giovani cattolici o tdg?

Pages: [1], 2
agnostico.
00Friday, December 24, 2010 12:02 PM
Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo? Forse perchè i Tdg promettono di aiutare a studiare la bibbia? o per motivi di "simpatia"?
E perchè un giovane dovrebbe iniziare a studiare la bibbia se prima non è assolutamente certo che la bibbia sia parola di Dio?
Un saluto di pace
(garoma)
00Friday, December 24, 2010 12:24 PM
Re:
agnostico., 24/12/2010 12.02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo? Forse perchè i Tdg promettono di aiutare a studiare la bibbia? o per motivi di "simpatia"?
E perchè un giovane dovrebbe iniziare a studiare la bibbia se prima non è assolutamente certo che la bibbia sia parola di Dio?
Un saluto di pace


Interessante domanda, il giovane come l'adulto non viene invitato ad aderire a un'organizzazione TdG o cattolicesimo che sia ma, a un credo e a volgersi a Dio.

Dio come lo possiamo conoscere? il mezzo principale è la Bibbia.

E ovvio che chi non crede in essa deve prima imparare ad acquistare fiducia in essa per cui il giovane va prima aiutato a credere, con prove e ragionamenti, che la Bibbia è la parola di Dio.


(SimonLeBon)
00Friday, December 24, 2010 3:32 PM
Re:
agnostico., 24.12.2010 12:02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo? Forse perchè i Tdg promettono di aiutare a studiare la bibbia? o per motivi di "simpatia"?
E perchè un giovane dovrebbe iniziare a studiare la bibbia se prima non è assolutamente certo che la bibbia sia parola di Dio?
Un saluto di pace



Forse è una questione di soldi: la gerarchia della CCR (Chiesa Cattolica Romana) ci fa il bagno dentro, e non sono solo il frutto dei loro investimenti bancari, evidentemente, mentre da tdG se ti va bene fai il voto di povertà e voli con i last minute, quando voli.

Simon
Pacifico1
00Friday, December 24, 2010 3:42 PM
Re:
agnostico., 24/12/2010 12.02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo? Forse perchè i Tdg promettono di aiutare a studiare la bibbia? o per motivi di "simpatia"?
E perchè un giovane dovrebbe iniziare a studiare la bibbia se prima non è assolutamente certo che la bibbia sia parola di Dio?
Un saluto di pace




Sicuramente un fattore importante è l'educazione. Ma personalmente, siccome mi posso ritenere ancora giovane, la mia scelta non ha portato ne cattolicesimo ne tdg. E per quel che ho potuto apprendere dopo lo studio della bibbia la mia idea è che non sia la parola di dio.
Pace
Aquila-58
00Friday, December 24, 2010 4:59 PM
Re:
agnostico., 24/12/2010 12.02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al
cattolicesimo?



Non si "preferisce" la CCR o la Congregazione cristiana dei testimoni di Geova così come se fosse un giocattolo. Certamente, non è questa la base di partenza nè la metodologia adeguata...


Forse perchè i Tdg promettono di aiutare a studiare la bibbia?




Non è che i cristiani testimoni di Geova "promettono" di aiutare a studiare la Bibbia. I testimoni di Geova basano le loro dottrine esclusivamente sull' ispirata (per noi, s' intende) Parola di Dio, e insegnano solo e soltanto quella. Punto e basta!


o per motivi di "simpatia"?




Che sciocchezza. La fede di quel tizio rischierebbe di far naufragio poco tempo dopo. Rischierebbe di divenire come l 'uomo descritto nella parabola di Gesù, in Matteo 13:20-21, tanto per intendere una fede non solida, senza "radice"...


E perchè un giovane dovrebbe iniziare a studiare la bibbia se prima non è assolutamente certo che la bibbia sia parola di Dio?
Un saluto di pace



Constatazione intelligente. Il Creatore dice al giovane: Caro giovane, "ricorda ora, il tuo grande Creatore, nei giorni della tua giovinezza" (Ecclesiaste/Qoelet 12:1).
Ergo,"dammi la possibilità di parlarti attraverso la mia Parola, caro giovane".
Non resta che dargliela. Se la Parola cadrà su un terreno eccellente (Matteo 13:23), porterà frutto, altrimenti no.
Ma quel "terreno", cioè quel "cuore", nel corso degli anni, può cambiare.
Ecco perchè Dio manda continuamente i suoi servitori, a bussare a ogni cuore...


admintdg2
00Friday, December 24, 2010 5:46 PM
Re:
agnostico., 24/12/2010 12.02:


Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo?



I giovani d'oggi vogliono decidere da soli il loro futuro.
Hanno deciso loro di essere battezzati come cattolici? NO
Decideranno loro di battezzarsi come TdG? SI

Una differenza non da poco.
VERYGOODFLOWER
00Friday, December 24, 2010 5:53 PM
Re:
agnostico., 24/12/2010 12.02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo?



Il verbo "Aderire "non è appropriato ne verso cattolici ne verso i Tdg
o qualsiasi religione alle quali i giovani appartengono.

Il verbo "Conoscere" invece fà la differenza.
Se una persona vuole conoscere Dio lo fa a passi ,non a tentativi,fa ricerche ,approfondisce gli argomenti,insomma cerca di avere delle risposte chiare .
Chi ti dà una risposta certa sulla verità :nient'altro che la Bibbia.
Non ci sono altri mezzi o ausili che ti possano far avvicinare a Dio.
Per poterlo fare devi per forza di cose conoscere i propositi di Geova Dio.
Le prospettive sono da invito e la meta è difficile da raggiungere.
Conoscere (avere fede) e praticare(fare la volontà di Dio)fanno di un buon cristiano le basi per arrivare a Dio. [SM=g10765] [SM=g1944981]







agnostico.
00Saturday, December 25, 2010 1:08 PM
Re: Re:
VERYGOODFLOWER, 24/12/2010 17.53:

agnostico., 24/12/2010 12.02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo?



Il verbo "Aderire "non è appropriato ne verso cattolici ne verso i Tdg
o qualsiasi religione alle quali i giovani appartengono.

