printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Elie Wiesel, il ragazzo di Auschwitz che non distolse gli occhi dal Male

Last Update: 8/18/2019 3:03 PM
Author
Print | Email Notification    
8/18/2019 3:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,290
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Elie Wiesel, il ragazzo di Auschwitz che non distolse gli occhi dal Male


antonio monda 18 Agosto 2019

Nel 1928, il paese in cui nacque era ancora un regno, e Ferdinando di Romania concesse proprio allora la cittadinanza agli ebrei. Eliezer Wiesel, che tutti chiamavano Elie, visse l’infanzia in un’atmosfera piena di speranza e fiducia nel futuro. A casa i genitori Schlomo e Sarah elogiavano anche le altre iniziative di quel sovrano saggio e illuminato: un’importante riforma agraria e una costituzione di stampo liberale. Ma purtroppo il sogno si spezzò presto con la morte improvvisa del re: il piccolo Elie fu testimone della svolta autoritaria del successore Carol II, del patto Molotov-Ribbentrop che assegnò la Bessarabia all’Unione Sovietica e quindi del massacro di Fântâna Albă da parte delle milizie comuniste. Non aveva ancora compiuto dieci anni quando l’imprescindibile presenza del male entrò prepotentemente nella sua vita
8/18/2019 3:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,290
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Ho letto qualcosa di Wiesel e devo dire che, al di là del nobel, è un personaggio controverso e continuamente bersagliato dai revisionisti.


Simon
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:11 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com