printprint
New Thread
Reply
 

E' giusto adorare Gesù?

Last Update: 7/24/2019 11:07 AM
Author
Print | Email Notification    
6/18/2019 7:40 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
Re: I Gua
domingo7, 15.06.2019 12:43:


Caro Domingo

scusami, fammi capire
ti stai chiedendo come mai i sacerdoti ebraici non riconobbero Yehoshua quale Messia?



Di fatto è proprio lì il problema. Se i sacerdoti ebraici avessero riconosciuto il Messia profetizzato chiaramente da Isaia, da Daniele e da Michea, i cristiani non si sarebbero sconvolti il cervello con diatribe unitarie e trinitarie. C'era un solo Dio, il Padre che ha generato un solo Figlio, il Logos, Signore e Salvatore del creato [1 Corinzi 8,5-6]. Il monoteismo ebraico sarebbe stato semplicemente integrato con la rivelazione di un misterioso Figlio dell'Uomo che è pure Figlio di Dio.


Guardando ancora nelle visioni notturne,
ecco apparire, sulle nubi del cielo,
uno, simile ad un figlio di uomo;
giunse fino al vegliardo e fu presentato a lui,
che gli diede potere, gloria e regno;
tutti i popoli, nazioni e lingue lo servivano;
il suo potere è un potere eterno,
che non tramonta mai, e il suo regno è tale
che non sarà mai distrutto.




Caro Domingo
Come ti spiegavo il problema non fu teologico, ma si trattò di una questione politica
Non è che non lo riconobbero, la questione è che non lo accettarono


Giovanni 3

Tra i farisei c’era un uomo di nome Nicodèmo, un capo dei giudei. 2 Questi andò da Gesù di notte e gli disse: “Rabbi, sappiamo che sei un maestro venuto da Dio, dato che nessuno può compiere i segni che tu compi a meno che Dio non sia con lui”.


è corretto pregare Gesù?154 pt.7/24/2019 10:03 AM by I-gua
Lo sbarco sulla luna...93 pt.7/24/2019 8:56 AM by anto_netti
Esodo 3:14 - "IO SONO"?54 pt.7/24/2019 11:05 AM by (SimonLeBon)
6/18/2019 8:23 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 496
Location: GENOVA
Age: 61
Aquila 58

Veramente Qanah lo troviamo anche in Genesi 4:1: "Adamo conobbe Eva sua moglie, che concepì e partorì Caino e disse: «Ho acquistato [qanah] un uomo grazie al Signore» (CEI). Cosa vuol dire secondo te? Cosa fece Eva, acquistò Caino magari al mercato?



Lo acquistò per generazione e non per creazione dal nulla


E che dire del qanah di Deuteronomio 32:6 CEI? "6 Così tu ripaghi il Signore, popolo stolto e privo di saggezza? Non è lui il padre che ti ha creato [qanah] , che ti ha fatto e ti ha costituito? "



Questo è un caso in cui si può tradurre benissimo "acquistato" nel senso di posseduto o riscattato e così fanno la Volgata, la Diodati, la Nuova Riveduta, la Nuova Diodati, la King James e la New King James

Haecine reddis Domino popule stulte et insipiens numquid non ipse est pater tuus qui possedit et fecit et creavit te (Volgata)

Do ye thus requite the LORD, O foolish people and unwise? is not he thy father that hath bought thee? hath he not made thee, and established thee? (KJV)

Popolo stolto, e non savio, è questa la retribuzione che voi fate al Signore? Non è egli tuo padre, che t'ha acquistato? Non è egli quel che ti ha fatto, e ti ha stabilito? (Diodati)

Do you thus deal with the LORD, O foolish and unwise people? Is He not your Father, who bought you? Has He not made you and established you? (NKJV)

È questa la ricompensa che date al SIGNORE, o popolo insensato e privo di saggezza? Non è lui il padre che ti ha acquistato? Non è lui che ti ha fatto e stabilito? (Nuova Riveduta)




E comunque non possiamo certo dimenticare che in ogni caso i LXX traducono qanah con Ktizo, "creare", non per esempio con gennao, "generare, partorire", eppure avrebbero potuto farlo. Infatti a me risulta che le traduzioni più antiche (LXX, i Targum, la Siriaca, la Vetus latina) rendono con "creare" mentre le più moderne (Vulgata, Aquila) con "possedere", nessuno usa "gennao", "generare, partorire". Vedi tu!



