printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 | Next page

Michele Arcangelo e padri apostolici

Last Update: 11/25/2012 4:54 PM
Author
Print | Email Notification    
8/16/2010 1:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,878
ViceAdmin
Potete ripartire da qui la discussione su tale soggetto. Nevio, puoi riportare le citazioni in questa discussione specifica?
è corretto pregare Gesù?154 pt.7/24/2019 10:03 AM by I-gua
E' giusto adorare Gesù?117 pt.7/24/2019 11:07 AM by (SimonLeBon)
Lo sbarco sulla luna...93 pt.7/24/2019 8:56 AM by anto_netti
8/16/2010 1:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
marcoaru.over-blog.com/article-19084602.html


L’ARCANGELO MICHELE

L’UNICO SANTO ANGELO OLTRE A GABRIELE MENZIONATO PER NOME NELLA BIBBIA, E’ IL SOLO CHIAMATO “ARCANGELO” (GIUDA 9). IL NOME RICORRE PER LA PRIMA VOLTA NEL DECIMO CAPITOLO DEL LIBRO PROFETICO DI DANIELE, DOVE SI LEGGE CHE MICHELE, DEFINITO “UNO DEI PRIMI PRINCIPI”, VIENE IN AIUTO DI UN ANGELO INFERIORE A CUI SI OPPONEVA “IL PRINCIPE DEL REAME DI PERSIA”. NELLE PAROLE RIVOLTE A DANIELE, MICHELE E’ CHIAMATO “IL VOSTRO PRINCIPE”, “IL GRAN PRINCIPE CHE STA A FAVORE DEI FIGLI DEL TUO POPOLO”(DANIELE 10:13, 20, 21—12:1)

QUESTO VERSETTO INDICA CHE MICHELE ERA L’ANGELO CHE GIUDO’ IL POPOLO D’ISRAELE NEL DESERTO (ESODO 23:20,21,23—32:34—33;2) QUESTA CONCLUSIONE E’ CONFERMATA DAL FATTO CHE “L’ARCANGELO MICHELE EBBE UNA CONTROVERSIA COL DIAVOLO E DISPUTAVA INTORNO AL CORPO DI MOSE’ “ (GIUDA 9).

ORA, LEGGENDO ATTENTAMENTE LA BIBBIA NON SI PUO’ NON ARRIVARE ALLA CONCLUSIONE A CUI GIUNSERO ANCHE I PADRI APOSTOLICI ERMA E PAPIA, E CIOE’ CHE L’ARCANGELO MICHELE ALTRO NON FOSSE CHE IL NOME DEL FIGLIO DI DIO PRIMA CHE QUESTI LASCIASSE IL CIELO PER DIVENTARE GESU’ CRISTO, NOME CHE RIASSUNSE QUANDO VI TORNO’.

MICHELE NELLA BIBBIA E’ L’UNICO AD ESSERE CHIAMATO “ARCANGE-LO” CHE SIGNIFICA “ANGELO CAPO” O “ANGELO PRINCIPALE”. TALE TERMINE RICORRE NELLA BIBBIA SOLO AL SINGOLARE. QUESTO SEMBRA INDICARE CHE DIO ABBIA DESIGNATO UNO SOLTANTO QUALE CAPO DELLE SCHIERE ANGELICHE. NELLA LETTERA CHE L’APOSTOLO PAOLO MANDA AI CRISTIANI DI TESSALONICA LA VOCE DEL RESUSCITATO GESU’ VIENE DEFINITA “VOCE DI ARCANGELO” (TESSALONICESI 4:16).

CIO’ FA PENSARE CHE LUI STESSO SIA IN EFFETTI L’ARCANGELO. QUESTO VERSETTO LO DESCRIVE NELL’ATTO DI SCENDERE DAL CIELO CON “UNA CHIAMATA DI COMANDO”. E’ SOLO LOGICO DUNQUE CHE LA VOCE CHE ESPRIME QUESTA CHIAMATA DI COMANDO SIA DEFINITA CON UN TERMINE CHE NON SMINUISCA LA GRANDE AUTORITA’ DI CUI ORA E’ INVESTITO GESU’ CRISTO COME RE DEI RE E SIGNORE DEI SIGNORI. (MATTEO 28:18—APOCALISSE 17:14). SE IL TITOLO “ARCANGELO” NON FOSSE RIFERITO A GESU’ CRISTO MA AD ALTRI ANGELI, L’ESPRESSIONE “VOCE DI ARCANGELO” NON SAREBBE APPROPRIATA, SAREBBE UNA VOCE MENO AUTOREVOLE DI QUELLA DEL FIGLIO DI DIO.

