printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 | Next page

Invitare familiari inattivi che praticavano il peccato

Last Update: 5/26/2019 3:16 PM
Author
Print | Email Notification    
5/9/2019 11:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Caro Ever,


Lei non voleva nessuna visita e anche se gli anziani sarebbero andati a trovarla, la visita non era gradita oppure non si sarebbe fatta trovare a casa. Cosa avviene in questo caso?!!!



Beh, in quel caso il peccato è flagrante e se la sorella dopo ripetuti inviti rifiuta l'aiuto della congregazione direi che viene disassociata.


E se dice che peccati ci sono stati ma adesso sono sposata e non vuole prendere nessuna iniziattiva, cosa avviene?



Lei agli anziani deve comunque chiarire se vuol essere ancora considerata associata alla congregazione cristiana dei testimoni di Geova o no e anche se prova un certo grado di pentimento per quello che ha fatto, comunque non ci sarà un comitato in quel caso, ma potrebbe essere disposto che qualcuno comunque gli dia assistenza spirituale se vuole tornare. Diciamo che lei dovrebbe capire che è davanti a Dio che soprattutto dovrebbe chiarire la sua posizione. Ma cosa la lega ancora ai testimoni di Geova se nessuno la conosce come tale? Se è solo perché vuol essere invitata al matrimonio... beh, dovrebbe far riflettere, con tutto il bene che posso volere ad una parente però l'impressione è che agisca in modo molto immaturo.

Shalom
[Edited by barnabino 5/10/2019 1:03 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
E' giusto adorare Gesù?64 pt.6/15/2019 10:44 PM by barnabino
La scienza degli errori38 pt.6/15/2019 10:35 PM by barnabino
L'invenzione degli Alieni28 pt.6/15/2019 7:52 PM by barnabino
5/10/2019 5:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 950
Re: Re:
[QUOTE:136662113=erevnitis, 09/05/2019 13.24



Il punto non è cosi frivolo per questa nipote e anche per altri familiari quindi sorge la domanda anche se non è stata disassociata è lecito considerarla come se lo fosse?







E perché no? anzi potreste suggerire agli anziani della sua zona
un bel comitato e dissociazione con effetto retroattivo

Non dovremmo stare attenti a non giudicare con severità noi stessi o gli altri .… ?L’apostolo Paolo scrisse: “Chi sei tu da giudicare il domestico di un altro?
Egli sta in piedi o cade al suo proprio signore”. (Rom. 14:4)
.......dovremmo ricordare che “ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio”. (Rom. 14:12; Gal. 6:4, 5)

Ma con un atteggiamento del genere può venire mai la voglia di riavvicinarsi? BOH

_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
5/10/2019 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Re:
Caro barnabino


comunque non ci sarà un comitato in quel caso,



E se festeggia natale e i compleanni?


Diciamo che lei dovrebbe capire che è davanti a Dio che soprattutto dovrebbe chiarire la sua posizione.



Concordo


Ma cosa la lega ancora ai testimoni di Geova se nessuno la conosce come tale?



Tutti la conoscono come tale lei si era trasferita ma non cosi lontano


Se è solo perché vuol essere invitata al matrimonio...



Penso che sarà offesa di non essere invitata a motivo dei legami famigliari, sai i sicilani...



beh, dovrebbe far riflettere, con tutto il bene che posso volere ad una parente però l'impressione è che agisca in modo molto immaturo.



Credo di capire che lei rimane pur sempre una testimone di Geova e va considerata come tale sono più da sollecitare gli anziani che hanno agito con leggerezza ma anche i familiari se sappiamo che festeggia i compleanni e capodanno. Lei sembra che abbia dimenticato tutto dalla bibbia.



[Edited by erevnitis 5/10/2019 10:24 PM]
5/10/2019 10:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Caro Erev,


E se festeggia natale e i compleanni?



Beh, dovrebbe cessare la condotta peccaminosa e chiedere aiuto agli anziani. Lei è ancora testimone di Geova ma il punto è se vuol restarlo perché ha fede in Dio o solo perché non vuole subire la disciplina (tristezza verso Dio o tristezza verso l'uomo).