Perché comperare un figlio è un ebraismo, che è tuttora diffuso in molti dialetti italiani, nel senso di acquistare o generare


E che dire poi della sostanziale sinonimia tra "creato" e "generato" in Deuteronomio 32:6, 18? (CEI)

6Così tu ripaghi il Signore,
popolo stolto e privo di saggezza?
Non è lui il padre che ti ha creato,
che ti ha fatto e ti ha costituito?

18La Roccia, che ti ha generato, tu hai trascurato;
hai dimenticato il Dio che ti ha procreato!



Infatti quanah e khul sono sinonimi perché, in linea di massima, sono usati per la generazione, cioè per il parto con dolori e sofferenze


Io non sono Ario e, se proprio devo dirtelo, costui mi sta anche cordialmente antipatico. Ma il greco è greco: l' aggettivo prototokos (protos + tikto "dare alla luce, partorire") significa alla lettera "primo dato alla luce", il verbo gennao ("generare, partorire") non è parte costitutiva del termine, idem per monogenes, monos + genos, "genere, origine, stirpe", che alla lettera significa "unico (nel suo genere), anche qui il verbo gennao, "generare, partorire" non c' azzecca nulla.



A me invece Ario è simpatico ed è vergognoso il putiferio che gli fu scatenato contro, nonostante gli ammonimenti dell'imperatore Costantino affinché non si esasperasse la questione contro un uomo già vecchio e malato. Di cattivissimo gusto è poi la leggenda diffusa con gioia dagli storici cristiani secondo la quale Ario morì in un cesso facendo i suoi bisogni

Capisco Unigenito che potrebbe anche voler dire "unico nel genere" o "molto amato" ma primogenito è primo dato alla luce cioè primo generato. Il primo dato alla luce non è forse il primo generato?


Non ti sfugga un particolare: che MAI IN NESSUN CASO BIBLICO chi nella Bibbia è definito prototokos, anche in senso figurato, è escluso da un gruppo o da una famiglia. MAI!



Ma come? In Luca 2,7 Gesù è definito figlio primogenito di Maria cioè figlio generato per primo

Tu credi che Maria ebbe altri figli. Benissimo, ma se mai li generò, non li creò mica dal nulla.






[Edited by domingo7 6/18/2019 8:28 AM]
6/18/2019 8:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29,638
Location: ANCONA
Age: 60
TdG
Re: Aquila 58
Caro Domingo,


domingo7, 18/06/2019 08.23:


Veramente Qanah lo troviamo anche in Genesi 4:1: "Adamo conobbe Eva sua moglie, che concepì e partorì Caino e disse: «Ho acquistato [qanah] un uomo grazie al Signore» (CEI). Cosa vuol dire secondo te? Cosa fece Eva, acquistò Caino magari al mercato?



Lo acquistò per generazione e non per creazione dal nulla




a parte il fatto che la creazione ex nihilo è una nozione metafisica, non mi risulta che barà significhi "creare dal nulla" e neppure il greco ktizo, io dico che Eva concepì Caino con regolari rapporto coniugali con Adamo (dico bene?), lo concepì e lo partorì, come traduce la CEI.
E' ovvio che Adamo ed Eva abbiano concepito e partorito o generato (capisco che ti piaccia particolarmente questo termine) e sappiamo come hanno fatto vero?
ma la domanda che ti faccio io è la seguente:
Come, in che modo Dio genera ma non crea il Figlio Unigenito, puoi spiegarmelo?



domingo7, 18/06/2019 08.23:




E che dire del qanah di Deuteronomio 32:6 CEI? "6 Così tu ripaghi il Signore, popolo stolto e privo di saggezza? Non è lui il padre che ti ha creato [qanah] , che ti ha fatto e ti ha costituito? "



Questo è un caso in cui si può tradurre benissimo "acquistato" nel senso di posseduto o riscattato e così fanno la Volgata, la Diodati, la Nuova Riveduta, la Nuova Diodati, la King James e la New King James




ma come mai la CEI traduce qanah con creato?
E come mai qui i LXX usano ktizo (controlla pure e vedi che ho ragione!)?

