printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 | Next page

La lunga marcia verso la scomparsa delle donne dalla Maturità

Last Update: 6/24/2019 11:41 AM
Author
Print | Email Notification    
6/22/2019 10:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 39,281
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Venti anni di battaglie politiche e di Piani Nazionali, sondaggi e progetti per una scuola in grado di educare alla parità e alla differenza di genere. "Che fine hanno fatto? Ora tutto è lasciato all'iniziativa personale", denuncia Mila Spicola, Pd


Pubblicato il 21/06/2019
Ultima modifica il 21/06/2019 alle ore 12:07
flavia amabile
roma

Come si arriva a una maturità con sette tracce della prova di italiano e nemmeno un lontano, sparuto accenno alle donne, come se non esistessero nella storia, nelle arti, nella scienza, nella filosofia? Si arriva dopo anni di citazioni quasi casuali, se non marginali, nelle tracce delle precedenti maturità e nei libri di testo. Ma si arriva soprattutto dopo anni di battaglie per una scuola capace di educare alla parità che si stanno dissolvendo in un nulla indistinto.

La battaglia prende il via negli anni Novanta quando l’Ue decide il IV Programma d’azione comunitaria a medio termine per le pari opportunità fra le donne e gli uomini con azioni da realizzare in ogni Paese, in particolare nelle attività scolastiche. Il Dipartimento per le pari opportunità della presidenza del Consiglio tra il 1999 e il 2001 crea Polite (Pari opportunità nei libri di testo) un progetto che per la prima volta introduce nelle scuole italiane l’idea che gli studenti non siano un genere indistinto declinato al maschile.

...

Fonte
6/22/2019 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 39,281
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Cosi' è, anche se non vi pare...

Simon
6/22/2019 11:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,770
TdG
Il problema è trovarle, le donne, nella cultura (o meglio, trovare tante vette quante ce ne sono per gli uomini)....qualcuno dirà "fino a un secolo fa erano relegate ai lavori di casa", e più o meno è così.
Ma nell'ultimo secolo, ad esempio, la situazione non è molto cambiata.
Agli inizi degli anni '70 uscì un saggio (oggi ristampato da Castelvecchi) scritto proprio da una donna, che si intitolava Why have there been no great woman artists? (Perché non ci sono state grandi donne nelle arti?).
Negli ultimi 20 anni al Premio Strega hanno vinto 16 uomini e solo 4 donne.
Sono meno intelligenti? No, per vari motivi hanno avuto meno occasioni per emergere.
Non si può tuttavia pretendere, per far vedere che non siamo "razzisti", di mettere Sibilla Aleramo sullo stesso piano di un Montale e dire "Esiste una donna che è al suo livello" (non lo è), così come non possiamo prendere Kamau Brathwaite (il maggiore poeta caraibico) e dire che è al pari del Nobel e seminale Thomas Eliot.
Bisogna semplicemente ammettere che per motivi storici, culturali e sociali (la propensione a curare una famiglia), vi sono state meno opportunità per le donne, e quindi in proporzione meno "vette" rispetto agli uomini. E stesso discorso vale per la cultura di popoli di recente civilizzazione.
Perché allora non inseriamo scrittori somali e cingalesi?
Non perché non vi sia parità, ma perché di fatto non esistono figure all'altezza delle maggiori figure occidentali, è un fatto.

P.S. poi se si parla della Merini o della Szymborska, io sono il loro primo fan, ma appunto sono poche rispetto ai "colleghi" maschi di pari livello.
E' più facile pescare nel certo, piuttosto che arrovellarsi a pensare se una certa Antonia Pozzi, morta a 26 anni, sia lontanamente da mettere in pari con un Saba.

Fare un servizio alla cultura significa superare il buonismo (mettiamoci una donna, mettiamoci un nero, mettiamoci un disabile, tanto per essere "inclusivi") e valutare la grandezza della carriera e i meriti effettivi.
[Edited by Chameleon. 6/22/2019 11:20 PM]
6/22/2019 11:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Che mi dici di Chandra Livia Candiani?

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
6/22/2019 11:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,770
TdG
Re:
barnabino, 22/06/2019 23.27:

Che mi dici di Chandra Livia Candiani?





Non mi entusiasma troppo (ha il vezzo femminile di ripiegare sul sentimentale, seppur lo faccia con immagini ricercate), ma io "sego" persino Montale, che trovo troppo algido...e anche il Nobel Transtromer, che trovo sopravvalutato.
6/23/2019 12:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Chi salvi del novecento italiano? Premetto che a me Montale piace, amo la linea crepuscolare.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
6/23/2019 12:17 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,770
TdG
Pavese e Pasolini, poi Merini (al netto degli spasmi sentimentali), e qualche meno conosciuto come Alfredo Bonazzi o Roberto Sanesi.

