printprint
New Thread
Reply
 

Scrittura del giorno

Last Update: 8/12/2010 9:59 AM
Author
Print | Email Notification    
7/22/2008 8:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,704
TdG
Re:
operman, 22/07/2008 7.23:

Martedì 22 luglio 2008

Pietro . . . prese [Gesù] in disparte, e cominciò a rimproverarlo, dicendo: “Sii benigno con te stesso, Signore; tu non avrai affatto questo destino”. — Matt. 16:22.

Pietro si era lasciato prendere dal sentimentalismo. Era necessaria una correzione. Perciò Gesù gli disse: “Va dietro a me, Satana! Tu mi sei una pietra d’inciampo, perché non pensi i pensieri di Dio, ma quelli degli uomini”. (Matt. 16:23) Gesù aveva appena spiegato qual era la volontà di Dio per lui, cioè che avrebbe sofferto molte cose e sarebbe stato ucciso. (Sal. 16:10; Isa. 53:12; Matt. 16:21) Perciò Pietro aveva sbagliato a rimproverarlo. Pietro aveva senz’altro bisogno di essere corretto con fermezza, come succede ogni tanto a tutti noi. In qualità di capofamiglia, il marito ha l’autorità e la responsabilità di correggere i componenti della sua famiglia, compresa la moglie. Anche se può volerci fermezza, la correzione dovrebbe sempre essere impartita in modo amorevole e benigno. Pertanto, proprio come Gesù aiutò Pietro a vedere le cose nella giusta luce, talvolta il marito deve fare la stessa cosa con la moglie.



Quando lessi per la prima volta questo passo biblico, deco dire di essere rimasto sorpreso dalla reazione di Gesù!
Pensavo: in fondo Pietro si stava solo preoccupando amorevolmente di Gesù, era un segno di quanto gli volesse bene e quanto ci tenesse a lui, che bisogno aveva Gesù di avere una reazione così brusca, definendolo addirittura "Satana"!
Però, riflettendo più a fondo, se Gesù avesse ascoltato Pietro a qust'ora il genere umano rasebbe stato condannato al peccato, all'imperfezione e alla morte in eterno, in qunto il sacrificio salvifico di Cristo non si sarebbe verificato.
Allora, che ben venga il rimprovero di Gesù!
Questa lezione è sicuramente valida per tutti quanti noi.
Se ogni tanto riceviamo un rimprovero o una riprensione da parte di chi ha autorità su di noi, non prendiamola come un'offesa personale, ma accettiamolo con umiltà, come fece Pietro nei confronti di Gesù.

7/23/2008 5:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Mercoledì 23 luglio 2008

Strappatevi il cuore, e non le vesti; e tornate a Geova vostro Dio, poiché egli è clemente e misericordioso. — Gioe. 2:13.

Geova non stabilisce una sfilza di rigide regole su come pregare. Comunque è necessario sapere qual è il modo giusto di rivolgerci a Dio, e la Bibbia lo spiega. Per esempio, Gesù insegnò ai suoi seguaci: “Se chiederete al Padre qualche cosa egli ve la darà nel mio nome”. (Giov. 16:23) Quindi dobbiamo pregare nel nome di Gesù, riconoscendo che Gesù è l’unico canale mediante cui le benedizioni di Dio sono elargite a tutto il genere umano. Quale posizione si dovrebbe assumere nel pregare? La Bibbia non specifica alcuna posizione particolare da assumere perché le preghiere vengano esaudite. (1 Re 8:22; Nee. 8:6; Mar. 11:25; Luca 22:41) La cosa importante è pregare Dio con sincerità e con cuore bendisposto, come indica la scrittura di oggi. In tal modo dimostriamo quanto sia importante per noi quello per cui preghiamo.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/23/2008 5:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Re:
operman, 23/07/2008 17.21:


Quindi dobbiamo pregare nel nome di Gesù, riconoscendo che Gesù è l’unico canale mediante cui le benedizioni di Dio sono elargite a tutto il genere umano.