E - ripeto - che dire dell' evidente sinonimia tra generare e creare del Deuteronomio (Deut. 32:6,18 CEI)?

Ora non mi dire che non ti piace più la CEI!


domingo7, 18/06/2019 08.23:






E comunque non possiamo certo dimenticare che in ogni caso i LXX traducono qanah con Ktizo, "creare", non per esempio con gennao, "generare, partorire", eppure avrebbero potuto farlo. Infatti a me risulta che le traduzioni più antiche (LXX, i Targum, la Siriaca, la Vetus latina) rendono con "creare" mentre le più moderne (Vulgata, Aquila) con "possedere", nessuno usa "gennao", "generare, partorire". Vedi tu!



Perché comperare un figlio è un ebraismo, che è tuttora diffuso in molti dialetti italiani, nel senso di acquistare o generare





certo, ma sappiamo come Adamo ed Eva abbiano prodotto o generato o partorito Caino, ma Dio IN CHE MODO GENERA MA NON CREA (secondo il tuo dogma) il Figlio Unigenito?
Puoi gentilmente spiegare?


E poi non mi hai ancora detto perché le versioni più antiche rendono qanah con Ktizo, mi spieghi come mai?




domingo7, 18/06/2019 08.23:




E che dire poi della sostanziale sinonimia tra "creato" e "generato" in Deuteronomio 32:6, 18? (CEI)

6Così tu ripaghi il Signore,
popolo stolto e privo di saggezza?
Non è lui il padre che ti ha creato,
che ti ha fatto e ti ha costituito?

18La Roccia, che ti ha generato, tu hai trascurato;
hai dimenticato il Dio che ti ha procreato!



Infatti quanah e khul sono sinonimi perché, in linea di massima, sono usati per la generazione, cioè per il parto con dolori e sofferenze





vero, ma come mai qui i LXX rendono qanah con ktizo e non con gennao, "generare"?
Me lo sai spiegare?

domingo7, 18/06/2019 08.23:



Io non sono Ario e, se proprio devo dirtelo, costui mi sta anche cordialmente antipatico. Ma il greco è greco: l' aggettivo prototokos (protos + tikto "dare alla luce, partorire") significa alla lettera "primo dato alla luce", il verbo gennao ("generare, partorire") non è parte costitutiva del termine, idem per monogenes, monos + genos, "genere, origine, stirpe", che alla lettera significa "unico (nel suo genere), anche qui il verbo gennao, "generare, partorire" non c' azzecca nulla.



A me invece Ario è simpatico ed è vergognoso il putiferio che gli fu scatenato contro, nonostante gli ammonimenti dell'imperatore Costantino affinché non si esasperasse la questione contro un uomo già vecchio e malato. Di cattivissimo gusto è poi la leggenda diffusa con gioia dagli storici cristiani secondo la quale Ario morì in un cesso facendo i suoi bisogni

Capisco Unigenito che potrebbe anche voler dire "unico nel genere" o "molto amato" ma primogenito è primo dato alla luce cioè primo generato. Il primo dato alla luce non è forse il primo generato?




certo, ma non è anche il primo nato?
E se Paolo avesse voluto distinguere - come fa il tuo dogma - tra generare e creare non avrebbe avuto a disposizione il verbo gennao e scrivere: "Generato prima di ogni creazione"?
Perché non lo ha fatto?
Invece usa un aggettivo il cui verbo gennao, "generare", non è parte costitutiva, come mai?



domingo7, 18/06/2019 08.23:





Non ti sfugga un particolare: che MAI IN NESSUN CASO BIBLICO chi nella Bibbia è definito prototokos, anche in senso figurato, è escluso da un gruppo o da una famiglia. MAI!



