New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 | Next page

> TUTTO su Maria madre di Gesù, oggi chiamata “Madonna” <

Last Update: 6/15/2021 10:51 AM
Author
Print | Email Notification    
6/8/2021 2:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,460
Age: 41
Re: Re: Re:
IlViolinista (JMnx210416), 08.06.2021 11:04:




Ma se Maria è madre di Dio e Dio ha creato tutte le cose... chi ha creato chi?

[SM=g1871115]




Madre di Dio-Figlio che ha avuto per mezzo di Dio-Spiritosanto che NON ê Dio-Padre

Lasciamo perdere
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
6/8/2021 3:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 345
Age: 61
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
M71, 07/06/2021 23:33:

Caro VVRL,
non mi stupisco del fatto che non trovi parole.
Maria credeva in suo figlio Gesù?
Bene, sicuramente era una donna di fede e ebrea credente.

Infatti in Giovanni cap. 2 si narra l'episodio delle nozze di Cana, dove la madre di Gesù aveva il compito di gestire la servitù. Quando Maria si accorge che manca il vino, compie il miracolo: trasforma l'acqua in ottimo vino e permette che la festa continui senza altre interruzioni.
Sicuri che sia andata così ? No, il racconto dice che Maria interpellò Gesù e questi, per tutta risposta, usò una formula che denotava un certo distacco: «Che ho da fare con te, o donna? Non è ancora giunta la mia ora».

Ma che strano! Gesù, invece di innalzare la madre ad un livello superiore agli altri giacché "piena di grazia", le fece capire che doveva stare al suo posto. E il miracolo? Lo fece Gesù.

Maria, ubbidiente e umile com'era, comprese le parole del figlio e disse alla servitù: «Fate quello che vi dirà».

Se, come dici tu, Maria poteva fare miracoli, perché non lo fece in quella occasione?



E ti dò ragione. NEL NT non trovi un passo che indica Maria, dispensatrice di miracoli. Così chiariamo la posizione cattolica, una volta per tutte. Non la trovi neanche come predicatrice, sebbene fosse a contatto con gli apostoli. La donna in quell'epoca era inferiore all'uomo, e doveva rimanere al suo posto. Ma non nel senso che esponi tu. Vediamo di occuparci del brano in questione: 1 Il terzo giorno vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. 2Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. 3Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». 4E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». 5Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».

Ora , molti, pensano, che le parole di Gesù suonassero come un rimprovero. "non mi scocciare". Ma carissimo, l'esegesi biblica, tiene conto di molti fattori, non è che proponendo un passo, subito deduci, una verità di fede. Ogni parola viene valutata, tenendo appunto conto di moltissimi fattori. Gesù adotta un linguaggio biblico : Donna , addirittura l'autore usa i maiuscolo , ma non è questo il punto.. Ora nel contesto della lingua ebraico, e subito dopo greca quale significato assume il termine "Donna": è un titolo onorifico, che si usava anche per le regine, mentre nel linguaggio comune di oggi assume un carattere quasi dispregiativo. Poi se tu poni più attenzione , alla domanda : "non hanno più vino" come mai mai Gesù risponde : non è ancora giunta la mia ora. ? Cosa c'entra? E' dialogo intimo fra madre e Figlio. Forse anche in un luogo appartato. Che l'evangelista non riporta , o meglio lo riporta in forma framezzata.. Perchè la bibbia non può essere un romanzo, e riporta l'essenziale . Ora, prima di dire, non parlo solo per te, che io mi invento le cose, che riflettano, su ogni parola del testo sacro. Magari chiedendo aiuto , ai conoscitori delle usanze del tempo , della lingua, dei costumi e soprattutto del linguaggio biblico, della terminologia biblica. I fatti essenziali sono: Maria chiede a Gesù , Gesù la esaudisce. E questa per noi si chiama intercessione , Questo brano funge d'esempio d'intercessione. Poi tutto il resto è di una ricchezza appunto madornale. Grazie per avermi letto.
6/8/2021 3:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 4,637
Location: BARI
Age: 68
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
ciccino(1960), 08/06/2021 15:03:



E ti dò ragione. NEL NT non trovi un passo che indica Maria, dispensatrice di miracoli. Così chiariamo la posizione cattolica, una volta per tutte. Non la trovi neanche come predicatrice, sebbene fosse a contatto con gli apostoli. La donna in quell'epoca era inferiore all'uomo, e doveva rimanere al suo posto. Ma non nel senso che esponi tu. Vediamo di occuparci del brano in questione: 1 Il terzo giorno vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. 2Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. 3Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». 4E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». 5Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».

