod, Shuya, Prohladniy, Mayskiy, Kemerovo, Polyarny, Oryol, Ufa e Vladivostok.
----------

Incursioni, interrogatori, detenzioni

Dal gennaio 2018, le forze dell'ordine hanno preso di mira i testimoni di Geova con crescente frequenza.

20 aprile 2018, Shuya, Regione di Ivanovo: agenti di polizia hanno perquisito le case di quattro Testimoni. Gli agenti hanno portato Dmitrij Mihailov alla stazione di polizia, lo hanno messo sotto custodia per poi in seguito rilasciarlo. Le autorità hanno aperto un'indagine penale e l'hanno accusato ai sensi dell'articolo 282.2 (2) del codice penale di "partecipare all'attività di un'organizzazione estremista". Non gli è permesso viaggiare fuori da Shuya fino a nuovo ordine.

19 aprile 2018, Vladivostok: la polizia e i servizi di sicurezza federale (FSB) hanno fatto irruzione in un appartamento e hanno portato Valentin Osadchuk e tre donne anziane alla stazione di polizia per l'interrogatorio. Le autorità hanno poi contestato al signor Osadchuk l'articolo 282.2 (2) del codice penale, che ha una pena detentiva da due a quattro anni e lo ha messo in custodia cautelare. Il 23 aprile, la Corte distrettuale di Frunzenskiy ha ordinato di mantenere Osadchuk in detenzione preventiva fino al 20 giugno 2018. Attualmente è detenuto nella prigione investigativa n. 1 di Vladivostok.

18 aprile 2018, Polyarny, regione di Murmansk: In tarda serata, agenti di polizia e mascherati dell'OMON che portavano dei mitra hanno sfondato la porta della casa di Roman Markin. Gli agenti lo hanno costretto a buttarsi giù mentre era sotto tiro. Sua figlia adolescente, vedendo gli agenri armati, si è buttata immediatamente a terra e si coprì la testa con le braccia. La polizia ha perquisito i locali, dopo di che hanno portato il signor Markin alla stazione di polizia e lo hanno messo in custodia cautelare.

Quella stessa sera, la polizia ha perquisito le case di altri 14 Testimoni della zona e ha confiscato telefoni cellulari, tablet elettronici e altri oggetti personali. La polizia ha poi portato i Testimoni alla stazione di polizia per l'interrogatorio. Le autorità locali hanno avviato una causa penale contro il signor Markin, nonché contro un altro Testimone locale, Viktor Trofimov. Entrambi sono stati accusati ai sensi dell'articolo 282, paragrafo 2, comma 1, del codice penale per " aver partecipato alle attività di un'organizzazione estremista". Se condannati, potrebbero scontare pene detentive da sei a dieci anni. Entrambi gli uomini rimangono in custodia cautelare nella prigione n. 1 di Murmansk.

10 aprile 2018, distretto di Zaton, Ufa: tra le 6:30 e le 7:00, gli ispettori e gli agenti dell'OMON hanno fatto irruzione e perquisito le case di diversi Testimoni. Durante le ricerche, gli agenti hanno interrogato i Testimoni. In un caso, un agente ha detto a una delle vittime: "Sarai lasciato andare non appena affermerai che non sei un membro dell'organizzazione dei Testimoni di Geova.
"In un altro caso, un agente ha detto a una vittima: "Stiamo ripulendo la terra da voi". Tutti i Testimoni sono stati portati alla stazione di polizia per le impronte digitali e altre domande.

Mentre facevano irruzione nella casa del signore e della signora Khafizov, gli agenti hanno puntato le loro armi contro la coppia e hanno iniziato a cercare nei locali. Dopo la ricerca, un poliziotto ha afferrato la signora Khafizova per un braccio, l'ha spinta nella macchina della polizia e l'ha portata alla stazione per l'interrogatorio. Mr. Khafizov non è un testimone di Geova.