E tutte le preghiere rivolte a Dio, tramite altri, che "fine" fanno?
Una testimonianza non TdG:
Riferendosi alla posizione unica di Gesù, la Cyclopedia of Biblical, Theological, and Ecclesiastical Literature dice: “Le preghiere vanno rivolte solo a Dio, tramite Gesù Cristo, il Mediatore. Perciò tutte le implorazioni rivolte a santi o ad angeli non sono soltanto inutili, ma anche blasfeme. Ogni forma di venerazione della creatura, per quanto possa avere una posizione elevata, è idolatria ed è rigorosamente vietata dalla sacra legge di Dio”.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/23/2008 7:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,704
TdG

Geova non stabilisce una sfilza di rigide regole su come pregare.



E' meraviglioso sapere che il nostro Dio è così tanto avvicinabile da non stabilire complicate regole per potergli parlare.
Immaginiamo quanto tempo ci voglia e quante questioni burocratiche dobbiamo sbrigare per farci ricevere da un giudice umano, o da un ministro, o da un qualsiasi politico. E in molti casi è impossibile riuscirci.
Invece il nostro amorevole Padre Geova Dio è disposto a riceverci in qualsiasi momento del giorno o della notte. Basta accostarsi a lui in preghiera. Non è necessario assumere alcuna posizione specifica o fare qualunque tipo di ritualismo. Quello che Geova chiede da noi è solo di aprirgli il nostro cuore.
7/24/2008 4:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Giovedì 24 luglio 2008

Il vero compagno . . . è un fratello nato per quando c’è angustia. — Prov. 17:17.

Il modo in cui Eliu cercò di aiutare Giobbe spiritualmente ci insegna tante cose. Egli ascoltò a lungo prima di parlare. (Giob. 32:11; Prov. 18:13) Eliu si rivolse a Giobbe come a un amico e chiamandolo per nome. (Giob. 33:1) A differenza dei tre falsi confortatori non si considerò migliore di Giobbe. “Dall’argilla fui formato, anch’io”, disse. Non voleva accrescere la sofferenza di Giobbe con parole sconsiderate. (Giob. 33:6, 7; Prov. 12:18) Invece di criticare la precedente condotta di Giobbe, Eliu lo lodò per la sua giustizia. (Giob. 33:32) Soprattutto Eliu vedeva le cose dal punto di vista di Dio, e aiutò Giobbe a concentrarsi sul fatto che Geova non agirebbe mai in modo ingiusto. (Giob. 34:10-12) Esortò Giobbe ad aspettare Geova anziché cercare di dimostrare la propria giustizia. (Giob. 35:2; 37:14, 23) Lezioni simili saranno sicuramente utili agli anziani cristiani e ad altri



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/24/2008 6:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,704
TdG

Il modo in cui Eliu cercò di aiutare Giobbe spiritualmente ci insegna tante cose. Egli ascoltò a lungo prima di parlare



Quante persone oggi soffrono a causa dell'imperfeione, dell'avvenimento imprevisto, della morte o della malvagità di questo sistema di cose attuale!
In che modo protemmo essere dei confortatori come Eliu? Prima di tutto dovremmo essere dei buoni ascoltatori.
In molto casi la persona che soffre ha bisogno soprattutto di parlare e di essere ascoltata. E' inutile cercare di voler dare conforto costringendo la persona ad ascolare i nostri consigli o i nostri pareri. Se imponiamo il nostro punto di vista alla persona che soffre, invece che aiutarla potremmo scoraggiarla ulteriormente. Cerchiamo invece di ascoltare attentamente, anche a lungo se è il caso. Sforziamoci di capire cosa prova, quale sia il vero motivo della sofferenza. Solo allora potremmo essere in grado di dare un buon consiglio scritturale.
7/25/2008 4:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Venerdì 25 luglio 2008

Se qualcuno non provvede ai suoi, . . . ha rinnegato la fede ed è peggiore di uno senza fede. — 1 Tim. 5:8.