Ora , molti, pensano, che le parole di Gesù suonassero come un rimprovero. .



*** w70 1/11 Domande dai lettori ***

● Non mostrava Gesù mancanza di rispetto per sua madre, dicendo: “Che cosa ho a che fare con te, donna? La mia ora non è ancora venuta”. — C. B., U.S.A.


Gesù disse questo a una festa nuziale a Cana al principio del suo ministero. Il racconto dice: “Quando venne a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: ‘Non hanno vino’. Ma Gesù le disse: ‘Che cosa ho a che fare con te, donna? La mia ora non è ancora venuta’. Sua madre disse a quelli che servivano: ‘Qualunque cosa vi dica, fatela’”. — Giov. 2:3-5.

Consideriamo prima l’uso che Cristo fece del termine “donna”. Nel linguaggio moderno, parlare alla propria madre chiamandola “donna” potrebbe sembrare poco rispettoso. Tuttavia, come osservò il traduttore E. J. Goodspeed, la parola greca usata in Giovanni 2:4 non è “né così distante come [la moderna parola donna] né così affettuosa come” madre. Ha un’ampia gamma di significato e, secondo l’uso che se ne fa in questo caso, ha un certo senso di rispetto o affetto. — Greek-English Lexicon di Liddell e Scott.

Sia gli angeli che il risuscitato Gesù usarono questa parola parlando a Maria Maddalena mentre piangeva di dolore presso la tomba di Cristo; certo non sarebbero stati aspri o poco rispettosi. (Giov. 20:13, 15) E sul palo Cristo usò la stessa forma rivolgendosi a sua madre quando mostrò preoccupazione per lei, affidandola alle cure del suo diletto apostolo Giovanni. (Giov. 19:26; si veda anche Giovanni 4:21; Matteo 15:28) Di conseguenza, Gesù non fu irrispettoso usando questa parola a Cana. Piuttosto, possiamo essere certi che parlò rendendosi conto del suo obbligo scritturale di onorarla, come in seguito mise in risalto agli scribi e Farisei. — Matt. 15:4.

L’espressione: “Che ho a che fare io con voi”, è un’antica forma di domanda che si trova spesso nella Bibbia. (2 Sam. 16:10; 1 Re 17:18; 2 Re 3:13; Mar. 1:24; 5:7) Si può tradurre letteralmente: “Che cosa abbiamo noi [o io] e te [o voi] in comune?” ed è una forma che respinge. La severità dipenderebbe, naturalmente, dal tono di chi parla. Essa indica obiezione alla cosa suggerita. — Si paragoni Esdra 4:3 e Matteo 27:19.

Quando Gesù usò quell’espressione era già il Cristo e il Re stabilito da Dio. Non era un piccolo bambino che vivesse nella casa di sua madre e sotto la sua immediata sorveglianza. Ora egli accettava comandi da Dio che l’aveva mandato. (1 Cor. 11:3) Pertanto, allorché sua madre, con la propria dichiarazione, cominciò in effetti a dirgli quello che doveva fare, Gesù si oppose od obiettò. Riguardo al suo ministero e ai suoi miracoli non doveva ricevere ordini dagli amici o dalla famiglia. (Giov. 11:6-16) La risposta di Cristo mostrò che quando fosse stata l’ora d’agire in una certa situazione avrebbe agito. Sapeva qual era il momento d’agire a questo riguardo e non doveva essere spronato.

Evidentemente Maria non considerò le parole di Gesù come un aspro rimprovero ma comprese il suo tono. Saggiamente lasciò la cosa nelle mani di suo figlio. Si potrebbe aggiungere che “in greco l’asprezza della domanda era attenuata, non accresciuta, dall’uso della parola [donna] insieme ad essa, come termine d’affetto o rispetto”. — Problems of New Testament Translation, pag. 100.
6/8/2021 4:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,124
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
VVRL, 08/06/2021 10:46:


Si certo, apocrifo secondo solo i TdG. Dunque il vangelo di Marco si conclude dicendo che Gesù è solo morto senza mai risorgere, vero? Ma per favore.





Segnalo agli admin l'ennesima falsa accusa che VVRL lancia contro i TdG

Per correttezza riporto prove

"I due più antichi Mss. non contengono i vs. 9-20". – LUZZI

"avevano paura: il racconto di marco in molti antichi manoscritti termina con questa espressione…". – TILC

"9-20> in importanti e numerosi manoscritti, è ritenuto oggi un aggiunta. Così Nestle-Aland". – Nuovo Testamento Greco Italiano a cura di A. Merk e G. Barbaglio (1990) EDB.