Didascalia foto: Anatoliy e Alyona Vilitkevich, prima dell'arresto di lui

Gli agenti hanno fatto irruzione nella casa di Anatoliy Vilitkevich e lo hanno arrestato. Hanno detto a sua moglie che non avrebbe visto suo marito "per molto tempo". Le autorità lo hanno accusato ai sensi dell'articolo 282.2 (1) del codice penale di "partecipare alle attività di un'organizzazione estremista" e lo stanno trattenendo in custodia cautelare fino al 2 giugno 2018. Se condannato, rischia fino a dieci anni di prigione.

Marzo 2018, Oryol: Oltre alla causa penale in corso contro Dennis Christensen, le autorità hanno avviato una seconda indagine penale contro un altro Testimone, Sergey Skrynnikov, in seguito alle ricerche in sette case a Oryol nel maggio 2017. Il signor Skrynnikov non è stato ancora incriminato. È stato accusato ai sensi dell'articolo 282.2, paragrafo 2, di "partecipare alle attività di un'organizzazione estremista". Se condannato, rischia una pena detentiva di due o quattro anni.

7 febbraio 2018, Belgorod: Grandi gruppi di agenti delle forze dell'ordine hanno fatto irruzione in almeno diecin case dei Testimoni. Gli agenti hanno gettato con forza diversi proprietari di case sul pavimento o li hanno appesi al muro. La polizia ha perquisito le case e confiscato dispositivi elettronici, passaporti, fotografie e denaro. Poi hanno portato tutti i Testimoni alla stazione di polizia, li hanno interrogati e li hanno rilasciati tutti tranne Anatoly Shalyapin e Sergei Voikov. La polizia ha arrestato i due uomini per 48 ore prima di liberarli definitivamente. Tuttavia, a entrambi gli uomini non è permesso viaggiare fuori da Belgorod.

23 gennaio 2018, Kemerovo: la polizia ha fatto irruzione e perquisito 12 case dei Testimoni e confiscato tutti i dispositivi elettronici, la letteratura religiosa e molti documenti. Prima delle incursioni, un uomo che fingeva di essere testimone di Geova aveva partecipato alle riunioni dei Testimoni e li aveva registrati segretamente; poi aveva dato le registrazioni alla polizia. Sulla base di queste registrazioni, le autorità hanno avviato un'indagine penale.

La sentenza della Corte Suprema separa potenzialmente le famiglie

Oltre a queste azioni sproporzionate della polizia e del FSB, le autorità russe hanno decretato che lo Stato può sequestrare figli dei testimoni di Geova per "risocializzarli". Il 14 novembre 2017, il Plenum della Corte Suprema della Federazione Russa ha stabilito, nella risoluzione n. 44, che si può essere "privati della patria potestà da parte di un tribunale" se si coinvolgono i propri figli in un'organizzazione religiosa che è stata vietata come "estremista"..

Il 23 novembre 2017, il Ministero dell'Istruzione e della Scienza ha emanato una "raccomandazione" nazionale che chiedeva la "risocializzazione" dei bambini esposti all'ideologia di "estremisti religiosi"... "Il ministero ha individuato solo due gruppi di bambini: quelli dei membri dell'ISIS e quelli dei testimoni di Geova. Ha notato che "decine di migliaia di bambini e adolescenti" hanno genitori che sono testimoni di Geova. Nessun bambino Testimone è stato portato via dai propri genitori finora.

Dove finirà la campagna del terrore?

Nessun altro stato membro del Consiglio d'Europa ha avviato un attacco così grave a una minoranza religiosa pacifica. I testimoni di Geova in Russia non possono più incontrarsi apertamente per adorare o leggere e studiare la Bibbia. Per evitare l'arresto e le azioni penali, devono adorare in segreto, come dovevano fare durante l'era sovietica.

