New Thread
Reply
 
Previous page | « 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 | Next page

Quando sono iniziati gli ultimi giorni?

Last Update: 6/5/2024 8:51 AM
Author
Print | Email Notification    
6/3/2024 9:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,017
Age: 64
M71, 03/06/2024 20:41:

Caro Enzo,
mi dispiace osservare che non ne azzecchi una.
Ma chi ti ha catechizzato, si può sapere?

Salti di palo in frasca che pari un canguro, inizi un discorso, ci resti aggrovigliato, quindi lo cambi ma pretendi di suggerire agli altri di studiare? Addirittura ubbidire?

Siamo al colmo.

No perdo altro tempo con chi non vuol capire, ma dico solo questo per smontare la tua ipotesi del 1948, visto che tutto il tuo castello di carte poggia su questa trovata.

In Romani Paolo spiega che gli ebrei naturali non credenti erano come rami di un olivo simbolico che vennero recisi in modo da permettere l’innesto di rami “di un olivo selvatico”, ovvero di gentili. (Romani 11:17-21) Poi dice: “Un intorpidimento della sensibilità è avvenuto in parte a Israele finché non sia entrato il numero completo delle persone delle nazioni, e in questa maniera tutto Israele sarà salvato”. (Romani 11:25, 26)
Ma secondo te stava forse predicendo che a un certo punto gli ebrei si sarebbero convertiti in massa al cristianesimo? NO, infatti una simile conversione non è avvenuta.

Con l’espressione “tutto Israele” Paolo si riferiva a tutto l’Israele spirituale, i cristiani unti con lo spirito santo. Quindi anche se gli ebrei naturali non avevano accettato il Messia, il proposito divino di avere un “olivo” spirituale pieno di rami con frutti si sarebbe realizzato lo stesso.
Infatti Gesù stesso si paragonò sa una vite i cui rami improduttivi sarebbero stati tagliati quando disse: “Io sono la vera vite, e il Padre mio è il coltivatore. Ogni tralcio che in me non porta frutto egli lo toglie, e ognuno che porta frutto lo purifica, perché porti più frutto”. — Giovanni 15:1, 2.

L’istituzione del moderno stato di Israele non era predetta nella Bibbia, ficcatelo in testa.

Era invece predetta la nascita dell’Israele spirituale, che noi associamo ai 144.000 corredi di Cristo.

Il palo in frasca si può applicare al tuo discorso.

Quando Paolo scrive "tutto Israele sarà salvato" è riferito al residuo e non allo stato politico.

Il residuo è salvato per grazia, quindi non perché si è convertito al cristianesimo.

Dio si è riservati degli uomini anche al presente e questo Paolo lo spiega bene.

Romani 11:27 Egli allontanerà da Giacobbe l'empietà;
e questo sarà il mio patto con loro,
quando toglierò via i loro peccati».
28 Per quanto concerne il vangelo, essi sono nemici per causa vostra; ma per quanto concerne l'elezione, sono amati a causa dei loro padri; 29 perché i doni e la vocazione di Dio sono irrevocabili. 30 Come in passato voi siete stati disubbidienti a Dio, e ora avete ottenuto misericordia per la loro disubbidienza, 31 così anch'essi sono stati ora disubbidienti, affinché, per la misericordia a voi usata, ottengano anch'essi misericordia. 32 Dio infatti ha rinchiuso tutti nella disubbidienza per far misericordia a tutti.


Tutti siamo disubbidienti e tutti avremo misericordia.
Dove leggi che i giudei siano esclusi?

Zaccaria 12:10
«Spanderò sulla casa di Davide e sugli abitanti di Gerusalemme
lo Spirito di grazia e di supplicazione;
essi guarderanno a me, a colui che essi hanno trafitto,

e ne faranno cordoglio come si fa cordoglio per un figlio unico,
e lo piangeranno amaramente come si piange amaramente un primogenito.

Giovanni 19:37
E un'altra Scrittura dice:
«Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto».


Quando avverrà questo?

Zaccaria 12:7 Il SIGNORE salverà prima le tende di Giuda,
perché la gloria della casa di Davide
e la gloria degli abitanti di Gerusalemme non s'innalzi al di sopra di Giuda.
8 In quel giorno il SIGNORE proteggerà gli abitanti di Gerusalemme;
colui che fra loro vacilla sarà, in quel giorno, come Davide;
la casa di Davide sarà come Dio,
come l'angelo del SIGNORE davanti a loro.
9 In quel giorno,
io avrò cura di distruggere tutte le nazioni
che verranno contro Gerusalemme.