Credo di capire che lei rimane pur sempre una testimone di Geova e va considerata come tale sono più da sollecitare gli anziani che hanno agito con leggerezza ma anche i familiari se sappiamo che festeggia i compleanni e capodanno. Lei sembra che abbia dimenticato tutto dalla bibbia



Diciamo che gli anziani hanno certamente pasticciato la cosa, oggi sembra quasi anacronistico disassociare una persona del genere che non ricorda nulla della Bibbia, ma di fatto non si riconosce più nei testimoni di Geova e dunque non può essere più considerata come tale solo perché "si offende". Giustamente se non pretendesse di essere invitata da parenti testimoni di Geova che conoscono tutta la questione, e dunque non possono far finta di nulla, nessuno sarebbe andata a cercarla. Diciamo che forse questo episodia ha finamelmente fatto uscire allo scoperto la sua vera attitudine verso Dio. Certamente gli anziani rispetto al fatto che si è creata questa situazione devono prenderla in mano e affrontarla in base ai principi biblici, per il bene e la pace di tutti.

Shalom
[Edited by barnabino 5/10/2019 11:06 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/10/2019 11:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Caro barnabino

Ma i parenti e giusto che non la invitano a motivo della sua condotta oppure la devono considerare una famigliare come tutte le altre dato che sono passati tanti anni e non ricorda più nulla di come si comporta una testimone di Geova?

Il caso di Saul con Davide non potrebbe servire di monito? Davide rispettava Saul sin quando ufficialmente Saul non era allontanato?

Puo entrare il pricinpio delle cattive compagnie ma in questo caso nel matrimonio non ci sono altre cattive compagnie?
[Edited by erevnitis 5/10/2019 11:11 PM]
5/10/2019 11:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Caro Erev,


Ma i parenti e giusto che non la invitano a motivo della sua condotta oppure la devono considerare una famigliare come tutte le altre dato che sono passati tanti anni e non ricorda più nulla di come si comporta una testimone di Geova?



Come detto senbra anacronistico, ma lei si era battezzata e non può ignorare che ha delle responsabilità davanti a Dio e davanti alla congregazione. Di fatto lei ha peccato quando era cosciente di farlo e non pare essersi pentita, questo significa che non vuol più essere testimone di Geova, parlo di "lei" al di là di quello che possano pensare i parenti o gli anziani. Di fatto lei ha già deciso di dissociarsi, e sarebbe scorretto non prenderne atto, prima di tutto le lei.


Il caso di Saul con Davide non potrebbe servire di monito? Davide rispettava Saul sin quando ufficialmente Saul non era allontanato?



Saul non era stato detronato da nessuna autorità, dunque i parenti possono invitarla se formalmente gli anziani non prendono provvedimenti. Certo, qui abbiamo una sorella che pare rinnengare la fede senza alcun pentimento, dunque la coscienza di alcunipotrebbe essere turabata. Ma io penso anche a lei, ha parzialmente responsabilità, nonostante appaia come donna superficiale e un po' arrogante, perché nessuno l'ha mai aiutata a capire che stava sbagliando. Da qui il pasticcio.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/12/2019 11:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Re:
Caro barnabino


Beh, dovrebbe cessare la condotta peccaminosa e chiedere aiuto agli anziani. Lei è ancora testimone di Geova ma il punto è se vuol restarlo perché ha fede in Dio o solo perché non vuole subire la disciplina (tristezza verso Dio o tristezza verso l'uomo).



Penso che hai centrato il punto, lo vuole restare perché non vuole subire la disciplina ma non gli frega più nente a quanto pare essere testimone di Geova.

Che fare? Lei ha fatto la sua scelta e a questo punto non pensi che abbia ragione da un punto di vista umano dato che preserva almeno la sua relazione con la famiglia con chi è testimone di Geova?

Se mi metto dalla parte sua la posso anche capire!!
[Edited by erevnitis 5/12/2019 11:01 PM]
5/12/2019 11:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Caro Erev,


Se mi metto dalla parte sua la posso anche capire!!