MA CI SONO ANCHE ALTRI ELEMENTI CHE PERMETTONO DI AFFERMARE CHE MICHELE E’ EFFETTIVAMENTE IL FIGLIO DI DIO. IL PROFETA DANIELE, DOPO AVER MENZIONATO PER LA PRIMA VOLTA MICHELE (DANIELE 10:13), MISE PER ISCRITTO UNA PROFEZIA DI GRANDE PORTATA CHE RIGUARDAVA ANCHE “IL TEMPO DELLA FINE” (DANIELE 11:40) E POI DICHIARO’: “ E DURANTE QUEL TEMPO SORGERA’ MICHELE, IL GRAN PRINCIPE CHE STA A FAVORE DEI FIGLI DEL TUO POPOLO (DANIELE 12:1).

IL “SORGERE” DI MICHELE DOVEVA ESSERE ACCOMPAGNATO DA “UN TEMPO DI ANGUSTIA COME NON SE NE SARA’ FATTO ACCADERE DA CHE CI FU NAZIONE FINO A QUEL TEMPO” (DANIELE 12:1). NELLE PROFEZIE DI DANIELE IL VERBO “SORGERE” SI RIFERISCE SPESSO ALL’AZIONE DI UN RE CHE ASSUME IL POTERE REGALE O AGISCE EFFETTIVAMENTE IN
QUANTO TALE. (DANIELE 11:2,4,7,16b, 20,21). QUESTO CONFERMA LA CONCLUSIONE CHE MICHELE E’ GESU’ CRISTO, IN QUANTO GESU’ E’ IL RE NOMINATO DA YAHWEH DIO, INCARICATO DI DISTRUGGERE TUTTE LE NAZIONI AD HAR MAGHEDON (APOCALISSE 11:15– 16:14,16).

IL LIBRO DELL’APOCALISSE (O RIVELAZIONE 12:7,10,12) MENZIONA MICHELE IN RELAZIONE CON L’ISTITUZIONE DEL REGNO DI DIO, E COLLEGA TALE AVVENIMENTO CON GUAI PER LA TERRA.

“E SCOPPIO’ LA GUERRA IN CIELO: MICHELE E I SUOI ANGELI GUERREGGIARONO CONTRO IL DRAGONE, E IL DRAGONE E I SUOI ANGELI GUERREGGIARONO. E UDII UN’ALTRA VOCE NEL CIELO DIRE:”ORA SON VENUTI LA SALVEZZA E LA POTENZA E IL REGNO DEL NOSTRO DIO E L’AUTORITA’ DEL SUO CRISTO, PERCHE’ E’ STATO GETTATO GIU’ L’ACCUSATORE DEI NOSTRI FRATELLI (GIOBBE 2:1,7)…………. PER QUESTO MOTIVO RALLEGRATEVI O CIELI, E VOI CHE RISIEDETE IN ESSI. GUAI ALLA TERRA E AL MARE”.

GESU’ CRISTO E’ POI DESCRITTO COME CONDOTTIERO DEGLI ESERCITI CELESTI CHE GUERREGGIA CONTRO LE NAZIONI DELLA TERRA (APOCALISSE 19:11,16). CIO’ FAREBBE PRESAGIRE UN TEMPO D’ANGUSTIA, INCLUSO LOGICAMENTE “NEL TEMPO D’ANGUSTIA” CHE ACCOMPAGNA IL “SORGERE” DI MICHELE (DANIELE 12:1). POICHE’ IL FIGLIO DI DIO DOVRA’ COMBATTERE CONTRO LE NAZIONI, E’ SOLO RAGIONEVOLE PENSARE CHE SIA LO STESSO CHE CON I SUOI ANGELI HA GIA’ COMBATTUTO CONTRO IL SOVRUMANO DRAGONE, SATANA IL DIAVOLO, E I SUOI ANGELI.

NELLA SUA ESISTENZA PREUMANA GESU’ E’ CHIAMATO “LA PAROLA”

(GIOVANNI 1:1). AVEVA ANCHE IL NOME PROPRIO MICHELE. CONSERVANDO IL NOME GESU’ DOPO LA RESURREZIONE (ATTI 9:5), “LA PAROLA” SI IDENTIFICA COL FIGLIO DI DIO SULLA TERRA. RIPRENDENDO IL SUO NOME CELESTE MICHELE E IL SUO TITOLO (O NOME) “LA PAROLA DI DIO

(APOCALISSE 19:13) SI RICOLLEGA CON LA SUA ESISTENZA PREUMANA.