"…la sua appartenenza alla redazione del secondo vangelo è messa in discussione…diversa dallo stile abituale di Marco…". – Bibbia di Gerusalemme

"I vv. 9-20 sono un supplemento aggiunto in seguito…". – CEI

"…La tradizione manoscritta del testo originale e delle antiche ver-sioni offre quattro conclusioni diverse del Vangelo. I) I più antichi manoscritti greci – il Vaticano e il Sinaitico del IV-V sec. – con altri delle versioni siriaca, coptomeridionale ed armena, concludono il Vangelo con il v. 8. Nel IV sec., EUSEBIO DI CESAREA e S. GIROLAMO parlano di una grande maggioranza di eccellenti codici greci che, a loro tempo, si trovavano nelle stesse condizioni…i vv. 9-20 sono un tutto a sè, stilisticamente differente dal consueto dettato di Mc. E indipendente da ciò che precede…". – GAROFALO 3Vol.

"I vs. dal 9 al 20 sono certamente un aggiunta fatta da altra ma-no…Il vocabolario e lo stile sono molto differenti da quello del nostro evangelista". – Evangelo secondo Marco (1973) Josè Maria Gonzales Ruiz

"La lingua, lo stile, la tradizione testuale dei manoscritti e la tradizio-ne patristica attestano che quanto segue non faceva, in origine, parte del Vangelo…Tutti i critici concordano nel ritenere non autentici…i versetti 9-20…". – MORALDI

"16-9,20 non faceva parte del vangelo scritto dell'evangelista. Infatti questi versetti mancano nei codici più importanti, Sinaitico e Vaticano, in alcune versioni, e sono sconosciuti anche ad alcuni scrittori cristiani. Inoltre vi è una notevole differenza di stile tra il resto del vangelo di Marco e questa sezione aggiunta…". – I Vangeli a cura di Barbaglio, Fabris e Maggioni (1978) Assisi
"Secondo la testimonianza di Eusebio…e di S. Girolamo…ai loro tempi erano numerosi i manoscritti che non contenevano la finale. ". – Il Nuovo Testamento commentato dal P. Marco M. Sales O. P. (1911) Torino.

"Molti manoscritti (tra cui quello Vaticano e Sinaitico) la omettono…Oltre all'incerta attestazione, i vv. 9-20 presentano caratteristiche di lingua e di stile che difficilmente si conciliano con il resto del Vangelo di Marco.". – UTET

"Secondo i migliori manoscritti, il vangelo di Marco termina qui.". – TOB

"Parecchi MSS omettono i vv. 9-20 e questa finale del vangelo potrebbe non essere stata scritta da Marco…". – JB

"Questo passo manca nei MSS più importanti e la maggior parte dei Padri sembra ignorarlo. Per contenuto, forma e stile è diverso dal resto del vangelo…Questi caratteri sono sufficienti a giustificare l'affermazione che questo brano non è dello stesso autore di Marco.". – Dizionario Biblico (1981) J. L. McKenzie

"…La tradizione dei mss. ha conservato tre finali differenti: 1 la lunga finale canonica (16,9-20), che è mancante nei mss. S e B e fu dichiarata non autentica da Eusebio…oggi è generalmente considerata come non marciana (per differenze di stile, vocabolario e materiale...Questa non può risalire a prima del sec. II d. C…". – Raymond E. Brown, Joseph Fitzmyer, Roland E. Murphy (edd.), Grande Commentario Biblico, Editrice Queriniana, Brescia 1973

"I versetti 9-20 sono certamente un'aggiunta di altra mano. Infatti, codici molto importanti, come il Vaticano, il Sinaitico (IV secolo), copie delle traduzioni sire e armene, come anche delle georgiane ed etiopi, non portano questi versetti. Eusebio nella sua Storia Ecclesiastica (3,39,9) e Girolamo (Ep 120,3) dicono che…manca in quasi tutti quelli greci. Molti altri scrittori ecclesiastici lo ignorano, come Clemente di Alessandria, Origene, Ter-tulliano, Cipriano, Cirillo di Gerusalemme…". – Commento della Bibbia Liturgica (1994) Ediz. San Paolo


