Testimoni di Geova Online Forum Questo forum nasce con lo scopo primario di analizzare e confutare le critiche rivolte ai cristiani testimoni di Geova e ristabilire la verità relativamente a luoghi comuni e disinformazione varia, diffusi in ambienti pubblici

Il pensiero dei padri sulla "sola scrittura"

  • Posts
  • OFFLINE
    -Gaetano-
    Post: 268
    00 10/3/2007 9:06 PM
    La parola di Dio non è solo la Bibbia?
    Ragazzi m'interesserebbe conoscere il vostro pensiero a riguardo. Già in un altro forum si è discusso della cosa. Vi sono padri che credono nella sola scrittura? Con prove documentate, quali sono? La stessa Bibbia ci dice che è sufficente a darci pienamente il dato rivelato?

    A voi la risposta.

    Gaetano
  • OFFLINE
    christofer2006
    Post: 3,480
    TdG
    00 10/5/2007 4:13 PM
    Direi che sono molti i padri della chiesa che riconoscono che il fondamento della fede deve essere la Sacra Scrittura, la quale non può essere inficiata dalla Tradizione, come avviene invece nella CCR.

    Ecco un succinto elenco:

    Giustino Martire: "Non abbiamo nessun comandamento di Cristo che ci faccia obbligo di credere alle tradizioni e alle dottrine umane, ma soltanto a quelle che i beati profeti hanno promulgate e che Cristo stesso ha insegnate, e io ho cura di riferire ogni cosa alle Scritture e chiedere ad esse i miei argomenti e le mie dimostrazioni." (Dialogo con Trifone)
    Sant’Atanasio: "Le Sacre Scritture divinamente ispirate bastano da sole a farci conoscere la verità." (Oraz. cont. Gent. Oper. volume I, pag. 1).
    Sant’Ireneo: "Le Scritture sono perfette, perché sono le parole di Dio dettate dal suo Spirito; esse sole sono la tradizione apostolica manifestata al mondo intero e la quale, nella Chiesa, s’indirizza chiaramente a chiunque vuole intendere la verità." (Contro le Eresie, III)
    San Giovanni Crisostomo: "Quando l’eresia s’impadronirà della Chiesa, sappiate che non vi sarà prova di vera fede e di cristianità se non con le Sacre Scritture, perché quelli che si volgeranno altrove periranno."(In Mattheum, Homelia 49)
    Sant’Agostino: "Io mi sottometto all’autorità dei libri canonici e a nessun altra. Tutto ciò che é necessario alla fede e alla condotta della vita si trova nelle dichiarazioni chiare della Scrittura." (De Doctr. Christ. 137)
    San Girolamo: " Se volete chiarire le cose in dubbio, andate alla legge e alla testimonianza della Scrittura, fuori di lì siete nella notte dell’errore. Noi ammettiamo tutto ciò che é scritto, rigettiamo tutto ciò che non lo é. Le cose che s’inventano sotto il nome di tradizione apostolica senza l’autorità della Scrittura sono colpite dalla spada di Dio." (In Apo.1)

    Mi rendo conto che alcuni riferimenti dovrebbero essere più precisi, ma in questo momento non ho il tempo di cercarli...
    ________________________________________________

  • OFFLINE
    Polymetis
    Post: 1,440
    00 10/5/2007 9:08 PM
    A parte Atanasio, che è la prima volta che vedo citato in questa lista "canonica" che gira identica in vari siti evangelici, sono tutti tarocchi. Ho analizzato quella lista sul forum di ebraistica di teo:

    freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=6672394

    Si legga il mio posto datato: 17/08/2007 0.35

    ---------------------
    Ά όταν έκτιζαν τα τείχη πώς να μην προσέξω.
    Αλλά δεν άκουσα ποτέ κρότον κτιστών ή ήχον.
    Ανεπαισθήτως μ' έκλεισαν απο τον κόσμο έξω
    (Κ. Καβάφης)
  • La Primula Rossa
    00 10/6/2007 2:19 AM
    Vorrei aggiungere che i TDG non sono contrari alla TRADIZIONE, ma alla TRADIZIONE che contraddice la Scrittura. Il che è diverso.