I Testimoni di Geova di tutto il mondo sono profondamente preoccupati per i loro compagni di fede in Russia e ciò che questa campagna sponsorizzata dal governo significherà per loro emotivamente, spiritualmente e fisicamente. Philip Brumley, legale rappresentante dei testimoni di Geova, ha dichiarato: "Il governo russo dovrebbe fermare questi abusi e rispettare i propri impegni internazionali per rispettare i diritti umani e la libertà religiosa. Ora che le autorità sono passate dall'attaccare gli enti legali dei Testimoni a mettere i singoli in prigione, quale sarà il seguito per i testimoni di Geova in Russia?".

---
Fonte: www.jw.org/en/news/legal/by-region/russia/campaign-of-terror-for-jehovahs-wi...
Gioco di associazione di parole Ipercaforum42 pt.9/22/2019 11:30 PM by Da da da
Giorgia CardinalettiTELEGIORNALISTE FANS FORU...40 pt.9/22/2019 11:59 PM by miix
La Guerra della Domenica Sera - Fabio Fazio vs Barbara D'Urso vs Massimo GilettiAnkie & Friends - L&#...35 pt.9/22/2019 11:47 PM by XWF is TNA
5/4/2018 5:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore

Sconvolgente.

Questo per rispondere a chi sosteneva (chissà su quali basi) che il bando russo fosse solo teorico e le possibilità che si traducessero in persecuzione molto poche.

Un grazie ai detrattori con la parte migliore di sé ben al caldo, queste angherie si devono anche alla loro opera di 'informazione'.


______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
5/4/2018 5:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore

Ho trasferito la discussione in area pubblica

ELL / MOD

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
5/4/2018 5:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 27,295
TdG
La situazione in Russia sta andando di male in peggio.Ormai chi dirige questa battaglia contro i nostri fratelli,non ha nessuna intenzione di tornare indietro. [SM=g7556]

www.jw.org/it/news/jw-news/
[Edited by Amalia 52 5/4/2018 5:35 PM]
5/4/2018 6:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,459
Moderatore
5/4/2018 9:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,908
TdG
[SM=g7364]
5/4/2018 9:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,469
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re:
Purtroppo dopo l'ennesima sentenza di condanna, non ci si puo' aspettare altro. Speriamo siano solo azioni dimostrative, per fare vedere che loro sono proprio "cattivi".

Le forze speciali usate contro i pacifici tdG suona come una barzelletta.

Simon
5/5/2018 11:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore
Re:


Testimoni attualmente in custodia cautelare in carcere:
- Dennis Christensen, 45 anni, Oryol, detenuto dal 25 maggio 2017, e condannato a restare in carcere fino al 1 ° agosto 2018.
- Valentin Osadchuk, 42 ​​anni, Vladivostok, detenuto dal 19 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino al 20 giugno 2018.
- Viktor Trofimov, 61 anni, Polyarny, detenuto dal 18 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino al 12 giugno 2018.
- Roman Markin, 44 anni, Polyarny, detenuto dal 18 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino all'11 giugno 2018.
- Anatoliy Vilitkevich, 31 anni, Ufa, detenuto dal 10 aprile 2018 e condannato a restare in carcere fino al 2 giugno 2018.




Le autorità hanno poi contestato al signor Osadchuk l'articolo 282.2 (2) del codice penale, che ha una pena detentiva da due a quattro anni e lo ha messo in custodia cautelare. Il 23 aprile, la Corte distrettuale di Frunzenskiy ha ordinato di mantenere Osadchuk in detenzione preventiva fino al 20 giugno 2018. Attualmente è detenuto nella prigione investigativa n. 1 di Vladivostok.





18 aprile 2018, Polyarny, regione di Murmansk: In tarda serata, agenti di polizia e mascherati dell'OMON che portavano dei mitra hanno sfondato la porta della casa di Roman Markin. Gli agenti lo hanno costretto a buttarsi giù mentre era sotto tiro. Sua figlia adolescente, vedendo gli agenri armati, si è buttata immediatamente a terra e si coprì la testa con le braccia. La polizia ha perquisito i locali, dopo di che hanno portato il signor Markin alla stazione di polizia e lo hanno messo in custodia cautelare.





