Compagnie

persoinaltomare
00Monday, June 18, 2012 3:26 PM
Salve a tutti.
Avrei una domanda da porre.
É la seguente:se io non sono ancora proclamatore,se sono iscritto alla scuola di ministero teocratico,ho già fatto 2 letture sul podio,non esco piu con le vecchie compagnie del mondo,peró visto che non ci sono molti presupposti per legare all interno della congregazione(gia provato ma con scarsi risultati),se uscissi con compagnie del mondo,questo comprometterebbe la mia iscrizione alla scuola di ministero teocratico?

Premetto che conosco già i rischi di uscire con persone del mondo,ma io in realtà sono studente,neppure proclamatore e neanche battezzato.

Quando ho iniziato a studiare ho dato un taglio netto a tutta la mia precedente vita,amicizie,ambienti.Sono andato molto veloce,sembrava che dovessi battezzarmi e dventare proclamatore dopo 6-7 mesi ma in realtà non fu cosí.

Ora la situazione mi inizia un pó a pesare.

Dopo il terremoto,dopo i miei problemi personali,ora mio padre e mia madre in casa sono 5 giorni che mi ignorano,non mi parlano e fanno finta di non vedermi.Gli dico due parole ma non alzano neppure un ciglio.
Sono un fantasma.Sono ostracizzato dai miei genitori.Tutto il giorno al lavoro sono solo,a casa non mi parla nessuno,immaginate che situazione.

Cerco conforto nella congregazione ma le persone non vanno oltre al CIAO,COME STAI?TUTTO BENE?SI GRAZIE,E TU?BENE GRAZIE ANCHE IO e poi ci si gira e se ne va.Quelli che si fermano,si vede che non han voglia di parlare e pensano ai fatti loro.
Chi mi fa lo studio sembra che non abbia mai tempo per me,e dice spesso che ha cose piu importanti a cui star dietro e altri fratelli a cui star dietro.

Quindi neppure in questo caso.

So che nel mondo non trovo nulla ma almeno torno un po indietro nei miei passi perché mi sa che si pretende troppo da me,sia in famiglia che in congregazione.

Oggi ho lo studio e se uscirà fuori ne parleró,e sicuramente questo mio scoraggiamento Confermerà il giudizio che mi é stato dato:non sei stabile emotivamente per andare a predicare.
Non sono venuto a parlar male di nessuno e posso dire anche che sto dando il meglio di me per fare le cose nel modo piu giusto.E quindi la colpa non puó essere sempre mia come spesso mi viene attribuito.

Quindi,secondo voi se uscissi ogni tanto con compagnie del mondo,potrebbe compromettere la mia iscrizione alla scuola? [SM=g8925]
gianluca martini
00Monday, June 18, 2012 3:59 PM
Re:
persoinaltomare, 18/06/2012 15.26:

Salve a tutti.
Avrei una domanda da porre.
É la seguente:se io non sono ancora proclamatore,se sono iscritto alla scuola di ministero teocratico,ho già fatto 2 letture sul podio,non esco piu con le vecchie compagnie del mondo,peró visto che non ci sono molti presupposti per legare all interno della congregazione(gia provato ma con scarsi risultati),se uscissi con compagnie del mondo,questo comprometterebbe la mia iscrizione alla scuola di ministero teocratico?

Premetto che conosco già i rischi di uscire con persone del mondo,ma io in realtà sono studente,neppure proclamatore e neanche battezzato.

Quando ho iniziato a studiare ho dato un taglio netto a tutta la mia precedente vita,amicizie,ambienti.Sono andato molto veloce,sembrava che dovessi battezzarmi e dventare proclamatore dopo 6-7 mesi ma in realtà non fu cosí.

Ora la situazione mi inizia un pó a pesare.

Dopo il terremoto,dopo i miei problemi personali,ora mio padre e mia madre in casa sono 5 giorni che mi ignorano,non mi parlano e fanno finta di non vedermi.Gli dico due parole ma non alzano neppure un ciglio.
Sono un fantasma.Sono ostracizzato dai miei genitori.Tutto il giorno al lavoro sono solo,a casa non mi parla nessuno,immaginate che situazione.