Si umanamente è comprensibile, ma come cristiani non possiamo valutare le cose da un punto di vista umano ma dobbiamo vedere il punto di visto divino, lo scopo della disciplina è convincere del peccato. Agendo in modo sentimentalista non facciamo il suo bene, il messaggio che implicitamente inviamo è che il peccato che ha commesso (e che commette) non è poi così grave e non deve assumersi alcuna responsabilità verso Dio... insomma, non le diamo la possibilità di ravvedersi e questo, per un cristiano, può significare abbandonarla alla morte.

Dunque tecnicamente può essere invitata, è una sorella, ma se guardiamo al suo bene questo invito deve essere accompagnato da un accorato invito a prendersi le proprie responsabilità, così non va da nessuna parte, spiritualmente parlando intendo. Detto questo sono un po' di parte perché da come la descrivi mi sta antipatica anche se non la conosco... lo steriotipo dell'ipocrosia che spesso combatto, dunque forse il mio giudizio non è proprio del tutto imparziale.

Shalom

[Edited by barnabino 5/12/2019 11:24 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/13/2019 12:34 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Re:
Caro barnabino



Dunque tecnicamente può essere invitata, è una sorella, ma se guardiamo al suo bene questo invito deve essere accompagnato da un accorato invito a prendersi le proprie responsabilità,



Ma prendersi le responsabilità per lei vorrebbe dire suicidarsi da un punto di vista sociale con i suoi familiari, per quale motivo dovrebbe prendere questa decisione dato che non gli frega niente il punto di vista spirituale?

Il discorso che fai mi sembra valido per chi ha sensibilità cristiana se non c'è l'hai per lei è stupidità. Chi vorrebbe smettere i suoi rapporti con i cugini che ama tanto per motivi che non hanno più senso per lei?

5/13/2019 2:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Caro Erev,


Ma prendersi le responsabilità per lei vorrebbe dire suicidarsi da un punto di vista sociale con i suoi familiari, per quale motivo dovrebbe prendere questa decisione dato che non gli frega niente il punto di vista spirituale?



Per correttezza verso Dio e la congregazione alla quale implicitamente dice di non voler rinunciare di appartenere ma verso la quale non vuole prendersi alcuna responsabilità. Se non gli frega più nulla e continua a vivere senza tener conto delle norme divine allora è giusto che venga espulsa dalla congregazione. Ma ripeto. non sono imparziale per come la descrivi questa donna per me riflette il tipico atteggiamento opportunista e ipocrita contro cui mi batto.


Il discorso che fai mi sembra valido per chi ha sensibilità cristiana se non c'è l'hai per lei è stupidità. Chi vorrebbe smettere i suoi rapporti con i cugini che ama tanto per motivi che non hanno più senso per lei?



Beh, hanno senso per i suoi cugini e per Dio... Forse toccarla laddove è sensibile può aiutarla a capire che non può sfuggire alle sue responsabilità (che si era presa solennemente) e magari ridare senso a significato di vero cristianesimo. Geova disciplina colui ch ama, forse meglio la disciplina che l'indifferenza colpevole che gli anziani hanno avuto finora dando il messaggio che tutto sommato anche per loro il peccato non era poi cosa così grave.

Shalom


[Edited by barnabino 5/13/2019 2:54 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/13/2019 4:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,670
Age: 39
Re:
erevnitis, 08.05.2019 21:45:

Come la vedete voi?!!

Mio cugino nel suo matrimonio che deve avvenire con il consenso di mio zio (ambedue testimoni di Geova) (...)




Ciao Erevnitis,

non ho capito perché il matrimonio di tuo cugino deve avvenire con il consenso di suo padre, se ho capito bene...

perché?

[SM=g1871112]
5/13/2019 4:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 406
Re:
erevnitis, 08/05/2019 21.45:

Come la vedete voi?!!

Mio cugino nel suo matrimonio che deve avvenire con il consenso di mio zio (ambedue testimoni di Geova) non hanno invitato mia cugina sul fatto che è testimone di Geova raffredata che conviveva per tanti anni ma che adesso da più anni comunque ha regolarizzato la sua situazione sposandosi.