Quella stessa sera, la polizia ha perquisito le case di altri 14 Testimoni della zona e ha confiscato telefoni cellulari, tablet elettronici e altri oggetti personali. La polizia ha poi portato i Testimoni alla stazione di polizia per l'interrogatorio. Le autorità locali hanno avviato una causa penale contro il signor Markin, nonché contro un altro Testimone locale, Viktor Trofimov. Entrambi sono stati accusati ai sensi dell'articolo 282, paragrafo 2, comma 1, del codice penale per " aver partecipato alle attività di un'organizzazione estremista". Se condannati, potrebbero scontare pene detentive da sei a dieci anni. Entrambi gli uomini rimangono in custodia cautelare nella prigione n. 1 di Murmansk.







Gli agenti hanno fatto irruzione nella casa di Anatoliy Vilitkevich e lo hanno arrestato. Hanno detto a sua moglie che non avrebbe visto suo marito "per molto tempo". Le autorità lo hanno accusato ai sensi dell'articolo 282.2 (1) del codice penale di "partecipare alle attività di un'organizzazione estremista" e lo stanno trattenendo in custodia cautelare fino al 2 giugno 2018. Se condannato, rischia fino a dieci anni di prigione.



Arresti per ogni dove.

Un lurkatore col posteriore al caldo, iscritto ad un forum di odiatori di testimoni di Geova, afferma che vi sarebbe stato un solo arrestato in Russia. Evidentemente costui non sa leggere.

[Edited by EverLastingLife 5/5/2018 11:51 PM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
5/6/2018 12:15 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore
Re:
EverLastingLife, 04/05/2018 17.14:



Un grazie ai detrattori con la parte migliore di sé ben al caldo, queste angherie si devono anche alla loro opera di 'informazione'.




Evidentemente questa mia osservazione va chiarita. Si potrebbe immaginare leggendola che i fuoriusciti costituirebbero una voce abbastanza autorevole da condizionare addirittura il governo russo.

Non sono tanto demente da sostenere una cretinata simile. I fuoriusciti, intesi come fenomeno sociale, sono "il nulla". Non hanno alcun peso, nemmeno minimo. Purtroppo però non si può escludere che singoli ex-testimoni di Geova abbiano un discreto potere di penetrazione e che qualche politico o magistrato, più avvezzo allo scandalismo e all'informazione-spazzatura che all'indagine rigorosa della verità, presti orecchio a simili soggetti. Nei processi russi qualche giudice ha pensato bene di chiamare a deporre anche dei fuoriusciti dissidenti, noncurante del parere dei sociologi che annoverano i "former members" fra il peggio del peggio del trash. Ergo si può ben dire che una responsabilità, per quanto piccola, del dramma che stanno vivendo i cristiani russi sia da ascrivere a detti individui.

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
5/6/2018 1:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,667
TdG
Aspettarsi da un paese totalitario un margine di tolleranza è fuorviante, ,uno stato che perseguita i propri cittadini che politicamente avversano il governo in maniera democratica fa capire quale sia il significato di democrazia in questo paese

quello che fanno ai loro stessi cittadini è aberrante :

www.corriere.it/esteri/18_maggio_05/cortei-anti-putin-navalny-300-fermati-6d753360-5063-11e8-b1fd-5e018169fe...
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
forum Testimoni di Geova




Nella vita non ci sono problemi ma.....soluzioni.
7/12/2018 8:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore
Riprendo un commento di un lurkatore anonimo col posteriore al caldo secondo cui in Russia vi sarebbe stato finora "un solo arrestato tdg, e neppure russo".

Ultime notizie da JW:


www.jw.org/it/news/sviluppi-legali-diritti-umani/sviluppi-legali-per-area-geografica/russia/testimoni-imprigionati-nuove-ir...