"Le prove (evidenze) esterne sono le seguenti: 1) i due più antichi manoscritti unciali (Sinaitico e Vaticano, del quarto secolo) omettono questi versetti, anche se i rispettivi scribi lasciano uno spazio bianco dopo il v. 8 ed aggiungono, di proprio pugno, che essi conoscono una conclusione più lunga che, però, non era inserita nel manoscritto da loro copiato…Eusebio (Do-mande a Marino 1, circa 325 d.C.) e Girolamo (Epistula 120.3; ad Hedibiam circa 407 d.C.) sostengono che i vv. 9-20 mancano dai manoscritti greci a loro conosciuti…Le prove (evidenze) interne includono questi dati: 1) il passaggio dal v. 8 al v. 9 necessita di un brusco cambiamento di soggetto, dalle «donne» a, presumibilmente, «Gesù»; ma nel testo greco del v. 9 il suo nome non c'è. 2) Il nome di Maria Maddalena viene inserito nel v. 9 con una specificazione chiarificante, anche se era già stata menzionata in 15:40, 47,16:1. 3) Circa un terzo dei termini greci significativi dei vv. 9–20 sono «non marciani», nel senso che non compaiono altrove nell'Evangelo di Marco o sono usati diversamente da come Marco li ha usati prima del v. 9. 4) Lo stile letterario greco manca di quella vivacità e quotidianità così ti-piche dello stile narrativo di Marco. 5) Ci si sarebbe aspettati che Marco avesse parlato di apparizioni ai discepoli, dopo la resurrezione, in Galilea (14:28; 16:7), ma le apparizioni di cui si parla nei vv. 9–20 sono a Gerusalemme o nelle sue vicinanze. 6) Matteo e Luca sono simili a Marco fino al v. 8, poi differiscono notevolmente, il che ci fa intendere che I'Evangelo di Marco iniziò la sua esistenza letteraria senza i vv. 9–20". (Investigare le Scritture – Nuovo Testamento (2002) John F. Walwoord e Roy B. Zuck)




ADMIN a voi le conclusioni

Questo continua ad insultarci
6/9/2021 6:45 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,630
TdG
Le conclusioni apocrife del Vangelo di Marco non sono parte dell'argomento della discussione, che invece verte su Maria madre di Gesù.




[SM=g1871111]
6/9/2021 6:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,460
Age: 41
Re:
TNM, 09.06.2021 06:45:

Le conclusioni apocrife del Vangelo di Marco non sono parte dell'argomento della discussione, che invece verte su Maria madre di Gesù.




[SM=g1871111]




... secondo le Scritture
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
6/9/2021 7:17 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,984
Location: MILANO
Age: 54
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:

I fatti essenziali sono: Maria chiede a Gesù , Gesù la esaudisce. E questa per noi si chiama intercessione , Questo brano funge d'esempio d'intercessione. Poi tutto il resto è di una ricchezza appunto madornale. Grazie per avermi letto.



Sinceramente sostenere il culto di Maria semplicemente perchè nei vangeli è riportata un occasione dove ha chiesto qualcosa a suo figlio mi pare un pochino una forzatura.

Nei vangeli troviamo molti esempi di persone che hanno chiesto dei miracoli a Gesù in favore di altri eppura non si parla di intercessione:

Dopo che ebbe finito di dire al popolo ciò che aveva da dire, Gesù entrò a Capèrnaum. Ora un centurione aveva uno schiavo, a lui molto caro, che era gravemente malato e stava per morire. Quando sentì parlare di Gesù, mandò da lui alcuni anziani dei giudei per chiedergli di venire a guarire il suo schiavo. Questi andarono da Gesù e lo supplicarono con insistenza, dicendo: “Merita che tu faccia questo per lui, perché ama la nostra nazione, ed è lui che ha costruito la nostra sinagoga LUCA 7:1-5


6/9/2021 2:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 345
Age: 61
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Pino2019, 09/06/2021 07:17:


I fatti essenziali sono: Maria chiede a Gesù , Gesù la esaudisce. E questa per noi si chiama intercessione , Questo brano funge d'esempio d'intercessione. Poi tutto il resto è di una ricchezza appunto madornale. Grazie per avermi letto.



Sinceramente sostenere il culto di Maria semplicemente perchè nei vangeli è riportata un occasione dove ha chiesto qualcosa a suo figlio mi pare un pochino una forzatura.