Cerco conforto nella congregazione ma le persone non vanno oltre al CIAO,COME STAI?TUTTO BENE?SI GRAZIE,E TU?BENE GRAZIE ANCHE IO e poi ci si gira e se ne va.Quelli che si fermano,si vede che non han voglia di parlare e pensano ai fatti loro.
Chi mi fa lo studio sembra che non abbia mai tempo per me,e dice spesso che ha cose piu importanti a cui star dietro e altri fratelli a cui star dietro.

Quindi neppure in questo caso.

So che nel mondo non trovo nulla ma almeno torno un po indietro nei miei passi perché mi sa che si pretende troppo da me,sia in famiglia che in congregazione.

Oggi ho lo studio e se uscirà fuori ne parleró,e sicuramente questo mio scoraggiamento Confermerà il giudizio che mi é stato dato:non sei stabile emotivamente per andare a predicare.
Non sono venuto a parlar male di nessuno e posso dire anche che sto dando il meglio di me per fare le cose nel modo piu giusto.E quindi la colpa non puó essere sempre mia come spesso mi viene attribuito.

Quindi,secondo voi se uscissi ogni tanto con compagnie del mondo,potrebbe compromettere la mia iscrizione alla scuola? [SM=g8925]






Più che una domanda, il tuo scritto contiene molte richieste d'aiuto.

La prima, per partire dal fondo, riguarda la tua iscrizione alla scuola di ministero che non dovrebbe essere fine a sè stessa, quella cioè di renderti un buon oratore, piuttosto aiutarti a qualificarti spiritualmente per offrire a Geova una testimonianza di qualità e di alto livello spirituale.

Legare la permanenza tra gli iscritti a tale scuola in conseguenza della frequentazione di compagnie mondane, renderebbe tale iscrizione del tutto formale e rivela difficoltà nell'applicare i principi biblici nella propria vita.

Tutti frequentiamo compagnie mondane, al lavoro ed a scuola, ma un cristiano saggio riduce tale frequentazione esclusivamente a tali inevitabili circostanze.
Anche gli Ebrei, nel deserto, pensarono di poter frequentare 'saltuariamente' le donne Moabite ma sappiamo bene a cosa ciò li ha condotti. Si sentivano come te, forti e sicuri, ma l'impatto con tale mondo contaminato fu micidiale.

Il tuo scoraggiamento non dipende dagli altri ma scaturisce sostanzialmente dal tuo personale rapporto con Geova, che ha bisogno di essere rafforzato.
Ma prima ancora, dovresti riuscire a stare bene con te stesso, perchè nessuno dall'esterno può colmare un vuoto interiore.
Lungosonno
00Monday, June 18, 2012 5:43 PM
piuttosto solo che........

cosa ti danno?
forse poco poco

la fratellanza cosa ti da?
forse poco poco

guarda bene,e vedi dove senti esserci
dove sono i tuoi sentimenti

per l'uno o per l'altro?

a chi senti voler bene?(proprio come fratelli e sorelle)............

Lungosonno
00Monday, June 18, 2012 5:46 PM
voler bene inteso come affetto fraterno

perchè sicuramente alle vecchie amicizie non si vuole male,a meno che..
Lungosonno
00Monday, June 18, 2012 5:50 PM
scala di valori?

coincidono?
(garoma)
00Monday, June 18, 2012 8:09 PM
Re:
persoinaltomare, 18/06/2012 15.26:

Salve a tutti.
Avrei una domanda da porre.
É la seguente:se io non sono ancora proclamatore,se sono iscritto alla scuola di ministero teocratico,ho già fatto 2 letture sul podio,non esco piu con le vecchie compagnie del mondo,peró visto che non ci sono molti presupposti per legare all interno della congregazione(gia provato ma con scarsi risultati),se uscissi con compagnie del mondo,questo comprometterebbe la mia iscrizione alla scuola di ministero teocratico?



