printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva

Interrogazione parlamentare. testo vero o fake new?

Ultimo Aggiornamento: 17/07/2018 20.04
Autore
Stampa | Notifica email    
15/07/2018 10.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 70
Età: 44
Interrogazione parlamentare sui tdg: vera o fake new?
Non è un mistero per voi che, gentilmente, mi permettete di interloquire qui, che io giro tra i siti "antigeovisti" e apostati, per usare la vostra terminologia. Oggi vi sottopongo questo testo nel quale mi sono imbattuto, una interrogazione parlamentare sui tdg: vi risulta o è un fake? Grazie.

Atto n. 3-03845 (con carattere d'urgenza)

Pubblicato il 29 giugno 2017, nella seduta n. 849

BLUNDO , GIARRUSSO , PUGLIA , GIROTTO , ENDRIZZI , BULGARELLI , IDEM , PELINO , CENTINAIO - Al Ministro dell'interno. -
Premesso che con raccomandazione n. 1412/1999 il Parlamento e il Consiglio europeo, pur ribadendo l'impegno per la libertà di coscienza e di religione, invitavano i Governi degli Stati membri a istituire o sostenere, tra l'altro, centri indipendenti nazionali o regionali d'informazione sui gruppi di natura religiosa, esoterica e spirituale e a favorire la creazione di organizzazioni non governative per le vittime o le famiglie delle vittime di gruppi religiosi esoterici o spirituali. Nell'ottica di garantire una speciale attenzione e forme efficaci di assistenza alle persone più vulnerabili o mentalmente manipolabili da questi gruppi, in modo particolare i minori, lo stesso Parlamento europeo raccomandava al Comitato dei Ministri di prevedere azioni specifiche volte a istituire un osservatorio europeo sui gruppi di natura religiosa, esoterica o spirituale per rendere più facile lo scambio di informazioni tra i centri nazionali;

considerato che:

risulta agli interroganti che a nessuno dei precetti della raccomandazione sia stata finora data attuazione nel nostro Paese, nonostante siano stati presentati, nella XVII Legislatura e in quelle precedenti, numerosi atti di sindacato ispettivo, ancora senza riscontro, coi quali si sollecitavano le istituzioni italiane ad attivarsi per la loro immediata realizzazione;

a parere degli interroganti, il silenzio delle istituzioni è ancora più ingiustificato a fronte della proliferazione negli ultimi anni di gruppi religiosi, esoterici, spirituali e pseudo-terapici, anche a causa dell'esponenziale diffusione della rete web e delle nuove tecnologie internet. Molti di questi gruppi utilizzano raffinate tecniche di condizionamento mentale su persone che attraversano una fase particolarmente difficile della propria vita, offrendo loro un percorso di supporto spirituale o psicologico che col tempo si trasforma in un vero e proprio calvario, e diventano in molti casi vittime di abusi emotivi, fisici, economici e sessuali. Tale problematica è stata studiata in Italia già nel 1998 nel noto rapporto della Direzione centrale della polizia di prevenzione, titolato "Sette religiose e nuovi movimenti magici in Italia", oltre che nelle ripetute segnalazioni delle relazioni semestrali dei servizi di intelligence nazionali. Gli elementi raccolti hanno portato alla costituzione nel 2006 della squadra anti sette (SAS), specialità della Polizia che tuttavia svolge funzioni meramente repressive;

attualmente risulterebbe difficile quantificare con esattezza il fenomeno. Già in data 7 gennaio 2015 "l'Espresso" on line accendeva i riflettori su alcune vittime di tali movimenti, mettendo in risalto il trend espansivo del fenomeno, ma anche la disarmante carenza di dati. Nell'articolo si evidenziava, prendendo proprio spunto dal citato rapporto del 1998, la presenza di 76 movimenti religiosi per un totale di 78.500 affiliati. Il numero, col tempo, risulterebbe cresciuto a dismisura, tenuto inoltre conto che l'indagine si occupò prevalentemente di alcune tipologie di gruppi, costituenti, pertanto, una minima parte di quelli attualmente presenti sul territorio nazionale. Analogo argomento è stato trattato in un dossier pubblicato sul giornale on line "Linkiesta" nel gennaio 2016;