Il verbo "Conoscere" invece fà la differenza.
Se una persona vuole conoscere Dio lo fa a passi ,non a tentativi,fa ricerche ,approfondisce gli argomenti,insomma cerca di avere delle risposte chiare .




Fin a bambini, se i genitori non sono TdG, si viene educati alla religione cattolica, con rare eccezioni. Catechismo e lavaggio del cervello a iosa. Si arriva persino a credere che Dio e Gesù esistono, ma non perchè si è intimamente convinti, ma perchè lo dicono i genitori e la Chiesa, come la befana... solo che a 8 anni viene detto loro che la befana non esiste, ma Gesù invece sì, e i bambini credono anche a questo, perchè i bambini credono a tutto quello che si dice loro. Basta vedere come i bambini musulmani imparano prestissimo che la verità è Allah, e che Maometto è il suo profeta, e imparano che gli occidentali sono "infedeli" perchè non credono a queste semplicissime verità, oltre che per la vita dissoluta che fanno.
Fino ai 12 anni i bambini ricevono un bombardamento di notizie riguardanti Gesù e la Chiesa, e il loro cervello è ormai condizionato, ipnotizzato, e occorreranno molti anni prima che qualcuno cominci a pensare con la testa propria.
Sempre se non si hanno genitori tdg è quasi impossibile che in tale giovane età si possa pensare a cambiare religione o fede.
Dopo molti anni suonano alla porta dei signori che ti parlano di Dio e della bibbia, che a malapena sai che esiste, e i tuoi genitori ti hanno insegnato che bisogna stare molto alla larga da quei signori, che vogliono portarti alla perdizione, alla apostasia, e anche loro incominciano a trattare male i tdg e a chiuder loro la porta in faccia.
La verità? già la sanno, hanno fatto anni di catechismo e seguito centinaia di messe cattoliche, e anche se non hanno capito quasi nulla, come si deduce dalla cultura religiosa media degli italiani, non vogliono sentire altro. La bibbia? che noia (beh, in effetti è un po' noiosa, specie per dei ragazzi), Cristo? lo conoscono bene, che bisogno c'è di ulteriore catechismo, appena liberati dall'ossessione delle ore settimanali in parrocchia?
Conoscere Dio? ma già pensano di conoscerlo, e poi, s lui non si fa sentire è perchè non vuole farsi conoscere, se no si comporterebbe come con Israele.
Ci sono pochissime possibilità per i tdg, almeno fino ai 20-30 anni, età in cui comincia a formarsi una coscienza religiosa, se e quando si forma, cioè raramente.





Chi ti dà una risposta certa sulla verità :nient'altro che la Bibbia.




Beh, su questo ci sarebbe da discutere molto, è una affermazione apodittica ma che risulta solo una ipotesi, e non so quanto realistica. Io ne ho letta un bel po', non ci ho trovato nulla di particolarmente sacro e amorevole, anzi, certi capitoli sono da vietare ai minori di 18 anni. Sper con tutto il mio cuore che la bibbia non sia la verità, ma credo che nessuno al mondo potrà mai saperlo con certezza. D'altra parte anche voi tdg credete alla bibbia, ma sono sicuro che dentro voi rimane sempre qualche dubbio, perchè molti passi lasciano letteralmente sbigottiti e ci si chiede se il Dio dell'Amore, che sventola la religione cattolica, ma anche voi, sia lo stesso che ha ispirato quei passi tremendi.
Comunque prove di ispirazione non ce ne sono, con buona pace di tutti. Se ce ne fossero tutto il mondo crederebbe alla bibbia, vangeli compresi, compresi quei miliardi di esseri umani che credono a tutt'altro.



Non ci sono altri mezzi o ausili che ti possano far avvicinare a Dio.



La meditazione e le "iniziazioni" no?




Per poterlo fare devi per forza di cose conoscere i propositi di Geova Dio.
Le prospettive sono da invito e la meta è difficile da raggiungere.
Conoscere (avere fede) e praticare(fare la volontà di Dio)fanno di un buon cristiano le basi per arrivare a Dio.



Si dia alla gente la certezza assoluta che la bibbia è parola di Dio, ma prima di cominciare a studiarla, non dopo, perchè è un libro che interessa molto, molto poco, lungo, noioso, complicato e poco amorevole. La volontà di Dio rimane una incognita per tutto il mondo, e infatti ogni essere umano sulla terra immagina la volontà di Dio dal suo punto di vista, sia che abbia letto la bibbia sia che non l'abbia letta.
Si salvano solo i 10 comandamenti, conosciuti dalla maggioranza, ma mi sembra un po' poco, non vi sembra?
Non ci crederete ma penso che il 90% della popolazione mondiale è agnostica, nei fatti, anche se spesso non lo sa.]


VERYGOODFLOWER
00Saturday, December 25, 2010 1:56 PM
Re: Re: Re:
agnostico., 25/12/2010 13.08:

VERYGOODFLOWER, 24/12/2010 17.53:

agnostico., 24/12/2010 12.02:

Perchè mai un giovane dovrebbe preferire aderire ai Tdg piuttosto che al cattolicesimo?




Fin a bambini, se i genitori non sono TdG, si viene educati alla religione cattolica, con rare eccezioni. Catechismo e lavaggio del cervello a iosa. Si arriva persino a credere che Dio e Gesù esistono, ma non perchè si è intimamente convinti, ma perchè lo dicono i genitori e la Chiesa, come la befana... solo che a 8 anni viene detto loro che la befana non esiste, ma Gesù invece sì, e i bambini credono anche a questo, perchè i bambini credono a tutto quello che si dice loro.