Io se mi permetti avrei da farti due domande:

1) Ti ricordi di 1 Corinti 15:33? Saranno anche brave persone ma, sono buone compagnie cristiane?

2) Perchè ti preoccupi della scuola e dei discorsi che pensi di non fare e non ti preoccupi piuttosto della tua relazione con Geova?




persoinaltomare
00Monday, June 18, 2012 8:32 PM
Re: Re:
(garoma), 18/06/2012 20.09:


Io se mi permetti avrei da farti due domande:

1) Ti ricordi di 1 Corinti 15:33? Saranno anche brave persone ma, sono buone compagnie cristiane?

2) Perchè ti preoccupi della scuola e dei discorsi che pensi di non fare e non ti preoccupi piuttosto della tua relazione con Geova?








1)sicuramente non saranno buone compagnie cristiane,ma mi sono isolato troppo.ho esagerato un pó.

2)la penso cosí perché Geova capisce la mia situazione,e sa che tendo molto ad esagerare le mie intenzioni.Io cerco di dare il meglio,fino allo sfinimento e spesso mi svilisco perché essendo anche un perfezionista,capita che non sono mai contento di cio che ottengo.Poi divento troppo inquadrato.
In realtà ho notato comunque che ci sono persone che si comportano anche peggio di me ma sono nella congregazione comunque e continuano la loro vita.
Mi faccio sempre troppi scrupoli,quindi adesso preferisco fare ció che mi sento,perché Geova vuole il donatore allegro.In realtà non sono sempre un donatore allegro poiché sono abituato a prendere ordini e fare cio che mi si dice ma non sempre sono convinto di quello che faccio.Tutto qua. [SM=g27988]
persoinaltomare
00Monday, June 18, 2012 8:35 PM
Re:
Lungosonno, 18/06/2012 17.43:

piuttosto solo che........

cosa ti danno?
forse poco poco

la fratellanza cosa ti da?
forse poco poco

guarda bene,e vedi dove senti esserci
dove sono i tuoi sentimenti

per l'uno o per l'altro?

a chi senti voler bene?(proprio come fratelli e sorelle)............





É troppo presto per dire che il mio cuore é completo verso una parte poiché sono in uno stadio di mezzo.Non sono né nel mondo e neppure un testimone di Geova quindi non ho ancora potuto gustare del tutto la vita Cristiana.
mi sembra un po prematuro aspettarsi da me questo.
Devo essere convinto di cio che faccio,devo iniziare ad usare anche la mia coscienza e non eseguire a bacchetta tutto cio che sento e leggo.
barnabino
00Monday, June 18, 2012 9:01 PM
Non ho mai capito perché vieni sempre a chiedere consiglio a noi e poi fai sempre come vuoi o trovi continue giustificazioni!

Shalom [SM=g7350]
TIMOTEOdiLISTRA
00Monday, June 18, 2012 10:39 PM
Caro PIAM, proverbi 13:20 ci dice che: "chi cammina con le persone sagge diverrà saggio,ma chi tratta con gli stupidi se la passerà male".Per "stupidi" qui non si intende gente ignorante,priva di istruzione,di cultura....ma persone che non tengono minimamente conto delle giuste norme che Geova ci ha dato tramite la sua Sacra Parola,la Bibbia.Pensi che persone di questo genere possano essere buone compagnie?Pensi che,anche se sicuramente sembrano essere delle persone a modo,prima o poi non ti coinvolgeranno in qualche situazione di cui poi potresti pentirti?Anche Dina,figlia di Giacobbe, prese l’abitudine di frequentare le ragazze cananee,perchè pensava che in fondo non ci fosse nulla di male nel farlo.Ma i cananei purtroppo erano un popolo notoriamente immorale e difatti,ciò che scaturì da queste assidue frequentazioni fu l'essere violentata da Sichem che pure la Bibbia descrive come l’uomo “più onorevole dell’intera casa di suo padre"....... [SM=g28002]

gianluca martini
00Monday, June 18, 2012 10:53 PM
Re: Re: Re:
persoinaltomare, 18/06/2012 20.32:




1)sicuramente non saranno buone compagnie cristiane,ma mi sono isolato troppo.ho esagerato un pó.

