printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Fotografato per la prima volta un buco nero

Last Update: 4/12/2019 8:53 PM
Author
Print | Email Notification    
4/11/2019 8:45 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,626
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Fino adesso era solo teoria. Ma la foto di questo buco nero è la prova evidente che i buchi neri esistono. Anche se prove indirette erano state raccolte in seguito a forti campi gravitazionali nelle regioni candidate alla presenza di buchi neri.

Ecco la foto del secolo, è la prima di un buco nero

Distante 55 milioni di anni luce. Risultato rivoluzionario che parla italiano

Enrica Battifoglia

11 Aprile 2019

Per la prima volta è stato fotografato un buco nero. Dopo che nel 2016 le onde gravitazionali hanno dimostrato l'esistenza di questi misteriosi oggetti cosmici, arriva la prima prova diretta e l'immagine che lo testimonia è quella del buco nero M 87, al centro della galassia Virgo A (o M87), distante circa 55 milioni di anni luce. Al risultato, del progetto internazionale Event Horizon Telescope (Eht), l'Italia ha partecipato con Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Nella foto l'ombra di un buco nero con la massa di 6 miliardi di Soli

E' stato rivelato dalla sua ombra, che appare come una sorta di anello rossastro, il buco nero al centro della galassia M87 con la massa di sei miliardi e mezzo quella del nostro Sole. "Quella che abbiamo visto è l'ombra di un buco nero", ha detto all'ANSA Luciano Rezzolla, direttore dell'Istituto di Fisica Teorica di Francoforte e membro del comitato scientifico della collaborazione Eht (Event Horizon Telescope).

"Nei buchi neri supermassicci che si trovano al centro delle galassie, la materia che viene attratta si riscalda e, cadendo nel buco nero, emette luce, parte della quale è osservabile con i radiotelescopi. In queste condizioni fisiche, infatti, è possibile rivelare la cosiddetta zona 'in ombra', ossia quella regione di 'assenza di luce' e che è tale in quanto la luce al suo interno viene assorbita dall'orizzonte degli eventi", ha aggiunto riferendosi al confine che separa un buco nero dallo spazio che lo circonda. Questo è un confine matematico dove la forza di gravità è così forte che nulla riesce a sfuggire, nemmeno la luce.

"Con i telescopi di Eht abbiamo finalmente raggiunto una risoluzione sufficiente per guardare su una scala dell'orizzonte degli eventi", ha aggiunto. "Dall'interno di questa superficie - ha spiegato Rezzolla - nessuna informazione può essere scambiata con l'esterno. Per questo motivo i buchi neri sono importanti in fisica: il loro orizzonte degli eventi è infatti un limite invalicabile alla nostra capacità di esplorare l'universo". Dal momento che l'orizzonte degli eventi assorbe tutta la luce, ha proseguito, "per definizione un orizzonte degli eventi non può essere visto direttamente. Tuttavia è possibile predire teoricamente come apparirebbe la regione di plasma che gli è molto prossima. Questo è quello che abbiamo fatto e l'ottimo raccordo tra teoria e osservazioni ci ha convinto che questo è un buco nero come predetto da Einstein".

Aperta la prima pagina di un libro incredibile

La grande novità della prima fotografia di un buco nero è che oggetti cosmici invisibili per definizione per la prima volta possono essere visti e studiati direttamente. "Adesso possiamo finalmente osservarli", ha detto all'ANSA Rezzolla. Oggi si apre la "prima pagina di un libro nel quale è possibile fare osservazioni sempre più accurate di questi oggetti, previsti un secolo fa da Albert Einstein".

L'annuncio in 6 articoli e conferenza stampa in tutto il mondo

Pubblicato in sei articoli in un numero speciale della rivista Astrophysical Journal Letters, il risultato è stato annunciato contemporaneamente in sei conferenze stampa. A Bruxelles lo hanno presentato il Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) e il progetto Event Horizon Telescope (Eht), alla presenza del Commissario Europeo per la Ricerca, la Scienza e l'Innovazione Carlos Moedas; le altre cinque conferenze stampa sono state organizzate a Santiago del Cile, Shanghai, Tokyo, Taipei e Washington.

Fin dal 2014 l'Erc ha finanziato con 14 milioni di euro il progetto Eht e in particolare le ricerche coordinate da Luciano Rezzolla, Heino Falcke, della Radboud University Nijmegen, e Micheal Kramer, della Royal Astronomical Society. A catturare l'immagine rivoluzionaria è stata la rete di otto radiotelescopi che fa parte della collaborazione Eht, costituita proprio per riuscire a catturare la foto più ambita dell'astrofisica.

"Abbiamo cercato i buchi neri più grandi, come quello al centro della Via Lattea, chiamato Sagittario A, e quello della galassia M87", ha detto all'ANSA Luciano Rezzolla, direttore dell'Istituto di Fisica teorica di Francoforte, membro del comitato scientifico della collaborazione e che ha partecipato all'analisi teorica dei risultati. Il buco nero del quale è stata catturata l'immagine è quello al centro della galassia M87.

www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2019/04/10/ecco-la-foto-del-secolo-e-la-prima-di-un-buco-nero_3414097d-9364-492c-ad9a-18027bbd8...

Ciao
anto_netti
4/11/2019 8:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,626
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Ecco la foto



Ciao
anto_netti
4/11/2019 9:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,834
Moderatore
per noi profani dice poco anche l'alone luminoso ....
chissà cosa succede se si dovesse attraversarlo?
4/11/2019 12:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,988
TdG
Re:
Giandujotta.50, 11/04/2019 09.06:

per noi profani dice poco anche l'alone luminoso ....
chissà cosa succede se si dovesse attraversarlo?