LO STESSO NOME MICHELE, CHE SIGNIFICA “CHI E’ SIMILE A DIO”?, FA NOTARE CHE YAHWEH E’ SENZA UGUALI E CHE MICHELE, IL SUO ARCANGELO, CAPO DEGLI ANGELI, E’ IL SUO GRANDE SOSTENITORE O VENDICATORE.

IL SUO PIU’ GRANDE ATTO PERO’ LO FECE SCENDENDO SULLA TERRA E DANDO LA SUA VITA PER NOI. DOTTRINA DEL RISCATTO CHE AFFRONTEREMO IN UN ALTRO CAPITOLO. PER FARCI QUESTO DONO DOVEVA COMPIERE PRIMA L’ATTO SOLENNE DEL BATTESIMO. GESU’ NON SI BATTEZZO’ PER LAVARE I SUOI PECCATI (ANCHE PERCHE’ IL BATTESIMO NON TOGLIE ALCUN PECCATO ALLE PERSONE NORMALI, QUINDI COME POTEVA TOGLIERLO A COLUI CHE NON HA PECCATO?), MA PER PRESENTARSI A DIO COME ANIMA COSCIENTE DI FARE, O SFORZARSI DI FARE, LA SUA VOLONTA’
8/16/2010 1:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Molti dei primi Padri identificavano Gesu' con Michele

"Di fatto, alcuni Padri della Chiesa furono convinti che nessuno avesse visto Dio Padre ma che l’Angelo di Jahvé, manifestatosi ai patriarchi ed ai profeti, altro non fosse che il Figlio di Dio, cioè la Parola di Dio. A tal proposito vedansi, ad esempio:"



* Giustino, Dialogo con Trifone; LVI-LX;
* Ireneo, Contro le Eresie, IV, 20, 7;
* Tertulliano, Contro Prassea, XV-XVI;
* Teofilo, Ad Autolico, II, 22;
* Novaziano, La Trinità, XVIII-XX;
* Ilario, La Trinità, IV, 23-25.


digilander.libero.it/domingo7/IMMAGINE%20DI%20DIO.htm

8/16/2010 8:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,878
ViceAdmin
Hai dimenticato queste

I padri della Chiesa, Erma e Papia identificavano Gesu' con Michele

dal "Pastore di Erma" (c.a. 150 D.C.):


"Questa legge è il Figlio di Dio che fu annunziato sino ai confini della terra. I popoli che sono sotto l'ombra sono quelli che hanno ascoltato la predicazione e creduto in Lui. L'angelo grande e glorioso è Michele che ha il potere su questo popolo e lo governa. Egli pone la legge nel cuore dei credenti e scruta se quelli cui la diede l'hanno osservata."



anonym.to?http://www.liturgia.it/erma.htm
[Edited by viceadmintdg1 8/16/2010 8:33 PM]
8/16/2010 8:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,878
ViceAdmin
Uno dei primi Padri della chiesa, che identificò l’arcangelo Michele con Gesù, fu Giustino Martire. Nel suo ‘Dialogo con Trifone’, scrisse:


«Vi è cioè, e vien detto esserci, un Dio e Signore diverso dal creatore di tutte le cose, che è chiamato anche angelo per il fatto che annuncia agli uomini ciò che vuole annunciare loro il creatore di tutte le cose, al di là del quale non c’è altro Dio… è un altro Dio rispetto a quello che ha fatto tutte le cose, un altro intendo, per numero, non per distinzione di pensiero. Egli infatti non ha mai fatto nulla se non quello che il creatore del mondo, al di là del quale non c’è altro Dio, ha voluto che facesse o dicesse». [Dialogo con Trifone , pag. 203-56/4, pag. 205-56/11]"

8/16/2010 8:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore
Se non sbaglio anche per Filone l'Arcangelo era il figlio primogenito di Dio.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
8/16/2010 10:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
GIUSTINO MARTIRE