Avverrà in quel giorno..... e non prima

Grazia e misericordia ci daranno la salvezza invece tu credi di ottenerla per meriti.
Beato te, io non ci riesco ma confido nella grazia e nella misericordia di Cristo.

Pace
6/3/2024 9:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,017
Age: 64


Senza peccare di poca umiltà, mi viene da dire che distinguo bene la differenza, tu?
Secondo te Paolo, in primo corinti, sta parlando del dono ricevuto nella Pentecoste?
O dei doni dello spirito elargiti ai cristiani del primo secolo in generale?
Continui, a non dimostrare con le Scritture la glossolalia e come questa, nel caso, possa essere ben accetta nella congregazione. Sempre se la prima lettera ai corinti la si sia letta tutta.




1 CO 14:1 Ricercate l'amore e desiderate ardentemente i doni spirituali, principalmente il dono di profezia.
2 Perché chi parla in altra lingua non parla agli uomini, ma a Dio; poiché nessuno lo capisce, ma in spirito dice cose misteriose. 3 Chi profetizza, invece, parla agli uomini un linguaggio di edificazione, di esortazione e di consolazione. 4 Chi parla in altra lingua edifica se stesso; ma chi profetizza edifica la chiesa.


Questa è la glossolalia se non l' hai capito, ed è un parlare a Dio con una lingua sconosciuta agli uomini

Altra cosa è la Pentecoste dove i battezzati parlavano lingue umane.

Oggi con il battesimo nello Spirito Santo Dio dà la "glossolalia" che è un pregare con una lingua conosciuta solo da Dio.

Inoltre Dio ha dato anche un' altro carisma, ovviamente come vuole lo Spirito Santo, mediante il quale qualcuno può interpretare le lingue e così trasmettere un messaggio edificatorio alla comunità.


1 CO 12:7 Ora a ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune. 8 Infatti a uno è data, mediante lo Spirito, parola di sapienza; a un altro parola di conoscenza, secondo il medesimo Spirito; 9 a un altro, fede, mediante il medesimo Spirito; a un altro, doni di guarigione, per mezzo del medesimo Spirito; 10 a un altro, potenza di operare miracoli; a un altro, profezia; a un altro, il discernimento degli spiriti; a un altro, diversità di lingue e a un altro, l'interpretazione delle lingue; 11 ma tutte queste cose le opera quell'unico e medesimo Spirito, distribuendo i doni a ciascuno in particolare come vuole.

E non venirmi a dire che i doni sono cessati con gli apostoli poiché se fosse vero noi non avremmo più né sapienza né conoscenza e né fede poiché sono tutti doni che da lo Spirito Santo anche oggi.
Ma la tua dottrina ne lascia alcuni e ne toglie altri .
Infatti a uno è data, mediante lo Spirito, parola di sapienza; a un altro parola di conoscenza, secondo il medesimo Spirito; 9 a un altro, fede, mediante il medesimo Spirito;

Pace

P.S.
Scusate l' O.T. ma dovevo rispondere altrimenti mi accusavano di non sapere
6/4/2024 3:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 422
Caro Enzo,


Questa è la glossolalia se non l' hai capito, ed è un parlare a Dio con una lingua sconosciuta agli uomini



Mi riporti 1 Corinti 14:2 per spiegare questo dono, che secondo te corrisponde a:
"parlare a Dio con una lingua sconosciuta agli uomini" una lingua sconosciuta agli uomini.

Paolo stesso ci dice il motivo per cui, un cristiano del I secolo se parla in un altra lingua all'interno della congregazione senza interpretazione, sta parlando unicamente a Dio.
"...poiché nessuno lo capisce, ma in spirito dice cose misteriose."
Questo è il semplice motivo per cui queste cose sono misteriose. Ed è un ovvietà, dal momento che se qualcuno in una congregazione di lingua greca avesse parlato una lingua, che so, nordafricana, nessuno avrebbe capito nulla.
Perché Paolo allora dice questa ovvietà? Sta dando dei consigli riguardo all'utilizzo di questo dono, quello di parlare in altre lingue.