Nei vangeli troviamo molti esempi di persone che hanno chiesto dei miracoli a Gesù in favore di altri eppura non si parla di intercessione:

Dopo che ebbe finito di dire al popolo ciò che aveva da dire, Gesù entrò a Capèrnaum. Ora un centurione aveva uno schiavo, a lui molto caro, che era gravemente malato e stava per morire. Quando sentì parlare di Gesù, mandò da lui alcuni anziani dei giudei per chiedergli di venire a guarire il suo schiavo. Questi andarono da Gesù e lo supplicarono con insistenza, dicendo: “Merita che tu faccia questo per lui, perché ama la nostra nazione, ed è lui che ha costruito la nostra sinagoga LUCA 7:1-5





Il tema non riguarda proprio l'intercessione. Tuttavia, per noi Maria riveste' anche questo ruolo. Vedi, sono stato additato come colui il quale espone delle fantasie nei riguardi di Maria, ma se tieni conto di tutti gli elementi su esposti , la simbologia, ti accorgi che poi non sono fantasia. Perchè Giovanni ci presenta il brano delle nozze di Cana? Sarebbe puerile pensare che Gesù intervenga con un miracolo, del resto il primo, per sopperire alla negligenza dei commensali, o del caposala o degli sposini: la mancanza di vino. Che cosa rappresenta il vino nella bibbia? Che cosa significa l'ora di cui parla Gesù? Il terzo giorno? Perchè l'evento è incastonato in un contesto di nozze? Chi è lo sposo per eccellenza? Gesù nei trent'anni vissuti quante occasione avrà avuto per intervenire con miracoli e non l'ha fatto e ora lo fa per sanare uno spiacevole inconveniente? Vedi nel corso dei secoli, le domande si moltiplicano, cercando di fornire delle risposte. L'esegesi, non è frutto di una semplice lettura del testo, ma di ciò che l'autore sacro voleva trasmetterci e allora si tiene conto di tutto ciò che la bibbia ci ha fornito in precedenza , dei collegamenti e dei parallelismi, dei simbolismi, del periodo epocale , degli usi e costumi del tempo. Una volta analizzati tutti questi fattori vedrai che le mie esposizioni non son poi fantasie. Vedi come l'interpretazione della bibbia non è poi così semplice. Serenità e pace
6/9/2021 5:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,460
Age: 41
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
ciccino(1960), 09.06.2021 14:42:



Il tema non riguarda proprio l'intercessione. Tuttavia, per noi Maria riveste' anche questo ruolo. Vedi, sono stato additato come colui il quale espone delle fantasie nei riguardi di Maria, ma se tieni conto di tutti gli elementi su esposti , la simbologia, ti accorgi che poi non sono fantasia. Perchè Giovanni ci presenta il brano delle nozze di Cana? Sarebbe puerile pensare che Gesù intervenga con un miracolo, del resto il primo, per sopperire alla negligenza dei commensali, o del caposala o degli sposini: la mancanza di vino. Che cosa rappresenta il vino nella bibbia? Che cosa significa l'ora di cui parla Gesù? Il terzo giorno? Perchè l'evento è incastonato in un contesto di nozze? Chi è lo sposo per eccellenza? Gesù nei trent'anni vissuti quante occasione avrà avuto per intervenire con miracoli e non l'ha fatto e ora lo fa per sanare uno spiacevole inconveniente? Vedi nel corso dei secoli, le domande si moltiplicano, cercando di fornire delle risposte. L'esegesi, non è frutto di una semplice lettura del testo, ma di ciò che l'autore sacro voleva trasmetterci e allora si tiene conto di tutto ciò che la bibbia ci ha fornito in precedenza , dei collegamenti e dei parallelismi, dei simbolismi, del periodo epocale , degli usi e costumi del tempo. Una volta analizzati tutti questi fattori vedrai che le mie esposizioni non son poi fantasie. Vedi come l'interpretazione della bibbia non è poi così semplice. Serenità e pace



la fantasia è necessaria per perpetrare il culto della Signora di ogni popolo, la Regina del Cielo.

altrimenti se si rimane nella pura adorazione non è necessario fantasticare, perché le Scritture sono Sacre nel senso che La Parola di Dio è stata scritta per nostra istruzione, non per nostra fantasticazione.
Nero su bianco:


intercedere

Questa espressione appare in 1 versetto:

Ebrei 6:20

dove Cristo entrò prima di noi ad intercedere per la nostra causa, quando divenne «sommo sacerdote per sempre, secondo l'ordine di Melchisedek».



sta scritto che il Cristo è l'Intercessore. Non occorre altro intercessore, né Regine né Signore.
e la preghiera non va diretta al Sommo Sacerdote, questo va da sé...


occorre sottolinearlo?