Nel "Dialogo con Trifone", Giustino dice: "Vi è…un Dio e Signore [il Gesù preumano] diverso dal creatore di tutte le cose [l'Iddio Onnipotente], che è chiamato anche angelo per il fatto che annuncia agli uomini ciò che vuole annunciare loro il creatore di tutte le cose, al di là del quale non c'è altro Dio…[Il Figlio] è un altro Dio rispetto a quello che ha fatto tutte le cose, un altro, intendo, per numero, non per distinzione di pensiero". (LVI, 4, 11) (Dialogo con Trifone, traduzione di G. Visonà, Milano, Edizioni Paoline, 1988, pagg. 362-3)
Più avanti, continua dicendo: "Io dico che c'è...un altro Dio e Signore [il Figlio] soggetto al Fattore di tutte le cose [il Padre]; che è anche chiamato Angelo, perché Egli [il Figlio] annuncia qualsiasi cosa il Creatore di tutte le cose - al di sopra del quale non esiste alcun altro Dio - desidera annunciare loro…Colui del quale è detto che apparve ad Abramo, e a Giacobbe, e a Mosè, ed è chiamato Dio, è distinto da Colui che fece tutte le cose, numericamente, intendo dire, non [distinto] per volontà. Poiché io affermo che Egli non ha mai fatto alcuna cosa che Colui che ha fatto il mondo - al di sopra del quale non esiste alcun Dio - non ha desiderato che Lui facesse e con lui impiegasse sé stesso". (Dialogue With Trypho, capitolo LVI; 56) (The Ante-Nicene Fathers Translations of the Writings of the Fathers down to A. D. 325, Grand Rapids, Wm. B. Eerdmans Publishing Company (1981) Vol. I., pagg. 223-4

ERMA

A proposito di ciò che Erma pensava del Figlio di Dio, John N. D. Kelly scrive: "In alcuni brani leggiamo di un angelo, superiore ai sei angeli che formano il consiglio interno di Dio, regolarmente definito "il più venerabile", "santo" e "glorioso". A questo angelo è dato il nome di Michele ed è difficile sfuggire alla conclusione che Erma vide in lui il Figlio di Dio e lo identificò con l'arcangelo Michele…È pure evidente…il tentativo di interpretare Cristo come una sorta di angelo supremo…". (Il pensiero cristiano delle origini, J. N. D. Kelly, Bologna, EDB, 2a edizione riveduta a cura di G. Gramaglia, 1984, pagina 119)

CLEMENTE D'ALESSANDRIA

Clemente di Alessandria dice: "…e la Parola era un angelo". (The Instructor, Book I, chapter VII (7); ANF, Vol. II, p. 224)
8/18/2010 10:19 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 309
Location: PALERMO
Age: 34
TdG
complimenti ragazzi! molto interessante questa conferma storica dei padri apostolici...
evidentemente quando la trinità incominciò ad avere la meglio, immagino che l'identità Michele-Gesù non abbia più avuto senso...
ma ciò dimostra l'incogruenza della infallibile chiesa cattolica!


ps. nevio stai guadagnando punti...
peccato però che non usi il termine a me più familiare per il nome di Dio.
storicamente accettato.
almeno un po di coerenza: usa i termini esatti anche per Mikha'el e Yehohshùa.

ciao e ancora grazie.
8/18/2010 10:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,223
TdG
Re:
viceadmintdg1, 16/08/2010 20.34:

Uno dei primi Padri della chiesa, che identificò l’arcangelo Michele con Gesù, fu Giustino Martire. Nel suo ‘Dialogo con Trifone’, scrisse:


«Vi è cioè, e vien detto esserci, un Dio e Signore diverso dal creatore di tutte le cose, che è chiamato anche angelo per il fatto che annuncia agli uomini ciò che vuole annunciare loro il creatore di tutte le cose, al di là del quale non c’è altro Dio… è un altro Dio rispetto a quello che ha fatto tutte le cose, un altro intendo, per numero, non per distinzione di pensiero. Egli infatti non ha mai fatto nulla se non quello che il creatore del mondo, al di là del quale non c’è altro Dio, ha voluto che facesse o dicesse». [Dialogo con Trifone , pag. 203-56/4, pag. 205-56/11]"





Scusate ragazzi, non vorrei fare il gustafeste, ma che Giustino e altri identifichino Gesù con l'Arcangelo Michele... in che film l'avete visto???!