Ma come? In Luca 2,7 Gesù è definito figlio primogenito di Maria cioè figlio generato per primo

Tu credi che Maria ebbe altri figli. Benissimo, ma se mai li generò, non li creò mica dal nulla.









intanto sappiamo che prototokos non esclude Gesù dalla famiglia di Giuseppe (ora non mettiamoci a parlare dei fratelli e delle sorelle di Gesù, sennò non la finiamo più...), noi diciamo che Maria "conobbe" (che sai bene cosa significa nella Bibbia,kai ouk eginosken auten heos hou eteken huion, Matteo 1:25) ...) Giuseppe come Eva conobbe Adamo, ma - da capo! - COME, IN CHE MODO DIO GENERA MA NON CREA IL FIGLIO UNIGENITO, COME DICE IL TUO DOGMA?

SAI SPIEGARE?


Cari saluti.


[Edited by Aquila-58 6/18/2019 8:56 AM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
6/18/2019 10:21 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,910
Location: MILANO
Age: 44
Re: Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 17/06/2019 18.20:




Evidentemente non conosci le Scritture.
Non hai mai letto cosa è scritto in Atti 2:22?

"22 Uomini d'Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nàzaret - uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso fece tra voi per opera sua [in realtà "per mezzo di lui" nel testo greco….], come voi sapete bene " (Atti 2:22 CEI)





E questo passo, spiegale benissimo nella natura umana dell'uomo Gesù, come lo concili con Colossesi 1:16
...Tutte le altre cose sono state create tramite lui e per lui
Banalmente questo passo dice che tu sei stato creato dal Verbo e in vista del Verbo. Non è la stessa cosa di dire che tutta la creazione redenta viene da Geova e a Geova è destinata dato che Paolo dice che Dio sarà tutto in tutti?
Come non capite che nel NT il Figlio assume il ruolo e lo scopo del Padre del VT?


6/18/2019 11:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
Deuteronomio 6:4
domingo7, 17.06.2019 18:41:


In che senso venisse intesa la divinità del Logos (Filippesi 2,6) e la divinità di Gesù Cristo (Isaia 9,6 - Salmo 45,6 - Ebrei 1,8) è difficile da dire.

Sicuramente era qualcosa che aveva a che fare con i titoli attribuiti a Davide, a Salomone e al futuro Re Messia ma c'era qualcosa di molto di più.

Penso soprattutto alla presenza alla creazione del mondo secondo Proverbi 8, 22-25, alla pienezza della divinità nella carne secondo Colossesi 2,9, il servizio sacerdotale dedicato a Dio e a Cristo secondo Apocalisse 20,6 e alla presenza sul trono di Dio e dell'Agnello alla fine dei tempi secondo Apocalisse 22,1-3.

Ma tutto questo non è sicuramente definitivo, almeno per chi è di fede unitaria.

Il grave problema che rimane irrisolto, per chi non è di fede unitaria, è come un Padre possa generare (o magari anche creare) un Figlio Unigenito e Primogenito (Colossesi 1,15 e Giovanni 1,18) di natura totalmente diversa dalla sua.

Dio può certamente creare esseri che considera figli per adozione o per dignità (uomini, giudici, re, angeli, popoli) ma se genera o crea un figlio unico, come può produrre un essere ontologicamente diverso?

Può forse venire un cane da un gatto o un lupo da un leone o un uomo da un angelo o un gorilla da un uomo? Certamente sono possibili gli ibridi (lupi con cani, gatti selvatici con gatti domestici, cinghiali con maiali, cavalli con asini) ma alla venuta al mondo del Logos, prima della creazione dell'universo, non ci fu certo ibridazione (di ibridazione, se mai, si potrebbe forse parlare, a proposito o a sproposito, alla nascita di Cristo)

E da un Dio Jahvé non verra forse un Dio, Figlio di Dio, Jahvé pure lui?

Tutto questo è solo speculazione o non è forse un dubbio legittimo?
Chi ragiona così è solo corrotto da pregiudizi pagani o non usa la ragione guardando la natura e le creature?




Caro Domingo

ontologicamente parlando YHWH e YAH-Salva possono essere simili.
Tale Padre, tale Figlio... entrambe esseri spirituali, con qualità divine... e anche comunione di intenti.

Ma, sempre ontologicamente parlando, YHWH e YAH-Salva NON POSSONO ESSERE LA MEDESIMA ENTITÀ, ossia "lo stesso dio".


Infatti non esistono due YHWH JAHVÈ YAHUAH. Non esiste YHWH Padre e YHWH Figlio
non esiste un Dio JAHVÈ Padre e un Figlio di Dio, JAHVÈ pure lui.
e neppure un Dio JAHVÈ Spirito Santo, come altra entità o persona.