tra i casi di abusi più eclatanti compaiono, sulla base degli elementi informativi acquisiti dagli interroganti, quelli che hanno riguardato l'organizzazione dei testimoni di Geova, dove negli ultimi anni si sarebbero verificati molteplici abusi sessuali su minori, insabbiati e mai denunciati alle procure competenti dalla stessa congregazione. Di tali allarmanti vicende riferivano, tra gli altri, in maniera diffusa il quotidiano on line "Corriere della sera", in un video-inchiesta del 23 maggio 2016, la trasmissione televisiva "Le Iene" nel marzo 2016, "Il Giornale" il 23 maggio 2016, la "Gazzetta del Mezzogiorno" del 15 febbraio 2017; tali notizie di stampa riportano interviste e testimonianze dirette di vittime che hanno presentato anche alcuni esposti in varie Procure della Repubblica;

inoltre, commissioni governative indipendenti, quali quella australiana, attivate per far luce sugli abusi sessuali infantili in seno a realtà istituzionali e religiose, rilevavano la gravità e sistematicità di quanto emerso anche dalle citate fonti di stampa italiane. Nel caso dell'organizzazione geovista, nessuno dei 1.060 casi di abusi su minori registrati dalla chiesa dei testimoni di Geova d'Australia è risultato essere stato segnalato alle autorità competenti, gli abusatori sono stati frequentemente coperti o reintegrati nella confessione sulla base del semplice pentimento e le vittime di reato sottoposte, per contro, a processi di vittimizzazione secondaria e ostracizzate dall'organizzazione. Le politiche interne dei testimoni di Geova, analoghe in tutto il mondo, sono inoltre risultate, all'analisi della commissione suddetta, gravemente fallimentari in tema di tutela dei bambini e prevenzione dell'abuso minorile;

considerato infine che, a parere degli interroganti:

attualmente è presente un vuoto normativo non trascurabile in merito alle criticità evidenziate. A seguito, infatti, della dichiarazione di incostituzionalità, con sentenza della Consulta n. 96 del 1981, del cosiddetto reato di plagio previsto ex articolo 603 del codice penale, in Italia non è più esistita un'effettiva tutela giuridica dell'integrità fisica e psichica degli individui. Da allora sedicenti "santoni" e "guru" continuano ad agire indisturbati, mentre numerose proposte e disegni di legge giacciono in attesa di essere esaminate dalle Commissioni e Aule parlamentari;

complessivamente risulta essere nullo anche l'impegno delle istituzioni nella definizione di politiche sociali e culturali di prevenzione in materia di settarismo abusante o criminale,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non consideri opportuno procedere ad un'analisi complessiva del fenomeno, ai fini di aggiornare il rapporto pubblicato nel 1998 che risulta essere ormai obsoleto, nonché approfondire le motivazioni che sottendono all'attuale scarsissima tutela giuridica dell'abuso sessuale infantile in contesti religiosi;

se, viste le proposte e i disegni di legge depositati in Parlamento, non ritenga altresì urgente adottare misure di carattere normativo volte a garantire un'efficace tutela giuridica dell'integrità fisica e psichica dei minori e in generale dei soggetti coinvolti, ovvero inseriti in contesti coercitivi;

quali siano le motivazioni che hanno concretamente impedito allo Stato italiano di recepire gli inviti contenuti nella raccomandazione n. 1412/1999 del Parlamento e del Consiglio europeo;

se non ritenga necessario adottare tempestivamente un piano nazionale di informazione e prevenzione in materia di settarismo abusante o criminale.
[Modificato da Giacomo2018 15/07/2018 10.45]
Storicita del nuovo testamento286 pt.17/10/2018 21.52 by Aquila-58
Domanda: Giuseppe fa parte dei 144000?47 pt.16/10/2018 22.11 by Aquila-58
Benedetta RinaldiTELEGIORNALISTE FANS FORU...36 pt.17/10/2018 11.34 by PAOLO.CAMBIAGHI
15/07/2018 10.50
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 26.354
Città: ANCONA
Età: 60
TdG
Re: Interrogazione parlamentare sui tdg: vera o fake new?
Giacomo2018, 15/07/2018 10.43:

Non è un mistero per voi che, gentilmente, mi permettete di interloquire qui, che io giro tra i siti "antigeovisti" e apostati, per usare la vostra terminologia.




