printprint
New Thread
Reply
 

..: Scrittura del Giorno :..

Last Update: 12/31/2011 8:39 AM
Author
Print | Email Notification    
1/31/2011 9:26 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,115

fa indubbiamente bene rendersi conto del fatto che come la malvagia attenzione di Satana era concentrata su Giobbe, così oggi lo è su chi si sforza di mantenere l’integrità verso Dio -

leggere in merito alle sofferenze di Giobbe può essere come ricevere incoraggiamento da un amico che ha affrontato una prova ancora più dura della nostra e sapere che qualcun altro ha perseverato e capisce ci è senz’altro di aiuto per perseverare -


[SM=x1408424]
2/1/2011 6:11 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,010
TdG
Martedì 1° febbraio

Divieni un esempio per i fedeli. — 1 Tim. 4:12.

Paolo stava esortando Timoteo a continuare ad applicarsi per progredire nel parlare, nella condotta, nell’amore, nella fede e nella castità, nonché nel modo in cui compiva il suo ministero. Timoteo doveva impegnarsi per condurre una vita esemplare. (1 Tim. 4:13-15) Quando Paolo scrisse questo consiglio tra il 61 e il 64 E.V., Timoteo era già un anziano esperto. Nel 49 o nel 50 E.V., quando probabilmente Timoteo aveva circa vent’anni, “di lui rendevano buona testimonianza i fratelli di Listra e di Iconio”, che avevano osservato la sua crescita spirituale. (Atti 16:1-5) Fu allora che Paolo lo portò con sé in un suo viaggio missionario. Dopo aver osservato per alcuni mesi come Timoteo continuava a progredire, Paolo lo inviò a Tessalonica per confortare e rendere fermi i cristiani di quella città. (1 Tess. 3:1-3, 6) È chiaro che Timoteo aveva cominciato a rendere manifesto agli altri il suo progresso fin da ragazzo. w09 15/5 2:3-5
____________________

forum Testimoni di Geova
2/1/2011 5:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
Argo.50, 01/02/2011 6.11:

Martedì 1° febbraio

Divieni un esempio per i fedeli. — 1 Tim. 4:12.

Paolo stava esortando Timoteo a continuare ad applicarsi per progredire nel parlare, nella condotta, nell’amore, nella fede e nella castità, nonché nel modo in cui compiva il suo ministero. Timoteo doveva impegnarsi per condurre una vita esemplare. (1 Tim. 4:13-15) Quando Paolo scrisse questo consiglio tra il 61 e il 64 E.V., Timoteo era già un anziano esperto. Nel 49 o nel 50 E.V., quando probabilmente Timoteo aveva circa vent’anni, “di lui rendevano buona testimonianza i fratelli di Listra e di Iconio”, che avevano osservato la sua crescita spirituale. (Atti 16:1-5) Fu allora che Paolo lo portò con sé in un suo viaggio missionario. Dopo aver osservato per alcuni mesi come Timoteo continuava a progredire, Paolo lo inviò a Tessalonica per confortare e rendere fermi i cristiani di quella città. (1 Tess. 3:1-3, 6) È chiaro che Timoteo aveva cominciato a rendere manifesto agli altri il suo progresso fin da ragazzo. w09 15/5 2:3-5




Timoteo e' un esempio per i giovani e non solo [SM=g28002]
2/1/2011 7:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28,452
TdG
L’apostolo Paolo esortò Timoteo a divenire un esempio nel parlare e nella condotta. (1 Tim. 4:12) Anche noi dovremmo essere esemplari nel parlare e nella condotta, specialmente quando partecipiamo al ministero, perché da ciò potrebbe dipendere se riusciremo o no a toccare il cuore delle persone a cui parliamo.