2)la penso cosí perché Geova capisce la mia situazione,e sa che tendo molto ad esagerare le mie intenzioni.Io cerco di dare il meglio,fino allo sfinimento e spesso mi svilisco perché essendo anche un perfezionista,capita che non sono mai contento di cio che ottengo.Poi divento troppo inquadrato.
In realtà ho notato comunque che ci sono persone che si comportano anche peggio di me ma sono nella congregazione comunque e continuano la loro vita.
Mi faccio sempre troppi scrupoli,quindi adesso preferisco fare ció che mi sento,perché Geova vuole il donatore allegro.In realtà non sono sempre un donatore allegro poiché sono abituato a prendere ordini e fare cio che mi si dice ma non sempre sono convinto di quello che faccio.Tutto qua. [SM=g27988]






più che un perfezionista mi sembri un indipendente che vuol fare di testa propria e ciò che scrivi, in realtà, sono semplicemente auto riflessioni e non una reale richiesta di consigli ed aiuto.

Non sembri nemmeno tanto inquadrato come affermi perchè riveli molta confusione, nei pensieri e nei concetti che esprimi.

Certo che ci sono persone che si comportano peggio di altre, ad ogni livello ed in ogni settore ma l'intelligenza dovrebbe spingerci sempre ad imitare chi invece si comporta meglio.

Inoltre, oltre che preoccuparci di frequentare buone compagnie, dovremmo accertarci di essere noi stessi buone compagnie per gli altri perchè gli altri, per gli altri, siamo noi.

torlok
00Tuesday, June 19, 2012 1:59 AM
Caro PIAM.....

Sei davvero PIAM, una persona in alto mare.....e la situazione non sembra migliorata da quando hai iniziato a scrivere in questo forum, quindi da quando ti "conosciamo".

Il tuo modo di essere di vivere è tutto tuo, sei un anticonformista, ti preoccupi dell'apparenza e non della sostanza a quel che abbiamo capito.

Caro ragazzo, stai attento a non fare il "valzer del gambero", due passi avanti e tre indietro, perchè nella tua vita in questo modo, non prenderai nessuna direzione certa, perchè non sai neppure tu quale prendere.

Che ti dobbiamo dire? Tanti auguri, Geova ti aspetta sempre finchè c'è tempo......a presto!
persoinaltomare
00Tuesday, June 19, 2012 8:27 AM
Re:
torlok, 19/06/2012 01.59:

Caro PIAM.....

Sei davvero PIAM, una persona in alto mare.....e la situazione non sembra migliorata da quando hai iniziato a scrivere in questo forum, quindi da quando ti "conosciamo".

Il tuo modo di essere di vivere è tutto tuo, sei un anticonformista, ti preoccupi dell'apparenza e non della sostanza a quel che abbiamo capito.

Caro ragazzo, stai attento a non fare il "valzer del gambero", due passi avanti e tre indietro, perchè nella tua vita in questo modo, non prenderai nessuna direzione certa, perchè non sai neppure tu quale prendere.

Che ti dobbiamo dire? Tanti auguri, Geova ti aspetta sempre finchè c'è tempo......a presto!




Ringrazio per i vostri interventi.
In effetti la situazione a voi sembra non esser cambiata e a maggior ragione,se ancora non ho ricevuto un consiglio che si adattasse a me.
Dalla moltitudine dei consiglieri vi é la riuscita,no?Diceva Salomone.

Ricordatevi peró una cosa,che quando in casi come i miei vi ritrovate a dare queste vostre conclusioni in questo modo come "quello sbagliato" e "il caso disperato",non fate altro che lasciare spazio a chi sta dall altra parte della barricata di contattarmi,con estrema gentilezza,ed affermano che io invece sono nella strada giusta.
In realtà già é successo 2-3 volte.
Per carità non é che mi dia fastidio anzi,finché si parla con rispetto senza dir niente di male sono aperto al dialogo,ma immaginiamo se fossi stato un altro e piú vulnerabile,avrei potuto farci un pensiero e dire "certo che gli altri mi dicono cosí" e invece lui é cosí gentile e mi dice cose carine,e poi dice che non sto sbagliando ma che i miei sentimenti sono nobili".