Un marito potrebbe provvedere abbondantemente ai bisogni fisici della moglie ma poi trascurare quelli emotivi e spirituali. È essenziale soddisfare questi ultimi. È vero che molti mariti cristiani sono impegnati nelle attività della congregazione, ma le onerose responsabilità che hanno non li esentano dagli obblighi che Dio ha affidato loro quali capifamiglia. (1 Tim. 3:5, 12) Trattando questo tema, alcuni anni fa La Torre di Guardia diceva quanto segue: “Coerentemente con i requisiti biblici, si può dire che ‘l’opera pastorale inizia nella propria casa’. Se un anziano trascura la famiglia può mettere a repentaglio la sua nomina”. Chiaramente è indispensabile che il marito soddisfi i bisogni fisici, emotivi e soprattutto spirituali della moglie.
[Edited by operman 7/25/2008 4:40 PM]



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/25/2008 10:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
operman, 25/07/2008 16.39:

Venerdì 25 luglio 2008

Se qualcuno non provvede ai suoi, . . . ha rinnegato la fede ed è peggiore di uno senza fede. — 1 Tim. 5:8.

Un marito potrebbe provvedere abbondantemente ai bisogni fisici della moglie ma poi trascurare quelli emotivi e spirituali. È essenziale soddisfare questi ultimi. È vero che molti mariti cristiani sono impegnati nelle attività della congregazione, ma le onerose responsabilità che hanno non li esentano dagli obblighi che Dio ha affidato loro quali capifamiglia. (1 Tim. 3:5, 12) Trattando questo tema, alcuni anni fa La Torre di Guardia diceva quanto segue: “Coerentemente con i requisiti biblici, si può dire che ‘l’opera pastorale inizia nella propria casa’. Se un anziano trascura la famiglia può mettere a repentaglio la sua nomina”. Chiaramente è indispensabile che il marito soddisfi i bisogni fisici, emotivi e soprattutto spirituali della moglie.



E' proprio bello sapere che lo Schiavo grazie alla nuova disposizione dello studio di libro è venuto incontro a quei capofamiglia con carichi onerosi donando un giorno in più durante il quale ci si può dedicare alla famiglia e ai suoi bisogni spirituali.
Prendiamo a cuore la Scrittura di oggi. A volte siamo troppo presi dalla vita che dimentichiamo la nostra famiglia.
Se rafforziamo la famiglia, rafforziamo noi stessi e siamo di più in grado di aiutare le persone esterne che sono alla ricerca della verità.

7/26/2008 1:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Sabato 26 luglio

L’angelo di Geova si accampa tutt’intorno a quelli che lo temono, e li libera. — Sal. 34:7.

Oggi vediamo prove del sostegno angelico? Certo! Ad esempio, i servitori di Geova poterono resistere allo spietato attacco nazista in Germania e nell’Europa occidentale prima e durante la seconda guerra mondiale (1939-45). Sotto i regimi cattolico-fascisti in Italia, in Spagna e in Portogallo dovettero sopportare la persecuzione per un periodo ancora più lungo. E per decenni hanno resistito alla persecuzione nell’ex Unione Sovietica e nei paesi satelliti. Si pensi anche alla persecuzione che i Testimoni hanno subìto in alcune nazioni africane. In anni più recenti i servitori di Geova sono stati ferocemente perseguitati in Georgia. Satana ha fatto tutto ciò che poteva per porre fine all’attività dei testimoni di Geova, ma essi, come organizzazione, sono sopravvissuti a tale opposizione e hanno prosperato. Questo è dovuto in parte proprio alla protezione garantita dagli angeli. — Dan. 3:28; 6:22. w07 15/3 1:14
7/26/2008 1:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,704
TdG
Re:
Asgardiano, 26/07/2008 13.28:

Sabato 26 luglio

L’angelo di Geova si accampa tutt’intorno a quelli che lo temono, e li libera. — Sal. 34:7.
Oggi vediamo prove del sostegno angelico? Certo! Ad esempio, i servitori di Geova poterono resistere allo spietato attacco nazista in Germania e nell’Europa occidentale prima e durante la seconda guerra mondiale (1939-45). Sotto i regimi cattolico-fascisti in Italia, in Spagna e in Portogallo dovettero sopportare la persecuzione per un periodo ancora più lungo. E per decenni hanno resistito alla persecuzione nell’ex Unione Sovietica e nei paesi satelliti. Si pensi anche alla persecuzione che i Testimoni hanno subìto in alcune nazioni africane. In anni più recenti i servitori di Geova sono stati ferocemente perseguitati in Georgia. Satana ha fatto tutto ciò che poteva per porre fine all’attività dei testimoni di Geova, ma essi, come organizzazione, sono sopravvissuti a tale opposizione e hanno prosperato. Questo è dovuto in parte proprio alla protezione garantita dagli angeli. — Dan. 3:28; 6:22



Esistono tantissime esperienze di persone che, in preda alla disperazione, hanno pregato Dio affinchè li aiutasse atrovare una via d'uscita.
Molti di questi erano in procinto di suicidarsi, altri erano disperati per i troppi problemi, altri ancora imploravano Dio di aiutarli a capire quale fosse la vera religione.
Guarda caso, di li a poco ricevettera una visito dai Testimoni di Geova e con lo studio della Bibbia vennero notevolmente aiutati!
Questa non è una chiara dimostrazione che l'opera di evangelizzazione è guidata dagli angeli?

Personalmente conosco un fratello, che parecchi anni fa, prima di divenire TdG, stava attraversando un periodo particolarmente brutto della sua vita a causa di seri problemi famigliari.
Aveva deciso di prendere il fucile di caccia, fare una strage di alcuni parenti e poi suicidarsi. Ma prima di fare tutto ciò pregò Dio.
Qualche giorno dopo, quando stava per concretizzare quanto aveva pensato di fare, venne casualmente in contatto con dei TdG.
Essi lo aiutarono, all'atto pratico, a risolvere parte dei suoi problemi e dopodichè, per sua stessa richiesta, iniziarono uno studio biblico.
Oggi è uno zelante fratello, amorevole e altruista.


7/26/2008 1:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re: Re:
Asgardiano, 26/07/2008 13.39:



Esistono tantissime esperienze di persone che, in preda alla disperazione, hanno pregato Dio affinchè li aiutasse atrovare una via d'uscita.
Molti di questi erano in procinto di suicidarsi, altri erano disperati per i troppi problemi, altri ancora imploravano Dio di aiutarli a capire quale fosse la vera religione.
Guarda caso, di li a poco ricevettera una visito dai Testimoni di Geova e con lo studio della Bibbia vennero notevolmente aiutati!
Questa non è una chiara dimostrazione che l'opera di evangelizzazione è guidata dagli angeli?

Personalmente conosco un fratello, che parecchi anni fa, prima di divenire TdG, stava attraversando un periodo particolarmente brutto della sua vita a causa di seri problemi famigliari.
Aveva deciso di prendere il fucile di caccia, fare una strage di alcuni parenti e poi suicidarsi. Ma prima di fare tutto ciò pregò Dio.
Qualche giorno dopo, quando stava per concretizzare quanto aveva pensato di fare, venne casualmente in contatto con dei TdG.
Essi lo aiutarono, all'atto pratico, a risolvere parte dei suoi problemi e dopodichè, per sua stessa richiesta, iniziarono uno studio biblico.
Oggi è uno zelante fratello, amorevole e altruista.





E' vero. Geova ascolta le fervide preghiere.
A questo proposito consiglio chiunque ci stesse leggendo di ascoltare l'audio di un articolo della pubblicazione Torre di Guardia che troveranno prossimamente nelle Sale del Regno.
Al sito JW l'articolo a cui mi riferisco è quello del 15 Ottobre 2008 alla voce "Geova esaudisce una fervida preghiera".
Il link per scaricare il solo articolo è:
http://download.jw.org/files/media_magazines/w_I_20081015_04.mp3

Per chi volesse scaricare l'intera pubblicazione:
http://download.jw.org/files/media_magazines/w_I_20081015.mp3.zip
7/27/2008 4:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Domenica 27 luglio 2008

Ti lodo pubblicamente, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai saggi e agli intellettuali e le hai rivelate ai bambini. — Matt. 11:25.