Dobbiamo sempre usare buone maniere: cortesia, considerazione, gentilezza, educazione e tatto. Manifestando queste qualità dimostriamo di essere consapevoli che le nostre azioni influiscono sui sentimenti altrui. Le buone maniere nel ministero si possono paragonare al condimento che si usa per insaporire i cibi. Senza di esso anche alimenti sani possono essere insipidi e poco appetitosi. Se non usiamo buone maniere con gli altri, l’effetto può essere simile. — Col. 4:6. [SM=g28002]

___________________________________________________________________
Forum Testimoni di Geova
_________________________________________________________________

Salmi 3:3 Ma tu, o Geova, sei uno scudo intorno a me,
sei la mia gloria, sei colui che mi solleva la testa.
2/2/2011 8:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,010
TdG
Mercoledì 2 febbraio

Esdra . . . aveva preparato il suo cuore per consultare la legge di Geova e per metterla in pratica. — Esd. 7:10.

Un modo per preparare il cuore è quello di studiare con diligenza le Scritture e le pubblicazioni bibliche. Supponiamo di trovarci nella situazione descritta di seguito. È la sera riservata allo studio personale. Abbiamo appena pregato Geova perché il suo spirito ci aiuti ad applicare ciò che apprendiamo dalla sua Parola. La sera dopo intendiamo guardare un certo film alla TV, però sappiamo che ci sono scene immorali e violente. Ci viene in mente il consiglio di Paolo riportato in Efesini 5:3: “La fornicazione e l’impurità di ogni sorta o l’avidità non siano neppure menzionate fra voi, come si conviene a persone sante”. Ricordiamo anche un altro consiglio di Paolo riportato in Filippesi 4:8. Mentre riflettiamo su questi consigli ispirati ci chiediamo: ‘Se di proposito espongo il cuore e la mente a questi programmi, seguo l’esempio di Gesù che diede prova di assoluta ubbidienza a Dio?’ Cosa faremo? Guarderemo lo stesso quel film? w09 15/9 2:5-7

____________________

forum Testimoni di Geova
2/2/2011 8:54 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,226
TdG
Meditiamo fratelli........meditiamo.

E' proprio così, esporsi a quest'aria velenifera che i media ci propongono a lungo andare intaccherà la nostra corrazza cristiana.
Siamo oculati in ciò che scegliamo come nostro passatempo....

[SM=x1408424]



''Poiché ci sono molti uomini insubordinati, inutili chiacchieroni e ingannatori della mente...A questi è necessario chiudere la bocca, poiché questi stessi uomini continuano a sovvertire intere case, insegnando cose che non dovrebbero....''(TITO 1:10,11)


Forum Testimoni di Geova
2/2/2011 9:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,115

i pensieri creano sentimenti e quando i sentimenti diventano abbastanza forti spingono ad agire -

se la mente si sofferma su pensieri cattivi, il desiderio aumenta e conduce infine a compiere atti peccaminosi - avviene la stessa cosa con i pensieri buoni - essi creano buoni sentimenti che possono portare a compiere buone azioni -

usiamo saggiamente il libero arbitrio - pensiamo alle cose buone, desideriamle e facciamole - per cercare di essere a somiglianza di Geova Dio -



[SM=x1408424]

[Edited by eliseba 2/2/2011 9:10 AM]
2/2/2011 5:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
Argo.50, 02/02/2011 8.18:

Mercoledì 2 febbraio

Esdra . . . aveva preparato il suo cuore per consultare la legge di Geova e per metterla in pratica. — Esd. 7:10QUOTE]


dobbiamo essere coerenti con quello che studiamo
2/2/2011 5:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28,452
TdG
Esdra, diligente studioso ed efficace insegnante della Parola di Dio, è un esempio per noi. Preparò il suo cuore in preghiera per consultare la legge di Geova, prestando la massima attenzione a ciò che Geova diceva. Esdra metteva in pratica le cose che imparava e si sforzava di insegnarle agli altri.

Per esempio, quando era ancora a Babilonia aveva probabilmente una vita tranquilla. Nondimeno appena si rese conto che poteva aiutare il suo popolo rinunciò alle comodità che offriva Babilonia per recarsi nella lontana Gerusalemme, dove avrebbe incontrato disagi, problemi e pericoli. È chiaro che Esdra non solo aveva acquistato conoscenza della Bibbia ma fu pronto ad agire in base a quello che aveva imparato. — 1 Timoteo 3:13.

