printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Peccato originale

Last Update: 5/10/2018 5:41 PM
Author
Print | Email Notification    
5/10/2018 8:36 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,082
Location: ANCONA
Age: 63
TdG
Che frutto era quello dell'albero della conoscenza del bene e del male?
Che frutto mangiarono Adamo ed Eva, nella Genesi?


2 Agosto 2015

di Dylanculture

La Bibbia racconta che Adamo ed Eva mangiarono il frutto dell’albero della conoscenza del Bene e del Male, contravvenendo alla proibizione di Dio. Per questa ragione i due furono scacciati dall’Eden, perdendo i privilegi di cui godevano al momento della creazione. La decisione di mordere questo frutto fu dunque il “peccato originale” in conseguenza del quale Dio condannò per sempre l’uomo a un’esistenza difficile, degradata dal punto di vista morale, fisico e spirituale.

Ma di che frutto si trattava? Una mela, facile… o forse no. Leggiamo alcuni passi della Genesi, per renderci conto di come la questione sia più complicata del previsto.

Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, tra cui l’albero della vita in mezzo al giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male. (Genesi 2,9)

Il Signore Dio diede questo comando all’uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti». (Genesi 2, 16-17)

E infine, la parte più importante, Genesi 3, 1-7:

Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: «E’ vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?».
Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell’albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete». Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male».
Allora la donna vide che l’albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch’egli ne mangiò. Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture.

Inutile rileggere: nel libro non è specificato di quale frutto si trattasse. Molti commentatori hanno ritenuto che fosse un fico, dato che le foglie di questo albero vennero utilizzate da Adamo ed Eva per coprirsi, ricevendo una conferma dal ‘Testamento di Adamo‘, apocrifo del Vecchio Testamento, in cui Seth domanda al padre Adamo quale sia stato il frutto che ha causato la sua perdizione, ottenendo come risposta proprio un fico.

Ma la fantasia umana si è sbizzarrita: altri hanno ipotizzato che si trattasse di un grappolo d’uva, di un cedro o di un melograno. L’identificazione dell’albero con un melo avvenne probabilmente durante il Medioevo, quando i segni vocali si affievolirono molto e si poté fare confusione tra i due significati di malum, ovvero male (mălum) e mela (mālum): l’albero della conoscenza del bene e del male può essere diventato, per un errore di traduzione, un melo.

Che fosse davvero una mela è pero’ improbabile, se non altro per ragioni botaniche. Se accogliamo il presupposto che il Giardino dell’Eden fosse collocato in una regione del Medio Oriente, qui non c’è un clima favorevole alla crescita della mela che noi conosciamo.

La scelta della mela fu aiutata dalla tradizione: la simbologia della mela è presente in molte altre culture, spesso a simboleggiare la discordia, come nei miti greci dove una mela è il frutto che Paride dà in premio ad Afrodite designandola la più bella tra le dee dell’Olimpo, ma anche la fertilità, come nell’iconografia medioevale. In seguito un ruolo cruciale lo ebbero anche gli artisti medievali e rinascimentali, come Pieter Paul Rubens (1577-1640), di cui si ricorda Adamo ed Eva nel Paradiso Terrestre, dove sembra proprio che il frutto che sta per essere colto sia una mela.

Dalla tradizione biblica la mela passò a sua volta fuori dall’ambito sacro: fu una mela posta sulla testa del figlio quella che Guglielmo Tell, leggendario eroe svizzero, dovette colpire con una freccia (leggenda su cui torneremo in futuro), ed è con una mela che la strega cattiva avvelena Biancaneve nella favola dei fratelli Grimm. Una continuità che arriva fino alla mela come simbolo di New York, ma anche della casa discografica fondata dai Beatles e all’Apple: la mela morsicata, secondo alcuni simbolo di conoscenza.


usandculture.wordpress.com/2015/08/02/che-frutto-mangiarono-adamo-ed-eva-nella...

Ciao
anto_netti
E' giusto adorare Gesù?93 pt.6/19/2019 8:47 AM by domingo7
il Purgatorio cattolico71 pt.6/19/2019 8:32 AM by Aquila-58
carte da culSenza Padroni Quindi Roma...52 pt.6/18/2019 7:59 PM by er.principe77
5/10/2018 8:39 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,082
Location: ANCONA
Age: 63
TdG
Secondo me si trattava di un frutto completamente diverso da tutti gli altri. Come lo è anche il frutto dell'albero della vita. Due tipi di frutti che hanno un significato anche simbolico e profondo.

Ciao
anto_netti
5/10/2018 8:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,131
Location: ZAGAROLO
Age: 28
In realta anche bibblicamente non aveva differenza.

Dio proibi i frutti del ALBERO.
Dando pa sua collocazione precisa.
L albero con maggiore probabilità era riconoscibile dalla collocazione precisamente nel centro del giardino.

Un po come una stanza riservata in un complesso di stanze ...
Non sono le mura e la porta importanti ma l'uso scelto .

5/10/2018 9:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,076
Moderatore
chissà!
Mi stimola un ragionamento il fatto che ad un certo punto Eva vide che il frutto era buono da mangiare...
prima non era appetibile?
cosa aveva di diverso dagli altri frutti?

forse era un frutto completamente diverso?
mah! [SM=g1871115]
5/10/2018 11:23 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,082
Location: ANCONA
Age: 63
TdG
Gesù parla dell'acqua della vita. Acqua di vita eterna. "Chi berrà di quest'acqua non avrà più sete". In senso spirituale naturalmente.

In Rivelazione si parla di acqua di guarigione.

Sono tutte cose in relazione con il frutto dell'albero della vita. E perchè no, anche con l'albero della conoscenza del bene e del male.

Ecco che questo fa pensare a frutti speciali. Che poi hanno anche un risvolto simbolico.

E se le acque di guarigione siano i prodotti che la Terra darà nel nuovo mondo? Una sana alimentazione, proveniente dai prodotti della Terra, ricca di sostanze naturali utili al corpo umano. Acqua ricca di sostanze utili e frutti ugualmente ricchi di sostanze utili. Mah! Chissà!

Ciao
anto_netti
5/10/2018 5:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,131
Location: ZAGAROLO
Age: 28
La relazione del acqua con l albero non mi è mai venuta, interessante ...

Se però torniano al fattore che l albero della vita sia solamente un comune albero e che il suo potere è in realta la concessione divina il nesso ha molto piu senso
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:50 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com