Nei TdG non si può criticare ma è dovuta cieca ubbidienza

Seabiscuit
00Friday, September 21, 2018 11:25 AM
Questa la critica mossa dal utente anonimo. Come prova cita il seguente studio:

"Giovedì 19 luglio
Le congregazioni erano rese ferme nella fede (Atti 16:5)Fratelli inviati dal corpo direttivo trasmettevano alle congregazioni “i decreti emessi dagli apostoli e dagli anziani a Gerusalemme” (Atti 16:4). Ubbidendo a quei decreti le congregazioni erano rese ferme nella fede e aumentavano di numero di giorno in giorno”. Che dire di oggi? Come dovremmo comportarci quando riceviamo istruzioni dall’organizzazione di Geova? La Parola di Dio incoraggia tutti noi a essere ubbidienti e sottomessi (Deut. 30:16; Ebr. 13:7, 17). Nell’organizzazione di Dio non c’è posto per uno spirito critico e ribelle, perché un atteggiamento del genere potrebbe rovinare l’amore, la pace e l’unità delle congregazioni. Ovviamente nessun cristiano vorrebbe mostrare uno spirito irrispettoso e sleale come quello di Diotrefe (3 Giov. 9, 10). Quindi è bene chiedersi: “Incoraggio i fratelli e le sorelle a rimanere leali a Geova? Accetto e seguo prontamente le istruzioni impartite da fratelli che hanno incarichi di responsabilità?” w16.11 2:10, 11"


Anonimo
00Friday, September 21, 2018 11:31 AM
Re:
Seabiscuit, 21/09/2018 11.25:

Questa la critica mossa dal utente anonimo. Come prova cita il seguente studio:

"Giovedì 19 luglio
Le congregazioni erano rese ferme nella fede (Atti 16:5)Fratelli inviati dal corpo direttivo trasmettevano alle congregazioni “i decreti emessi dagli apostoli e dagli anziani a Gerusalemme” (Atti 16:4). Ubbidendo a quei decreti le congregazioni erano rese ferme nella fede e aumentavano di numero di giorno in giorno”. Che dire di oggi? Come dovremmo comportarci quando riceviamo istruzioni dall’organizzazione di Geova? La Parola di Dio incoraggia tutti noi a essere ubbidienti e sottomessi (Deut. 30:16; Ebr. 13:7, 17). Nell’organizzazione di Dio non c’è posto per uno spirito critico e ribelle, perché un atteggiamento del genere potrebbe rovinare l’amore, la pace e l’unità delle congregazioni. Ovviamente nessun cristiano vorrebbe mostrare uno spirito irrispettoso e sleale come quello di Diotrefe (3 Giov. 9, 10). Quindi è bene chiedersi: “Incoraggio i fratelli e le sorelle a rimanere leali a Geova? Accetto e seguo prontamente le istruzioni impartite da fratelli che hanno incarichi di responsabilità?” w16.11 2:10, 11"





1 :Che dire di oggi? Come dovremmo comportarci quando riceviamo istruzioni dall’organizzazione di Geova? La Parola di Dio incoraggia tutti noi a essere ubbidienti e sottomessi

Spiegatemi bisogna seguire le direttive dell'organizzazione di Geova ( e non della bibbia e neanche di Dio )
Perché Dio incoraggia tutti a sottomettersi.

Domanda se io ritengo che la direttiva dell'organizzazione è sbagliata devo seguirla lo stesso? Se non la seguo che accade?
I-gua
00Friday, September 21, 2018 11:39 AM
per UBBIDIENZA, possiamo intendere:

Il sottomettersi all’autorità; fare ciò che viene comandato; attenersi a ciò che è richiesto o astenersi da ciò che è proibito.



per i Cristiani Testimoni di Geova L’ubbidienza a Dio, essenziale per la vita.