Le Sacre Scritture sono chiare e incontestabili a proposito:

Deuteronomio 6:4



4 “Ascolta, o Israele: YHWH è il nostro Dio; c’è un solo YHWH.



che si traduce: Ascolta, o Israele: JAHVÈ è il nostro Dio; c'è un solo JAHVÈ: il Padre Creatore.

Un solo JAHVÈ - Creatore Onnipotente Unico Vero Dio ALPHA &OMEGA"
e un solo Signore: il Figlio JAH-Salva, il Redentore nella Gloria del Padre.


tant'è che prima ancora di divenire conosciuto come JAH-Salva, il Figlio era già conosciuto come “Chi è simile a JAH?”


Quindi, caro Domingo

il dubbio è legittimo, e va chiarito.
ma nasce SOLO in ragione del DOGMA DELLA SANTISSIMA TRINITÀ, non scaturisce certo da una lettura scevra da questo, illuminata unicamente daLa Parola di YHWH e dalla guida del Suo spirito.

il dubbio va chiarito alla luce delle Scritture, non nell'errore insito e coevo del dogma trinitario, nato per delle questioni di governo di un IMPERO!
Un impero che doveva sì dividere per governare, ma mantenendo il culto di un falso dio: La Santissima Trinità, che nasce dalla filosofia e dalle religioni ispirate da Satana.

e questa origine, all'epoca, è stata riconosciuta dallo SFS.



[SM=g10765]





[SM=g1871112]

[Edited by I-gua 6/18/2019 11:29 AM]
6/18/2019 11:32 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39

soltanto accordando legittimità al dogma del MISTERO della Trinità possiamo arrivare a chiederci: è giusto adorare Gesù?

[SM=g1871112]
6/18/2019 12:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore
Vi prego solo di non ricominciare la solita discussione onnicomprensiva sulla trinità in cui ci si mette dentro tutto, dalla generazione, alla divinità, all'uso di theos. Su tutti gli argomenti che affrontate ci sono già discussioni molto dettagliate esistenti che si possono riaprire, dunque per piacere restiamo al tema, cioè "è giusto adorare Gesù?".

Shalom
[Edited by barnabino 6/18/2019 12:52 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
6/18/2019 12:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29,692
Moderatore
Possiamo anche chiederci: è sbagliato non adorare Gesù?

Gli amici cattolici che ne pensano?



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
6/18/2019 12:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
Re:
barnabino, 18.06.2019 12:39:

Vi prego solo di non ricominciare la solita discussione onnicomprensiva sulla trinità in cui ci se mette dentro tutto, dala generazione, alla divinità, all'uso di theos. Su tutti gli argomenti che affrontate ci sono già discussioni molto dettagliate esistenti che si possono riaprire, dunque per piacere restiamo al tema, cioè "è giusto adorare Gesù?".

Shalom




Caro Barnabino
A questa semplice domanda hai già risposto in maniera semplice e completa, possiamo ancora interrogarci sul perché il Figlio adorava YHWH come suo Dio (per esempio la preghiera è parte della pura adorazione in spirito e verità) se poi, ontologicamente, sarebbero un unica entità, il medesimo “Dio”.
Ci si può chiedere perché dovremmo fare ciò che il Figlio Gesù NON ci ha mai insegnato di fare, ma al contrario si è raccomandato di NON fare.
Perché andare oltre ciò che insegnato? Il Figlio è venuto per ripristinare il Nome del Padre, fare conoscere la Sua Volontà che si adempie nel Regno, e per ripristinare la pura adorazione in spirito e verità.

Adorare Gesù sarebbe un po’ come fare un culto al bastone di Mosé:
Un dono di Dio stravolto del suo senso e funzione originale.

Non sono io a mettere carne sul fuoco:
Rispondo semplicemente a delle affermazioni di altri utenti
Non conosco bene la Bibbia, ma leggendola puntualmente saltano fuori frasi e paragrafi che contraddicono le affermazioni di coloro che motivano un culto (relativo o meno) alla persona del Messia come se fosse YHWH.