In seguito, quando viveva a Gerusalemme, Esdra dimostrò nuovamente di mettere in pratica quello che aveva imparato e che insegnava. Fu evidente quando apprese che alcuni israeliti avevano sposato donne pagane. La Bibbia ci dice che ‘si strappò la veste e il manto senza maniche, e si strappò dei capelli della testa e dei peli della barba, e sedeva attonito fino a sera’. Provava perfino ‘vergogna e imbarazzo ad alzare la sua faccia’ a Geova. — Esdra 9:1-6.

Che effetto aveva avuto su di lui lo studio della Legge di Dio! Esdra aveva le idee chiare sulle terribili conseguenze della disubbidienza del popolo. Gli ebrei rimpatriati erano pochi. Se contraevano matrimoni misti alla fine si sarebbero amalgamati con le nazioni pagane circostanti e la pura adorazione sarebbe facilmente scomparsa dalla superficie della terra!

Il devoto esempio di timore e zelo di Esdra spinse gli israeliti a correggere le loro vie. Mandarono via le mogli straniere. Nel giro di tre mesi tutto fu sistemato. La lealtà di Esdra alla Legge di Dio contribuì molto a rendere efficace il suo insegnamento.

Oggi avviene la stessa cosa. Un padre cristiano ha detto: “I figli non fanno quello che dici; fanno quello che fai!” Vale lo stesso principio nella congregazione cristiana. Gli anziani che danno un ottimo esempio possono aspettarsi che la congregazione segua i loro insegnamenti.


Per essere un insegnante capace, Esdra consultò la Parola di Dio. Se consultassimo un medico non l’ascolteremmo attentamente e non ci accerteremmo di capire tutto quello che ci dice o che ci prescrive? Certo, poiché ne va della nostra salute. Quanto più, dunque, dovremmo prestare profonda attenzione alle cose che Geova ci dice, o ci prescrive, attraverso la sua Parola, la Bibbia, e attraverso “lo schiavo fedele e discreto”. Dopo tutto i suoi consigli riguardano la nostra vita! (Matteo 4:4; 24:45-47) Naturalmente un medico può sbagliarsi, ma “la legge di Geova è perfetta”. (Salmo 19:7) Non avremo mai bisogno di sentire un altro parere.

L’insegnamento di Esdra fu efficace anche per un’altra ragione. Anziché le proprie idee insegnò “regolamento e giustizia”, cioè i regolamenti, o le leggi, di Geova. Essendo sacerdote, era una sua responsabilità. (Malachia 2:7) Insegnò anche la giustizia, e diede una dimostrazione di quello che insegnava attenendosi a ciò che era giusto in modo onesto e imparziale, secondo una norma. Quando chi esercita l’autorità mostra giustizia, ne deriva stabilità e si hanno risultati duraturi. (Proverbi 29:4) Allo stesso modo, anziani cristiani, genitori e proclamatori del Regno che conoscono bene la Parola di Dio generano stabilità spirituale quando insegnano i regolamenti e la giustizia di Geova nella congregazione, nella famiglia e agli interessati


___________________________________________________________________
Forum Testimoni di Geova
_________________________________________________________________

Salmi 3:3 Ma tu, o Geova, sei uno scudo intorno a me,
sei la mia gloria, sei colui che mi solleva la testa.
2/3/2011 7:58 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,010
TdG
Giovedì 3 febbraio

Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto che il suo signore ha costituito sopra i propri domestici per dar loro il cibo a suo tempo? — Matt. 24:45.

Dopo aver posto questa domanda, Gesù proseguì dicendo che questo schiavo sarebbe stato ricompensato per la sua fedeltà essendo costituito sopra tutti gli averi del Signore. (Matt. 24:46, 47) Gesù, il “signore” dell’illustrazione, non disse che ci sarebbe stato un gran numero di schiavi sparsi fra le varie sette della cristianità. Al contrario, affermò chiaramente che ci sarebbe stato un solo “economo”, o “schiavo”, che egli avrebbe costituito sopra tutti i suoi averi. Quindi, come La Torre di Guardia ha spiegato più volte, l’economo deve rappresentare il “piccolo gregge” di discepoli unti presi collettivamente, come gruppo. Nel contesto del Vangelo di Luca, Gesù aveva appena fatto riferimento a questi ultimi. (Luca 12:32, 42) I termini “servitù” e “domestici” si riferiscono a questo stesso gruppo, ma danno risalto al ruolo dei singoli individui che lo compongono. w09 15/6 4:1, 3