L'unico che permette di trarre questa conclusione è Erma.
--
צמאה נפשׁי לאלהים
8/18/2010 10:26 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore
Infatti, Giustino identifica Gesù con l'Angelo del Signore, e non con l'Arcangelo Michele.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
8/18/2010 4:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,264
Location: ROMA
Age: 46
Re: Re:
The Line, 18/08/2010 10.22:




Scusate ragazzi, non vorrei fare il gustafeste, ma che Giustino e altri identifichino Gesù con l'Arcangelo Michele... in che film l'avete visto???!

L'unico che permette di trarre questa conclusione è Erma.



Certo,
alcuni Padri identificavano Gesù con l'Arcangelo Michele e anche gli
Avventisti lo pensano..quello che omettete di dire è che sia gli uni che gli altri NON ritennero il Figlio di Dio esser creatura.
Neanche per coloro che lo identificano con l' Arcangelo Michele.

Direi che c'è una bella differenza tra quello che voi dite di Cristo-Arcangelo Michele e quello che credevano alcuni Padri o gli Avventisti.

Pax
Araldo
Pax
Araldo
8/18/2010 4:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 57,335
Moderatore
Caro Araldo,


quello che omettete di dire è che sia gli uni che gli altri NON ritennero il Figlio di Dio esser creatura



E allora? La discussione riguarda l'identificazione di Gesù con l'Arcangelo Michele e non se fosse una creatura di Dio o no. Certo se per i Padri Apostolici Dio è creatore di tutte le cose si presuppone che lo ritenessero anche creatore dell'Arcangelo Michele, altrimenti avrebbero specificato il contrario, non mi pare che facciano speculazioni sul fatto che Gesù non fosse creato da Dio, tenendo conto che l'espressione "figlio di Dio" è usata sempre per delle creature, non si vede perché debba fare eccezione Gesù.


Direi che c'è una bella differenza tra quello che voi dite di Cristo-Arcangelo Michele e quello che credevano alcuni Padri o gli Avventisti



Non ho ben capito quale sia la differenza rispetto al titolo di "Arcangelo". Neppure per i TdG il titolo di Arcangelo indica che Gesù sia un angelo come tutti gli altri.

Shalom

[Edited by barnabino 8/18/2010 5:48 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
8/18/2010 9:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Re: Re: Re:
Araldo73, 18/08/2010 16.27:



Certo,
alcuni Padri identificavano Gesù con l'Arcangelo Michele e anche gli
Avventisti lo pensano..quello che omettete di dire è che sia gli uni che gli altri NON ritennero il Figlio di Dio esser creatura.
Neanche per coloro che lo identificano con l' Arcangelo Michele.

Direi che c'è una bella differenza tra quello che voi dite di Cristo-Arcangelo Michele e quello che credevano alcuni Padri o gli Avventisti.

Pax
Araldo
Pax
Araldo



La verità non puo' essere che una [SM=g27987]

Diciamo che allora siamo quelli più vicini

Certo che l'arcangelo non può essere Dio e di conseguenza se non è Dio è una creatura. [SM=g8112]
8/18/2010 10:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29,638
Location: ANCONA
Age: 60
TdG
Re: Re: Re: Re:
jwfelix, 18/08/2010 21.25:



La verità non puo' essere che una [SM=g27987]

Diciamo che allora siamo quelli più vicini

Certo che l'arcangelo non può essere Dio e di conseguenza se non è Dio è una creatura. [SM=g8112]




Scusami Felix, converrà però specificare bene, sennò qui i trinitari ci giocano fino al prossimo anno.... [SM=g28000]
Gesù è theos, come è chiaro dalle Scritture, mentre Gesù non è, scritturalmente parlando, "Dio, la Seconda Persona della Trinità, cioè la seconda ipostasi di un "Essere" trino o tri-personale".
Ma questa è un' altra storia....
La precisazione è solo per non prestare il...fianco ai trinitari, che si attaccano a tutto.
Pertanto doverosa.
[SM=g27988]


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/18/2010 11:07 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Re: Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 18/08/2010 22.54:




Scusami Felix, converrà però specificare bene, sennò qui i trinitari ci giocano fino al prossimo anno.... [SM=g28000]
Gesù è theos, come è chiaro dalle Scritture, mentre Gesù non è, scritturalmente parlando, "Dio, la Seconda Persona della Trinità, cioè la seconda ipostasi di un "Essere" trino o tri-personale".
Ma questa è un' altra storia....
La precisazione è solo per non prestare il...fianco ai trinitari, che si attaccano a tutto.
Pertanto doverosa.
[SM=g27988]