Geova ha concesso ai suoi servitori privilegi inestimabili. Ci ha permesso di conoscere la verità su di lui. Non dovremmo mai sottovalutare questo privilegio! In effetti Geova ha nascosto i suoi propositi ai superbi e li ha rivelati agli umili. È un grande onore essere inclusi tra gli umili che servono il Sovrano universale, Geova. Geova ci ha dato anche il privilegio di aiutare altri a conoscerlo. Ricordate che egli è stato presentato sotto falsa luce da persone che hanno insegnato menzogne sul suo conto. Pertanto molti hanno un’idea completamente errata di Geova: pensano che sia insensibile e crudele. Siete desiderosi, anzi impazienti, di correggere questa idea? Allora aiutate altri a imparare ciò che la Bibbia insegna realmente.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/28/2008 8:43 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Lunedì 28 luglio 2008

[Dio] ne ha fornito garanzia a tutti in quanto . . . ha risuscitato [Gesù] dai morti. — Atti 17:31.

In un discorso da lui pronunciato ad Atene, Paolo disse le parole riportate sopra. Alcuni ascoltatori lo derisero sentendolo parlare della risurrezione. Altri però divennero credenti. Forse la loro attenzione fu richiamata dal fatto che questa speranza è garantita. Geova, risuscitando Gesù, compì il più grande di tutti i miracoli. Destò suo Figlio dai morti, riportandolo in vita come potente spirito. (1 Piet. 3:18) Il risuscitato Gesù era ancora più grande di come era stato durante la sua esistenza preumana. Divenuto immortale e secondo solo a Geova in potenza, Gesù è ora in grado di accettare dal Padre incarichi straordinari. Gesù è il mezzo che Geova impiega per compiere tutte le altre risurrezioni: alla vita in cielo o alla vita sulla terra. Gesù stesso disse: “Io sono la risurrezione e la vita”. (Giov. 5:25; 11:25) Risuscitando suo Figlio, Geova ha garantito a tutti i fedeli questa speranza.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/29/2008 5:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Martedì 29 luglio 2008

Prestate attenzione a voi stessi e a tutto il gregge, fra il quale lo spirito santo vi ha costituiti sorveglianti, per pascere la congregazione di Dio, che egli acquistò col sangue del suo proprio Figlio. — Atti 20:28.

Gli anziani, o sorveglianti, rappresentavano appropriatamente una congregazione locale nell’affrontare e risolvere i problemi, o nel trattare i casi in cui era stato commesso un peccato. Ciò è in armonia con i requisiti degli anziani menzionati in Tito 1:9. Naturalmente gli anziani locali erano uomini imperfetti, come lo era Tito, che Paolo mandò alle congregazioni per ‘correggere le cose che erano difettose’. (Tito 1:4, 5) Oggi coloro che vengono raccomandati per prestare servizio come anziani devono aver dimostrato la loro fede e la loro devozione nel corso del tempo. I sorveglianti della congregazione sono nominati “per pascere la congregazione di Dio”, ma devono farlo con amore, non signoreggiando sul gregge. (1 Piet. 5:2, 3) Devono sforzarsi di edificare e aiutare “tutto il gregge”.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/30/2008 8:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Mercoledì 30 luglio 2008

Certamente susciterò su di loro un solo pastore, ed egli le dovrà pascere, sì, il mio servitore Davide. — Ezec. 34:23.