Per Montale, ammetto di non conoscerlo benissimo, ma tipo "Ho sceso dandoti il braccio" la trovo di un melenso insopportabile.
[Edited by Chameleon. 6/23/2019 12:17 AM]
6/23/2019 9:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,868
Moderatore
Eh si!! Le donne hanno poco tempo da dedicare alle arti.. hanno il mondo da portare avanti.. anche se sovente per interposta persona
[SM=g7556]
6/23/2019 10:52 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,322
Re:
Giandujotta.50, 23/06/2019 09.22:

Eh si!! Le donne hanno poco tempo da dedicare alle arti.. hanno il mondo da portare avanti.. anche se sovente per interposta persona
[SM=g7556]



Non è poco quello che hai detto
ma io aggiungo non soltanto.

Spessissimo l’uomo a cui la cui la donna si lega,
con la scusa dell’amore , della gelosia e della protezione
costruisce attorno a lei la gabbia che le cambierà
il corso della vita
ne condizionerà le scelte e i percorsi.
I mezzi e le armi dai più invisibili e ovattati
ai più palesi e prepotenti
fino allo scontro “della rottura”
quando spesso è troppo tardi i cocci della vita
non sono più pezzi da ricomporre, ma sono sbriciolati.
Molte fanno finta di non vedere questa guerra di fondo
e continuano sullo stesso tram tram
cercando di adagiarsi nella trincea più comoda che
la fortuna le ha messo a disposizione.

A questo punto non parlo affatto di coppia
Mentre l’uomo può contare su una società e cultura
che sarà sempre dalla sua parte e lo sosterrà
consci oppure non consapevoli di questo
anche una parte delle donne stesse.

perdonatemi il confronto schok
ma la sintesi posta da Camaleon la trovo molto
simile a quella che i bianchi facevano nei confronti
dei neri, che tenevano prigionieri dopo averli
privati della loro libertà.
Oggi i nostri uomini non devono fare lo sforzo di mandare una nave negriera
e sequestrare intere generazioni
Si trovano il piatto pronto
una scacchiera già impostata
una società già tessuta dove qua e là,
tra uno strappo e l’altro è passata un po’ di verità
l’ha vista chi la cercava (anche molti uomini di vero spessore
umano e culturale) la verità dei fatti.
Ma alla stragrande maggioranza piace "non vedere”
e trastullarsi nel risultato fra due situazioni in cui non può esserci confronto

_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
6/23/2019 11:29 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 39,281
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Chameleon., 22/06/2019 23:12:

Il problema è trovarle, le donne, nella cultura (o meglio, trovare tante vette quante ce ne sono per gli uomini)....qualcuno dirà "fino a un secolo fa erano relegate ai lavori di casa", e più o meno è così.
Ma nell'ultimo secolo, ad esempio, la situazione non è molto cambiata.
Agli inizi degli anni '70 uscì un saggio (oggi ristampato da Castelvecchi) scritto proprio da una donna, che si intitolava Why have there been no great woman artists? (Perché non ci sono state grandi donne nelle arti?).
Negli ultimi 20 anni al Premio Strega hanno vinto 16 uomini e solo 4 donne.
Sono meno intelligenti? No, per vari motivi hanno avuto meno occasioni per emergere.
Non si può tuttavia pretendere, per far vedere che non siamo "razzisti", di mettere Sibilla Aleramo sullo stesso piano di un Montale e dire "Esiste una donna che è al suo livello" (non lo è), così come non possiamo prendere Kamau Brathwaite (il maggiore poeta caraibico) e dire che è al pari del Nobel e seminale Thomas Eliot.
Bisogna semplicemente ammettere che per motivi storici, culturali e sociali (la propensione a curare una famiglia), vi sono state meno opportunità per le donne, e quindi in proporzione meno "vette" rispetto agli uomini. E stesso discorso vale per la cultura di popoli di recente civilizzazione.
Perché allora non inseriamo scrittori somali e cingalesi?
Non perché non vi sia parità, ma perché di fatto non esistono figure all'altezza delle maggiori figure occidentali, è un fatto.

P.S. poi se si parla della Merini o della Szymborska, io sono il loro primo fan, ma appunto sono poche rispetto ai "colleghi" maschi di pari livello.
E' più facile pescare nel certo, piuttosto che arrovellarsi a pensare se una certa Antonia Pozzi, morta a 26 anni, sia lontanamente da mettere in pari con un Saba.

Fare un servizio alla cultura significa superare il buonismo (mettiamoci una donna, mettiamoci un nero, mettiamoci un disabile, tanto per essere "inclusivi") e valutare la grandezza della carriera e i meriti effettivi.



And indeed there will be time
also for a woman
to win the price. [SM=p4451254]

Ma a lettere c'è pieno di donne
o almeno c'era ai miei tempi.
Un vero e proprio paradiso
al confronto delle "cosce pelose" che trovavi tra gli ingegneri.
(citazione da un mio prof, anche lui molto peloso).