Sono questi passi che riporto, per stimolare una riflessione


[SM=g1871112]
6/18/2019 12:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
Re:
Seabiscuit, 18.06.2019 12:44:

Possiamo anche chiederci: è sbagliato non adorare Gesù?

Gli amici cattolici che ne pensano?




... e ancora un’altra domanda: come adorano, personalmente, Gesù?
Che significa, in pratica, adorare Gesù?

Se fosse presente in carne ed ossa, come reagirebbe Gesù a questo culto volto alla sua persona?
Ci sono stati dei casi un po’ simili descritti nelle Scritture!

Gesù non richiede un culto alla sua persona, o qualche altra forma di adorazione, ma Satana Si.
Satana per questo culto deviato verso la sua persona non richiede che sia specifico, lo si può volgere a piacimento utilizzando nomi ispirati dagli antichi culti Pagani, oppure da nomi e persone ispirati dalle Scritture, oppure da qualsiasi altra fonte. L’importante è non volgere un culto esclusivo, una pura adorazione, a YHWH.

[SM=g1871112]
[Edited by I-gua 6/18/2019 1:07 PM]
6/18/2019 1:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,910
Location: MILANO
Age: 44
Re:
Seabiscuit, 18/06/2019 12.44:

Possiamo anche chiederci: è sbagliato non adorare Gesù?

Gli amici cattolici che ne pensano?


Bravo Sea, queste domande sono costruttive, poche righe con l'obiettivo chiaro contro i sermoni di tante parole che non dicono nulla..😊
Vedi, io penso che il cristiano si chiama così perché è di Cristo, cioè mette al centro della propria vita il Figlio di Dio. Se questo è il presupposto dell'essere cristiano, Gesù non può essere un corollario, un mezzo, per arrivare a YHWH, ma deve essere nella stessa posizione e scopo del Padre.


6/18/2019 1:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore

A questa semplice domanda hai già risposto in maniera semplice e completa



Allora non andiamo troppo fuori dal tema del 3d, perché poi diventa molto difficile seguire interventi su troppe tematiche, tutte molto complesse, contemporaneamente. Lo dico perché il risultato è una discussione confusa e dove gli interventi sembrano più sfoghi personali che seguire una linea di dialogo.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
6/18/2019 1:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29,692
Moderatore
Re: Re:
VVRL, 18.06.2019 13:02:


Bravo Sea, queste domande sono costruttive, poche righe con l'obiettivo chiaro contro i sermoni di tante parole che non dicono nulla..😊
Vedi, io penso che il cristiano si chiama così perché è di Cristo, cioè mette al centro della propria vita il Figlio di Dio. Se questo è il presupposto dell'essere cristiano, Gesù non può essere un corollario, un mezzo, per arrivare a YHWH, ma deve essere nella stessa posizione e scopo del Padre.





Non ho capito. È sbagliato si o no?



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
6/18/2019 1:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore
Che Gesù sia il mezzo per arrivare a Dio lo dice lui stesso, che Gesù ha la stessa posizione del Padre non mi pare un'affermazione di Cristo, non ricordo che Gesù abbia mai detto di essere adorato come Geova.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
6/18/2019 1:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
Re: Re:
VVRL, 18.06.2019 13:02:


Bravo Sea, queste domande sono costruttive, poche righe con l'obiettivo chiaro contro i sermoni di tante parole che non dicono nulla..😊
Vedi, io penso che il cristiano si chiama così perché è di Cristo, cioè mette al centro della propria vita il Figlio di Dio. Se questo è il presupposto dell'essere cristiano, Gesù non può essere un corollario, un mezzo, per arrivare a YHWH, ma deve essere nella stessa posizione e scopo del Padre.






ma qua si confonde semplicemente chi è giusto adorare
con il proposito divino che si realizza tramite il Regno Millenario in Cristo.

Gesù non si mette mai nella stessa posizione del Padre, anche se tra i due c'è perfetta comunione di intenti (scopo): agiscono con il medesimo spirito.

E questo scopo è ripristinare la santità del Nome YHWH e restaurare il Regno di YHWH come unica forma di governo (teocratico) come è in Cielo, così in Terra.