Forse su questo punto, i tdG si distinguono dalle altre chiese nella cristianità e dalle varie religioni del mondo?

fonte: PERSPICACIA


[SM=g1871112]

I-gua
Aquila-58
00Friday, September 21, 2018 11:42 AM
Re:
Seabiscuit, 21/09/2018 11.25:

Questa la critica mossa dal utente anonimo. Come prova cita il seguente studio:

"Giovedì 19 luglio
Le congregazioni erano rese ferme nella fede (Atti 16:5)Fratelli inviati dal corpo direttivo trasmettevano alle congregazioni “i decreti emessi dagli apostoli e dagli anziani a Gerusalemme” (Atti 16:4). Ubbidendo a quei decreti le congregazioni erano rese ferme nella fede e aumentavano di numero di giorno in giorno”. Che dire di oggi? Come dovremmo comportarci quando riceviamo istruzioni dall’organizzazione di Geova? La Parola di Dio incoraggia tutti noi a essere ubbidienti e sottomessi (Deut. 30:16; Ebr. 13:7, 17). Nell’organizzazione di Dio non c’è posto per uno spirito critico e ribelle, perché un atteggiamento del genere potrebbe rovinare l’amore, la pace e l’unità delle congregazioni. Ovviamente nessun cristiano vorrebbe mostrare uno spirito irrispettoso e sleale come quello di Diotrefe (3 Giov. 9, 10). Quindi è bene chiedersi: “Incoraggio i fratelli e le sorelle a rimanere leali a Geova? Accetto e seguo prontamente le istruzioni impartite da fratelli che hanno incarichi di responsabilità?” w16.11 2:10, 11"






"Nei tdG è è dovuta cieca ubbidienza" è una frase puerile, che può andar bene al massimo per i forum anti-testimoni di Geova, quelli per intenderci a senso unico e che sono visitati al massimo da tre gatti.



In un forum serio come questo, che non a caso è il settimo nella classifica dei forum più visitati, invece, si mette in risalto che nella Congregazione Cristiana Dio richiede "l' ubbidienza di cuore", che è completamente differenze dalla "cieca ubbidienza":

"Ma grazie a Dio che eravate schiavi del peccato e siete divenuti ubbidienti di cuore a quella forma d’insegnamento alla quale siete stati affidati" (Romani 6:17)


C' è implicato il cuore, Dio non vuole che gli ubbidiamo di malavoglia, ma per amore, come fece Abraamo, che fu chiamato amico di Dio (Giacomo 2:23).


Ecco la differenza tra l' "ubbidienza cieca" di cui cianciano certi detrattori e l' ubbidienza cristiana


Anonimo
00Friday, September 21, 2018 11:47 AM
Mod è comodo che disquisite solo voi e non visualizzate il mio post precedente.
claudio2018
00Friday, September 21, 2018 11:53 AM
È lo spirito ribelle e irrispettoso a non giovare non esprimere il proprio disaccordo su qualche procedura . Raccontava il nostro viaggiante del periodo in cui era anziano e fece delle parti per incoraggiare i fratelli a essere presenti alle adunanze che fu avvicinato da una sorella che gli disse : " va bene fare delle parti per chi non c'è all'adunanza ma qualche volta potresti lodare chi c'è" Il sorvegliante capì che la sorella aveva ragione e si sforzo' di più per lodare chi era presente.

Questo per dire che non'è assolutamente vero che nella congregazione non ci sia posto a critiche e lamentele purché siano costruttive e rispettose.

Ricordiamo come anche nella congregazione del 1° secolo ci fu una circostanza in cui venne espressa una lamentela giusta riguardo a discriminazioni nella distribuzione di cibo , lamentela che non solo venne accolta ma gli apostoli si attivarono per risolvere il problema.

Anche nella congregazione odierna di esperienze così ce ne sono a centinaia .
Seabiscuit
00Friday, September 21, 2018 12:10 PM
Re:
Anonimo, 21.09.2018 11:47:

Mod è comodo che disquisite solo voi e non visualizzate il mio post precedente.




Ma la pianti di piagnucolare sempre? Te sarai pure disoccupato o pensionato, ma noi lavoriamo pure e non siamo qui a leggere in tempo reale ogni post!

Questo è un forum non una chat. La conosci la differenza? Ah no, ovvio che no
Aquila-58
00Friday, September 21, 2018 12:16 PM
Re: Re:
Anonimo, 21/09/2018 11.31:



1 :Che dire di oggi? Come dovremmo comportarci quando riceviamo istruzioni dall’organizzazione di Geova? La Parola di Dio incoraggia tutti noi a essere ubbidienti e sottomessi

Spiegatemi bisogna seguire le direttive dell'organizzazione di Geova ( e non della bibbia e neanche di Dio )
Perché Dio incoraggia tutti a sottomettersi.

Domanda se io ritengo che la direttiva dell'organizzazione è sbagliata devo seguirla lo stesso? Se non la seguo che accade?




si, come facevano le Congregazioni in epoca apostolica (Atti 16:4)

Se non la segui?