In questo tempo della fine Gesù Cristo, il più grande Davide, è il “solo pastore” che Geova ha costituito su tutti i propri servitori sulla terra. Geova ha dato così un prezioso dono alla congregazione cristiana. A sua volta Gesù ha dato un prezioso dono alla sua congregazione sulla terra. Ha provveduto fedeli sottopastori che, a imitazione di Geova e di lui stesso, pascono il gregge con tenera cura. L’apostolo Paolo parlò di questo amorevole dono nella sua lettera ai cristiani di Efeso, dicendo: “‘Quando ascese in alto portò via prigionieri; diede doni negli uomini’. . . . Egli diede alcuni come apostoli, alcuni come profeti, alcuni come evangelizzatori, alcuni come pastori e maestri, in vista del ristabilimento dei santi, per l’opera di ministero, per l’edificazione del corpo del Cristo”. — Efes. 4:8, 11, 12



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/30/2008 10:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,704
TdG
Re:
operman, 30/07/2008 20.03:

Mercoledì 30 luglio 2008

Certamente susciterò su di loro un solo pastore, ed egli le dovrà pascere, sì, il mio servitore Davide. — Ezec. 34:23.

In questo tempo della fine Gesù Cristo, il più grande Davide, è il “solo pastore” che Geova ha costituito su tutti i propri servitori sulla terra. Geova ha dato così un prezioso dono alla congregazione cristiana. A sua volta Gesù ha dato un prezioso dono alla sua congregazione sulla terra. Ha provveduto fedeli sottopastori che, a imitazione di Geova e di lui stesso, pascono il gregge con tenera cura. L’apostolo Paolo parlò di questo amorevole dono nella sua lettera ai cristiani di Efeso, dicendo: “‘Quando ascese in alto portò via prigionieri; diede doni negli uomini’. . . . Egli diede alcuni come apostoli, alcuni come profeti, alcuni come evangelizzatori, alcuni come pastori e maestri, in vista del ristabilimento dei santi, per l’opera di ministero, per l’edificazione del corpo del Cristo”. — Efes. 4:8, 11, 12



L'organizzazione cristiana dei Testimoni di Geova rispecchia i criteri organizzativi descritti da Gesù e dal resto delle Scritture del NT.
La disposizione del corpo degli anziani è sicuramente una disposizione amorevole, affinchè la congregazione possa avere una guida e un punto di riferimento. Gli anziani sono una vera benedizione per i fratelli quando prendono come modello Gesù Cristo.
Inoltre, la presenza di più anziani nelle congregazioni è una disposizione davvero importante, in quanto una decisione presa collegiarmente sicuramente sarà più sensata e saggia rispetto alla decisione del singolo, poichè gli aspetti che potrebbero essere sottovalutati da uno, potranno essere presi in seria considerazione dall'altro.
E' importante per ogni cristiano cercare di collaborare col corpo degli anziani della proprio congregazione in quanto essi sono un provvedimento divino.


7/31/2008 4:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Giovedì 31 luglio 2008

Questo afflitto chiamò, e Geova stesso udì. E lo salvò da tutte le sue angustie. — Sal. 34:6.

Quando stiamo insieme a compagni di fede abbiamo tante opportunità per raccontare esperienze edificanti che illustrano come Geova ci ha aiutato a sopportare circostanze difficili. Questo rafforza la fede dei nostri fratelli, proprio come le espressioni di Davide rafforzarono la fede dei suoi sostenitori. I compagni di Davide “guardarono a [Geova] e divennero raggianti, e le loro medesime facce non si potevano vergognare”. (Sal. 34:5) Anche se erano in fuga per sottrarsi alle mani del re Saul, non provavano vergogna. Erano certi che Davide aveva il sostegno di Dio, e il loro volto era raggiante. In maniera analoga, sia i nuovi interessati che quelli che sono veri cristiani da lunga data ‘guardano a Geova’, ovvero confidano nel suo sostegno. Avendo sperimentato in prima persona il suo aiuto, la loro espressione raggiante dimostra che sono decisi a rimanere fedeli.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
7/31/2008 9:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,704
TdG
Re:
operman, 31/07/2008 16.50:

Giovedì 31 luglio 2008

Questo afflitto chiamò, e Geova stesso udì. E lo salvò da tutte le sue angustie. — Sal. 34:6.