Sapete,non posso dimenticare che ogni cosa che facciamo,ogni cosa che diciamo,che diciamo contro altri,o a favore di altri o contro noi stessi,prima passa da Geova poi arriva all interlocutore.

Secondo voi Geova se fosse qui davanti a me Userebbe queste parole per portarmi a riflettere?o aiutarmi?

Geova é perfetto e noi siamo imperfetti!Giustissimo,quindi noi emettiamo giudizi imperfetti che possono rischiare di essere se siamo fortunati Giusti o Sbagliati.Che possono edificare o possono danneggiare.

Quando leggo commenti come quelli di Torlok o di Barnabino,non posso fare a meno di pensare al commento di chi non sa cosa dire e della mancanza di argomenti.

C'é una persona in questo forum che ho contattato la settimana scorsa ed é una veterana in mail privata e ho chiesto parere su una tal situazione,perché sapevo che utilizzava spesso brani tratti dalla Watch tower library.In realtà la risposta l ho avuta e proprio quella che cercavo.
Perché?perché era dallo Schiavo e prima di lui da Dio.

Ringrazio comunque tutti,anche negli altri post che apro o in altri miei interventi (dove aveva ragione un altro utente in questo)sembrano interventi fantasma.
Si é troppo comcentrati ad avere la meglio sull oppositore che sulla persona che ha aperto il post e che non ci sta capendo piu niente.

Come per esempio questo:http://testimonidigeova.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?c=153487&f=153487&idd=10275297

Ma non é un problema,siamo tutti imperfetti no?
Qùindi siamo tutti privi della gloria di Dio e non dobbiamo giudicarci a vicenda no?
Nessuno di noi si trova nella posizione di poter fare da giudice,ma ne esiste solo uno l Altissimo.

Comunque complimenti per il forum,per quanto riguarda argomentazione biblica ne sapete molto...

[SM=g1944981]
persoinaltomare
00Tuesday, June 19, 2012 8:35 AM
Re:
TIMOTEOdiLISTRA, 18/06/2012 22.39:

Caro PIAM, proverbi 13:20 ci dice che: "chi cammina con le persone sagge diverrà saggio,ma chi tratta con gli stupidi se la passerà male".Per "stupidi" qui non si intende gente ignorante,priva di istruzione,di cultura....ma persone che non tengono minimamente conto delle giuste norme che Geova ci ha dato tramite la sua Sacra Parola,la Bibbia.Pensi che persone di questo genere possano essere buone compagnie?Pensi che,anche se sicuramente sembrano essere delle persone a modo,prima o poi non ti coinvolgeranno in qualche situazione di cui poi potresti pentirti?Anche Dina,figlia di Giacobbe, prese l’abitudine di frequentare le ragazze cananee,perchè pensava che in fondo non ci fosse nulla di male nel farlo.Ma i cananei purtroppo erano un popolo notoriamente immorale e difatti,ciò che scaturì da queste assidue frequentazioni fu l'essere violentata da Sichem che pure la Bibbia descrive come l’uomo “più onorevole dell’intera casa di suo padre"....... [SM=g28002]





Hai ragione Tiimoteo,giusta osservazione,difatti la mia preoccupazione é anche quella,ma vivo già tutti i giorni con gente del mondo e con modi a volte veramente disumani,quindi mi preoccupo il giusto [SM=g27990]

Esempio:se la tua famiglia non ti parla piu per 5 giorni,fa finta di non vederti solo perché haifatto un gesto altruistico verso altre persone,secondo te é un comportamento normale?E se tuo padre preso dall ira a casa di altra gente tira la sedia a tua sorella solo perché non la pensa come lui,secondo te é normale?