apostata e antigeovista non sono nostri termini.
Apostasia o apostata lo si trova nella Bibbia diverse volte, per esempio in 2 Tess. 2:3.
"Geovismo", "Geovista" sono termini dispregiativi coniati da nostri detrattori e non da noi.
Quindi noi, USANDO UNA LORO TERMONOLOGIA, defininiamo giustamente "antigeovista" un loro sito ipercritico nei nostri confronti

[Modificato da Aquila-58 15/07/2018 10.51]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
15/07/2018 11.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 28.565
Città: MILANO
Età: 48
TdG
Re: Interrogazione parlamentare sui tdg: vera o fake new?
Giacomo2018, 15/07/2018 10:43:

Non è un mistero per voi che, gentilmente, mi permettete di interloquire qui, che io giro tra i siti "antigeovisti" e apostati, per usare la vostra terminologia. Oggi vi sottopongo questo testo nel quale mi sono imbattuto, una interrogazione parlamentare sui tdg: vi risulta o è un fake? Grazie. ...



Probabilmente è vera, ma noi non abbiamo nè tempo nè voglia di seguire tutte le interrogazioni proposte nel nostro parlamento dove, per definizione, si "parla".

Quella legislatura è finita e oggi abbiamo un altro governo.

Simon
15/07/2018 16.50
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 29.126
Moderatore
Non è la prima volta che amici di parlamentari, che non sanno niente su di noi, li spingono ad interrogazioni parlamentari...ci sono tante associazione che non ci sopportano...non è una novità...come appunto le interrogazioni...

si può leggere qui la risposta della filiale all'interrogazione del '98

tdgonline.altervista.org/risposta-ufficiale-della-congregazione-cristiana-dei-testimoni-di-geova-allinterrogazione-parlamentare-del-12-novembre-1998-sed...
15/07/2018 17.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 53.174
Moderatore
Caro Giacomo,


vi risulta o è un fake?



Francamente non capisco la domanda che così posta pare fatta da un completo sprovveduto. Il nostro forum non ha nulla a che fare con il Senato della Repubblica, se una cittadino vuol sapere se la notizia dell'interrogazione è una fake news è sufficiente consulatare il sito del Senato

www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id...

Bizzarramente i siti antigeovisti non avrebbero messo la fonte? E se l'hanno messa, quale sarebbe la tua vera domanda? Cioè davvero sei tanto sprovveduto che non hai pensato di consultare il sito de Senato? Amico mio, se è così credo che tu abbia qualche problema...

Shalom [SM=g2037509]
[Modificato da barnabino 15/07/2018 18.55]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
15/07/2018 21.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 70
Età: 44
Re:
barnabino, 15/07/2018 17.11:

Caro Giacomo,


vi risulta o è un fake?



Francamente non capisco la domanda che così posta pare fatta da un completo sprovveduto. Il nostro forum non ha nulla a che fare con il Senato della Repubblica, se una cittadino vuol sapere se la notizia dell'interrogazione è una fake news è sufficiente consulatare il sito del Senato

www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id...

Bizzarramente i siti antigeovisti non avrebbero messo la fonte? E se l'hanno messa, quale sarebbe la tua vera domanda? Cioè davvero sei tanto sprovveduto che non hai pensato di consultare il sito de Senato? Amico mio, se è così credo che tu abbia qualche problema...

Shalom [SM=g2037509]



"Signore fa che i cattivi diventino buoni, e che i buoni diventino simpatici..."

Mark Twain


15/07/2018 21.40
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 29.126
Moderatore


La comunicazione è un po' come l'eco...
se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare
il messaggio che invii...

[SM=g27988]
15/07/2018 23.18
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 70
Età: 44
Re:
Giandujotta.50, 15/07/2018 21.40:



La comunicazione è un po' come l'eco...
se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare
il messaggio che invii...

[SM=g27988]




... eh già. Ma a dover cambiare, ovviamente, sono sempre "les autres"...
15/07/2018 23.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 257
Mi sembra chiaro che questa come simili discussioni di pari tenore abbia il solo scopo di infilare nel forum un po' di spazzatura attraverso il sotterfugio della “domanda innocente”.

Se poi devo proprio dir la mia da semplice utente mi va benissimo che si parli anche di atti scellerati come quello in oggetto ma interpretare la scenetta della finta domanda con relativa spolveratina di ipocrisia come minimo indispone gli interlocutori.