Dipende da cosa si tratta.
Se sei un nominato e non segui una direttiva, si perde il privilegio.
Leggiti i requisiti del nominato in 1 Timoteo 3

Anonimo
00Friday, September 21, 2018 12:19 PM
Re: Re: Re:
Aquila-58, 21/09/2018 12.16:




si, come facevano le Congregazioni in epoca apostolica (Atti 16:4)

Se non la segui?

Dipende da cosa si tratta.
Se sei un nominato e non segui una direttiva, si perde il privilegio.
Leggiti i requisiti del nominato in 1 Timoteo 3





In base a cio che scrivi, tu chi segui Dio e la bibbia o l'oraganizzazione?
Seabiscuit
00Friday, September 21, 2018 12:19 PM
Re: Re: Re:
Aquila-58, 21.09.2018 12:16:




si, come facevano le Congregazioni in epoca apostolica (Atti 16:4)

Se non la segui?

Dipende da cosa si tratta.
Se sei un nominato e non segui una direttiva, si perde il privilegio.
Leggiti i requisiti del nominato in 1 Timoteo 3




Ma si e sempre liberi di esporre una critica senza per questo perdere dei privilegi. Dipende tutto dai modi. Certo se si parla coi modi che ha anonimo una pedata nel sedere ci starebbe pure
Aquila-58
00Friday, September 21, 2018 12:20 PM
Caro Anonimo, dopo due risposte che ti ho dato, ora devo lasciarti.
Perché, a differenza tua, noi testimoni di Geova abbiamo molto da fare al lavoro e nell' opera del Signore e molto altro ancora.

Per cui, per quanto mi riguarda, a stasera


Ciao


[SM=g1944981]
Aquila-58
00Friday, September 21, 2018 12:22 PM
Re: Re: Re: Re:
Seabiscuit, 21/09/2018 12.19:



Ma si e sempre liberi di esporre una critica senza per questo perdere dei privilegi. Dipende tutto dai modi. Certo se si parla coi modi che ha anonimo una pedata nel sedere ci starebbe pure




parlo delle direttive di una certa importanza, ovviamente.
La critica ovviamente è ammessa, ma lo spirito di ribellione no!
La Congregazione Cristiana si basa sulla Teocrazia, non è mica il Parlamento...



A stasera


[SM=g1944981]
Anonimo
00Friday, September 21, 2018 1:25 PM
Re: Re: Re: Re:
Seabiscuit, 21/09/2018 12.19:



Ma si e sempre liberi di esporre una critica senza per questo perdere dei privilegi. Dipende tutto dai modi. Certo se si parla coi modi che ha anonimo una pedata nel sedere ci starebbe pure




Certo che se i tdg si comportano come te un bel falò a fuoco lento.
barnabino
00Friday, September 21, 2018 1:25 PM
Caro Anonimo,


In base a cio che scrivi, tu chi segui Dio e la bibbia o l'oraganizzazione?



La domanda è pleonastica, ovviamente i cristiani testimoni di Geova seguono Dio e Cristo, questi a loro volta si servono e guidano un'organizzazione. Sarebbe come chiedere se gli ebrei in Egitto seguivano Mosè o Dio, di fatto le due cose coincidevano nella misura in cui Dio si serviva di un essere umano imperfetto. D'altronde nessuno è obbligato a riconoscere questa organizzazione come quella guidata da Dio, ce ne sono molte altre e ciascuno si deve sentire libero di agire in coscienza.

Shalom

barnabino
00Friday, September 21, 2018 1:34 PM

Certo che se i tdg si comportano come te un bel falò a fuoco lento.



Non meriti alcuna ulteriore risposta, che per altro ti era stata già data. Se vuoi tornare agli autodafé forse non sei propriamente interessato al dialogo, forse sei più interessato ai campi di sterminio e all'intolleranza.

Se vuoi un consiglio prenditi un bel periodo di riposo, la tua è diventata un'ossessione maniacale che non ti fa bene. Non abbiamo bisogno di dialogare con persone che ci minacciano di uccidersi solo perché professiamo una certa fede. Lo facciamo soprattutto per te, perché in termini giudici certe espressioni razziste e violente potrebbero metterti nei guai con la legge.

Shalom [SM=g28001]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:39 PM.
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com