printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di maggio 2019...

Last Update: 5/28/2019 7:21 PM
Author
Print | Email Notification    
5/22/2019 6:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,957
ViceAdmin
Il successivo e ultimo intervento è a cura di don Battista Cadei che affronta il tema Maria, Madre di Gesù dicendo:


Oggi inizia il mese di maggio, che la devozione popolare cattolica dedica a Maria, madre di Gesù. Qui tocchiamo uno dei punti di disaccordo tra i cattolici e i tdG. Questi dicono che tale devozione è contraria alla Bibbia e quindi pagana. E citano per es. il Vangelo, Luca 11,27-28:
«Una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: “Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!”. Ma egli disse: “Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!”»

Qesta risposta di Gesù dimostrerebbe che davanti a Dio Maria non ha nessun valore. Ma il Vangelo sottolinea che Maria fu esemplare proprio nell’ascoltare e praticare la parola di Dio. Elisabetta, piena di Spirito Santo esclamò in Luca 1,45-48:

«“Beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto”». Allora Maria disse: 'Tutte le generazioni mi chiameranno beata'.
Vi sembra poco?
Ma esaminiamo il Vangelo sec. Giovanni, il quale parla di Maria 2 volte: all'inizio del capitolo 2, nozze di Cana: 1° miracolo, e alla fine, capitolo 19 con Gesù in croce:

1) Giovanni 2,1-2: «Vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli». Lei è nominata prima di Gesù stesso, ed è la prima a parlare: «Non hanno vino». Gesù dà una risposta che sembra significare: «Io e te non c'entriamo».
I tdG commentano così (Gesù la via, p. 41):

«In qualità di Re scelto da Dio, Gesù lascia che le sue azioni siano guidate dal suo Padre celeste, non da parenti o amici».
Ma guardiamo l'insieme del racconto: Gesù, in seguito all'intervento di Maria, fa il suo 1° miracolo, e che miracolo! Tanto che i suoi discepoli credettero in lui. I cristiani fin dall'inizio hanno visto in Maria colei che ha il compito di dirci quello che disse ai servitori del banchetto: «Qualsiasi cosa [Gesù] vi dica, fatela» (Giovanni 2,6).

2) Gesù in croce, fece questo “testamento” in Giovanni 19,26-27:

«Disse alla madre: “Donna, ecco tuo figlio!”. Poi disse al discepolo: “Ecco tua madre!”. E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé».
Commento dei tdG (Gesù la via, p. 300):
«Gesù sta affidando all’apostolo a cui vuole particolarmente bene la responsabilità di prendersi cura di sua madre, che a quanto pare è rimasta vedova… Che esempio da imitare!».
Ma il Vangelo di Giovanni è tutto pieno di simboli e va sempre in profondità. Maria è chiamata non per nome, ma la madre di Gesù. Gesù non dice mamma, ma donna. La chiave di interpretazione la troviamo in VANNI, autorevole biblista. Egli fa notare che troviamo questo stesso linguaggio simbolico sia nel Vangelo di Giovanni sia nell'Apocalisse che presenta due realtà contrapposte:
1) positiva: la donna vestita di sole e la Gerusalemme celeste, che alla fine trionferà;
2) negativa: la prostituta e la Babilonia diabolica, destinata alla sconfitta finale.
Apocalisse dice donna non per sminuire Maria, ma come un insieme di simboli: la donna simboleggia il popolo di Dio, e nello stessi tempo la sposa dell'Agnello cioè della Chiesa.
Ecco le basi bibliche: i profeti paragonano il popolo di Dio a una sposa, a cui Dio è fedele nonostante i suoi adulteri e prostituzioni. S. Paolo chiama la Chiesa sposa di Cristo. Tra gli altri simboli, la donna significa anche Maria madre di Gesù. In apocalisse 12,5 si legge:
«Essa (cioè la donna vestita di sole) partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni con scettro di ferro». E' un riferimento esplicito al Messia del Salmo 2,8-9:
«Ti darò in eredità le genti... Le spezzerai con scettro di ferro».

Il simbolo della donna, lo troviamo già in Genesi 3,15, riferito a Eva: dopo il peccato, Dio dice al serpente:
«Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa». Nella storia dell'arte gli artisti giustamente raffigurano Maria come la donna che schiaccia la testa al serpente.
Tra i tdG ci sono ex cattolici, che forse conservano qualche nostalgia: il non poter ricevere la Comunione (ma dovʼè scritto?) e il pensiero della Madonna. A costoro vorrei dire di ascoltare solo la propria coscienza: anziché considerarlo una tentazione satanica, interroghino se stessi: se in loro il pensare alla Madonna non produce agitazione, ma pace interiore, potrebbe essere un frutto dello Spirito, che è pace e gioia. Forse in passato questi ex cattolici hanno recitato e ripetuto: «Prega per noi peccatori adesso e nellʼora della nostra morte»: io voglio rassicurarli che Maria, dataci da Gesù come Madre, non è intollerante e impaziente come siamo noi uomini: Maria non abbandona nessuno dei suoi figli: rispetta la nostra libertà, ma ci aspetta, e ricordando le nostre orazioni, pregherà per noi «nellʼora della nostra morte». Amen.



Lascio la parola a chi desidera replicare...
[Edited by viceadmintdg1 5/22/2019 6:50 PM]
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:02 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com