Russia: nuove irruzioni e altri Testimoni imprigionati

Durante l’ultimo mese le autorità russe hanno promosso una campagna del terrore e hanno arrestato e messo in prigione altri Testimoni con il pretesto di contrastare l’estremismo. Le forze di polizia hanno fatto irruzione in case private a Birobidžan, Chabarovsk, Magadan, Orenburg, Naberežnye Čelny, Perm’, Pskov, Saratov e Tomsk. Hanno arrestato altri 15 Testimoni, facendo così salire a 20 il numero di quelli che si trovano in custodia cautelare, mentre altri due sono agli arresti domiciliari. Ad almeno 15 Testimoni, compresi alcuni di circa 70 e 80 anni, è stato chiesto di firmare un documento con cui si sono impegnati a non allontanarsi dalla zona in cui vivono. Al 14 giugno 2018, sono più di 40 i Testimoni contro i quali le autorità russe hanno avviato procedimenti penali e che rischiano di essere condannati a una pena di reclusione fino a 10 anni.


Luoghi delle irruzioni avvenute in Russia

Il governo russo ha violato apertamente quanto aveva affermato durante un’udienza pubblica, ovvero che lo scioglimento degli enti giuridici dei Testimoni di Geova non avrebbe avuto ripercussioni sulla libertà dei singoli Testimoni di professare la propria fede. La Russia non ha tenuto per niente conto di quanto precedentemente dichiarato e sta applicando in modo improprio l’articolo 282 del Codice penale, al fine di accusare i Testimoni di partecipare alle attività di un’organizzazione “estremista”, di organizzarle e finanziarle. In realtà però, piuttosto che contrastare l’estremismo, la Russia sta perseguitando i propri cittadini per le loro pacifiche attività religiose.

Recenti irruzioni, arresti e detenzioni
12 giugno 2018, Saratov. La polizia ha fatto irruzione in diverse case di Testimoni, le ha perquisite e ha condotto almeno 10 Testimoni alla stazione di polizia per interrogarli. Durante una di queste perquisizioni le autorità hanno introdotto e nascosto pubblicazioni religiose che erano state precedentemente vietate da alcuni tribunali russi. Cinque Testimoni sono stati arrestati: due sono stati poi rilasciati, mentre gli altri tre sono stati trattenuti dalla polizia. Konstantin Baženov e Feliks Machammadiev sono stati accusati di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista”. L’accusa penale nei confronti del terzo Testimone, Aleksej Budenčuk, non è stata confermata. Il 14 giugno 2018 il Tribunale distrettuale Frunzenskij di Saratov ha stabilito che Baženov e Machammadiev dovranno rimanere in regime di custodia cautelare fino al 12 agosto 2018. Lo stesso tribunale ha disposto la custodia cautelare anche per Budenčuk, ma la data del suo rilascio non è stata confermata. Inoltre la polizia ha ordinato a un altro Testimone di firmare un documento che lo vincola a non allontanarsi dalla zona.

3 giugno 2018, Tomsk. Alle 10 del mattino poliziotti e agenti delle forze speciali russe (Specnaz) hanno fatto irruzione in due abitazioni di Testimoni a Tomsk, in Siberia. Hanno trattenuto una trentina di Testimoni, compresa una donna di 83 anni. Hanno sequestrato oggetti personali presi dalle abitazioni e dai veicoli, poi hanno fatto salire i Testimoni su dei camioncini e li hanno scortati fino al Centro per la lotta alle attività estremiste.

Una volta arrivati lì, gli inquirenti Ivan Vedrencev, Aleksandr Ivanov e Vjačeslav Lebedev hanno sottoposto a un duro interrogatorio alcuni dei Testimoni fino alle due del mattino seguente. Hanno anche minacciato di far licenziare uno di loro. Nel frattempo al Centro sono arrivate più volte delle ambulanze e almeno un Testimone è stato ricoverato in ospedale.

Uno dei Testimoni, Sergej Klimov, è stato trattenuto in stato di fermo. Il 5 giugno 2018 il Tribunale distrettuale Oktjabr’skij di Tomsk lo ha accusato di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista” e ha stabilito che dovrà rimanere in regime di custodia cautelare fino al 4 agosto 2018. Il giudice non ha concesso a Klimov né gli arresti domiciliari né il rilascio su cauzione.

