printprint
New Thread
Reply
 

Dove si metteranno i risuscitati sulla terra?

Last Update: 1/30/2019 8:40 AM
Author
Print | Email Notification    
1/29/2019 6:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,179
TdG
verderame.1958, 28/01/2019 23.11:

Prima di tutto i risuscitati non si sposano...




Penso che ti sbagli al riguardo.


Il tentato sacrificio di Isacco fu ordinato da Geova Dio prima che lui si sposasse. Eppure Geova poteva risuscitarlo e permettergli di procreare:

(Ebrei 11:18, 19) 18 benché gli fosse stato detto: “È tramite Isacco che verrà quella che sarà chiamata ‘tua discendenza’”. 19 Ma lui concluse che Dio era anche capace di risuscitare Isacco dai morti e da lì lo riebbe, il che ha un significato simbolico.

*** w16 febbraio p. 11 par. 13 ***
Abraamo sapeva che per Geova niente è impossibile. Quindi era certo che, qualunque cosa fosse successa in quel giorno difficile, avrebbe riavuto il suo amato figlio, e in questo modo le promesse di Geova si sarebbero potute realizzare.

*** w09 15/8 p. 4 par. 5 ***
Abraamo aveva inoltre la seguente garanzia da parte di Geova: “Per mezzo di Isacco verrà quello che sarà chiamato tuo seme”. (Gen. 21:12) Perciò aveva validi motivi per aspettarsi che Dio risuscitasse Isacco.