____________________

forum Testimoni di Geova
2/3/2011 8:20 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,969
Moderatore
Re:
Argo.50, 03.02.2011 07:58:

Giovedì 3 febbraio

Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto che il suo signore ha costituito sopra i propri domestici per dar loro il cibo a suo tempo? — Matt. 24:45.

Dopo aver posto questa domanda, Gesù proseguì dicendo che questo schiavo sarebbe stato ricompensato per la sua fedeltà essendo costituito sopra tutti gli averi del Signore. (Matt. 24:46, 47) Gesù, il “signore” dell’illustrazione, non disse che ci sarebbe stato un gran numero di schiavi sparsi fra le varie sette della cristianità. Al contrario, affermò chiaramente che ci sarebbe stato un solo “economo”, o “schiavo”, che egli avrebbe costituito sopra tutti i suoi averi. Quindi, come La Torre di Guardia ha spiegato più volte, l’economo deve rappresentare il “piccolo gregge” di discepoli unti presi collettivamente, come gruppo. Nel contesto del Vangelo di Luca, Gesù aveva appena fatto riferimento a questi ultimi. (Luca 12:32, 42) I termini “servitù” e “domestici” si riferiscono a questo stesso gruppo, ma danno risalto al ruolo dei singoli individui che lo compongono. w09 15/6 4:1, 3




ed è sotto gli occhi di tutti che nostro Signore Gesù ha fatto un ottima scelta. È solo grazie allo sfd che, ci fornisce del ottimo cibo spirituale regolarmente ed instancabilmente che abbiamo questa conoscenza biblica. Nessuno della cristianità è riuscito ad istruire le genti in questa maniera, lasciandole nel ignoranza


[Edited by Seabiscuit 2/3/2011 8:20 AM]



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
2/3/2011 8:33 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,226
TdG
D'altra parte c'è chi, nell'ignoranza, ci sguazza e si crogiola beatamente, additando noi TdG come pazzi.....Ma lo sapevamo già tanto!

E questo ci fa ENORMEMENTE piacere!!!!!!!!!!

[SM=g7350] [SM=g7350] [SM=x1910950]



''Poiché ci sono molti uomini insubordinati, inutili chiacchieroni e ingannatori della mente...A questi è necessario chiudere la bocca, poiché questi stessi uomini continuano a sovvertire intere case, insegnando cose che non dovrebbero....''(TITO 1:10,11)


Forum Testimoni di Geova
2/3/2011 9:34 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,115


la reputazione che l’organizzazione dello “schiavo fedele e discreto” si è fatta nei passati cent’anni e più, ci fa dire le parole che Pietro pronunciò quando Gesù chiese se anche i suoi apostoli volevano lasciarlo, cioè: “Da chi ce ne andremo?” -

non c’è dubbio che Geova Dio continui a benedire l’attività mondiale dei suoi testimoni, diretta dallo “schiavo fedele e discreto”- lo si vede dai frutti - e questi giusti frutti si vedono oggi a livello internazionale soltanto in un popolo: l’unita società mondiale dei testimoni di Geova -

[SM=x1408424]
2/3/2011 9:42 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,115

non sono infallibili, questo è vero - i loro scritti non sono ispirati, come lo sono quelli di Paolo e degli altri scrittori della Bibbia - e così, a volte, è stato necessario correggere certe idee man mano che l’intendimento aumentava -

questo ha permesso di raffinare continuamente, nel complesso, la verità basata sulla Bibbia che i testimoni di Geova accettano e nel corso degli anni quel complesso di verità è stato rettificato, ma questo l’ha resa solo più meravigliosa e più pratica nella nostra vita in questi “ultimi giorni” -

neppure i commentatori biblici della cristianità sono ispirati e malgrado pretendano d’avere grande conoscenza, non hanno dato risalto neppure alle basilari verità bibliche del futuro paradiso su questa terra, dell’importanza del nome di Dio e della condizione dei morti -