Se fumano,dicono parolacce,criticano e giudicano continuamente,se hanno spesso modi poco gentili l uno verso l altro,attacchi d ira?

Secondo te cosa dovrei diventare?

Prima ero come loro,ma ringrazio Geova che le persone tirano un sospiro di sollievo quando vedono che sono diverso.

É ovvio che la Bibbia dice che Chi pensa di stare in piedi badi di non cadere,difatti uscire ogni tanto non vuol dire tutti i giorni.
E non penso che se li vedo ogni tanto mi faccio prendere dallo spirito del mondo,anzi sicuramente lasceró riviste o volantini,come ho gia fatto altre volte [SM=g27988]


[SM=g1944981]
(garoma)
00Tuesday, June 19, 2012 11:11 AM
Re: Re:
persoinaltomare, 19/06/2012 08.35:




Hai ragione Tiimoteo,giusta osservazione,difatti la mia preoccupazione é anche quella,ma vivo già tutti i giorni con gente del mondo e con modi a volte veramente disumani,quindi mi preoccupo il giusto [SM=g27990]

Esempio:se la tua famiglia non ti parla piu per 5 giorni,fa finta di non vederti solo perché haifatto un gesto altruistico verso altre persone,secondo te é un comportamento normale?E se tuo padre preso dall ira a casa di altra gente tira la sedia a tua sorella solo perché non la pensa come lui,secondo te é normale?

Se fumano,dicono parolacce,criticano e giudicano continuamente,se hanno spesso modi poco gentili l uno verso l altro,attacchi d ira?

Secondo te cosa dovrei diventare?

Prima ero come loro,ma ringrazio Geova che le persone tirano un sospiro di sollievo quando vedono che sono diverso.

É ovvio che la Bibbia dice che Chi pensa di stare in piedi badi di non cadere,difatti uscire ogni tanto non vuol dire tutti i giorni.
E non penso che se li vedo ogni tanto mi faccio prendere dallo spirito del mondo,anzi sicuramente lasceró riviste o volantini,come ho gia fatto altre volte [SM=g27988]


[SM=g1944981]


E' una situazione non certamente facile la tua, ma non unica. Se mi permetti vorrei riportarti alcuni pensiero dello SFD:

Che dire di stare a stretto contatto con persone che forse sono moralmente pure ma che non hanno fede nel vero Dio? Le Scritture ci dicono: “Tutto il mondo giace nel potere del malvagio”. (1 Giovanni 5:19) Il discernimento ci fa capire che le cattive compagnie non sono soltanto le persone troppo permissive o moralmente degradate. Pertanto, la cosa saggia da fare è coltivare amicizie solo con coloro che amano Geova.
w06 15/3 23

Alcuni giovani del mondo possono sembrare bravi perché non fumano, non dicono parolacce e non sono immorali. Tuttavia, se non perseguono la giustizia, il loro modo carnale di pensare e di agire può facilmente contagiarvi. Per di più, quante cose potete avere in comune con gli increduli? (2 Corinti 6:14-16) Gli stessi valori spirituali a cui tenete tanto, per loro sono solo “stoltezza”! (1 Corinti 2:14) Potete conservare la loro amicizia senza andare contro i vostri princìpi?
w93 15/4 15

Mi piacerebbe che riflettessi anche su questo principio, in relazione ai commenti fatti da altri.

Proverbi 27: 6 Le ferite inflitte da chi ama sono fedeli, ma i baci di chi odia sono cose da supplicarsi.

Trai le tue conclusioni.


gianluca martini
00Tuesday, June 19, 2012 12:00 PM
Re: Re:
persoinaltomare, 19/06/2012 08.27:




Ringrazio per i vostri interventi.
In effetti la situazione a voi sembra non esser cambiata e a maggior ragione,se ancora non ho ricevuto un consiglio che si adattasse a me.
Dalla moltitudine dei consiglieri vi é la riuscita,no?Diceva Salomone.