Simon

6/23/2019 12:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,770
TdG
A Lettere è pieno di donne, ma sono tutte "scolastiche" (finiscono col fare le insegnanti/casalinghe e hanno l'ansia di sbrigarsi a fare figli) e non si appassionano: non ne conosco una della mia facoltà che sia diventata scrittrice.
Dei pochi maschi invece siamo almeno in due, che seguivamo negli stessi anni, ad aver pubblicato, entrambi per una NO EAP.
6/23/2019 1:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 39,281
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Chameleon., 23/06/2019 12:19:

A Lettere è pieno di donne, ma sono tutte "scolastiche" (finiscono col fare le insegnanti/casalinghe e hanno l'ansia di sbrigarsi a fare figli) e non si appassionano: non ne conosco una della mia facoltà che sia diventata scrittrice.
Dei pochi maschi invece siamo almeno in due, che seguivamo negli stessi anni, ad aver pubblicato, entrambi per una NO EAP.



Mi si sta schiarendo l'orizzonte: ingegneri masterizzati che finisco dietro la scrivania di un ente pubblico a muovere carte e poi si sposano con la letterata in cerca di marito! Geniale. [SM=x1408447]


Simon
6/23/2019 3:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,868
Moderatore
ridete, ridete...
il problema di fondo è che le donne hanno una innata propensione al sacrificio..
vedi per esempio le mogli degli anziani...
a quanto rinunciano sacrificandosi....? nemmeno ve lo immaginate!
anche solo a fare la spesa da sole, invece di avere il caddy per il carrello? 😉

per il resto meglio che mi taccio.... 😊

6/23/2019 4:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,770
TdG
Per tutte le donne che sbuffano e vedono sacrifici anche in cose fattibili e divertenti:


"Non è sacrificio, quel sacrificio piccolo che insegna a sopportare/quel sacrificio grande che deve ancora arrivare"


"Una vita di mollezza/fa finir nella monnezza"


"Trovo sempre divertente/fare allegramente/ quelle cose considerate scomode/ in cui altri si trascinano mestamente"


"Viva il lavaggio a mano e abbasso la lavastoviglie/lavare a mano è come giocare a biglie"


"Con 1 euro di forbici da sola puoi tagliare/dal parrucchiere non ti devi far rapinare"


"Era una gran vacanza per Giovanna D'Arco/anche fare un giro al pubblico parco"


"I cosiddetti problemi di oggi/erano i vizi dei secoli scorsi"




[SM=g8930] [SM=g8930] [SM=g8930]
6/23/2019 4:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,868
Moderatore
6/23/2019 4:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 39,281
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Chameleon., 23/06/2019 16:48:

Per tutte le donne che sbuffano e vedono sacrifici anche in cose fattibili e divertenti:


"Non è sacrificio, quel sacrificio piccolo che insegna a sopportare/quel sacrificio grande che deve ancora arrivare" ...


[SM=g8930] [SM=g8930] [SM=g8930]




Un vero "poeta della donna", non c'è che dire.
L'apice è dover andare da sola a far la spesa, con... la carta di credito del marito! [SM=x1408428]

Simon
[Edited by (SimonLeBon) 6/23/2019 4:55 PM]
6/23/2019 5:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,770
TdG
Re: Re:
(SimonLeBon), 23/06/2019 16.54:




Un vero "poeta della donna", non c'è che dire.



Potrei pensare a un libro di aforismi [SM=g8930] [SM=g8930] [SM=g8930]

"Nulla è lo stress di lamentose mogli/paragonato allo stress dei maschili portafogli"

"Per chi si lamenta che non va al ristorante/pane e cipolla vita natural durante"

"Scarpe di piombo meritano alcune/durano a vita e fanno dimagrire"



[SM=g8930] [SM=g8930] [SM=g8930]
6/23/2019 6:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,322
Re:
Chameleon., 23/06/2019 16.48:

Per tutte le donne che sbuffano e vedono sacrifici anche in cose fattibili e divertenti:


"Non è sacrificio, quel sacrificio piccolo che insegna a sopportare/quel sacrificio grande che deve ancora arrivare"


"Una vita di mollezza/fa finir nella monnezza"


"Trovo sempre divertente/fare allegramente/ quelle cose considerate scomode/ in cui altri si trascinano mestamente"


"Viva il lavaggio a mano e abbasso la lavastoviglie/lavare a mano è come giocare a biglie"


"Con 1 euro di forbici da sola puoi tagliare/dal parrucchiere non ti devi far rapinare"


"Era una gran vacanza per Giovanna D'Arco/anche fare un giro al pubblico parco"


"I cosiddetti problemi di oggi/erano i vizi dei secoli scorsi"




[SM=g8930] [SM=g8930] [SM=g8930]




Complimenti
E' un'opera letteraria?? [SM=g8920]

_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
6/23/2019 8:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,868
Moderatore
Tornata dall'adunanza mi sento in pace con il mondo..
per cui....come disse il sommo poeta "non ti curar di loro ma 'leggi' e passa"

[SM=g2431155] .... [SM=x1408428]
6/23/2019 8:16 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,868
Moderatore
Re: Re:
frida18, 23/06/2019 18.30:




Complimenti
E' un'opera letteraria?? [SM=g8920]




ti assicuro - perchè lo conosco - quando non gioca a fare il misogino (perchè non lo è) sa fare molto molto meglio!!!

[SM=g27987]
Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:20 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com