[SM=x1408424]
2/3/2011 9:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
Argo.50, 03/02/2011 7.58:

Giovedì 3 febbraio

Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto che il suo signore ha costituito sopra i propri domestici per dar loro il cibo a suo tempo? — Matt. 24:45.

w09 15/6 4:1, 3





E' stato Geova Dio ha costituire lo schiavo fedele e discreto,di conseguenza dobbiamo fidarci di lui quando distribuisce cibo spirituale PERCHE' E' INCARICATO DIRETTAMENTE DA GEOVA
2/3/2011 9:52 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,829
Moderatore
ricordiamoci cmq di rendere sempre "sacro servizio con la nostra facoltà di ragionare" e di "accertarci di ogni cosa" (Rom 12:1 - 1Tess 5:21)
2/3/2011 9:57 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,226
TdG
L'imperfezione è di proprietà di tutto ciò che è di carne e ossa.....ma Geova ci perdona per questo....
[SM=x1408424]



''Poiché ci sono molti uomini insubordinati, inutili chiacchieroni e ingannatori della mente...A questi è necessario chiudere la bocca, poiché questi stessi uomini continuano a sovvertire intere case, insegnando cose che non dovrebbero....''(TITO 1:10,11)


Forum Testimoni di Geova
2/4/2011 7:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,010
TdG
Venerdì 4 febbraio

Geova Dio susciterà per voi, di tra i vostri fratelli, un profeta come me. Lo dovrete ascoltare. — Atti 3:22.

Duemila anni fa la nascita di un bambino indusse una moltitudine di angeli nei cieli a innalzare a Dio lodi che furono udite da alcuni pastori. (Luca 2:8-14) Quel bambino crebbe e da adulto, all’età di trent’anni, intraprese un ministero che durò solo tre anni e mezzo ma cambiò la storia. Philip Schaff, teologo e storico, disse a proposito di quest’uomo: “Senz’avere scritto una sola riga, Egli mise in moto più penne e somministrò argomenti a più sermoni, discorsi e discussioni, volumi dotti, distinte opere d’arte e canti di lode, che non l’intiero esercito dei grandi uomini di tutti i tempi, passati e presenti”. Naturalmente quell’uomo straordinario fu Gesù Cristo. L’apostolo Giovanni disse “Ci sono, in effetti, molte altre cose che Gesù fece, le quali, se fossero scritte nei minimi particolari, suppongo che il mondo stesso non potrebbe contenere i rotoli scritti”. — Giov. 21:25. w09 15/4 4:1, 2

____________________

forum Testimoni di Geova
2/4/2011 8:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28,452
TdG
Cristo nel ruolo di profeta

In genere si pensa a un profeta come a qualcuno che predice il futuro, ma questo è solo un aspetto del suo incarico. Un vero profeta è un ispirato portavoce di Geova, una persona che proclama le “magnifiche cose di Dio”. (Atti 2:11, 16, 17) La sua attività potrebbe includere l’annuncio di avvenimenti futuri, la rivelazione di aspetti del proposito di Geova e la proclamazione dei giudizi divini. Mosè fu un profeta di questo tipo: predisse ciascuna delle dieci piaghe che si abbatterono sull’Egitto, trasmise il patto della Legge al Sinai e insegnò alla nazione qual era la volontà di Dio. A suo tempo, però, sarebbe venuto un profeta più grande di Mosè.

In seguito, nel I secolo a.E.V., Zaccaria agì da profeta rivelando il proposito di Dio relativo al figlio Giovanni. (Luca 1:76) Quel figlio diventò Giovanni il Battezzatore, che annunciò la venuta lungamente attesa del profeta più grande di Mosè, Gesù Cristo. (Giov. 1:23-36) Nel suo ruolo di profeta Gesù predisse molte cose. Ad esempio, parlò della sua morte, predicendo come, dove e a opera di chi sarebbe morto. (Matt. 20:17-19) Inoltre, provocando stupore in chi l’ascoltava, Gesù predisse la distruzione di Gerusalemme e del tempio. (Mar. 13:1, 2) Le sue profezie arrivano ad abbracciare i nostri giorni. — Matt. 24:3-41.