3 giugno 2018, Pskov. Le forze di polizia hanno fatto irruzione in diverse case di Testimoni a Pskov. In un’abitazione tutti i presenti, tra cui due ospiti non Testimoni, sono stati trattenuti e interrogati. Molti Testimoni, incluso Gennadij Špakovskij, sono stati portati alla sede regionale di Pskov del Servizio Federale di Sicurezza (FSB) per essere interrogati. Su alcuni di loro sono state fatte pressioni perché presentassero prove contro Špakovskij. Le autorità hanno avviato un’azione penale a suo carico accusandolo di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista”. Špakovskij è stato poi rilasciato, ma in qualunque momento potrebbero essere presentate a suo carico nuove accuse.

30 maggio 2018, Chabarovsk. Dopo essersi introdotti con la forza in casa sua e averla perquisita, alcuni poliziotti hanno arrestato Ivan Pujda. Lo hanno scortato a Magadan, dove lo hanno tenuto sotto custodia. Il 1° giugno 2018 il Tribunale distrettuale Železnodorožnyj ha accusato Pujda di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista” e ha stabilito che dovrà rimanere in regime di custodia cautelare fino al 30 luglio 2018.

30 maggio 2018, Magadan. Agenti di polizia armati e a volto coperto hanno fatto irruzione in case private a Magadan e hanno arrestato e trattenuto Konstantin Petrov, Evgenij Zjablov e Sergej Erkin. Il 1° giugno 2018 il Tribunale cittadino di Magadan ha accusato Petrov e Zjablov di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista”. Lo stesso giorno il Tribunale distrettuale Magadanskij ha mosso accuse simili anche contro Erkin. Per i tre Testimoni è stato disposto il regime di custodia cautelare fino al 29 luglio 2018.


29 maggio 2018, Šuja (regione di Ivanovo). Le autorità hanno arrestato per la seconda volta Dmitrij Michajlov. Dopo l’irruzione del 20 aprile, la polizia lo aveva accusato di “aver partecipato alle attività di un’organizzazione estremista” e gli aveva imposto di firmare un documento che lo vincolava a non allontanarsi. Il 29 maggio le autorità lo hanno accusato anche di “aver finanziato attività estremiste”. Il 3 giugno 2018 il Tribunale cittadino di Šuja ha stabilito che Michajlov dovrà rimanere in regime di custodia cautelare fino al 19 luglio 2018.

27 maggio 2018, Naberežnye Čelny (Repubblica dei Tatari). Durante la notte agenti dell’FSB hanno perquisito 10 case private e hanno sequestrato dispositivi elettronici, telefoni cellulari e passaporti. Il’cham Karimov, Konstantin Matrašov e Vladimir Mjakušin sono stati arrestati e tenuti sotto custodia. Il 29 maggio 2018 il Tribunale distrettuale Naberežnočelninskij li ha accusati di aver organizzato le attività di un’organizzazione “estremista”, di avervi partecipato e di aver reclutato adepti. Il tribunale ha disposto per loro il regime di custodia cautelare fino al 25 luglio 2018. In seguito, anche Ajdar Jul’met’ev è stato arrestato e il 31 maggio 2018 il tribunale ha disposto per lui il regime di custodia cautelare.

22 maggio 2018, Perm’. Mentre i coniugi Aleksandr e Anna Solov’ev tornavano a Perm’ dopo un viaggio in Moldova, alcuni agenti di polizia li hanno fermati alla stazione dei treni, hanno ammanettato il marito, sequestrato i suoi effetti personali e scortato la coppia alla stazione di polizia in veicoli diversi. Mentre tratteneva il marito, la polizia ha perquisito la loro abitazione e ha interrogato la moglie. Il 24 maggio 2018 il Tribunale distrettuale Sverdlovskij ha accusato Aleksandr Solov’ev di “aver partecipato alle attività di un’organizzazione estremista” e lo ha messo agli arresti domiciliari.