I versi 10 e 11 ci fanno capire bene il punto:
"Nel mondo ci sono chissà quante lingue diverse, ma neppure una è priva di significato. Se dunque non capisco il senso di ciò che viene detto, sarò uno straniero per chi parla, e chi parla sarà uno straniero per me"

I versi 21 e 22, inoltre, approfondiscono il motivo per cui Dio tramite lo spirito santo elargisce il dono delle lingue ai cristiani del primo secolo.
"Nella Legge è scritto: “‘Con la lingua di stranieri e con le labbra di forestieri parlerò a questo popolo, e anche allora si rifiuteranno di ascoltarmi’, dice Geova”. Quindi le lingue non sono un segno per i credenti, ma per i non credenti"
Il dono miracoloso di poter parlare in lingue in congregazione, al pari del dono trasmesso alla Pentecoste è utile per poter parlare del messaggio del regno ai non credenti stranieri.
Paolo sta forse confondendo i due doni? Quello della Pentecoste e quello della "glossolalia"?


È utile quindi dire qualcosa di non comprensibile all'interno della congregazione?
Paolo: "Ma se non c’è nessun interprete, restino in silenzio nella congregazione e parlino a sé stessi e a Dio". verso 28

Questo è quello che il capitolo 14 della lettera ai Corinzi ci spiega riguardo al parlare in lingue.
Non si parla di un qualche modo di parlare o pregare davanti ad altri in modo incomprensibile a tutti, asserendo di essere sospinti dallo spirito santo in forza maggiore.
Puoi pure crederci, ma non è quello di cui si parla nella lettera ai Corinti o negli Atti degli Apostoli.


E non venirmi a dire che i doni sono cessati con gli apostoli



Hai assistito a qualcuno con il dono di parlare in lingue che sia compreso anche dallo "straniero"? Perché di questo parlano le Scritture.
O oggi lo spirito santo dà solo il dono delle lingue in relazione a lingue misteriose, incomprensibili a chiunque?
Sarebbe di certo un facile compromesso.


se fosse vero noi non avremmo più né sapienza né conoscenza e né fede poiché sono tutti doni che da lo Spirito Santo anche oggi.
Ma la tua dottrina ne lascia alcuni e ne toglie altri .


Secondo te, queste cose prima dei cristiani non c'erano? Sono solo cose in stretta relazione con i doni dello spirito santo?
Sempre il capitolo 12 da te citato elenco:
"a un altro, mediante quell’unico spirito, il dono delle guarigioni; a uno il compiere opere potenti, a un altro il profetizzare", dalle tue parti avvengono queste cose?
I primi cristiani queste cose le facevano non in segreto, ma come dimostrazione ai non credenti. Voi fate così?

Non si tratta della solita "dottrina", termine che devo dire ti piace molto.
Si leggono le Scritture nella loro interezza, provando ciò che accade.

Ciao 👋


[Edited by RKj 6/4/2024 3:52 AM]
----------------------------------------------------
"Benché io cammini nella valle della profonda ombra,
Non temo nulla di male,
Poiché tu sei con me..." Salmo 23:4
6/4/2024 7:33 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 50,334
Location: PINEROLO
Age: 53
TdG
Re:
Enzo (Lp9E230310), 03.06.2024 21:27:

Il palo in frasca si può applicare al tuo discorso.

Quando Paolo scrive "tutto Israele sarà salvato" è riferito al residuo e non allo stato politico.

Il residuo è salvato per grazia, quindi non perché si è convertito al cristianesimo.

...

Grazia e misericordia ci daranno la salvezza invece tu credi di ottenerla per meriti.
Beato te, io non ci riesco ma confido nella grazia e nella misericordia di Cristo.

Pace




Caro Enzo,
Stai forse affermando che c'è salvezza anche senza il Cristo, nostro Signore?

Simon
6/4/2024 4:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,347
Enzo:

Tutti siamo disubbidienti e tutti avremo misericordia.
Dove leggi che i giudei siano esclusi?


Dimmi tu dove leggi che solo i giudei naturali saranno inclusi nella grazia del Signore.
Sei tu che affermi che Dio non ha ripudiato la nazione naturale, nonostante le Sacre Scritture dicano esattamente l'opposto.

Quindi spiega: dove leggi che i giudei naturali sono i "prediletti" e che il 1948, data della nascita di una nazione politica tanto lontana dal Cristo quanto i loro avi, è una data speciale?

Gal 6:15, 16 "Infatti ciò che conta non è essere circoncisi o incirconcisi, ma essere una nuova creazione. E tutti quelli che camminano secondo questa norma abbiano pace e misericordia, sì, l’Israele di Dio"

L'Israele di Dio non è l'Israele di Enzo: è infatti una "nuova creazione", quindi non ha nulla a che vedere con i giudei naturali.

Quando lo avrai capito, avrai fatto un bel passo avanti.