Trasmutando "Il Regno di Dio" da una forma di teocrazia che si adempie in Cristo Re dei re
in una vacua "condizione interiore"
la cristianità tutta perde la rotta, non focalizzandosi più sulla teocrazia di YHWH e sul Sacro Segreto custodito in Cristo,
ma sul culto del Figlio, di uno spirito senza nome, della Trinità, oppure della Madonna dei cieli e qualche defunto divinizzato come "santo"... sul culto relativo di reliquie, statue e immaginette


il minestrone è questo, lo si evita solo tenendosi stretti agli insegnamenti dellLa Parola di YHWH, che è Yehoshua.

[Edited by I-gua 6/18/2019 1:53 PM]
6/18/2019 1:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 496
Location: GENOVA
Age: 61
Aquila 58

Come, in che modo Dio genera ma non crea il Figlio Unigenito, puoi spiegarmelo? certo, ma sappiamo come Adamo ed Eva abbiano prodotto o generato o partorito Caino, ma Dio IN CHE MODO GENERA MA NON CREA (secondo il tuo dogma) il Figlio Unigenito? Puoi gentilmente spiegare?



Non pensavo fosse un dogma: Dio crea dal nulla ma può anche generare facendo scaturire da se stesso la sua parola

Facendolo procedere un Figlio da se stesso e non dal nulla (come dalla carne dei padri viene la carne dei figli), Dio genera e non crea, come il padre e la madre non creano ma si limitano a generare.


Ma come mai la CEI traduce qanah con creato?
E come mai qui i LXX usano ktizo (controlla pure e vedi che ho ragione!)? - ripeto - che dire dell' evidente sinonimia tra generare e creare del Deuteronomio (Deut. 32:6,18 CEI)? E poi non mi hai ancora detto perché le versioni più antiche rendono qanah con Ktizo, mi spieghi come mai? vero, ma come mai qui i LXX rendono qanah con ktizo e non con gennao, "generare"?



La Cei 1974 scelse un approccio eclettico, non seguendo sempre il testo ebraico ma la LXX che usava Κτιζω = Ktizo
In Proverbi 8,22 Aquila, Teodozione e Simmaco che conoscevano bene l'ebraico usarono Ekτήσατo = ektesato che vuol dire possedere, acquistare, avere e Gerolamo nella Volgata li seguì con possideo = possedere


E se Paolo avesse voluto distinguere - come fa il tuo dogma - tra generare e creare non avrebbe avuto a disposizione il verbo gennao e scrivere: "Generato prima di ogni creazione"? Perché non lo ha fatto? Invece usa un aggettivo il cui verbo gennao, "generare", non è parte costitutiva, come mai?



Forse perché bastava il prologo del Vangelo di Giovanni per chiarire che il Logos era prima di tutte le cose e che tutto fu fatto per mezzo di lui e che senza di lui nessuna delle cose che sono state fatte è venuta all'esistenza




6/18/2019 1:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 496
Location: GENOVA
Age: 61
Seabiscuit

Possiamo anche chiederci: è sbagliato non adorare Gesù?
Gli amici cattolici che ne pensano?



Questa è una domanda che mi piace

Se qualcuno pensa che l'adorazione vada rivolta solo al Padre e non al Figlio perché non è convinto della sua divinità, per me può fare come vuole (tutto quello che non viene da convinzione è peccato)

Non deve però evitare di tributare l'onore dovuto all'Agnello, perché è lo stesso Dio che vuole che tutti onorino il Figlio come onorano il Padre [Giovanni 5,23]

Insomma non volete adorarlo, va bene
Ma onorarlo si ....
6/18/2019 2:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
La Parola manifesta intenti e finalità, la parola è azione, è cre-azione
La prima parola, azione, di YHWH fu MikaEL
MikaEL è La Parola di YHWH, inscindibile dall'intento del Padre, compie la Sua volontà, agisce secondo il Suo spirito.
Perciò La Parola è l'Artefice della Creazione, co-creatore che siede alla destra del Padre Creatore.
[Edited by I-gua 6/18/2019 2:19 PM]
6/18/2019 2:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 5,898
Age: 39
Re: Seabiscuit
domingo7, 18.06.2019 13:57:


Possiamo anche chiederci: è sbagliato non adorare Gesù?
Gli amici cattolici che ne pensano?