17 maggio 2018, Birobidžan. Durante un’operazione di polizia dal nome in codice “Giorno del giudizio”, 150 poliziotti e agenti dell’FSB hanno fatto irruzione in 22 abitazioni di Testimoni. La polizia ha sequestrato tablet, telefoni cellulari e denaro. Inoltre ha arrestato e imprigionato Alam Aliev, uno dei 34 Testimoni perquisiti durante l’irruzione. Il 18 maggio il Tribunale distrettuale Birobidžanskij lo ha accusato di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista” e ha disposto il regime di custodia cautelare fino al 13 luglio 2018. Il 25 maggio 2018 il giudice Sizova della Corte d’appello della Regione autonoma ebraica ha accolto l’appello di Aliev e ha ribaltato la sentenza riguardo al regime di custodia cautelare.

16 maggio 2018, Orenburg. Alcuni poliziotti hanno fatto irruzione in case private e le hanno perquisite. Hanno arrestato tre Testimoni: Aleksandr Suvorov, Vladimir Kočnev e Vladislav Kolbanov. Il 18 maggio il Tribunale distrettuale Promyšlennyj ha accusato Kolbanov di “aver finanziato attività estremiste”. Il tribunale ha disposto il suo rilascio ma gli ha imposto gli arresti domiciliari. Il giorno successivo lo stesso tribunale ha accusato Kočnev e Suvorov di “aver organizzato le attività di un’organizzazione estremista” e ha disposto per loro il regime di custodia cautelare fino al 14 luglio 2018. L’inquirente ha anche ordinato ad altri sette Testimoni di firmare un documento con cui si sono impegnati a non lasciare la città mentre le indagini sono in corso.


La condanna internazionale avrà effetto?

Sia l’Unione Europea sia gli Stati Uniti hanno rilasciato delle dichiarazioni ufficiali che condannano la Russia per la violazione delle libertà fondamentali. L’Unione Europea ha sollecitato la Russia a “rispettare gli impegni presi a livello internazionale per garantire la libertà di religione o credo, la libertà di espressione e la libertà di riunione”. Inoltre gli Stati Uniti hanno esortato la Russia a “rilasciare immediatamente tutti quelli che sono stati imprigionati solo per aver esercitato la propria libertà di religione o credo”.

Philip Brumley, referente legale dei Testimoni di Geova, ha affermato: “I Testimoni di Geova di tutto il mondo sono molto turbati a causa della dura persecuzione che i loro compagni di fede in Russia stanno subendo; si tratta dello stesso tipo di repressione a cui furono sottoposti durante il regime comunista. I continui abusi della Russia sono una palese violazione degli impegni presi per garantire il rispetto dei diritti umani fondamentali”.

[Edited by EverLastingLife 7/12/2018 9:10 AM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
7/12/2018 8:50 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore
Testimoni messi recentemente in regime di custodia cautelare:

Aleksandr Suvorov, 38 anni, Orenburg, recluso dal 16 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 14 luglio 2018.

Vladimir Kočnev
, 38 anni, Orenburg, recluso dal 16 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 14 luglio 2018.

Il’cham Karimov, 37 anni, Naberežnye Čelny, recluso dal 27 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 25 luglio 2018.

Konstantin Matrašov
, 29 anni, Naberežnye Čelny, recluso dal 27 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 25 luglio 2018.

Naberežnye Čelny
, recluso dal 27 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 25 luglio 2018.

Ajdar Jul’met’ev
, 24 anni, Naberežnye Čelny, recluso dal 27 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 25 luglio 2018.

Dmitrij Michajlov
, 40 anni, Šuja, recluso dal 29 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 19 luglio 2018.

Konstantin Petrov, 31 anni, Magadan, recluso dal 30 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 29 luglio 2018.

Sergej Erkin
, 64 anni, Magadan, recluso dal 30 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 29 luglio 2018.

Evgenij Zjablov
, 41 anni, Magadan, recluso dal 30 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 29 luglio 2018.