Ma io infatti parlavo del Dio con la D maiuscola. [SM=g1871116]
[Edited by jwfelix 8/18/2010 11:07 PM]
8/18/2010 11:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29,638
Location: ANCONA
Age: 60
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
jwfelix, 18/08/2010 23.07:



Ma io infatti parlavo del Dio con la D maiuscola. [SM=g1871116]



Ok, mitico Felix!
[SM=g28002]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/18/2010 11:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 18/08/2010 23.08:



Ok, mitico Felix!
[SM=g28002]




[SM=x1408399] [SM=x1408399] [SM=x1408399]
1/9/2011 5:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Re:
nevio63, 16/08/2010 13.15:

http://marcoaru.over-blog.com/article-19084602.html


L’ARCANGELO MICHELE

L’UNICO SANTO ANGELO OLTRE A GABRIELE MENZIONATO PER NOME NELLA BIBBIA, E’ IL SOLO CHIAMATO “ARCANGELO” (GIUDA 9). IL NOME RICORRE PER LA PRIMA VOLTA NEL DECIMO CAPITOLO DEL LIBRO PROFETICO DI DANIELE, DOVE SI LEGGE CHE MICHELE, DEFINITO “UNO DEI PRIMI PRINCIPI”, VIENE IN AIUTO DI UN ANGELO INFERIORE A CUI SI OPPONEVA “IL PRINCIPE DEL REAME DI PERSIA”. NELLE PAROLE RIVOLTE A DANIELE, MICHELE E’ CHIAMATO “IL VOSTRO PRINCIPE”, “IL GRAN PRINCIPE CHE STA A FAVORE DEI FIGLI DEL TUO POPOLO”(DANIELE 10:13, 20, 21—12:1)

QUESTO VERSETTO INDICA CHE MICHELE ERA L’ANGELO CHE GIUDO’ IL POPOLO D’ISRAELE NEL DESERTO (ESODO 23:20,21,23—32:34—33;2) QUESTA CONCLUSIONE E’ CONFERMATA DAL FATTO CHE “L’ARCANGELO MICHELE EBBE UNA CONTROVERSIA COL DIAVOLO E DISPUTAVA INTORNO AL CORPO DI MOSE’ “ (GIUDA 9).

ORA, LEGGENDO ATTENTAMENTE LA BIBBIA NON SI PUO’ NON ARRIVARE ALLA CONCLUSIONE A CUI GIUNSERO ANCHE I PADRI APOSTOLICI ERMA E PAPIA, E CIOE’ CHE L’ARCANGELO MICHELE ALTRO NON FOSSE CHE IL NOME DEL FIGLIO DI DIO PRIMA CHE QUESTI LASCIASSE IL CIELO PER DIVENTARE GESU’ CRISTO, NOME CHE RIASSUNSE QUANDO VI TORNO’.

MICHELE NELLA BIBBIA E’ L’UNICO AD ESSERE CHIAMATO “ARCANGE-LO” CHE SIGNIFICA “ANGELO CAPO” O “ANGELO PRINCIPALE”. TALE TERMINE RICORRE NELLA BIBBIA SOLO AL SINGOLARE. QUESTO SEMBRA INDICARE CHE DIO ABBIA DESIGNATO UNO SOLTANTO QUALE CAPO DELLE SCHIERE ANGELICHE. NELLA LETTERA CHE L’APOSTOLO PAOLO MANDA AI CRISTIANI DI TESSALONICA LA VOCE DEL RESUSCITATO GESU’ VIENE DEFINITA “VOCE DI ARCANGELO” (TESSALONICESI 4:16).

CIO’ FA PENSARE CHE LUI STESSO SIA IN EFFETTI L’ARCANGELO. QUESTO VERSETTO LO DESCRIVE NELL’ATTO DI SCENDERE DAL CIELO CON “UNA CHIAMATA DI COMANDO”. E’ SOLO LOGICO DUNQUE CHE LA VOCE CHE ESPRIME QUESTA CHIAMATA DI COMANDO SIA DEFINITA CON UN TERMINE CHE NON SMINUISCA LA GRANDE AUTORITA’ DI CUI ORA E’ INVESTITO GESU’ CRISTO COME RE DEI RE E SIGNORE DEI SIGNORI. (MATTEO 28:18—APOCALISSE 17:14). SE IL TITOLO “ARCANGELO” NON FOSSE RIFERITO A GESU’ CRISTO MA AD ALTRI ANGELI, L’ESPRESSIONE “VOCE DI ARCANGELO” NON SAREBBE APPROPRIATA, SAREBBE UNA VOCE MENO AUTOREVOLE DI QUELLA DEL FIGLIO DI DIO.