Questa è una domanda che mi piace

Se qualcuno pensa che l'adorazione vada rivolta solo al Padre e non al Figlio perché non è convinto della sua divinità, per me può fare come vuole (tutto quello che non viene da convinzione è peccato)

Non deve però evitare di tributare l'onore dovuto all'Agnello, perché è lo stesso Dio che vuole che tutti onorino il Figlio come onorano il Padre [Giovanni 5,23]

Insomma non volete adorarlo, va bene
Ma onorarlo si ....





Se qualcuno pensa che l'adorazione vada rivolta solo al Padre e non al Figlio perché non è convinto della sua divinità



ma cosa significa "non è convinto della sua divinità"?



1 Corinzi 8:6 tuttavia per noi c'è un solo Dio, il Padre, dal quale sono tutte le cose, e noi viviamo per lui, e un solo Signore, Gesù Cristo, mediante il quale sono tutte le cose, e mediante il quale anche noi siamo.





C.E.I.:

1Corinzi 8,5-6

5 E in realtà, anche se vi sono cosiddetti dèi sia nel cielo sia sulla terra, e difatti ci sono molti dèi e molti signori, 6 per noi c'è un solo Dio, il Padre, dal quale tutto proviene e noi siamo per lui; e un solo Signore Gesù Cristo, in virtù del quale esistono tutte le cose e noi esistiamo per lui.



il Signore Gesù Cristo non è YHWH DIO il Padre.

per onorare Gesù occorre seguire i suoi insegnamenti, vivere secondo la regola aurea (e UNIVERSALE) che regge l'universo: Ama YHWH il tuo Dio e il prossimo come te stesso.
Per onorare Gesù occorre adorare il Padre e fare ciò che è Scritto, sottostare alla Legge del Cristo e riconoscere YHWH come Unico Sovrano Universale. Esercitare Fede nel Riscatto salvifico che il Padre ha predisposto attraverso il Figlio; accettare la teocrazia di YHWH retta dal Re dei re, Principe della Pace, Leone Conquistatore della tribù di Yahuda.

[Edited by I-gua 6/18/2019 2:11 PM]
6/18/2019 2:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore
Caro Domingo,


Non pensavo fosse un dogma: Dio crea dal nulla ma può anche generare facendo scaturire da se stesso la sua parola

Facendolo procedere un Figlio da se stesso e non dal nulla (come dalla carne dei padri viene la carne dei figli), Dio genera e non crea, come il padre e la madre non creano ma si limitano a generare



Però vedi che questa spiegazione richiede di ricorrere ad una serie di concetti (quello di processione e generazione che poi dobbiamo specificare eterna) su cui le Scritture non solo tacciono ma a cui non fanno mai riferimento e appartengono alle speculazioni sulla cristologia del Logos che dominarono non certo il dibattito del I secolo ma quello tra II e III secolo per poi essere abbandondonate con il simbolo niceno perché in tutti i casi la cristologia del Logos porta a conclusioni diverse da quelle genuinamente trinitarie.

Non dico che non si possa affrontare il tema, ma credo che se non vogliamo tradire il testo dobbiamo farlo stando al contesto: chi era Gesù per i suoi discepoli? Il testo ci parla della sua natura o si concentra unicamente sul suo ruolo? Le informazioni sulla natura di Gesù a me paiono in gran parte insufficienti, non solo, prive di interesse per chi scrive il testo e dunque per chi lo legge. L'accento è dato esclusivamente sull'origine divina e la sua esistenza preumana nel suolo di arteficie della creazione. Uscendo dalla schema ellenistico direi che per la cultura semitica l'idea è di Cristo come colui che rivela il Padre fin dal principio. Non vedo però mai spiragli per attribuirgi un culto come quello attribuito Padre né vedo alcun interesse a indagare sulla sua natura, come invece fanno i cristiani a pertire del secondo secolo, soprattutto dopo l'incontro con la filosofia greca, invece ossessionata quella questione dell'essere.

Insomma, troppo poco e troppo aleatorio per farne la dottrina fondamentale del cristianesimo.

Shalom
[Edited by barnabino 6/18/2019 2:35 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:11 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com