*** w14 15/8 pp. 29-30 Domande dai lettori ***
DOMANDE DAI LETTORI
Quando Gesù disse ai sadducei che i risuscitati “non si sposano né sono dati in matrimonio”, stava parlando della risurrezione sulla terra? (Luca 20:34-36).
▪ Questa è una domanda importante, specie per coloro che hanno perso il coniuge tanto amato, al quale forse desiderano ardentemente riunirsi in matrimonio quando questi sarà risuscitato nel nuovo mondo. Un vedovo ha detto: “Quella di porre fine al nostro matrimonio non è stata una scelta mia e di mia moglie. Noi desideravamo con tutto il cuore adorare per sempre Geova come coppia, e per me questi sentimenti non sono cambiati”. C’è qualche valida ragione per sperare che i risuscitati potranno sposarsi? In poche parole, la risposta è che non possiamo dirlo con certezza.
Per anni le nostre pubblicazioni hanno affermato che le parole di Gesù riguardo a risurrezione e matrimonio si riferivano con tutta probabilità alla risurrezione sulla terra e che i risuscitati alla vita nel nuovo mondo evidentemente non si sarebbero sposati (Matt. 22:29, 30; Mar. 12:24, 25; Luca 20:34-36). Benché non si possa essere dogmatici, è possibile che Gesù stesse parlando della risurrezione celeste? Cosa possiamo comprendere da ciò che disse?
Consideriamo la circostanza in cui Gesù pronunciò le sue parole. (Leggi Luca 20:27-33.) I sadducei, che non credevano alla risurrezione, cercarono di prendere Gesù in trappola con una domanda circa la risurrezione e il matrimonio del cognato. La sua risposta fu: “I figli di questo sistema di cose si sposano e sono dati in matrimonio, ma quelli che sono stati considerati degni di guadagnare quel sistema di cose e la risurrezione dai morti non si sposano né sono dati in matrimonio. Infatti, non possono neanche più morire, poiché sono come gli angeli, e sono figli di Dio, essendo figli della risurrezione” (Luca 20:34-36).
Per quale motivo le nostre pubblicazioni affermavano che probabilmente Gesù stava parlando della risurrezione sulla terra? Tale conclusione si fonda principalmente su due argomentazioni. In primo luogo, è stato fatto il ragionamento che i sadducei con tutta probabilità avessero in mente una risurrezione terrena e che proprio sulla base di questo Gesù avrebbe dato loro una risposta. In secondo luogo, egli concluse menzionando Abraamo, Isacco e Giacobbe, patriarchi fedeli che saranno risuscitati alla vita sulla terra (Luca 20:37, 38).
Ciò nonostante, sembra possibile che Gesù avesse in mente la risurrezione celeste. Su quale base potremmo giungere a questa conclusione? Analizziamo due espressioni chiave.
“Quelli che sono stati considerati degni di guadagnare [...] la risurrezione dai morti”. Gli unti fedeli sono ‘considerati degni del regno di Dio’ (2 Tess. 1:5, 11). Sono stati dichiarati giusti per la vita sulla base del riscatto, perciò non muoiono come peccatori condannati (Rom. 5:1, 18; 8:1). Sono definiti ‘felici e santi’ e sono ritenuti degni di essere risuscitati in cielo (Riv. 20:5, 6). Per contro, tra coloro che verranno risuscitati sulla terra ci saranno gli “ingiusti” (Atti 24:15). Di questi ultimi si può dire che sono “considerati degni” di essere risuscitati?
“Non possono neanche più morire”. Gesù non disse: “Non moriranno più”, bensì: “Non possono neanche più morire”. Altre traduzioni rendono questa espressione “non sono più soggetti alla morte” (The New English Bible), o “la morte non ha più alcun potere su di loro” (The Bible in Basic English). Gli unti che terminano fedelmente la loro vita terrena sono destati in cielo, e viene loro concessa l’immortalità, ovvero la vita indistruttibile, senza fine (1 Cor. 15:53, 54). La morte non ha più alcun potere su coloro che ricevono la risurrezione celeste.
Alla luce di questo, che conclusione potremmo trarre? È possibile che le parole di Gesù riguardo a matrimonio e risurrezione si applichino alla risurrezione celeste. Se così fosse, ci rivelerebbero diverse cose circa quelli che sono destati alla vita in cielo: essi non si sposano, non possono morire, e sotto alcuni aspetti sono come gli angeli, creature spirituali che vivono nel reame spirituale. Tale conclusione, però, fa sorgere diverse domande.
In primo luogo, perché Gesù si sarebbe riferito alla risurrezione celeste rispondendo ai sadducei, che verosimilmente pensavano alla risurrezione terrena? Gesù non rispondeva sempre ai suoi oppositori in armonia con ciò che questi avevano in mente. Ad esempio, ai giudei che gli chiedevano un segno disse: “Abbattete questo tempio, e in tre giorni lo rialzerò”. È probabile che sapesse che loro stavano pensando all’edificio del tempio, “ma egli parlava del tempio del suo corpo” (Giov. 2:18-21). Forse Gesù non ritenne necessario rispondere alle domande insincere dei sadducei, che non credevano né alla risurrezione né all’esistenza degli angeli (Prov. 23:9; Matt. 7:6; Atti 23:8). Invece, potrebbe aver voluto rivelare alcune verità intorno alla risurrezione celeste a vantaggio dei suoi discepoli sinceri, che un giorno avrebbero ricevuto tale risurrezione.
In secondo luogo, perché Gesù avrebbe concluso menzionando Abraamo, Isacco e Giacobbe, che saranno risuscitati alla vita sulla terra? (Leggi Matteo 22:31, 32.) Va notato che Gesù introdusse la sua osservazione riguardo a quei patriarchi con le parole “circa la risurrezione dei morti”, espressione che potrebbe essere indice di un mutamento nell’argomento del discorso. Dopodiché, attingendo agli scritti di Mosè, che i sadducei asserivano di accettare, Gesù usò le parole di Geova a Mosè presso il roveto ardente per dimostrare ulteriormente che la risurrezione — in questo caso quella terrena — fa sicuramente parte del proposito di Dio (Eso. 3:1-6).
In terzo luogo, nel caso in cui le parole di Gesù intorno a risurrezione e matrimonio si applicassero alla risurrezione celeste, significherebbe forse che quelli riportati in vita sulla terra potranno sposarsi? La Parola di Dio non dà una risposta diretta a questa domanda specifica. Se Gesù stava davvero parlando della risurrezione celeste, allora ciò che disse non chiarisce affatto se i risuscitati alla vita terrena nel nuovo mondo potranno sposarsi o meno.
Al momento, sappiamo per certo che la Parola di Dio dice che la morte scioglie il vincolo matrimoniale. Pertanto, chi è vedovo non deve sentirsi in colpa se decide di risposarsi. Essendo questa una decisione personale, non dovrebbe essere criticato per il fatto che cerca l’affettuosa compagnia di un coniuge (Rom. 7:2, 3; 1 Cor. 7:39).
È comprensibile avere molte domande su come sarà la vita nel nuovo mondo. Invece di speculare inutilmente al riguardo, dovremo semplicemente aspettare per scoprirlo. Ma di una cosa possiamo essere sicuri: gli esseri umani ubbidienti saranno felici, poiché Geova soddisferà tutti i loro bisogni e desideri nel miglior modo possibile (Sal. 145:16).
[Edited by TNM 1/29/2019 7:01 AM]
1/29/2019 8:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,867
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re:
TNM, 29/01/2019 06.47:




Penso che ti sbagli al riguardo.


Il tentato sacrificio di Isacco fu ordinato da Geova Dio prima che lui si sposasse. Eppure Geova poteva risuscitarlo e permettergli di procreare:

(Ebrei 11:18, 19) 18 benché gli fosse stato detto: “È tramite Isacco che verrà quella che sarà chiamata ‘tua discendenza’”. 19 Ma lui concluse che Dio era anche capace di risuscitare Isacco dai morti e da lì lo riebbe, il che ha un significato simbolico.





bravo TNM [SM=g28002]



-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
1/29/2019 8:34 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Re: Re:
Amalia 52, 28/01/2019 16.35:



Non so se ti riferisci a questa pubblicazione! [SM=g27988]

wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1954167


Che vi siano o non vi siano altri pianeti simili alla terra in altre parti dell’universo, e se, in caso affermativo, qualcuno di essi sia abitato da qualche forma di vita o no, o se qualcuno di essi sarà abitato nel futuro, non possiamo dire perché la Bibbia non lo dice.

Interessarsi a tali quesiti non è altro che vana speculazione, e non potremmo mai arrivare a una risposta accertata. Possiamo dire, tuttavia, che non vi è alcuna base scritturale per sostenere che qualsiasi futuro popolamento di altri pianeti verrà effettuato trasportando coppie umane dalla terra. La terra e i suoi abitanti non hanno tale importanza. Se Geova desiderasse che vi fossero creature di carne e sangue su altri pianeti potrebbe facilmente formarle dalla polvere di tali pianeti, e non avrebbe bisogno di trasportarvi miracolosamente coppie terrestri attraverso spazi dell’estensione di anni luce




Non era questa la pubblicazione. Era comunque stata postata in altra discussione simile. Andrò a cercarla. Ma non è facile in mezzo a migliaia di discussioni.

Non è la prima volta che si affronta questo discorso.

Comunque diciamo che la Bibbia non lo dice. Ma si possono fare speculazioni lecite. Per me sono quasi certe e logiche. Nella perfezione e nella vita eterna l'uomo di Dio, continuerà a conoscere le opere creative (senza mai conoscere tutto), e questo lo farà conquistando e popolando lo spazio. Poi se Dio vuole creare altre creature in altri pianeti, Lui può farlo è il creatore. Ma l'universo è soprattutto a misura d'uomo. In cosmologia, lo dice anche il principio antropico.

Gli angeli non popolano il nostro universo, ma altre dimensioni. Oltre la Terra, la nostra dimora è l'intero universo. E' un dono di Dio per la progenie giusta. Però in un primo momento è la Terra che deve essere popolata. E' nella Terra che prima bisogna risolvere tutti i problemi. Ecco perché la Bibbia dice che l'uomo risiederà sulla Terra.