MA CI SONO ANCHE ALTRI ELEMENTI CHE PERMETTONO DI AFFERMARE CHE MICHELE E’ EFFETTIVAMENTE IL FIGLIO DI DIO. IL PROFETA DANIELE, DOPO AVER MENZIONATO PER LA PRIMA VOLTA MICHELE (DANIELE 10:13), MISE PER ISCRITTO UNA PROFEZIA DI GRANDE PORTATA CHE RIGUARDAVA ANCHE “IL TEMPO DELLA FINE” (DANIELE 11:40) E POI DICHIARO’: “ E DURANTE QUEL TEMPO SORGERA’ MICHELE, IL GRAN PRINCIPE CHE STA A FAVORE DEI FIGLI DEL TUO POPOLO (DANIELE 12:1).

IL “SORGERE” DI MICHELE DOVEVA ESSERE ACCOMPAGNATO DA “UN TEMPO DI ANGUSTIA COME NON SE NE SARA’ FATTO ACCADERE DA CHE CI FU NAZIONE FINO A QUEL TEMPO” (DANIELE 12:1). NELLE PROFEZIE DI DANIELE IL VERBO “SORGERE” SI RIFERISCE SPESSO ALL’AZIONE DI UN RE CHE ASSUME IL POTERE REGALE O AGISCE EFFETTIVAMENTE IN
QUANTO TALE. (DANIELE 11:2,4,7,16b, 20,21). QUESTO CONFERMA LA CONCLUSIONE CHE MICHELE E’ GESU’ CRISTO, IN QUANTO GESU’ E’ IL RE NOMINATO DA YAHWEH DIO, INCARICATO DI DISTRUGGERE TUTTE LE NAZIONI AD HAR MAGHEDON (APOCALISSE 11:15– 16:14,16).

IL LIBRO DELL’APOCALISSE (O RIVELAZIONE 12:7,10,12) MENZIONA MICHELE IN RELAZIONE CON L’ISTITUZIONE DEL REGNO DI DIO, E COLLEGA TALE AVVENIMENTO CON GUAI PER LA TERRA.

“E SCOPPIO’ LA GUERRA IN CIELO: MICHELE E I SUOI ANGELI GUERREGGIARONO CONTRO IL DRAGONE, E IL DRAGONE E I SUOI ANGELI GUERREGGIARONO. E UDII UN’ALTRA VOCE NEL CIELO DIRE:”ORA SON VENUTI LA SALVEZZA E LA POTENZA E IL REGNO DEL NOSTRO DIO E L’AUTORITA’ DEL SUO CRISTO, PERCHE’ E’ STATO GETTATO GIU’ L’ACCUSATORE DEI NOSTRI FRATELLI (GIOBBE 2:1,7)…………. PER QUESTO MOTIVO RALLEGRATEVI O CIELI, E VOI CHE RISIEDETE IN ESSI. GUAI ALLA TERRA E AL MARE”.

GESU’ CRISTO E’ POI DESCRITTO COME CONDOTTIERO DEGLI ESERCITI CELESTI CHE GUERREGGIA CONTRO LE NAZIONI DELLA TERRA (APOCALISSE 19:11,16). CIO’ FAREBBE PRESAGIRE UN TEMPO D’ANGUSTIA, INCLUSO LOGICAMENTE “NEL TEMPO D’ANGUSTIA” CHE ACCOMPAGNA IL “SORGERE” DI MICHELE (DANIELE 12:1). POICHE’ IL FIGLIO DI DIO DOVRA’ COMBATTERE CONTRO LE NAZIONI, E’ SOLO RAGIONEVOLE PENSARE CHE SIA LO STESSO CHE CON I SUOI ANGELI HA GIA’ COMBATTUTO CONTRO IL SOVRUMANO DRAGONE, SATANA IL DIAVOLO, E I SUOI ANGELI.

NELLA SUA ESISTENZA PREUMANA GESU’ E’ CHIAMATO “LA PAROLA”

(GIOVANNI 1:1). AVEVA ANCHE IL NOME PROPRIO MICHELE. CONSERVANDO IL NOME GESU’ DOPO LA RESURREZIONE (ATTI 9:5), “LA PAROLA” SI IDENTIFICA COL FIGLIO DI DIO SULLA TERRA. RIPRENDENDO IL SUO NOME CELESTE MICHELE E IL SUO TITOLO (O NOME) “LA PAROLA DI DIO

(APOCALISSE 19:13) SI RICOLLEGA CON LA SUA ESISTENZA PREUMANA.