  

meditiamo su Ebrei 6


<header>

 

</header>

<header>

Lettera agli Ebrei

</header>

6 Perciò, ora che ci siamo lasciati dietro gli insegnamenti basilari+ riguardo al Cristo, avanziamo verso la maturità+ senza porre di nuovo un fondamento, cioè il pentimento per le opere morte e la fede in Dio, l’insegnamento dei battesimi e l’imposizione delle mani,+ la risurrezione dei morti+ e il giudizio eterno. E questo è ciò che faremo, se Dio lo permette.

Quelli infatti che sono stati una volta illuminati,+ che hanno gustato il dono celeste, che sono diventati partecipi dello spirito santo e hanno gustato l’eccellente parola di Dio e le potenze del sistema di cose* futuro, ma che si sono allontanati,+ non possono assolutamente essere di nuovo indotti al pentimento, perché per conto loro mettono il Figlio di Dio un’altra volta al palo e lo espongono alla vergogna.+ Quando il terreno beve la pioggia che spesso vi cade e poi produce piante utili a quelli che lo coltivano, riceve una benedizione da Dio. Se però produce spine e rovi non vale nulla: presto verrà maledetto e alla fine sarà bruciato.

Ma anche se parliamo così, miei cari, nel vostro caso siamo convinti di cose migliori, cose che portano alla salvezza. 10 Infatti Dio non è ingiusto da dimenticare la vostra opera e l’amore che avete dimostrato per il suo nome+ servendo i santi come avete fatto e continuate a fare. 11 Desideriamo comunque che ciascuno di voi dimostri lo stesso impegno così da avere la piena certezza della speranza+ sino alla fine,+ 12 affinché non diventiate pigri+ ma imitiate l’esempio di quelli che con la fede e la pazienza ereditano le promesse.

13 Dio, infatti, quando fece la promessa ad Abraamo, non potendo giurare su qualcuno più grande, giurò su sé stesso+ 14 dicendo: “Di sicuro ti benedirò e ti moltiplicherò”.+ 15 Così Abraamo, dopo aver aspettato pazientemente, ottenne questa promessa. 16 Gli uomini giurano su qualcuno più grande di loro, e tale giuramento è per loro una garanzia che mette fine a ogni controversia.+ 17 Allo stesso modo, quando decise di dimostrare più chiaramente agli eredi della promessa+ che il suo proposito*è immutabile, Dio lo garantì* con un giuramento 18 affinché, grazie a due cose immutabili nelle quali Dio non può assolutamente mentire,+ noi che abbiamo cercato rifugio in lui ricevessimo un grande incoraggiamento a tenere salda la speranza che ci è posta davanti. 19 Questa speranza+ è per noi un’ancora per l’anima,* sicura e solida, e penetra al di là della cortina,*+20 dove è entrato per noi un precursore, Gesù,+ che è diventato per sempre sommo sacerdote alla maniera di Melchìsedec.


 


[Edited by I-gua 6/9/2021 5:31 PM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
6/9/2021 6:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,460
Age: 41
Il culto e la devozione alla sedicente “Regina del Cielo”, l’auto-proclamata “Signora di ogni popolo” è ammissibile solo per chi, mantenuto nell’ignoranza delle tenebre spirituali, non comprende ciò che implica che Gesù, il Cristo di YHWH, è stato fatto Sommo Sacerdote alla maniera di MELKISEDEK.


Gesù non è nato Sommo Sacerdote alla maniera di MELKISEDEK, lo è diventato per la nomina ricevuta dal Padre YHWH che ce lo ha mandato, Gesù è l’Eletto, l’Agnello che toglie i peccati del mondo, l’ Unto - Messia - Cristo: come Redentore, Salvatore, Unico Mediatore del Nuovo Patto di Alleanza e riconciliazione, eccellente Intercessore, Re eterno: Sommo Sacerdote alla maniera di MELKISEDEK... appunto.

altro che vino...
[Edited by I-gua 6/9/2021 6:04 PM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
6/15/2021 10:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 4,637
Location: BARI
Age: 68
UN VIDEO PER CICCINO

www.jw.org/it/biblioteca-digitale/video/#it/mediaitems/LatestVideos/pub-pkon_...

[Edited by Angelo Serafino53 6/15/2021 10:53 AM]
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:39 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com