Ciao
anto_netti
1/29/2019 8:50 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Re: Re:
verderame.1958, 28/01/2019 23.11:




Niente panico. Prima di tutto i risuscitati non si sposano...




Anche questa è una cosa che nemmeno lo schiavo fedele e saggio, da più per sicura. Semplicemente per il momento non si sa. Perché non si sono capite alla perfezione le scritture dove Gesù rispondeva circa la risurrezione.

E' probabile che si riferisse agli unti. Principalmente la Bibbia è stata scritta per gli unti. Solo negli anni trenta si è scoperto che esiste una grande folla che ha una speranza terrena.

Chi ha una speranza terrena non può essere come angeli del cielo. Qualcosa non quadra con questa affermazione. Mentre gli unti sappiamo che diventeranno come angeli del cielo.

Ciao
anto_netti
1/29/2019 10:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Trovata la pubblicazione che parla della possibilità che l'uomo di Dio. La progenie giusta. I figli di Dio. Possano abitare altri pianeti.

Sicurezza mondiale sotto il "Principe della pace":

*** ws cap. 22 pp. 184-185 par. 10 L’Iddio del “Principe della pace” diviene “ogni cosa a tutti” ***
Per tutta l’eternità la terra si distinguerà da qualsiasi altro pianeta dello spazio sconfinato, pur non essendo necessariamente l’unico che sarà abitato. Sarà comunque l’unico in cui Geova avrà incontestabilmente rivendicato la sua sovranità universale, stabilendo un precedente legale eterno e universale. Sarà l’unico pianeta in cui Geova degli eserciti avrà combattuto la “guerra del gran giorno dell’Iddio Onnipotente”. Sarà l’unico pianeta sul quale Dio avrà inviato il suo Figlio prediletto perché vi divenisse uomo e vi morisse per riscattarne la popolazione dal peccato e dalla morte. Sarà l’unico pianeta dal quale Geova avrà preso 144.000 persone perché fossero “eredi in realtà di Dio, ma coeredi di Cristo”. — Romani 8:17

Ciao
anto_netti
1/29/2019 12:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,179
TdG
Aquila-58, 29/01/2019 08.22:




bravo TNM [SM=g28002]








Grazie Carissimo Aquila-58!
[SM=g2037508]
1/29/2019 1:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Re:
TNM, 29/01/2019 06.47:



In primo luogo, perché Gesù si sarebbe riferito alla risurrezione celeste rispondendo ai sadducei, che verosimilmente pensavano alla risurrezione terrena? Gesù non rispondeva sempre ai suoi oppositori in armonia con ciò che questi avevano in mente. Ad esempio, ai giudei che gli chiedevano un segno disse: “Abbattete questo tempio, e in tre giorni lo rialzerò”. È probabile che sapesse che loro stavano pensando all’edificio del tempio, “ma egli parlava del tempio del suo corpo” (Giov. 2:18-21). Forse Gesù non ritenne necessario rispondere alle domande insincere dei sadducei, che non credevano né alla risurrezione né all’esistenza degli angeli (Prov. 23:9; Matt. 7:6; Atti 23:8). Invece, potrebbe aver voluto rivelare alcune verità intorno alla risurrezione celeste a vantaggio dei suoi discepoli sinceri, che un giorno avrebbero ricevuto tale risurrezione.




Penso che è questo il punto su cui riflettere. Gesù ha risposto ai Sadducei solo sulla risurrezione celeste. Primo perché non credevano e secondo perché fino agli anni 30 solo la risurrezione celeste era quella che aveva importanza. Poi è venuto il momento di conoscere la speranza terrena. Per questi verranno sicuramente aperti nuovi rotoli nel nuovo mondo.