“Padri, non esasperate i vostri figli, affinché non si scoraggino”. — Colossesi 3:21.
In che modo un padre può evitare di esasperare i suoi figli? È fondamentale che capisca quanto è importante il suo ruolo di padre. “Essere padri si rivela un fenomeno complesso e straordinario con enormi conseguenze per la crescita emotiva e intellettuale dei figli”, dice una rivista di psicologia.
Quale ruolo ha il padre? In molte famiglie il padre è considerato sostanzialmente quello che impartisce la disciplina. Una frase che le madri dicono spesso ai figli che si comportano male è: ‘Vedrai quando torna a casa tuo padre!’ Per diventare adulti responsabili i figli hanno senz’altro bisogno di ricevere la giusta disciplina, magari impartita con una certa fermezza. Tuttavia, per essere un buon padre ci vuole qualcosa di più.
Esistono consigli pratici e degni di fiducia che possono aiutare a essere un buon padre. La Bibbia contiene i consigli migliori sulla famiglia. Non sono semplice teoria e non risultano mai controproducenti. I consigli che dà la Bibbia riflettono la sapienza del suo Autore, Geova Dio, l’Istitutore della famiglia. (Efesini 3:14, 15) Se siete padri, è importante che prendiate in esame quello che dice la Bibbia sull’educazione dei figli

Gesù fu ammaestrato dal Padre suo e pertanto poté dire: “Le cose che ho udito da lui [cioè dal Padre] le dico nel mondo”. (Giovanni 8:26) Agli occhi di Dio un padre ha la responsabilità di educare i suoi figli sia dal punto di vista morale che spirituale.
Una delle responsabilità che avete come padri è inculcare i giusti princìpi nel cuore di vostro figlio. Questo tipo di addestramento dovrebbe iniziare sin dalla tenera età.
I figli devono essere protetti da influenze malsane e compagnie potenzialmente pericolose.

Un padre e una madre devono addestrare i figli affinché siano pronti ad affrontare i pericoli di questo mondo perverso.
Qual è allora il segreto per essere un buon padre euna buona madre? Cercate la guida di chi, meglio di chiunque altro, sa come allevare i figli: Geova Dio. Se educate i vostri figli secondo la guida della Parola di Dio, molto probabilmente il risultato sarà quello descritto in Proverbi 22:6: “Anche quando sarà invecchiato non se ne allontanerà”.

Se fin da piccoli siamo stati educati nella conoscenza dei valori biblici non insegneremo ai nostri figli che Babbo Natale è passato per portare i doni ai bambini buoni per poi scoprire che in realtà non esiste.

Afferimi che fino a 12 anni il nostro cervello è continuamente bombardato dalle storie di Gesù e da quello che dice la chiesa.
Stai pur certo che Gesù non è una semplice favola inventata,
per poi essere dimenticata nella nostra mente.
Non è un lavaggio del cervello,la conoscenza è importante ne va della nostra stessa vita.

"E devi amare Geova tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima e con tutta la tua forza vitale. 6 E queste parole che oggi ti comando devono essere nel tuo cuore; 7 e le devi inculcare a tuo figlio e parlarne quando siedi nella tua casa e quando cammini per la strada e quando giaci e quando ti levi".Deuteronomio6:5-7

Tu affermi che la nostra fede è solo apodittica non basata sull'esperienza solo sul semplice ragionamento;
ti dirò che l'esperienza di noi cristiani è basata si sull'esperienza non diretta ma dalla conoscenza,grazie all'uso della Bibbia,l'ispirata parola di Dio.
Ricordiamoci che i vangeli tramandati dagli apostoli ci hanno reso esperti e vigili. [SM=g10765] [SM=g1944981]
agnostico.
00Monday, December 27, 2010 11:53 AM
Re: Re: Re: Re:
VERYGOODFLOWER, 25/12/2010 13.56:




Esistono consigli pratici e degni di fiducia che possono aiutare a essere un buon padre. La Bibbia contiene i consigli migliori sulla famiglia. Non sono semplice teoria e non risultano mai controproducenti. I consigli che dà la Bibbia riflettono la sapienza del suo Autore, Geova Dio, l’Istitutore della famiglia. (Efesini 3:14, 15) Se siete padri, è importante che prendiate in esame quello che dice la Bibbia sull’educazione dei figli



La sapienza di Geova Dio, istitutore della famiglia, gli fa comandare agli ebrei e quindi al mondo intero, di uccidere mediante lapidazione i figli disubbidienti: quindi, se siete padri, è importante che prendiate in esame quello che dice la bibbia riguardo ai figli.
A te dispiacerebbe molto se io non prendessi in considerazione quello che dice la bibbia riguardo all'educazione dei figli?
Gli islamici hanno fra i libri sacri la bibbia, e infatti insegnano con grande sapienza che Allah è grande e Maometto è il suo profeta, e cristiani e Tdg sono infedeli e possibilmente da eliminare, come tutti gli infedeli dell'AT. I bambini musulmani imparano prestissimo la sapienza di Geova-Allah, e ne seguono regole e direttive, in particolare quelle aggiornate dal profeta definitivo, che ha ricevuto istruzioni da Gabriele, esattamente come Maria e Giuseppe.
Geova-Allah ha chiarito finalmente che Gesù non è che un profeta e che non ha nulla di "celeste" o di divino, e soprattutto che non è mai risorto: non penserai che Gabriele e Geova-Allah abbiano potuto dire il falso. Quindi l'ipotesi, già molto irreale, della resurrezione di Gesù, è stata finalmente spiegata con chiarezza da Dio e non dovrebbero esserci più dubbi.
La realtà è che ci si affida a scritture ritenute "ispirate", affermando che quelle proprie sono veramente ispirate, mentre non lo sono quelle altrui, anche se ci credono miliardi di persone, anche coltissime e istruite, insomma non rimbecillite.



Gesù fu ammaestrato dal Padre suo e pertanto poté dire: “Le cose che ho udito da lui [cioè dal Padre] le dico nel mondo”. (Giovanni 8:26) Agli occhi di Dio un padre ha la responsabilità di educare i suoi figli sia dal punto di vista morale che spirituale.
Una delle responsabilità che avete come padri è inculcare i giusti princìpi nel cuore di vostro figlio. Questo tipo di addestramento dovrebbe iniziare sin dalla tenera età.
I figli devono essere protetti da influenze malsane e compagnie potenzialmente pericolose.