Se passi col rosso c'è il rischio di essere investita
Io fossi in te aspetterei il verde [SM=g8930]
4/11/2019 12:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,834
Moderatore

[SM=x1408430]

comunque, quando ho letto la prima volta il titolo su un giornale ho pensato che avessero fotografato le italiche finanze!!
[SM=g2431155]
4/11/2019 1:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,626
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Re:
Giandujotta.50, 11/04/2019 09.06:


per noi profani dice poco anche l'alone luminoso ....
chissà cosa succede se si dovesse attraversarlo?



Se si dovesse attraversarlo si verrebbe schiacciati dalla fortissima gravità. Attraversarlo è morte certa. Contrariamente alle speculazioni fantascientifiche che ipotizzano che attraversarlo, sarebbe un portale per altri universi o una scorciatoia per punti lontani del nostro universo. Da non confondere quindi un buco nero con un wormhole. Quest'ultimo è realmente un portale. Che conduce ad una scorciatoia per viaggiare nello spazio.

Un ponte di Einstein-Rosen o cunicolo spazio-temporale, detto anche wormhole (in italiano letteralmente "buco di verme"), è una ipotetica caratteristica topologica dello spaziotempo che è essenzialmente una "scorciatoia" da un punto dell'universo a un altro, che permetterebbe di viaggiare tra di essi più velocemente di quanto impiegherebbe la luce a percorrere la distanza attraverso lo spazio normale.

Il wormhole viene spesso detto galleria gravitazionale, mettendo in rilievo la dimensione gravitazionale strettamente interconnessa alle altre due dimensioni: spazio e tempo. Questa singolarità gravitazionale, e/o dello spazio-tempo che dir si voglia, possiede almeno due estremità, connesse ad un'unica galleria o cunicolo, potendo la materia viaggiare da un estremo all'altro passandovi attraverso.


it.wikipedia.org/wiki/Ponte_di_Einstein-Rosen

I wormholes, ipotizzati da Einstein, un giorno, sono convinto che verranno anch'essi scoperti come realtà. Molti sono gli indizi che conducono alla loro esistenza. Come ad esempio il teletrasporto quantistico. Che dimostra come l'informazione è più veloce della luce (circa 300.000 km al secondo). Siccome la velocità della luce non può essere superata nel nostro universo, molto probabilmente possiamo concludere che l'informazione viaggia più veloce della luce perché può viaggiare anche nei wormholes.

La fantascienza spesso diventa realtà.

Ciao
anto_netti
[Edited by anto_netti 4/11/2019 1:08 PM]
4/11/2019 10:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 390
Location: BERGAMO
Age: 59
Re: Re:
anto_netti, 11/04/2019 13.06:


I wormholes, ipotizzati da Einstein, un giorno, sono convinto che verranno anch'essi scoperti come realtà. Molti sono gli indizi che conducono alla loro esistenza. Come ad esempio il teletrasporto quantistico. Che dimostra come l'informazione è più veloce della luce (circa 300.000 km al secondo). Siccome la velocità della luce non può essere superata nel nostro universo, molto probabilmente possiamo concludere che l'informazione viaggia più veloce della luce perché può viaggiare anche nei wormholes.



Trovo, da un punto di vista scientifico estremamente affascinante questo, nei romanzi di fantascienza si ipotizza appunto, come mezzo di comunicazione, l'invio di particelle codificate per comunicare a distanze immense anche per la velocita' della luce visto che una teoria indica che le particelle possono essere in due posti contemporaneamente. Alcuni studiosi affermano che Elohim fosse in possesso di questa conoscenza, per i credenti non credo ci siano dubbi in proposito visto che Dio ha creato tutto compresi i buchi neri e cio' che ne consegue.
4/11/2019 10:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,204
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Giandujotta.50, 11/04/2019 12:56:


[SM=x1408430]

comunque, quando ho letto la prima volta il titolo su un giornale ho pensato che avessero fotografato le italiche finanze!!
[SM=g2431155]




Quel buco li è molto ma molto piu' vicino e aimè attuale! [SM=g10765]

Simon
4/12/2019 3:26 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,463
Location: ZAGAROLO
Age: 29
veramente bello.
la luce che non riesce ad uscire dall imponenza della gravita e genera comunque uno spettacolo affascinante, cosi potente da condizionare il movimento di intere galassie...

bello bello.
4/12/2019 9:28 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,626
Location: ANCONA
Age: 65
TdG
Re: Re:
(SimonLeBon), 11/04/2019 22.46:



Quel buco li è molto ma molto piu' vicino e aimè attuale! [SM=g10765]




Purtroppo!!!

Bisogna risparmiare sulla carta per fotocopie. Non ci sono più soldi.

Non si può assumere più personale. Non ci sono più soldi.

Non si riesce ad asfaltare le strade. Sono piene di buche. Non ci sono più soldi.

Non si riesce a fare manutenzione agli aerei. Non ci sono più soldi.

[SM=x1408438]

Ciao
anto_netti
[Edited by anto_netti 4/12/2019 9:32 AM]
4/12/2019 7:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE


Event Horizon Telescope= Telescopio dell'orizzonte degli eventi

Mai nome fu più azzeccato!
4/12/2019 8:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE

Però quel colore è artificiale

quell'Alone è di Raggi X per cui non ha colore
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:42 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com