Ivan Pujda
, 39 anni, Chabarovsk, recluso dal 30 maggio 2018. Rimarrà in prigione fino al 30 luglio 2018.

Sergej Klimov, 48 anni, Tomsk, recluso dal 3 giugno 2018. Rimarrà in prigione fino al 4 agosto 2018.

Konstantin Baženov, 43 anni, Saratov, recluso dal 12 giugno 2018. Rimarrà in prigione fino al 12 agosto 2018.

Feliks Machammadiev
, 33 anni, Saratov, recluso dal 12 giugno 2018. Rimarrà in prigione fino al 12 agosto 2018.

Aleksej Budenčuk
, 35 anni, Saratov, recluso dal 12 giugno 2018. La data del rilascio non è stata confermata.
[Edited by EverLastingLife 7/12/2018 8:51 AM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
7/12/2018 9:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore
E dunque, dopo il bando, un solo tdg è stato rilasciato e altri 20 ne sono stati arrestati. E oltre a ciò perquisizioni, interrogatori fino a notte fonda, licenziamenti, maltrattamenti fisici e altri abusi. Come era facile prevedere, e come infatti avevamo previsto.

E intanto i fuoriusciti anonimi col deretano al caldo, nelle loro cloache felici, aprono 3D su vignette ebetoidi e ritagli di pubblicazioni WTS di settant'anni fa.

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
7/12/2018 11:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,478
Moderatore
Questa gente avrà sulla coscienza le sofferenze di innocenti. L'appoggio morale alle persecuzioni è ributtante e indicativo dei loro motivi.

Shalom
[Edited by barnabino 7/12/2018 11:06 AM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
7/23/2018 11:24 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,423
Moderatore

Fonte: un sito di fuoriusciti, altre info in spoiler


Ecco cosa pensano i detrattori di quanto sta avvenendo in Russia:



Unica nota stonata di quello che sta succedendo in Russia sarà lo sfruttamento da parte della wts del vittimismo e della trasformazione in martiri dei tdg.



Unica nota stonata è questa: il vittimismo. E quindi le persecuzioni non sono una 'nota stonata': ci stanno bene. Per questo detrattore, i tdG russi che vengono licenziati, percossi, incarcerati, separati dalle famiglie, sottoposti a duri interrogatori, a cui viene impedito persino di tenere una pacifica adunanza, fanno del 'vittimismo'.



Purtroppo il solito lupo travestito da agnello passerà per povero disgraziato innocente e martirizzato.



Il "lupo travestito da agnello" va in carcere, perde il lavoro e non ha alcuna prospettiva di ritrovarlo se e quando ne uscirà; la sua casa viene messa a soqquadro e perquisita; la Sala del Regno in cui tiene adunanze del tutto pacifiche viene vandalizzata o assalita dalle forze dell'ordine armate di tutto punto; se è sposato viene separato da moglie e figli; viene sottoposto ad un durissimo logorio psicologico dovuto a interrogatori inutili ed estenuanti; è mortificato, umiliato, malmenato; tutto questo perché il governo russo ha deciso, contro tutte le democrazie occidentali, che i tdG sono 'estremisti' perché diffondono pubblicazioni quali Il mio libro di Racconti Biblici.

Intanto, e lo sottolineo quattro volte, i detrattori col deretano a caldo propagano indisturbati le loro ideologie fascistoidi, continuando a sparare improperi e bugie sul conto dei testimoni di Geova, salvo esternare per la gestione russa - a parole - un disappunto fasullo come una banconota da 30 euro.

Vergognatevi.

Vergognatevi.

[Edited by EverLastingLife 7/23/2018 11:27 AM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
7/23/2018 11:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,459
Moderatore
chissà che religione professano questi bei campioni della razza umana?
magari alla domenica vanno a messa e poi alla fine quando il prete dice la messa è finita andate in pace, per pace intendono proprio quello che scrivono sui forum anti tdG

Chissà se pensano che Dio li approvi...





















Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:42 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com