E' proprio quello che fanno anche i padri ebrei e quelli musulmani.
Educare i figli allo spirito del "Levitico" è ciò che ogni buon padre dovrebbe fare, per restare nella volontà di Dio Padre-Geova-Allah.
Solo che per i cristiani sono pericolose le compagnie dei musulmani ed ebrei, e viceversa, con l'unica eccezione per i cristiani Tdg per i quali sono pericolose le compagnie di cristiani cattolici.




Se fin da piccoli siamo stati educati nella conoscenza dei valori biblici non insegneremo ai nostri figli che Babbo Natale è passato per portare i doni ai bambini buoni per poi scoprire che in realtà non esiste.



I valori biblici, a mio parere, sono abbastanza spaventosi: se non ci credi, al prossimo post ti esporrò le regole imposte da Dio nel Levitico e nel Deuteronomio, e ne discuteremo pacatamente insieme.
Un bambino ne rimarrebbe sicuramente scioccato.



Affermi che fino a 12 anni il nostro cervello è continuamente bombardato dalle storie di Gesù e da quello che dice la chiesa.
Stai pur certo che Gesù non è una semplice favola inventata,
per poi essere dimenticata nella nostra mente.
Non è un lavaggio del cervello,la conoscenza è importante ne va della nostra stessa vita.



La mia convinzione è che i bambini, almeno fino all'adolescenza, devono essere sì educati ai valori (non quelli biblici naturalmente), ma devono essere attentamente protetti dall'influenza di ogni assolutismo, sia politico che religioso, finchè la loro fragile mente sia in grado di valutare personalmente tutto ciò che li circonda (lo sai che esistono bambini kamikaze per l'onore di Dio-Geova-Allah?).



"E devi amare Geova tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima e con tutta la tua forza vitale. 6 E queste parole che oggi ti comando devono essere nel tuo cuore; 7 e le devi inculcare a tuo figlio e parlarne quando siedi nella tua casa e quando cammini per la strada e quando giaci e quando ti levi".Deuteronomio6:5-7



Un bambino non può comprendere il significato di amare con tutta l'anima un "Dio" che non ha mai conosciuto e che si nasconde per non essere visto, e che tanti guai ha provocato nel mondo, per cause giuste ed ingiuste.



Tu affermi che la nostra fede è solo apodittica non basata sull'esperienza solo sul semplice ragionamento;
ti dirò che l'esperienza di noi cristiani è basata si sull'esperienza non diretta ma dalla conoscenza,grazie all'uso della Bibbia,l'ispirata parola di Dio.
Ricordiamoci che i vangeli tramandati dagli apostoli ci hanno reso esperti e vigili.



Che la bibbia sia l'ispirata parola di Dio lo dici tu, ma non lo puoi provare, e infatti è questa una delle ragioni che mi hanno reso agnostico. Quando qualcuno riuscirà a convincermi della ispirata parola di Dio sicuramente qualcosa cambierà in me.
I vangeli non sono libri biografici, ma libri apologetici e catechistici, assolutamente inaffidabili per una verità storica, questo è un dato accertato da tutti tranne che dai cristiani, che continuano a prenderli alla lettera, quando non se ne conoscono neppure gli autori certi.


agnostico.
00Monday, December 27, 2010 12:03 PM
Re: Re:
(SimonLeBon), 24/12/2010 15.32:



Forse è una questione di soldi: la gerarchia della CCR (Chiesa Cattolica Romana) ci fa il bagno dentro, e non sono solo il frutto dei loro investimenti bancari, evidentemente, mentre da tdG se ti va bene fai il voto di povertà e voli con i last minute, quando voli.

Simon




Caro Simon, io so poco dei Tdg e della sua gerarchia.
Conosco la gerarchia della Chiesa cattolica e so che spesso ci sono stati affari sporchi di denaro, e la condanno anche per questo.
Purtroppo, spero non te la prenderai, corrono voci che anche la gerarchia Tdg non sia in odore di santità da questo punto di vista.
Ho letto alcuni libri sui Tdg, e probabilmente diranno anche il falso, ma certamente mettono qualche dubbio nel lettore sulla totale onestà del sistema gerarchico Tdg. Io mi affido a tue spiegazioni sui motivi che possono aver portato varie persone a fare simili affermazioni sui Tdg, o meglio, sulla sua gerarchia. Senza offesa.
Un saluto di pace


Giandujotta.50
00Monday, December 27, 2010 12:08 PM
Una spiegazione potrebbe essere quella anticipata dall'apostolo Pietro "Poiché non continuate a correre con loro in questo corso allo stesso basso livello di dissolutezza, sono perplessi e parlano ingiuriosamente di voi
"
(1Pietro 4:4)

se poi vuoi approfondire qualche accusa specifica, esponi e vedremo di parlarne [SM=g27985]
agnostico.
00Monday, December 27, 2010 12:22 PM
Re:
Giandujotta.50, 27/12/2010 12.08:

Una spiegazione potrebbe essere quella anticipata dall'apostolo Pietro "Poiché non continuate a correre con loro in questo corso allo stesso basso livello di dissolutezza, sono perplessi e parlano ingiuriosamente di voi
"
(1Pietro 4:4)

se poi vuoi approfondire qualche accusa specifica, esponi e vedremo di parlarne [SM=g27985]




La gerarchia cattolica è conosciuta da tutti, quella dei Tdg è tenuta segreta, non so bene perchè: ti rendi conto che questo porterebbe qualcuno a parlare di "setta".
Vorrei chiederti, in tutta onestà e semplicità, se esistono forme di guadagno nelle gerarchie dei Tdg, a partire dagli "anziani" in su, e se, come accusano questi libri, molti Tdg vengono "invitati" a partecipare alle spese della congregazione, a volte con somme ingenti, cosa di cui si sono lamentati molti ex.
Penso che la chiarezza, in questo campo, sia molto importante per i rapporti interpersonali e inter-religiosi.
Grazie


Giandujotta.50
00Monday, December 27, 2010 1:07 PM
Re: Re:
agnostico., 27/12/2010 12.22:




La gerarchia cattolica è conosciuta da tutti, quella dei Tdg è tenuta segreta, non so bene perchè: ti rendi conto che questo porterebbe qualcuno a parlare di "setta".
Vorrei chiederti, in tutta onestà e semplicità, se esistono forme di guadagno nelle gerarchie dei Tdg, a partire dagli "anziani" in su, e se, come accusano questi libri, molti Tdg vengono "invitati" a partecipare alle spese della congregazione, a volte con somme ingenti, cosa di cui si sono lamentati molti ex.
Penso che la chiarezza, in questo campo, sia molto importante per i rapporti interpersonali e inter-religiosi.
Grazie





non c'è nulla di segreto nell'organizzazione dei Testinoni Geova.
Troveresti particolari della struttura in molte nostre pubblicazioni.
Comunque capisco che per chi non ci conosce le curiosità possono essere legittime. Specialmente se si pensa a come alcune istituzioni (lo IOR per citarne solo una) hanno nel tempo reso un cattivo servizio al Creatore che dicono di rappresentare.

Ti invito ad aprire un 3D apposito, per parlare di come si finanziano le attività dei Testimoni di Geova. Saremo lienti di rispondere.

[SM=g27985]

Close55
00Monday, December 27, 2010 2:34 PM
Re:
Giandujotta.50, 27/12/2010 12.08:

Una spiegazione potrebbe essere quella anticipata dall'apostolo Pietro "Poiché non continuate a correre con loro in questo corso allo stesso basso livello di dissolutezza, sono perplessi e parlano ingiuriosamente di voi
"
(1Pietro 4:4)

se poi vuoi approfondire qualche accusa specifica, esponi e vedremo di parlarne [SM=g27985]

[SM=g1861209] Agnostico.....
tu parli di gerarchie ma tra di noi non esiste che l'anziano sia superiore a noi, siamo tutti fratelli non esistono forme di guadagno

quei libri che tu hai detto di leggere ti disinformano e non informano ]

[SM=x1408438]
(Gladio)
00Monday, December 27, 2010 5:49 PM
Re: Re:
agnostico., 27/12/2010 12.22:




La gerarchia cattolica è conosciuta da tutti, quella dei Tdg è tenuta segreta, non so bene perchè: ti rendi conto che questo porterebbe qualcuno a parlare di "setta".
Vorrei chiederti, in tutta onestà e semplicità, se esistono forme di guadagno nelle gerarchie dei Tdg, a partire dagli "anziani" in su, e se, come accusano questi libri, molti Tdg vengono "invitati" a partecipare alle spese della congregazione, a volte con somme ingenti, cosa di cui si sono lamentati molti ex.
Penso che la chiarezza, in questo campo, sia molto importante per i rapporti interpersonali e inter-religiosi.
Grazie







Ti correggo..........non sono ........molti Tdgcome dici tu........ invitati a partecipare alle spese ma l'intera associazione mondiale dei Tdg è invitata a partecipare alle spese sostenute per promuovere l'opera in tutto il mondo(giustamente).

Per quanto riguarda le somme non siamo avventisti che dobbiamo dare la decima di nostri introiti ma quello che si dona è ciò che si può fare.....oggi 10,domani 20,dopodomani 5.............spero di essere stato chiaro e.........circonciso [SM=g2410191]

Poi come dice bene la sorella apri un 3d a parte o entra in una nostra ala del regno dove troverai una bella bacheca pubblica e in bella vista dove vi sono riportate tutte le spese della congregazione ,le entrate ,le uscite ,gli avanzi di cassa ed eventuali deficit fino all'ultimo centesimo.

In fatto di trasparenza possiamo insegnare a molti..........non dico a tutti perchè sarei presuntuoso( e con ottime ragioni) [SM=g7348]
VERYGOODFLOWER
00Monday, December 27, 2010 5:57 PM
Re: Re: Re:
(Gladio), 27/12/2010 17.49:





Ti correggo..........non sono ........molti Tdgcome dici tu........ invitati a partecipare alle spese ma l'intera associazione mondiale dei Tdg è invitata a partecipare alle spese sostenute per promuovere l'opera in tutto il mondo(giustamente).

Per quanto riguarda le somme non siamo avventisti che dobbiamo dare la decima di nostri introiti ma quello che si dona è ciò che si può fare.....oggi 10,domani 20,dopodomani 5.............spero di essere stato chiaro e.........circonciso [SM=g2410191]

Poi come dice bene la sorella apri un 3d a parte o entra in una nostra ala del regno dove troverai una bella bacheca pubblica e in bella vista dove vi sono riportate tutte le spese della congregazione ,le entrate ,le uscite ,gli avanzi di cassa ed eventuali deficit fino all'ultimo centesimo.

In fatto di trasparenza possiamo insegnare a molti..........non dico a tutti perchè sarei presuntuoso( e con ottime ragioni) [SM=g7348]



Gladio sei mitico hai dato una bella sciabolata. [SM=g8930] [SM=g1861209]

Vittorio_
00Monday, January 3, 2011 11:01 PM
Re: Re: Re:
agnostico., 24/12/2010 17.53:



Si dia alla gente la certezza assoluta che la bibbia è parola di Dio, ma prima di cominciare a studiarla, non dopo, perchè è un libro che interessa molto, molto poco, lungo, noioso, complicato e poco amorevole. La volontà di Dio rimane una incognita per tutto il mondo, e infatti ogni essere umano sulla terra immagina la volontà di Dio dal suo punto di vista, sia che abbia letto la bibbia sia che non l'abbia letta.
Si salvano solo i 10 comandamenti, conosciuti dalla maggioranza, ma mi sembra un po' poco, non vi sembra?
Non ci crederete ma penso che il 90% della popolazione mondiale è agnostica, nei fatti, anche se spesso non lo sa.]