Mia cugina deve sempre essere considerata come una sorella oppure come una scomunicata dato che ha avuto una vita non conforme al popolo di Geova?

Non si rischia agendo cosi di allonttanarla maggiormente dal popolo di Geova e di dare una cattiva testimonianza agli altri familiari?

L'esempio di Saul con Davide puo essere considerato valido in questa situazione?

Si puo non invitarla sul fatto che è (oppure era) una cattiva compagnia?



Ho capito bene?
Questa sorella,da Testimone di Geova battezzata,è poi ANDATA A CONVIVERE....
e nessuno gli ha mai detto nulla?

🤔



"Ognuno ci stimi come subordinati di Cristo ed economi dei sacri segreti di Dio.Inoltre, in questo caso, ciò che si richiede dagli economi è che uno sia trovato fedele."1 Corinti 4:1,2
5/13/2019 10:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Re: Re:
Caro I-gua

I-gua, 13/05/2019 16:48:




Ciao Erevnitis,

non ho capito perché il matrimonio di tuo cugino deve avvenire con il consenso di suo padre, se ho capito bene...

perché?

[SM=g1871112]



Con la cultura siciliana a volte ci sono cose che possono sfuggire....


5/13/2019 10:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Re:
Caro barnabino


Lei agli anziani deve comunque chiarire se vuol essere ancora considerata associata alla congregazione cristiana dei testimoni di Geova o no e anche se prova un certo grado di pentimento per quello che ha fatto, comunque non ci sarà un comitato in quel caso, ma potrebbe essere disposto che qualcuno comunque gli dia assistenza spirituale se vuole tornare.



Sul fatto che abbia regolarizzato il suo matrimonio alcuni anni fa ci sta, ma sul fato che celebra natale non pensi che un comitato verebbe formato dato che si tratta di una pratica attuale?




5/13/2019 11:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Penso proprio di sì, ma qui il problema mi pare che lei di fatto si sia dissociata ormai, dunque è anche giusto che rispetto ai parenti che sono testimoni di Geova capisca che è corretto (se non altro umanamente parlando) predersi le proprie responsabilità e subire le conseguenze delle proprie legittime scelte. Altrimenti avremo sempre una donna che spiritualmente resta bambina, mentre questa deve maturare, ma come donna non come testimone di Geova.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/15/2019 10:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Caro barnabino

1 -Ho sempre pensato che sia Geova ha dirigere le cose e che se per il momento lei è sempre una testimone di Geova non scomunicata è perché questa sia la volontà di Dio il giorno che sarà diversamente agiremo in conseguenza.

2 Il principio è quello di Saul sin quanto Saul non era rigettato ufficialmente Davide doveva considerarlo come un suo fratello.

3 - Lei dovrebbe agire in base a quello che dice la bibbia come dicevo sarebbe per lei un suicidio sociale non avendo la maturità di capire le disposizioni di Geova. Le cose spirituali per l'uomo fisico sono stoltezza dice Paolo.
5/16/2019 1:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore
Caro Erev,


1 -Ho sempre pensato che sia Geova ha dirigere le cose e che se per il momento lei è sempre una testimone di Geova non scomunicata è perché questa sia la volontà di Dio il giorno che sarà diversamente agiremo in conseguenza



Concordo, nessuno ha il diritto di disassociare un fratello, lo può fare solo un comitato sotto la guida dello spirito santo. Però resta il principio che questa sorella potrebbe essere personalmente considerata un vaso "non onorevole" e dunque non si può imporre a nessuno di invitarla al matrimonio.


2 Il principio è quello di Saul sin quanto Saul non era rigettato ufficialmente Davide doveva considerarlo come un suo fratello



Concordo, tutto quello che possono fare i parenti è riferire agli anziani la condotta peccaminosa della sorella dopo aver parlato con lei e averle lasciato tempo per andare lei stessa dagli anziani. Nessuno può predere iniziative, come detto sopra.