Oltre a essere un profeta, Gesù fu un predicatore e un insegnante.

Predicò la buona notizia del Regno di Dio, e nessuno parlò con maggiore coraggio di lui. (Luca 4:16-21, 43) Fu un insegnante impareggiabile. “Nessun altro uomo ha mai parlato così”, dissero alcuni che lo avevano ascoltato. (Giov. 7:46) Gesù si impegnò con zelo nel diffondere la buona notizia e infuse nei suoi seguaci lo stesso zelo per il Regno. Così pose le basi per una campagna mondiale di predicazione e insegnamento che è ancora in corso. (Matt. 28:18-20; Atti 5:42)

Non ci sono dubbi che Geova adempì la profezia di suscitare un profeta come Mosè. In che modo sapere questo influisce su di voi? Accresce la vostra fiducia nell’adempimento delle profezie ispirate relative all’immediato futuro? Meditare sull’esempio del più grande Mosè ci aiuta senz’altro a ‘stare svegli e essere sobri’ in vista di ciò che Dio farà presto. — 1 Tess. 5:2, 6.

ANALOGIE TRA GESÙ E MOSÈ

□ Lasciarono una posizione elevata per servire Geova e il suo popolo. — 2 Cor. 8:9; Filip. 2:5-8; Ebr. 11:24-26.

□ Prestarono servizio in qualità di unto, o ‘cristo’. — Mar. 14:61, 62; Giov. 4:25, 26; Ebr. 11:26.

□ Vennero nel nome di Geova. — Eso. 3:13-16; Giov. 5:43; 17:4, 6, 26.

□ Mostrarono mitezza. — Num. 12:3; Matt. 11:28-30.

□ Furono impiegati per nutrire moltitudini. — Eso. 16:12; Giov. 6:48-51.

□ Prestarono servizio in qualità di giudice e legislatore. — Eso. 18:13; Mal. 4:4; Giov. 5:22, 23; 15:10.

□ Fu affidata loro la guida della casa di Dio. — Num. 12:7; Ebr. 3:2-6.

□ Sono descritti come fedeli testimoni di Geova. — Ebr. 11:24-29; 12:1; Riv. 1:5.

□ Dopo la loro morte, Dio fece scomparire il loro corpo. — Deut. 34:5, 6; Luca 24:1-3; Atti 2:31; 1 Cor. 15:50; Giuda 9.

Fonte:w 15/4/09

___________________________________________________________________
Forum Testimoni di Geova
_________________________________________________________________

Salmi 3:3 Ma tu, o Geova, sei uno scudo intorno a me,
sei la mia gloria, sei colui che mi solleva la testa.
2/5/2011 7:21 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,010
TdG
Sabato 5 febbraio

Mantenete la vostra condotta eccellente fra le nazioni. — 1 Piet. 2:12.

Nelle case Betel di tutto il mondo fratelli e sorelle lavorano con zelo e senza essere pagati e offrono spontaneamente il proprio tempo e le proprie energie per diffondere la buona notizia. Anche i fratelli e le sorelle che lavorano per mantenere la famiglia sono operosi e solerti. (Col. 3:23, 24) Molte volte questo rende meno probabile che perdano il posto, perché i datori di lavoro ne apprezzano la scrupolosità e non vogliono rinunciare a loro. Avere fiducia in Geova, ubbidire alle sue istruzioni e avere cura dei nostri luoghi di adunanza sono alcuni dei modi in cui dimostriamo zelo per la casa di Geova. Inoltre vogliamo partecipare il più pienamente possibile all’opera di predicare il Regno e fare discepoli. Che siamo giovani o no, se ci atterremo strenuamente alle norme sulla purezza legate all’adorazione di Geova avremo molti benefìci. E continueremo a essere conosciuti come persone ‘zelanti nelle opere eccellenti’. — Tito 2:14. w09 15/6 2:16-18
____________________

forum Testimoni di Geova
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:30 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com