Sai, "agnostico", come il tuo nick, lo sono stato anche io. Non ho 46 anni come te, ma 25 e da quando avevo 23 anni frequento questo forum. Ho iniziato esattamente come te: cercando spiegazioni alle affermazioni che mette in giro il GRIS attraverso i vari suoi autori, sguinzagliati con il solo scopo di allontanare la gente da queste brave persone che si definiscono Testimoni di Geova (ho provato la bontà di questi ultimi sulla mia giovane e diffidente pelle).
Ho la buona abitudine di leggere a letto e sai cosa è successo dopo 3 mesetti passati a informarmi da entrambe le campane (mai ascoltare solo una "campana") ?
Ebbene, mi sono ritrovato ad avere sul mio comodino "L'illusione di Dio" di Richard Dawkins (famigerato Ateo tanto seguito anche dagli agnostici) e la "Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture": decisi di leggere entrambe le cose con il proposito di decidere, finendoli contemporaneamente, chi aveva ragione.
La cosa andò bene per 2 mesi, leggevo un paragrafo del libro di Dawkins e un capitolo della Bibbia, fino a quando questo Dawkins mi risuonava nella testa come un mero tentativo di disfattismo non documentato, il più delle volte volgare e scriveva con un senso di autocelebrazione spocchiosa e piena di presunta superiorità d'intelletto, mentre l'altro libro (la Bibbia) bhè, in tutta sincerità (dopo aver condotto battaglie a favore dell'UAAR e aver "predicato" l'agnosticismo a destra e manca per anni), mi ritrovai a leggerlo ogni giorno, appena avevo tempo, in qualsiasi modo e in qualsiasi luogo FA-ME-LI-CA-MEN-TE!!!!
Finìi la Bibbia in un anno e mezzo circa e ti chiederai, a questo punto, che fine abbia fatto il libro di Richard Dawkins... ...bhè, smisi di leggerlo per la noia 3 mesi dopo averli cominciati entrambi.

Ecco, tutto questo per farti capire che, un ragazzo di 25 anni (allora 23), non ritiene affatto la Bibbia un libro "che interessa molto, molto poco, lungo, noioso, complicato e poco amorevole".
Per quel che riguarda l'amorevole benignità di cui parlano questi marziani di Testimoni di Geova, bhè, è vero, notai un bel po' di sangue sparso, ma mi bastò chiedere (ahimè, non sempre gentilmente), e mi fu data una risposta logica, documentata e per nulla "bigotta".

Ora che hai letto tutto quello che potevi leggere di contro ai Testimoni di Geova, prova a fare il contrario e poi, da te, giudica come solo un 46enne saggio e intellettualmente onesto sa fare.


Un grosso abbraccio da un ragazzino che legge troppo.

[SM=g27987]


Vittorio.

Sergio_Tdg
00Sunday, January 9, 2011 3:34 PM
Come gia risposto gli anziani sono fratelli con il compito di istruire le pecorelle ed dare loro aiuto.
nessuno degli anziani può prendere una decisione insindacabile da solo oppure senza una base biblica,perciò non esiste un sistema di comando inteso come tale ma un sistema di coordinamento.

il perchè scegliere i tdg rispetto al resto della cristianità ?
nessuno. abbiamo il libero arbitrio possiamo decidere da solo quali sono le scelte giuste,però mi permetto di darti un consiglio.vai in una delle nostre sale almeno 1\2 volte per vedere come è cosi puoi decidere da solo.Guarda sè secondo te dentro di essa vi è armonia oppure no,assisti alle adunanza pubblica sei libero di andartene quando vuoi non vieni mica rapito dai marziani.Se ti assale un dubbio biblico chiedi e ti sarà data risposta subito oppure entro breve.
agnostico.
00Sunday, January 16, 2011 9:56 AM
Re: Re: Re: Re:
Vittorio_, 03/01/2011 23.01:





Sai, "agnostico", come il tuo nick, lo sono stato anche io. Non ho 46 anni come te, ma 25 e da quando avevo 23 anni frequento questo forum. Ho iniziato esattamente come te: cercando spiegazioni alle affermazioni che mette in giro il GRIS attraverso i vari suoi autori, sguinzagliati con il solo scopo di allontanare la gente da queste brave persone che si definiscono Testimoni di Geova (ho provato la bontà di questi ultimi sulla mia giovane e diffidente pelle).



Non so cosa intendi per GRIS: dei tdG parlano male quasi tutti gli altri religiosi, dei cattolici parlano male gli altri religiosi, atei e agnostici, degli atei parlano male tutti i religiosi: si parla male quando non si condividono le scelte e i punti di vista.
Dimenticavo che dei tdg chi parla peggio di tutti sono gli ex tdG, e certamente una ragione ci sarà, le colpe non sono mai da una parte sola.



Ho la buona abitudine di leggere a letto e sai cosa è successo dopo 3 mesetti passati a informarmi da entrambe le campane (mai ascoltare solo una "campana") ?
Ebbene, mi sono ritrovato ad avere sul mio comodino "L'illusione di Dio" di Richard Dawkins (famigerato Ateo tanto seguito anche dagli agnostici) e la "Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture": decisi di leggere entrambe le cose con il proposito di decidere, finendoli contemporaneamente, chi aveva ragione.
La cosa andò bene per 2 mesi, leggevo un paragrafo del libro di Dawkins e un capitolo della Bibbia, fino a quando questo Dawkins mi risuonava nella testa come un mero tentativo di disfattismo non documentato, il più delle volte volgare e scriveva con un senso di autocelebrazione spocchiosa e piena di presunta superiorità d'intelletto, mentre l'altro libro (la Bibbia) bhè, in tutta sincerità (dopo aver condotto battaglie a favore dell'UAAR e aver "predicato" l'agnosticismo a destra e manca per anni), mi ritrovai a leggerlo ogni giorno, appena avevo tempo, in qualsiasi modo e in qualsiasi luogo FA-ME-LI-CA-MEN-TE!!!!
Finìi la Bibbia in un anno e mezzo circa e ti chiederai, a questo punto, che fine abbia fatto il libro di Richard Dawkins... ...bhè, smisi di leggerlo per la noia 3 mesi dopo averli cominciati entrambi.