In terzo luogo, nel caso in cui le parole di Gesù intorno a risurrezione e matrimonio si applicassero alla risurrezione celeste, significherebbe forse che quelli riportati in vita sulla terra potranno sposarsi? La Parola di Dio non dà una risposta diretta a questa domanda specifica. Se Gesù stava davvero parlando della risurrezione celeste, allora ciò che disse non chiarisce affatto se i risuscitati alla vita terrena nel nuovo mondo potranno sposarsi o meno.
Al momento, sappiamo per certo che la Parola di Dio dice che la morte scioglie il vincolo matrimoniale. Pertanto, chi è vedovo non deve sentirsi in colpa se decide di risposarsi. Essendo questa una decisione personale, non dovrebbe essere criticato per il fatto che cerca l’affettuosa compagnia di un coniuge (Rom. 7:2, 3; 1 Cor. 7:39).
È comprensibile avere molte domande su come sarà la vita nel nuovo mondo. Invece di speculare inutilmente al riguardo, dovremo semplicemente aspettare per scoprirlo. Ma di una cosa possiamo essere sicuri: gli esseri umani ubbidienti saranno felici, poiché Geova soddisferà tutti i loro bisogni e desideri nel miglior modo possibile (Sal. 145:16).




Comunque mi rimetto a ciò che ci dice lo schiavo fedele e saggio. Siccome non sappiamo come realmente stanno le cose. Dobbiamo solo aspettare.

Ciao
anto_netti
1/29/2019 1:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,215
Re:
TNM, 29/01/2019 06.47:




Penso che ti sbagli al riguardo.







E perché mi sbaglierei? Potrei anche aver ragione...

"In terzo luogo, nel caso in cui le parole di Gesù intorno a risurrezione e matrimonio si applicassero alla risurrezione celeste, significherebbe forse che quelli riportati in vita sulla terra potranno sposarsi? La Parola di Dio non dà una risposta diretta a questa domanda specifica. Se Gesù stava davvero parlando della risurrezione celeste, allora ciò che disse non chiarisce affatto se i risuscitati alla vita terrena nel nuovo mondo potranno sposarsi o meno"

Se non è chiaro, ne tu ne io abbiamo ragione.

Ciao
[Edited by verderame.1958 1/29/2019 1:47 PM]



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
1/29/2019 1:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,215
Re: Re:
anto_netti, 29/01/2019 13.22:






(...) Per questi verranno sicuramente aperti nuovi rotoli nel nuovo mondo.







Ancora?
Non ci sono nuovi rotoli...saranno aperti dei rotoli dice la Bibbia, che siano nuovi non sta scritto da nessuna parte.
[Edited by verderame.1958 1/29/2019 1:52 PM]



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
1/29/2019 2:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,179
TdG
verderame.1958, 29/01/2019 13.47:



E perché mi sbaglierei? Potrei anche aver ragione...







Il tentato sacrificio di Isacco fu ordinato da Geova Dio prima che lui si sposasse. Eppure Geova poteva risuscitarlo e permettergli di procreare:

(Ebrei 11:18, 19) 18 benché gli fosse stato detto: “È tramite Isacco che verrà quella che sarà chiamata ‘tua discendenza’”. 19 Ma lui concluse che Dio era anche capace di risuscitare Isacco dai morti e da lì lo riebbe, il che ha un significato simbolico.

*** w16 febbraio p. 11 par. 13 ***
Abraamo sapeva che per Geova niente è impossibile. Quindi era certo che, qualunque cosa fosse successa in quel giorno difficile, avrebbe riavuto il suo amato figlio, e in questo modo le promesse di Geova si sarebbero potute realizzare.

*** w09 15/8 p. 4 par. 5 ***
Abraamo aveva inoltre la seguente garanzia da parte di Geova: “Per mezzo di Isacco verrà quello che sarà chiamato tuo seme”. (Gen. 21:12) Perciò aveva validi motivi per aspettarsi che Dio risuscitasse Isacco.
1/29/2019 3:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,629
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Re: Re: Re:
verderame.1958, 29/01/2019 13.51:

anto_netti, 29/01/2019 13.22:



(...) Per questi verranno sicuramente aperti nuovi rotoli nel nuovo mondo.