Quando stiamo insieme a compagni di fede abbiamo tante opportunità per raccontare esperienze edificanti che illustrano come Geova ci ha aiutato a sopportare circostanze difficili. Questo rafforza la fede dei nostri fratelli, proprio come le espressioni di Davide rafforzarono la fede dei suoi sostenitori. I compagni di Davide “guardarono a [Geova] e divennero raggianti, e le loro medesime facce non si potevano vergognare”. (Sal. 34:5) Anche se erano in fuga per sottrarsi alle mani del re Saul, non provavano vergogna. Erano certi che Davide aveva il sostegno di Dio, e il loro volto era raggiante. In maniera analoga, sia i nuovi interessati che quelli che sono veri cristiani da lunga data ‘guardano a Geova’, ovvero confidano nel suo sostegno. Avendo sperimentato in prima persona il suo aiuto, la loro espressione raggiante dimostra che sono decisi a rimanere fedeli.



Come ben sappiamo, oggigiorno Geova non salvaguarda i suoi servitori compiendo miracoli. Quindi, se stiamo lottando con una malattia, se stiamo subendo persecuzione o se affrontiamo problemi di altro genere non dovremmo aspettarci che queste difficoltà spariscano in modo miracoloso come sostengono esponenti di altre religioni.
Tuttavia questo non significa che Geova ci abbandoni al nostro destino. Possiamo contare sul suo spstegno spirituale che ci fornisce dandoci pace interiore o aiuto pratico tramite la sua organizzazione.


8/1/2008 8:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Venerdì 1° agosto 2008

Figli, siate ubbidienti ai vostri genitori unitamente al Signore. — Efes. 6:1.

Perché Dio esorta i figli a ubbidire ai genitori? Ubbidendo ai genitori in effetti ubbidisci a Dio. Inoltre i tuoi genitori hanno più esperienza di te. È vero che forse non è sempre facile ubbidire ai genitori, ma Dio ti dice di farlo. D’altra parte, se i tuoi genitori (o altre persone) ti dicono di mentire, rubare o fare qualche altra cosa che Dio disapprova, devi “ubbidire a Dio come governante anziché agli uomini”. Questo è il motivo per cui, dopo avere detto “siate ubbidienti ai vostri genitori”, la Bibbia aggiunge “unitamente al Signore”. Ciò significa che devi ubbidire ai tuoi genitori in tutte le cose che sono in armonia con le leggi di Dio. (Atti 5:29) Perfino Gesù dovette imparare a ubbidire. La Bibbia dice: “Benché fosse Figlio, imparò l’ubbidienza dalle cose che soffrì”. (Ebr. 5:7, 8; Mar. 15:34; Luca 22:42-44) Ora che è in cielo, Gesù capisce il dolore che proviamo tutte le volte che lottiamo per essere ubbidienti. — Prov. 27:11; Ebr. 2:18; 4:15.



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
8/2/2008 3:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,451
TdG
Sabato 2 agosto 2008

Non potete essere schiavi di Dio e della Ricchezza. — Matt. 6:24.

A volte gli ostacoli al conseguimento di mete spirituali possono venire perfino da compagni di fede. ‘Perché fare il pioniere?’, potrebbero chiedere alcuni. ‘Puoi vivere una vita normale e partecipare comunque all’opera di predicazione. Trova un buon impiego che ti dia la sicurezza economica’. Questo può sembrare un buon consiglio, ma se tu lo seguissi si potrebbe davvero dire che ti stai addestrando avendo di mira la santa devozione? A quanto pare ai giorni di Timoteo alcuni cristiani la pensavano così. (1 Tim. 6:17) Anziché prefiggerti di avere una vita agiata, coltiva lo spirito di sacrificio. “Quale soldato di Cristo Gesù, sii pronto a fare a meno delle comodità della vita”. (2 Tim. 2:3, The English Bible in Basic English) Stando in compagnia di Paolo, Timoteo imparò il segreto di essere contento anche nelle circostanze più difficili. (Filip. 4:11, 12; 1 Tim. 6:6-8) Tu puoi fare la stessa cosa. Sei disposto a fare sacrifici per amore del Regno?



<><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>
Alla luce dei fatti, gli apostati delle nuove religioni non possiedono gli standard di
obiettività personale, competenza e comprensione informata richiesti a testimoni esperti.

Lonnie D. Kliever
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:48 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com