L'interrogazione esiste ma è basata su molte fake news.
[Modificato da kierkegaard1 15/07/2018 23.38]

~~~~~~~~

«Ogni istinto è assetato di dominio, e come tale cerca di filosofare» FRIEDRICH NIETZSCHE, Al di là del bene e del male
16/07/2018 07.40
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 29.126
Moderatore
Re: Re:
Giacomo2018, 15/07/2018 23.18:




... eh già. Ma a dover cambiare, ovviamente, sono sempre "les autres"...




Si, se come in questo caso, les autres sono quelli che bussano alla nostra porta per domandare informazioni pensando di trovarsi di fronte a poveri tdG sprovveduti....
noi ci aspettiamo un atteggiamento di confronto cordiale
Vedi, questo forum ha quasi 10 anni e in tutto questo tempo abbiamo imparato a riconoscere il modo di porgersi delle persone che si affacciano...
poche volta ci sbagliamo, e mi piacerebbe che questa fosse una di quelle volte, nel percepire le intenzioni di chi si affaccia. Ma capita raramente purtroppo.

Credo che non ci siano argomenti sui tdG che non abbiamo trattato, incluso le interrogazioni parlamentari.

il link che segnalato al post #4 l'ho preso dalla discussione che abbiamo fatto l'anno scorso su questo argomento.

Buon proseguimento di partecipazione...se ti andrà di continuare con un confronto cordiale e senza pregiudizi.

[Modificato da Giandujotta.50 16/07/2018 08.02]
16/07/2018 08.54
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 53.174
Moderatore
Caro Giacomo,


"Signore fa che i cattivi diventino buoni, e che i buoni diventino simpatici..."



Non c'era né cattiveria né antipatia nel mio post, solo stupore perché un educatore e laurato è abbastanza strano che venga qui a chiedere se un'interrogazione fatta al Senato è vera o una fake news (si scrive così). Questo mi fa pensare che tu in realtà volessi chiedere altro per approfondire. Tutto qui, se vuoi approfondire e discutere noi siamo ben lieti di farlo. Diciamo che si percepisce da parte tua una chiara prevenzione e pregiudizio nei confronti della nostre fede, questo matuarlamente non aiuta.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
17/07/2018 19.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 211
Città: NEMBRO
Età: 41
Articolo di Mauro Mellini pubblicato in giustiziagiusta.info

Legge russa

Mi è stata segnalata una Interrogazione Parlamentare di sei Senatori Grillini: Roberta Blundo, Mario Giarrusso, Sergio Puglia, Giampaolo Girotto, Giovanni Endrizzi, Elisa Bulgarelli “con carattere d’urgenza” al Ministro dell’Interno, con la quale si chiede al Ministro stesso “se non ritenga procedere ad un’analisi complessiva dei fenomeni” e di “approfondire le motivazioni (!!??) che sottendono all’attuale scarsissima tutela giuridica (??!!) dell’abuso sessuale infantile in contesti religiosi” e, viste le proposte che giacciono in Parlamento, di “adottare misure urgenti (un Decreto Legge?) misure di carattere normativo volte a garantire un’efficace tutela giuridica dell’integrità fisica e psichica dei minori ed in generale dei soggetti coinvolti (?!?!) ovvero inseriti in contesti coercitivi”… ed, infine se non ritenga di adottare tempestivamente un piano nazionale di informazione e prevenzione in materia di “settarismo (!?!?) abusante e criminale”.

La lettura integrale di tale documento è assai interessante. E non lo dico solo perché se la prende con qualcosa della quale ho personalmente una certa responsabilità, cioè la sentenza della Corte Costituzionale n. 96 del 1981 che, accogliendo la tesi della Parte da me difesa assieme all’Avv. Ventre, dichiarò incostituzionale l’art. 603 c.p. “reato di plagio” con una splendida motivazione di Volterra sulla “fattispecie penale apparente” e la violazione del 2° comma dell’art. 25 della Costituzione. Sentire che avrebbe creato un “vuoto normativo” tipica tesi penalistica dei più pericolosi ignoranti, non so se debba farmi ridere o, invece, farmi incavolare.