Ancora?




Perché dici ancora? Quando ho mai parlato di nuovi rotoli? Forse ne hai parlato con qualcun altro.




Non ci sono nuovi rotoli...saranno aperti dei rotoli dice la Bibbia, che siano nuovi non sta scritto da nessuna parte.




Nella Bibbia non c'è scritto nuovi rotoli. Ma è chiaro che si tratta di nuove istruzioni. Non si tratta di un aggiornamento dei vecchi libri o rotoli già scritti nella Bibbia. Ma si tratta di nuove istruzioni. Quindi nessuno ci impedisce di chiamarli nuovi rotoli.

Mi attengo alle informazioni dello schiavo fedele e saggio:

Nutriamoci della realizzazione delle espressioni di Geova

Paragrafo 21

Poi, in adempimento di un’altra espressione divina, Cristo legherà Satana e i suoi demoni scagliandoli nell’abisso per “mille anni”. (Rivelazione 20:1-3) Questi mille anni permetteranno ad altre espressioni di Geova di realizzarsi, comprese quelle relative alla risurrezione dei morti e alla “guarigione delle nazioni” dell’umanità ubbidiente. (Rivelazione 20:11-15; 22:1, 2) Nel corso di questo periodo di giudizio di mille anni Geova evidentemente fornirà altre istruzioni, che per ora non conosciamo, man mano che verranno aperti nuovi “rotoli”. (Rivelazione 20:12) Come sarà meraviglioso per i sopravvissuti alla “grande tribolazione” e per i morti risuscitati essere istruiti e guidati tramite le ulteriori istruzioni contenute in questi “rotoli” di Geova che verranno aperti ed eseguirle con gioia!

wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1985443?q=Nuovi+rotoli&p=par

Ciao
anto_netti
1/29/2019 4:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,867
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re:
verderame.1958, 29/01/2019 13.51:

anto_netti, 29/01/2019 13.22:






(...) Per questi verranno sicuramente aperti nuovi rotoli nel nuovo mondo.







Ancora?
Non ci sono nuovi rotoli...saranno aperti dei rotoli dice la Bibbia, che siano nuovi non sta scritto da nessuna parte.




certo, ma siccome non si parla da nessun altra parte della loro apertura, ecco che in questo senso sono nuovi

-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
1/29/2019 4:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,215
Re: Re: Re: Re:
anto_netti, 29/01/2019 15.13:

verderame.1958, 29/01/2019 13.51:

anto_netti, 29/01/2019 13.22:



(...) Per questi verranno sicuramente aperti nuovi rotoli nel nuovo mondo.




Ancora?




Perché dici ancora? Quando ho mai parlato di nuovi rotoli? Forse ne hai parlato con qualcun altro.




Non ci sono nuovi rotoli...saranno aperti dei rotoli dice la Bibbia, che siano nuovi non sta scritto da nessuna parte.




Nella Bibbia non c'è scritto nuovi rotoli. Ma è chiaro che si tratta di nuove istruzioni. Non si tratta di un aggiornamento dei vecchi libri o rotoli già scritti nella Bibbia. Ma si tratta di nuove istruzioni. Quindi nessuno ci impedisce di chiamarli nuovi rotoli.

Mi attengo alle informazioni dello schiavo fedele e saggio:

Nutriamoci della realizzazione delle espressioni di Geova

Paragrafo 21

Poi, in adempimento di un’altra espressione divina, Cristo legherà Satana e i suoi demoni scagliandoli nell’abisso per “mille anni”. (Rivelazione 20:1-3) Questi mille anni permetteranno ad altre espressioni di Geova di realizzarsi, comprese quelle relative alla risurrezione dei morti e alla “guarigione delle nazioni” dell’umanità ubbidiente. (Rivelazione 20:11-15; 22:1, 2) Nel corso di questo periodo di giudizio di mille anni Geova evidentemente fornirà altre istruzioni, che per ora non conosciamo, man mano che verranno aperti nuovi “rotoli”. (Rivelazione 20:12) Come sarà meraviglioso per i sopravvissuti alla “grande tribolazione” e per i morti risuscitati essere istruiti e guidati tramite le ulteriori istruzioni contenute in questi “rotoli” di Geova che verranno aperti ed eseguirle con gioia!

wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1985443?q=Nuovi+rotoli&p=par

Ciao
anto_netti



“Continuai a guardare: furono collocati dei troni e l’Antico di Giorni si sedette. La sua veste era bianca come la neve, e i suoi capelli erano come lana pura. Il suo trono era fiamme di fuoco, con ruote di fuoco ardente. 10 Un fiume di fuoco scorreva uscendo davanti a lui. Mille migliaia lo servivano e diecimila miriadi stavano in piedi davanti a lui. La Corte si sedette, e furono aperti dei libri"(Daniele 7:9,10)

Questo è un giudizio di Dio basato sulle opere precedenti. Anche qui sono aperti dei libri che non sono "nuovi", ma che contengono un resoconto che condanna o assolve affinché sia reso un giudizio.

Il parallelo con Rivelazione mi sembra evidente.

[Edited by verderame.1958 1/29/2019 4:50 PM]



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
1/29/2019 4:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,867
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 29/01/2019 16.50:



“Continuai a guardare: furono collocati dei troni e l’Antico di Giorni si sedette. La sua veste era bianca come la neve, e i suoi capelli erano come lana pura. Il suo trono era fiamme di fuoco, con ruote di fuoco ardente. 10 Un fiume di fuoco scorreva uscendo davanti a lui. Mille migliaia lo servivano e diecimila miriadi stavano in piedi davanti a lui. La Corte si sedette, e furono aperti dei libri"(Daniele 7:9,10)

Questo è un giudizio di Dio basato sulle opere precedenti. Anche qui sono aperti dei libri che non sono "nuovi", ma che contengono un resoconto che condanna o assolve affinché sia reso un giudizio.

Il parallelo con Rivelazione mi sembra evidente.





scusami, ma direi che Daniele 7:9-10 non c' entri nulla con i rotoli del giudizio dei morti dell' Apocalisse, visto che nel contesto si parla dell' investitura del re messianico e dei santi del Supremo


[Edited by Aquila-58 1/29/2019 4:58 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
1/29/2019 5:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,215
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 29/01/2019 16.57:




scusami, ma direi che Daniele 7:9-10 non c' entri nulla con i rotoli del giudizio dei morti dell' Apocalisse, visto che nel contesto si parla dell' investitura del re messianico e dei santi del Supremo






Quello che interessa è che si tratta di un giudizio emesso in base a dei libri che furono aperti. Questi libri non sono nuove leggi da seguire ma un resoconto che permette a Dio di giudicare e di togliere i domini simili a bestie dalla terra e di dare questo dominio a qualcuno simile a un figlio d'uomo.

Ritroviamo l'analogia in Rivelazione riguardo il giudizio dei risuscitati; "Vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono, e furono aperti dei rotoli. Fu aperto anche un altro rotolo: il rotolo della vita. I morti vennero giudicati in base a ciò che era scritto nei rotoli, secondo le loro opere



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
1/29/2019 5:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
I morti senbra siano giudicati in base alle loro opere riguardo a quello che è scritto nei rotoli. Non mi pare che vi parli di una memoria dele loro azioni passate, per altro sarebbe inutile risorgerli per poi metterli a morte in base a quello che avevano fatto prima di morire, parrebbe un po' illugico.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
1/29/2019 5:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,867
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 29/01/2019 17.18:




Quello che interessa è che si tratta di un giudizio emesso in base a dei libri che furono aperti. Questi libri non sono nuove leggi da seguire ma un resoconto che permette a Dio di giudicare e di togliere i domini simili a bestie dalla terra e di dare questo dominio a qualcuno simile a un figlio d'uomo.