Ricordatevi peró una cosa,che quando in casi come i miei vi ritrovate a dare queste vostre conclusioni in questo modo come "quello sbagliato" e "il caso disperato",non fate altro che lasciare spazio a chi sta dall altra parte della barricata di contattarmi,con estrema gentilezza,ed affermano che io invece sono nella strada giusta.
In realtà già é successo 2-3 volte.
Per carità non é che mi dia fastidio anzi,finché si parla con rispetto senza dir niente di male sono aperto al dialogo,ma immaginiamo se fossi stato un altro e piú vulnerabile,avrei potuto farci un pensiero e dire "certo che gli altri mi dicono cosí" e invece lui é cosí gentile e mi dice cose carine,e poi dice che non sto sbagliando ma che i miei sentimenti sono nobili".

Sapete,non posso dimenticare che ogni cosa che facciamo,ogni cosa che diciamo,che diciamo contro altri,o a favore di altri o contro noi stessi,prima passa da Geova poi arriva all interlocutore.

Secondo voi Geova se fosse qui davanti a me Userebbe queste parole per portarmi a riflettere?o aiutarmi?

Geova é perfetto e noi siamo imperfetti!Giustissimo,quindi noi emettiamo giudizi imperfetti che possono rischiare di essere se siamo fortunati Giusti o Sbagliati.Che possono edificare o possono danneggiare.

Quando leggo commenti come quelli di Torlok o di Barnabino,non posso fare a meno di pensare al commento di chi non sa cosa dire e della mancanza di argomenti.

C'é una persona in questo forum che ho contattato la settimana scorsa ed é una veterana in mail privata e ho chiesto parere su una tal situazione,perché sapevo che utilizzava spesso brani tratti dalla Watch tower library.In realtà la risposta l ho avuta e proprio quella che cercavo.
Perché?perché era dallo Schiavo e prima di lui da Dio.

Ringrazio comunque tutti,anche negli altri post che apro o in altri miei interventi (dove aveva ragione un altro utente in questo)sembrano interventi fantasma.
Si é troppo comcentrati ad avere la meglio sull oppositore che sulla persona che ha aperto il post e che non ci sta capendo piu niente.

Come per esempio questo:http://testimonidigeova.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?c=153487&f=153487&idd=10275297

Ma non é un problema,siamo tutti imperfetti no?
Qùindi siamo tutti privi della gloria di Dio e non dobbiamo giudicarci a vicenda no?
Nessuno di noi si trova nella posizione di poter fare da giudice,ma ne esiste solo uno l Altissimo.

Comunque complimenti per il forum,per quanto riguarda argomentazione biblica ne sapete molto...

[SM=g1944981]






I consigli offerti sono più che sufficienti a salvare non solo 'persoinaltomare' ma anche qualunque 'personell'oceano'e mi sorprende che tu non abbia ricevuto ancora un 'consiglio adatto a te': ciò accade spesso quando si ha già una convinzione acquisita e si cerca in altri delle conferme da incastonarsi addosso.

Forse ti hanno infastidito i modi un pò 'crudi' usati nei tuoi confronti?
Altri consiglieri all'esterno usano più tatto, sono più dolci?

Hai ragione, anche Satana usa spesso dolcezza melliflua ma non lo fa certo nei nostri migliori interessi.

Con Eva fu dolce e suadente ma i risultati lo furono un pò meno.

A volte l'eccessivo tatto è fuori luogo: un infermiere che introduce un ago nella natica od un bisturi che recide un tessuto tumorale causano forte dolore ma sono finalizzati alla nostra guarigione.

Sempre che si voglia realmente guarire e non giustificare l'impasse.

Nascondersi costantemente dietro 'l'impefezione' non aiuta affatto a compiere i passi necessari per correggere i tratti negativi della personalità.

Qui nessuno ti sta giudicando perchè siamo tutti consapevoli di discendere dai geni infetti di Adamo ma sappiamo tutti bene che le coccole vanno bene per un pò e finchè non si è cresciuti dopodichè, nei confronti degli adulti, occorrono invece sane e costruttive terapie d'urto.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:19 PM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com