Per adesso cancelliamo quel ridicolo 14 maggio 1948 come data di inizio degli ultimi giorni.
6/5/2024 8:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 210
Age: 48
Re:
Enzo (Lp9E230310), 03/06/2024 21:38:



Senza peccare di poca umiltà, mi viene da dire che distinguo bene la differenza, tu?
Secondo te Paolo, in primo corinti, sta parlando del dono ricevuto nella Pentecoste?
O dei doni dello spirito elargiti ai cristiani del primo secolo in generale?
Continui, a non dimostrare con le Scritture la glossolalia e come questa, nel caso, possa essere ben accetta nella congregazione. Sempre se la prima lettera ai corinti la si sia letta tutta.




1 CO 14:1 Ricercate l'amore e desiderate ardentemente i doni spirituali, principalmente il dono di profezia.
2 Perché chi parla in altra lingua non parla agli uomini, ma a Dio; poiché nessuno lo capisce, ma in spirito dice cose misteriose. 3 Chi profetizza, invece, parla agli uomini un linguaggio di edificazione, di esortazione e di consolazione. 4 Chi parla in altra lingua edifica se stesso; ma chi profetizza edifica la chiesa.


Questa è la glossolalia se non l' hai capito, ed è un parlare a Dio con una lingua sconosciuta agli uomini

Altra cosa è la Pentecoste dove i battezzati parlavano lingue umane.

Oggi con il battesimo nello Spirito Santo Dio dà la "glossolalia" che è un pregare con una lingua conosciuta solo da Dio.

Inoltre Dio ha dato anche un' altro carisma, ovviamente come vuole lo Spirito Santo, mediante il quale qualcuno può interpretare le lingue e così trasmettere un messaggio edificatorio alla comunità.


1 CO 12:7 Ora a ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune. 8 Infatti a uno è data, mediante lo Spirito, parola di sapienza; a un altro parola di conoscenza, secondo il medesimo Spirito; 9 a un altro, fede, mediante il medesimo Spirito; a un altro, doni di guarigione, per mezzo del medesimo Spirito; 10 a un altro, potenza di operare miracoli; a un altro, profezia; a un altro, il discernimento degli spiriti; a un altro, diversità di lingue e a un altro, l'interpretazione delle lingue; 11 ma tutte queste cose le opera quell'unico e medesimo Spirito, distribuendo i doni a ciascuno in particolare come vuole.

E non venirmi a dire che i doni sono cessati con gli apostoli poiché se fosse vero noi non avremmo più né sapienza né conoscenza e né fede poiché sono tutti doni che da lo Spirito Santo anche oggi.
Ma la tua dottrina ne lascia alcuni e ne toglie altri .
Infatti a uno è data, mediante lo Spirito, parola di sapienza; a un altro parola di conoscenza, secondo il medesimo Spirito; 9 a un altro, fede, mediante il medesimo Spirito;

Pace

P.S.
Scusate l' O.T. ma dovevo rispondere altrimenti mi accusavano di non sapere




Caro, la scrittura ci dice che se non cera nessuno che poteva interpretare quello che l'eventuale fratello avrebbe pronunciato in ordine e non a casaccio, cioè a turno, era meglio che stava zitto, altrimenti quello accanto come poteva dire Amen ,se non ci aveva capito nulla? E questo te lo scrive Paolo, apostolo; e non io.

Quello che invece avviene da voi è il caos con convulsioni da epilettici ma che ci ricordano casi di possessione.


Senza lo spirito santo non puoi capire la scrittura? Nel senso che mentre leggi, lo spirito santo ti spiega alle orecchie quello che vuol dire quel passo, o versetto? Quindi saresti un infallibile interprete? Complimenti per la pretesa se così è.


Ma la scrittura ci dice di provare ogni espressione ispirata, anche provenisse da un angelo; con la nostra mente, e in questo credo tu abbia un grave deficit .

O sarà che non comprendi con la tua mente quello che ti spiega lo spirito santo di Dio ; succede sai? Noi siamo ( rappresentiamo a torto o a ragione ) lo spirito santo di Dio, perchè cerchiamo di fartelo capire, ma se parti dal presupposto di essere infallibile, resteresti sempre nella tua ignoranza , o mal compreso. Tu pensa quante cose spiegava Cristo ai suoi, ma per capirlo con la loro mente sono occorsi decenni.
[Edited by Giuseppe Trovato 6/5/2024 8:56 AM]
Previous page | « 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:24 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com