00 6/5/2020 6:48 PM
Re:
barnabino, 04/06/2020 21:49:

Caro Ciccino,


Ora però spiegami dov'è scritto che il regno millenario deve servire per il perfezionamento morale o la purificazione dell'uomo?



Perché solo alla fine i morti "verranno alla vita" alla fine del millennio, non prima. Qui si intende non la vita nella corruzione del corpo, destina a finire, ma la vita eterna che godeva Adamo in quanto essere umano imperfetto. Se ne deduce che il millennio il tempo in cui l'umanità sarà resa perfetta, se non quando? E' durante il millennio che Cristo non solo regnerà ma sarà anche sommo sacerdote, cioè colui che era mediatore per l'espiazione dei peccati.


Paolo e il NT usano poi il termine "perfetti" sinonimo di santi, credenti in Cristo. Non lo usa per designare perso'ne senza peccato



Perfetti può avere molti significati, nel caso di Adamo e di Gesù il significato è "senza peccato".


Ora se il suo cuore era sgombro da pensieri di ribellione, avrebbe ascoltato le Parole di Geova, almeno per lealtà e gratitudine. Invece in un'unica occasione lo tradì. Vedi per non fare un post lungo, quasi metti allo stesso livello Cristo e Adamo in relazione alla perfezione, ma è decisamente assurdo



Essere senza peccato non significa essere degli automi e non avere il libero arbitrio. Anche Gesù avrebbe potuto tradire Dio, o era "obbligato" ad ubbidire perché la sua natura non gli permetteva di fare il contrario? Non a caso dal peccato di Adamo è sorta una controversia che va avanti da 6000 anni e ha generato tanta sofferenza... Satana ha detto di Adamo esattamente quello che dici tu: l'uomo è stato creato con una tara di costruzione, non è perfetto. Capisci Ciccino che il tuo è argomento prettamente Satanico, mette in dubbio la bontà della creazione di Geova.

Shalom



Dopo un mio post, si generano tante controversie, che anzi che mettere ordine creano confusione e mi riesce difficile rispondere dato la complessità degli argomenti da trattare. Però dato che qui siamo in un forum , giustamente educato , e rispettoso delle fedi altrui, pur essendo gestito da fedeli cristiani tdg, mi limiterò a non prendere in considerazioni affermazioni del tipo: il tuo è un argomento prettamente satanico. Nella mia lunga esperienza, di catechista, predicatore, cristiano, questo è il mio ultimo desiderio : quello di proferire argomenti satanici. ma di evangelizzare in modo prettamente cristiano .E questo anche da semplice fedele cristiano a persone non cristiane. Veniamo al dunque. La perfezione in senso assoluto riguarda solo Dio. Le creature sono imperfette. Altra accezione del termine riguarda, i santi, che non sono perfetti, nel senso che non peccano, ma i credenti in Cristo, e chiunque compie la sua volontà. Paolo usa il termine in questo senso. Ora 'Dio-Geova, pur nella sua infinita misericordia, tende sempre a ribadire una cosa necessaria a qualsiasi fedele: che Lui è il Creatore e noi creature, compresi gli angeli. Chiarito questo veniamo al nocciolo della questione. Perchè Eva ed Adamo peccarono ? leggiamo beneGenesi 3
1 Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: «È vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?». 2 Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, 3 ma del frutto dell'albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete». 4 Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! 5 Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male». 6 Allora la donna vide che l'albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch'egli ne mangiò. 7 Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture. Il proposito dei nostri progenitori era dunque essere uguali a Dio. Quindi covavano nel loro cuore l'invidia e la superbia. Prima di consumare il frutto essi avevano peccato nel loro cuore nel loro animo-anima interiorità. Se la loro condizione di creaturalità le fosse stata ben accetta, Satana non avrebbe prevalso sui loro cuori. Essi pur essendo in una condizione paradisiaca non erano appagati, non erano sazi. A proposito erano anche vegetariani. Quindi il peccato si manifesta nel pensieri nell'intimo nell'anima e poi nell'azione concreta. Gesù dirà chi ha solo desiderio di possedere la donna altrui ha già commesso peccato nel suo cuore. Ma essi certo avrebbero potuto dominare il peccato, neanche Satana ti costringe a peccare. La loro condizione creaturale fragile e precaria li spinse a questo. Quindi esseri assolutamente imperfetti e non si fidarono di Dio-GEOVA, loro Creatore , ma si fidarono dalla più astuta delle creature, Satana. QUINDI RIPOSERO FEDE IN SATANA E DUNQUE ANCHE IDOLATRI. Se vuoi trovare perfezione la puoi forse trovare dal punto di vista fisico, corporale, ma non si evince in maniera assoluta in termini morali e spirituali , neanche nei confronti di Dio, loro Padre e Creatore. Nel paradiso restaurato terreno queste condizioni primordiali non possono essere escluse, e non si tratta di solo libero arbitrio, i prescelti a quanto mi è stato di capire avranno una condizione simile a quella odierna, carnale, non so con super poteri, ma sempre carnale - basar-soma. E quindi soggetta all'imperfezione. Rafforzata comunque dal fatto che l'uomo sarà sempre soggetto al peccato GraziPace