3 - Lei dovrebbe agire in base a quello che dice la bibbia come dicevo sarebbe per lei un suicidio sociale non avendo la maturità di capire le disposizioni di Geova. Le cose spirituali per l'uomo fisico sono stoltezza dice Paolo



Se però non va lei a parlare perché è fondamentalmente è una persona egoista e priva di fede fino all'opportunismo direi (come detto ho un irrazionale pregiudizio nei confronti di questa persona) dovrebbero farlo i parenti che sono al corrente del peccato, poi lasceranno le cose nelle mani di Geova. Ma non la considerereanno disassociata, certo la loro coscienza può decidere di considerarla come una sorella ma come una cattiva compagnia, questa è una decisione personale e qui non sarebbe immotivata.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/16/2019 10:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,082
Re:
Caro barnabino


Ma non la considerereanno disassociata, certo la loro coscienza può decidere di considerarla come una sorella ma come una cattiva compagnia, questa è una decisione personale e qui non sarebbe immotivata.



Caro barnabino vorresti dire come una sorella segnata a motivo del fatto che continua a celebrare natale e compleanni?



5/16/2019 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 56,497
Moderatore

Caro barnabino vorresti dire come una sorella segnata a motivo del fatto che continua a celebrare natale e compleanni?



Una sorella che continua a celebrare compleanni e natale dovrebbe essere disassociata non solo segnata, gli anziani devono essere informati. Per i parenti una persona del genere, in attesa che gli anziani diano assistenza spirituale, potrebbe costituire obiettivamente una cattiva compagnia o comunque qualcuno potrebbe essere tubato di stare in stretta compagnia con lei se conosce il suo comportamento.

Shalom
[Edited by barnabino 5/16/2019 10:35 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/26/2019 3:16 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 654
Location: MILANO
Age: 79
Re: Re:
erevnitis, 09/05/2019 18.24:


Il discorso degli anziani a quanto mi risulta era questo: lei era diventata innativa poi si è trasferita abitando in un altra zona sono passati dieci anni, si è messa a convivere , non rappresentando più nessun pericolo per la congregazione e dato che nessuno parlava di lei, gli anziani hanno lasciato perdere.



Per quello che ho potuto percepire gli anziani hanno applicato la disposizione accennata in questa rivista:

*** w87 1/9 p. 14 “Un tempo per parlare”: quando? ***
Se la persona sospettata aveva in effetti rinunciato a essere un membro della congregazione, avendo smesso da qualche tempo di frequentare tutte le adunanze e non identificandosi come testimone di Geova, avrebbero potuto decidere di accantonare la cosa fino a quando la persona non avesse ricominciato a identificarsi come Testimone.

Per ulteriori chiarimenti potrebbe essere utile che intervenga nella discussione qualche membro dello staff che è anziano di congregazione.

erevnitis, 09/05/2019 22.25:

Francamente non saprei ha ragione mio zio dicendo che anche se non è stata disassociata va considerata quasi come tale poiché avrebbe dovuto esserlo oppure vale il principio di Saul che sebbene rigettato da Geova sin quando la cosa non era ufficiale Davide agiva di conseguenza e quindi questa nipote va sempre considerata come una testimone di Geova ma inattiva sperando che un giorno possa riprendersi.



Alcune ricerche possono esserti d'aiuto

*** w12 15/5 p. 26 par. 13 Riflettete la gloria di Geova? ***
Teniamoci perciò alla larga dagli apostati e da chiunque afferma di essere un fratello ma disonora Dio. Questo vale anche nel caso di un nostro familiare. (1 Cor. 5:11)


*** w85 15/7 p. 19 par. 14 ‘Correte in modo tale da conseguire il premio’ ***
Un giovane Testimone rammenta quale presa di posizione dovettero prendere lui e suo fratello quando la loro madre, da molto tempo una cristiana inattiva, contrasse un matrimonio adultero. “Riferimmo la cosa agli anziani”, ricorda, “e, visto che lei non abitava a casa, decidemmo di limitare i nostri contatti con lei finché gli anziani non avessero potuto risolvere la faccenda.


Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:58 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com