Ritroviamo l'analogia in Rivelazione riguardo il giudizio dei risuscitati; "Vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono, e furono aperti dei rotoli. Fu aperto anche un altro rotolo: il rotolo della vita. I morti vennero giudicati in base a ciò che era scritto nei rotoli, secondo le loro opere




si, ma i contesti sono diversi, mi capisci?
In Daniele di parla del giudizio delle potenze mondiali rappresentate dalle bestie, quindi è ovvio che si debba parlare di quello che quelle potenze hanno fatto.
In Apocalisse sono aperti dei libri e il libro della vita.
Ti rammento che un nome può essere iscritto ma anche cancellato dal libro della vita (Apocalisse 3:5 ; Esodo 32:33), quindi nel Millennio i risorti ingiusti avranno la possibilità di iscrivere il loro nome


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
1/29/2019 5:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,215
Re:
barnabino, 29/01/2019 17.23:

Non mi pare che vi parli di una memoria dele loro azioni passate, per altro sarebbe inutile risorgerli per poi metterli a morte in base a quello che avevano fatto prima di morire, parrebbe un po' illugico.

Shalom




Ma non vi si parla neanche di nuove leggi.

Invece sembrerebbe che siano le loro opere; simbolicamente il risuscitato scrive il suo di libro con le opere che compirà durante il millennio: Il contenuto di questo libro farà si che sia scritto o meno nel rotolo della vita.

Ma io non leggo di nessuna nuova legge.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
1/29/2019 6:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,867
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re:
verderame.1958, 29/01/2019 17.51:




Ma non vi si parla neanche di nuove leggi.

Invece sembrerebbe che siano le loro opere; simbolicamente il risuscitato scrive il suo di libro con le opere che compirà durante il millennio: Il contenuto di questo libro farà si che sia scritto o meno nel rotolo della vita.

Ma io non leggo di nessuna nuova legge.




scusami, Apocalisse 20:12 parla di più libri che vengono aperti, non di uno solo. "E dei rotoli furono aperti, ma fu aperto un altro rotolo, è il rotolo della vita".

Il fatto che siano giudicati dalle cose scritte nei rotoli secondo le loro opere non esclude per nulla che in quei rotoli sia scritto quello che Dio richiederà dai risuscitati nel Millennio.
Se ci pensi bene, il risuscitato ingiusto avrà per la prima volta l' opportunità di scrivere il suo nome nel libro della vita, mentre gli altri potranno addirittura veder cancellato quel nome…...insomma, non è peregrino pensare che in quei rotoli ci possano essere scritte delle disposizioni divine.
Sulla base di quello che è scritto nei rotoli, secondo le loro opere, saranno giudicati





[Edited by Aquila-58 1/29/2019 6:16 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
1/29/2019 7:36 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,109
Location: BOCA
Age: 49
Re: Re:
verderame.1958, 29/01/2019 13.47:




E perché mi sbaglierei? Potrei anche aver ragione...

"In terzo luogo, nel caso in cui le parole di Gesù intorno a risurrezione e matrimonio si applicassero alla risurrezione celeste, significherebbe forse che quelli riportati in vita sulla terra potranno sposarsi? La Parola di Dio non dà una risposta diretta a questa domanda specifica. Se Gesù stava davvero parlando della risurrezione celeste, allora ciò che disse non chiarisce affatto se i risuscitati alla vita terrena nel nuovo mondo potranno sposarsi o meno"

Se non è chiaro, ne tu ne io abbiamo ragione.

Ciao

Cosa volesse dire Cristo non'e' molto chiaro ma personalmente penso che almeno inizialmente potrebbe esserci un freno alla procreazione . Penso ci saranno altre priorità altrimenti la situazione potrebbe sfuggire di mano e nel giro di due o tre secoli il ritmo di incremento demografico potrebbe presentare dei problemi . Matrimonio e procreazione la vedo una cosa che tenendo conto del proposito divino per quel periodo almeno organizzativamente la vedrei passare in secondo piano
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:22 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com