LO STESSO NOME MICHELE, CHE SIGNIFICA “CHI E’ SIMILE A DIO”?, FA NOTARE CHE YAHWEH E’ SENZA UGUALI E CHE MICHELE, IL SUO ARCANGELO, CAPO DEGLI ANGELI, E’ IL SUO GRANDE SOSTENITORE O VENDICATORE.

IL SUO PIU’ GRANDE ATTO PERO’ LO FECE SCENDENDO SULLA TERRA E DANDO LA SUA VITA PER NOI. DOTTRINA DEL RISCATTO CHE AFFRONTEREMO IN UN ALTRO CAPITOLO. PER FARCI QUESTO DONO DOVEVA COMPIERE PRIMA L’ATTO SOLENNE DEL BATTESIMO. GESU’ NON SI BATTEZZO’ PER LAVARE I SUOI PECCATI (ANCHE PERCHE’ IL BATTESIMO NON TOGLIE ALCUN PECCATO ALLE PERSONE NORMALI, QUINDI COME POTEVA TOGLIERLO A COLUI CHE NON HA PECCATO?), MA PER PRESENTARSI A DIO COME ANIMA COSCIENTE DI FARE, O SFORZARSI DI FARE, LA SUA VOLONTA’

COME PUO UNO DEI PRIMI PRINCIPI AD ESSERE IL FIGLIO DI DIO Il fatto che Gesù scenda dal cielo con voce di arcangelo non lo rende affatto un arcangelo.[2] È ovvio che è la voce ad essere "d'arcangelo", e non il Cristo stesso. Quale arcangelo, per esempio, potrebbe dire: "Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me" (Giov. 14:11)? Quale arcangelo può dire: "Chi ha visto me, ha visto il Padre" (Giov. 14:9)? Se vedendo Gesù arcangelo vediamo il Padre, allora anche il Padre diventa un arcangelo?


[Edited by calibro9. 1/9/2011 5:07 PM]
1/9/2011 5:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29,638
Location: ANCONA
Age: 60
TdG
Re: Re:
calibro9., 09/01/2011 17.03:

COME PUO UNO DEI PRIMI PRINCIPI AD ESSERE IL FIGLIO DI DIO Il fatto che Gesù scenda dal cielo con voce di arcangelo non lo rende affatto un arcangelo.[2] È ovvio che è la voce ad essere "d'arcangelo", e non il Cristo stesso. Quale arcangelo, per esempio, potrebbe dire: "Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me" (Giov. 14:11)? Quale arcangelo può dire: "Chi ha visto me, ha visto il Padre" (Giov. 14:9)? Se vedendo Gesù arcangelo vediamo il Padre, allora anche il Padre diventa un arcangelo?






Risponderò a tutte queste domande, se prima tu rispondi alla mia:
quanti Arcangeli esistono, secondo la tua religione? Quale supporto biblico puoi dare a tale credenza?
Se tu risponderai a questa mia domanda, io risponderò alla tua.
Grazie (confronta Matteo 21:23-27... [SM=g27988] )


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
1/10/2011 11:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il fatto che Gesù scenda dal cielo con voce di arcangelo non lo rende affatto un arcangelo.[2] È ovvio che è la voce ad essere "d'arcangelo", e non il Cristo stesso. Quale arcangelo, per esempio, potrebbe dire: "Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me" (Giov. 14:11)? Quale arcangelo può dire: "Chi ha visto me, ha visto il Padre" (Giov. 14:9)? Se vedendo Gesù arcangelo vediamo il Padre, allora anche il Padre diventa un arcangelo?




E secondo te, Cristo che sarebbe Dio Onnipotente, darebbe inizio alla Risurrezione con una voce di un arcangelo che per natura sarebbe meno gloriosa e potente? Che senso avrebbe quel passo se Gesù fosse Dio Onnipotente?

Gesù disse che il Padre è anche nei credenti.(Giovanni 17:20-26)

Un angelo una volta disse a Giacobbe: "Io sono il vero Dio" (Genesi 31:12-13)

Quando Mosè funse da "Parola" di Dio, Yahwhè lo chiamò "DIO" (Esodo 7:1)
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:12 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com