Interessante è anzitutto il linguaggio malamente adottato ad esprimere concetti giuridici con la ridondanza di aggettivi e di sostantivi impropri, oltre a qualche libertà grammaticale. Ma, soprattutto è interessante, in quanto è veramente allarmante, la tendenza, che i Cinque Stelle hanno ereditato dalla subcultura giuridica della peggiore Sinistra, ad invocare nuovi reati associativi (che di questo si tratta) attorno ad ogni fenomeno di criminalità. Colpire “i cattivi”, quelli “che sono dalla parte del crimine”, anziché i reati e più che i reati nella loro concretezza. Che è poi la teoria giuridica di tutte le tirannie, non a caso adottata dalla Germania Nazista: colpire la capacità di delinquere piuttosto che il fatto costituente del delitto.

Questa preoccupazione dei Grillini per gli abusi sessuali sui minori e negli ambienti “spirituali ed esoterici” (così si legge nella Interrogazione dei sei “padri e madri coscritti”) si direbbe, a rigor di logica e di buon senso, che rifletta una presa di posizione severamente critica verso la Chiesa Cattolica, nel cui ambito, forse per la coercizione in essa imposta ai chierici di difficili celibati e castità, il fenomeno della pedofilia è risultato assai diffuso e radicato, con quelle appendici di “coperture” e connivenze denunciate dagli interroganti e che – lo penso io che sono notoriamente un anticlericale – è fenomeno che, ad un certo punto è stato addirittura “gonfiato” dai media, almeno in certi Paesi.

Nossignori. I Cinque Stelle non ce l’hanno con la Chiesa Cattolica. Meglio così, direte. Quelli che sparano sulle ambulanze non sono certo simpatici. Ma è proprio sulle ambulanze che questi affrettati paladini della integrità morale e fisica di fanciulli e di gente d’ogni età hanno voluto sparare con quella significativa Interrogazione. Ce l’hanno con i Testimoni di Geova. E portano a sostegno di questa loro “scoperta” nientemeno che le relazioni di “Commissioni Governative Indipendenti Australiane” (sì, proprio dell’Australia) che avrebbero accertato la tendenza degli appartenenti a quella Confessione religiosa (che, non a caso i suddetti chiamano “setta”) a “coprire” e non denunziare alle Autorità i casi di pedofilia in cui incorrono, notate, non i loro chierici (che non ne hanno) ma i loro semplici aderenti e li riammettono fra di loro in base ad un “semplice pentimento”.

I sei Senatori, che, come tutti i “nuovi politici” (penso a certi altri di mia conoscenza) invocano sempre (a vanvera) documenti dell’O.N.U. o dell’Unione Europea (anche quando le sono contro) poi, ignorano, magari, i principi fondanti del diritto, e, a quanto pare ignorano pure, a loro piacimento fatti clamorosi di cronaca. Si direbbe siano caduti in una trappola con questo loro invocare l’Australia come fonte della verità della pedofilia dei Testimoni di Geova. Perché proprio in questi giorni è venuto fuori il caso non di un Cattolico qualsiasi, ma di un autorevolissimo Cardinale australiano, incaricato da Bergoglio di una delle più delicate funzioni in Vaticano, cui è toccato di essere denunziato dalla Polizia australiana di pedofilia e di stupro.

Ma, forse non si tratta di mancanza di informazione e di distrazione. Anche i Cinque Stelle cominciano a denunciare le pagliuzze nell’occhio del Paese ed a non vedere le travi. E non solo in fatto di pedofilia.

Intanto sembrano allinearsi nientemeno che con Putin. Che in Russia, con una legge un po’ generica (Volterra l’avrebbe bollata come una fattispecie penale indeterminata ed “apparente”, come e peggio dell’art. 603 c.p.) ha creato il reato di estremismo, con il quale persegue sia gli avversari politici sia proprio i Testimoni di Geova. Che, così, sono oggi “fuorilegge in Russia” come ieri nell’U.R.S.S. di Stalin.

Che i Cinque Stelle vogliano che Minniti elabori un disegno di legge contro gli “estremisti”? Un altro codice “antimafia”?? Zitti! C’è il rischio che l’idea piaccia ai sei Senatori. E non solo a loro.


Mauro Mellini

06.07.2017

Questo interessante articolo è stato ripreso anche dalla Dottoressa Raffaella Di Marzio e dal Dittore Massimo Introvigne (nelle loro pagine Facebook)
A settembre gli stessi hanno portato in parlamento il problema della libertà religiosa in Russia ? Come mai questa non interessa ?....
17/07/2018 20.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 938
Città: ZAGAROLO
Età: 27
[SM=g27993] dovro leggere 2 o 3 volte per capire [SM=g27993] [SM=g27993]
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 22.01. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com