Anche io ho letto buona parte del libro di Dawkins, insieme a libri di altri atei, e li ho trovati abbastanza convincenti riguardo alle religioni istituzionalizzate; non sono diventato ateo perchè razionalmente credo in Dio, e perchè la figura di Gesù mi ha sempre affascinato.
Anche la Bibbia ho letto con interesse, e, spero di non offendere nessuno se dico che passavo dal riso per tante sue ingenuità, del tutto incredibili, al pianto per la ferocia che è insita in quasi ogni pagina, per l'ira costante e tremenda di questo Dio, che poi ho scoperto essere stato inventato dagli ebrei (tirando un bel sospiro di sollievo). Ho letto e capito che le profezie erano al 90% state emanate a posteriori, o in maniera estremamente confusa, per cui potevano dire quello che volevano; ho scoperto che quasi nessuna delle profezie nominate dagli evangelisti su Gesù si riferivano a Gesù
e migliaia di altre cose ancora: possiedo un centinaio di libri religiosi di tutti i tipi, 5 bibbie, di cui una in 12 volumi, libri cattolici, cristiani, atei, agnostici, libri e libretti dei tdG, libri di altre religioni: insomma ho ormai le idee un po' più chiare e il relativismo è diventato la mia realtà.
Continuerò a considerare la Bibbia per quello che è, a credere in Dio, a seguire alcuni insegnamenti di Gesù, ad amare il prossimo, a discutere di fatti inerenti la religione e la morale, spero in questo forum, se non sarò cacciato prima per le mie idee un po' sovversive.



bhè, è vero, notai un bel po' di sangue sparso, ma mi bastò chiedere (ahimè, non sempre gentilmente), e mi fu data una risposta logica, documentata e per nulla "bigotta".



Evidentemente a te il sangue sparso non fa alcuna impressione e non ti suscita sentimenti. A me una strage di decine di migliaia di persone in un colpo solo mi fa orrore, perfino se un tdG cerca di spiegarmi la "logica" di Dio, o almeno del Dio degli ebrei, non esiste una risposta logica e documentata, per un essere umano non può esistere.


Ora che hai letto tutto quello che potevi leggere di contro ai Testimoni di Geova, prova a fare il contrario e poi, da te, giudica come solo un 46enne saggio e intellettualmente onesto sa fare.



Non ho nulla contro i tdG, sono miei fratelli e ottime persone, ma la Bibbia no, non potrò mai accettarla così com'è, ho bisogno di spiegazioni convincenti.


Un grosso abbraccio anche da me







Vittorio_
00Saturday, January 22, 2011 3:33 PM
Re: Re: Re: Re: Re:
agnostico., 16/01/2011 9.56:



Dimenticavo che dei tdg chi parla peggio di tutti sono gli ex tdG, e certamente una ragione ci sarà, le colpe non sono mai da una parte sola.





Bhè, caro agnostico, non ti sembra una cosa più che ovvia che degli EX parlino non certo bene dell'ambiente che li ha esclusi?
A me sembra un cosa piuttosto normale, ma forse sono io che vedo questo da un'altra angolazione.

Per quanto riguarda il sangue nei testi veterotestamentari (visto che parli di Dio degli ebrei), bhè, bisogna che si guardi meglio al libero arbitrio. Insomma, è fondamentale persino per Satana (o il Diavolo, il Malvagio, etc)... immagina che un professore spieghi alla classe come risolvere un problema difficile, uno studente capace e ribelle sostiene che la soluzione del prof è sbagliata... cioè, immagina che il ragazzo insinua che il professore non sia qualificato e insiste continuando a dire di conoscere un modo migliore per risolvere il problema, poi aggiungici che alcuni studenti pensano che abbia ragione, e si ribellano anche loro.... a 'sto punto il prof cosa dovrebbe fare secondo te?
Cioè, se il professore li esplellesse tutti, a 'sto punto, non potrebbe dimostrare al ragazzo e ai compagni che la pensano come lui di avere ragione e tutti continuerebbero a pensare di essere nel giusto... ma il professore dovrà pur dimostrare che sbagliano o no!? A me, personalmente, sembra ragionevole far continuare l'argomentazione del ragazzo anche se sbagliata, in modo tale da convincere tutti gli altri con lo stesso risultato che quella ribellione ha portato.
Io la vedo un po' così.... c'è tutto 'sto schifo, questo malcontento, questa malvagità, la morte stessa, per questi motivi:
• Dio non governa questo mondo ("tutto il modo giace sotto il potere del Malvagio")
• Libero arbitrio (siamo liberi di decidere se stare dalla parte del professore o di chi sostiene l'altra tesi pur non avendo nessun base su cui poggiarla e lo fa perché non accetta l'autorità del prof)
• Il potere stesso del malvagio (che ha spinto originariamente la prima coppia umana a ribellarsi al loro creatore).

La Bibbia ci insegna questo, nessun inferno di fuoco che tormenta in eterno i condannati, nessuna salvezza per fede senza opere, nessun Dio malvagio, niente di tutte queste illazioni condite con la tradizione umana.

Dio è onnipotente, ma che libero arbitrio sarebbe se tutti facessero come dice lui senza poter decidere se stare dalla parte del professore o dell'alunno?
Quel ragazzo, dopo la sua azione ribelle, sicuramente sarà stato punito per non aver ascoltato il professore e per aver aizzato tutti i compagni alla ribellione... ecco perché il "sangue" di cui parli.


Tornando a Dawkins, l'ho ritenuto un poco ingenuo (dal mio modestissimo punto di vista), per via della disinformazione che è in lui: se leggi la Bibbia e poi "L'illusione di Dio", ti accorgi che molte delle tesi che lui porta a galla, sono basate su credenze inesatte (e quindi senza senso), circa i testi vetero/neotestamentari (vedi il discorso della "teiera celeste"). Lo fa, scrive, perché lui crede così, punto e basta... non perché ci sia una DIMOSTRAZIONE SACROSANTA di ciò che dice (perché io di dimostrazione non ne ho letta nemmeno una in quel libro).


Se sei convinto così vai avanti ma io ti invito, con tutto il cuore, ad approfondire e a cercare meglio... non hai idea di quanto io sia partito prevenuto e diffidente nei confronti della religione, figuriamoci dei signori che "se la fanno" in questo Forum!
[SM=g7350]


Vittorio.
epimeteo2
00Tuesday, February 8, 2011 7:46 PM
non è chiaro...

Forse è una questione di soldi: la gerarchia della CCR (Chiesa Cattolica Romana) ci fa il bagno dentro, e non sono solo il frutto dei loro investimenti bancari, evidentemente, mentre da tdG se ti va bene fai il voto di povertà e voli con i last minute, quando voli.

non ho mai dato soldi alla chiesa..a cosa ti riferisci? premetto che non ho grande propensione per il cattolicesimo ..comunque gerarchia per gerarchia...il CD è povero?
Seabiscuit
00Tuesday, February 8, 2011 7:50 PM
Re: non è chiaro...
epimeteo2, 08.02.2011 19:46:



..comunque gerarchia per gerarchia...il CD è povero?



cosa intendi per povero? che non hanno da mangiare?
Oppure che fanno una vita sfrenata nel lusso? Se intendi l'ultima, ti dico che non è così. Se pensi di si, provalo.

Barnaba1977
00Wednesday, February 9, 2011 2:54 PM
Re: non è chiaro...
epimeteo2, 08/02/2011 19.46:

non ho mai dato soldi alla chiesa..



Se paghi le tasse, glieli hai dati pure tu... [SM=x1408447]
Psilos
00Wednesday, April 13, 2011 8:40 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Vittorio_, 22/01/2011 15:33:


Bhè, caro agnostico, non ti sembra una cosa più che ovvia che degli EX parlino non certo bene dell'ambiente che li ha esclusi?
Vittorio.


Esclusi o anche partiti da soli, no?
Poi, che parlino cosi è una cosa da aspettarsi.
Non fanno forse cosi anche gli EX cattolici che diventano TdG?


The Line
00Wednesday, April 13, 2011 8:44 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Psilos, 13/04/2011 20.40:


Esclusi o anche partiti da soli, no?
Poi, che parlino cosi è una cosa da aspettarsi.
Non fanno forse cosi anche gli EX cattolici che diventano TdG?




Io conosco e ho conosciuto ambedue le realtà dall'interno. E il fenomeno non è assolutamente e equiparabile.
Vittorio_
00Friday, April 15, 2011 12:58 AM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Psilos, 13/04/2011 20.40:


Esclusi o anche partiti da soli, no?
Poi, che parlino cosi è una cosa da aspettarsi.
Non fanno forse cosi anche gli EX cattolici che diventano TdG?






Il fatto sai qual è Psilos?
I cattolici ti battezzano e ti fanno diventare DI FATTO cattolico quando tu nemmeno hai iniziato a gattonare, i TdG.... NO!
Se ti sembra poco....


Psilos
00Friday, April 15, 2011 5:23 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Vittorio_, 15/04/2011 00:58:




Il fatto sai qual è Psilos?
I cattolici ti battezzano e ti fanno diventare DI FATTO cattolico quando tu nemmeno hai iniziato a gattonare, i TdG.... NO!
Se ti sembra poco....




Ho sentito, da testimonianze di TdG o ex TdG, che anche tra i TdG ci sono stati battesimi a l'età di 12-14-16 anni.

L'essere battezzato quando ancora non sai parlare, ma neanche gattonare, non ti fa diventare, come dici tu, DI FATTO cattolico.

Secondo me, se c'è qualcosa che ti possa fare di fatto cattolico o TdG o ...., è l'ambiente in qui nasci e cresci per la sua influenza su di te, specialmente quando è molto forte.

Sia nelle case dei cattolici, sia in quelle dei TdG, l'orientamento religioso che si da ai propri figli è quello dei genitori. Non mi dire di no?

Quindi, il battesimo di per sé, anche se si fa in un età cosi precoce, penso che non leghi in nessun modo l'individuo.

**Da tanto tempo volevo chiedere cosa succede in una casa di TdG, dove i genitori sono dei TdG. Se, per caso, i figli, crescendo, decidono di non seguire la religione dei loro genitori, i loro genitori come si comportano nei loro confronti? Gli trattano da apostati o da dissociati (scusatemi se i termini che ho usato non sono giusti)?

Giandujotta.50
00Friday, April 15, 2011 5:40 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Psilos, 15/04/2011 17.23:




**Da tanto tempo volevo chiedere cosa succede in una casa di TdG, dove i genitori sono dei TdG. Se, per caso, i figli, crescendo, decidono di non seguire la religione dei loro genitori, i loro genitori come si comportano nei loro confronti? Gli trattano da apostati o da dissociati (scusatemi se i termini che ho usato non sono giusti)?





Di fisico non succede nulla, a parte il dispiacere dei genitori e forse un po di scompiglio nell'organizzazione della cena la sera dell'adunanza. O il figlio quella sera cena da solo, oppure aspetta che tornino a casa i genitori.
Non si interrompe la relazione famigliare nemmeno per un figlio disassociato, figuriamoci per uno che TdG non lo è.
Seabiscuit
00Friday, April 15, 2011 6:53 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Psilos, 15.04.2011 17:23:


Ho sentito, da testimonianze di TdG o ex TdG, che anche tra i TdG ci sono stati battesimi a l'età di 12-14-16 anni.






non è certamente la norma. Quanti ne conosci?
Vuoi che ti elenco quelli che io invece conosco che sono cattolici da appena due mesi di vita?
E non puoi giudicare la maturità di un dodicenne non conoscendolo, ma si può giudicare invece quella di uno che ha due mesi di vita.

Giosia a soli otto anni diventò re di Giuda. Nell’8° anno del suo regno, Giosia si accinse a imparare e a fare la volontà di Geova. (2Cr 34:3)
Aveva 16 anni quindi [SM=g27988]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:44 AM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com